E-R | BUR

n. 32 del 02.03.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Attuazione della normativa IPPC - indicazioni per i gestori degli impianti e le Amministrazioni provinciali per l'invio del rapporto annuale dei dati dell'anno 2010 tramite i servizi del portale IPPC-AIA

 IL DIRETTORE

Premesso che:

- con delibera n. 2285 del 22 dicembre 2008, la Regione Emilia-Romagna ha attribuito ad ARPA la realizzazione del progetto, conservato agli atti del Servizio Risanamento atmosferico, acustico, elettromagnetico al prot. PG.2008.0282776 del 25 novembre 2008, per la “realizzazione di un sistema informatizzato per la gestione delle informazioni di interesse ambientale e territoriale a supporto delle procedure di Autorizzazione integrata ambientale” per la gestione e pubblicazione tramite sportello telematico delle comunicazioni fra imprese e PA, comprensive di funzionalità rispondenti alle esigenze della Regione e correlate alla realizzazione dell’osservatorio IPPC regionale;

- il progetto si sostanzia nella realizzazione di un portale web denominato “Portale IPPC-AIA” che:

1. supporti:

  • lo svolgimento delle istruttorie di rilascio delle AIA attribuite alle Province;
  • la gestione della AIA successivamente al loro rilascio e le successive fasi di rinnovo e/o riesame;
  • il sistema dei controlli previsto nelle AIA;
  • l’accesso del pubblico alle informazioni sui procedimenti autorizzatori, sulle domande presentate, sulle AIA rilasciate ed il loro aggiornamento, sugli esiti dei controlli;

2. consenta lo scambio di informazioni a livello regionale che risponde anche al livello nazionale per quanto attiene agli obblighi di comunicazione nei confronti della UE in tema di AIA e dei flussi informativi relativi alle diverse matrici ambientali;

3. fornisca un quadro informativo aggiornato sulla cui base:

  • elaborare le direttive applicative regionali;
  • individuare i temi che debbono essere oggetto di ricerca e sperimentazione;

- con delibera 719/10, sono stati approvati le varianti di sviluppo software relative al progetto esecutivo approvato con deliberazione n. 2285 del 22/12/2008 ed il relativo servizio di supporto specialistico all’avviamento dell’utilizzo del portale AIA, per rispondere alle esigenze emerse a seguito dell’implementazione della gestione dei report, e agli ulteriori requisiti emersi nel corso degli incontri organizzati dalla Regione con le Amministrazioni provinciali, ARPA e i rappresentanti di Confindustria e delle Associazioni di categoria.

Rilevato che:

- con determina n. 3836 del 14/4/2010 sono state fornite indicazioni per i gestori degli impianti e le amministrazioni provinciali per l’invio del rapporto annuale dei dati dell’anno 2009 tramite i servizi del portale IPPC-AIA;

- nella citata determina si stabiliva, secondo un approccio graduale e promozionale, di rendere disponibile già per il reporting 2009, in via facoltativa, una procedura per l’invio del reporting attraverso il portale IPPC-AIA, per stimolarne l’utilizzo.

- le tematiche legate alle funzionalità, agli sviluppi futuri e all’utilizzo del portale, anche alla luce del rinnovato quadro normativo nazionale e comunitario, hanno continuato ad essere oggetto di confronto e approfondimento negli incontri avvenuti il 17 maggio 2010 e il 16 dicembre 2010, che hanno visto la partecipazione dei Dirigenti e dei Tecnici della Regione, delle Province e dell’Agenzia Regionale Prevenzione e Ambiente (ARPA) e dei rappresentanti di Confindustria e delle Associazioni di categoria.

- durante i succitati incontri si è confermato che, ormai conclusa la fase di rilascio delle prime AIA per gli impianti IPPC dell’Emilia-Romagna, si condivide la valutazione che l’argomento che riveste maggiore priorità di realizzazione quale servizio da implementare è quello della gestione della reportistica, poiché consente di:

  • fornire una immediata semplificazione per le imprese nell’invio del report annuale;
  • attivare un meccanismo di tracciabilità delle informazioni che permetterà la revisione della struttura della domanda in vista dei prossimi rinnovi della AIA, introducendo semplificazioni per i gestori ed evitando ridondanze di dati;

- già nel 2011 sono previste le prime scadenze delle autorizzazioni per diversi impianti AIA, ed è previsto un picco nelle scadenze delle AIA a partire dal secondo semestre del 2012, con prevedibile picco di presentazione di domande di rinnovo 6 mesi prima della scadenza;

- si è ritenuto fondamentale che i report vengano raccolti il prima possibile nel portale IPPC-AIA anche per costruire il quadro informativo e conoscitivo necessario ai fini della definizione, nell’ottica della semplificazione, dei contenuti della domanda di rinnovo, sulla quale hanno lavorato i gruppi di lavoro misti (regione, province, ARPA, associazioni imprenditoriali) avviati durante gli incontri di coordinamento, e che sarà oggetto di specifico provvedimento;

- si è pertanto condivisa l’opportunità di individuare il portale quale strumento obbligatorio per l’invio dei report degli impianti IPPC con i dati dell’anno 2010, da effettuare entro aprile 2011 tramite caricamento sul portale dei file elaborati dai gestori tramite apposita procedura;

- i gestori degli impianti dei settori ceramiche e allevamenti intensivi potranno anche effettuare la compilazione del report 2010 direttamente sul portale, utilizzando le funzionalità appositamente implementate. La compilazione del report è utilizzabile in alternativa al caricamento sul portale del file corrispondente elaborato dal gestore;

- seguendo l’approccio graduale e promozionale intrapreso già dal 2010 con la determina 3836/2010, il percorso prospettato prevede che per i settori senza sistema di reporting standardizzato, venga data nel corso del 2011 la possibilità di compilazione da parte del gestore di moduli omogenei per le parti di reportistica comuni e trasversali ai vari settori (Emissioni, scarichi, consumi di acqua, energia, combustibile), con invio dei rimanenti dati nella relazione allegata. Nel corso del 2011 verranno inoltre sviluppati moduli di reporting standardizzati anche per altri settori industriali a partire dal settore dei trattamenti superficiali dei metalli (industria galvanica);

Dato atto che:

- allo scopo di agevolare l’utilizzo del portale e di evitare al gestore, al verificarsi di problemi tecnici sulla trasmissione via PEC in concomitanza con la scadenza dei termini per la presentazione del report il rischio, in caso di ispezioni ambientali effettuate dalle diverse autorità ispettive che agiscono sul territorio regionale, di non poter dimostrare l’avvenuto invio del report e quindi di incorrere nelle sanzioni previste all’ art. 29-quattuordecies della parte seconda del già citato D.Lgs 152/06, si stabilisce che la ricevuta generata dal portale sia titolo valido ad attestare che il gestore ha adempiuto agli obblighi di comunicazione fissati nell’AIA;

- qualora si verificassero problemi tecnici sul portale o sulla relativa connessione ad Internet occorrenti in concomitanza con la scadenza dei termini per la presentazione del report e tali da non consentire l’acquisizione della ricevuta generata dal portale da parte del gestore, quest’ultimo è tenuto a darne comunicazione tempestiva e circostanziata all’autorità competente ed alla struttura incaricata della gestione ed assistenza sul portale;

- sarà cura della Regione provvedere alla conservazione formale dei documenti inseriti nel portale;

- sono state stabilite le modalità e le condizioni tecniche minime per l’utilizzo del portale IPPC-AIA, riportate nell’allegato 1, che i gestori debbono rispettare ai fini dell’invio del report;

Richiamate le seguenti deliberazioni della Giunta Regionale, esecutive ai sensi di legge:

- n. 1057 del 24 luglio 2006, concernente “Prima fase di riordino delle strutture organizzative della Giunta Regionale. Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali”;

- n. 1663 del 27 novembre 2006, concernente “Modifiche all’assetto della Direzioni generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente”;

- n. 1173 del 27 luglio 2009, concernente “Approvazione degli atti di conferimento degli incarichi di livello dirigenziale (decorrenza 1/8/2009)”;

- n. 2060 del 20 dicembre 2010 “Rinnovo incarichi ai Direttori generali della Giunta regionale in scadenza al 31 dicembre 2010”;

Vista la deliberazione della Giunta regionale n. 2416/2008 del 29 dicembre 2008, esecutiva ai sensi di legge, recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/08. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/07” e s.m.;

attestata la regolarità amministrativa;

determina:

1. di individuare il portale IPPC-AIA quale strumento obbligatorio per l’invio dei report degli impianti IPPC con i dati dell’anno 2010, da effettuare entro aprile 2011 mediante caricamento sul portale dei file elaborati dai gestori con le modalità descritte in Allegato 1;

2. di stabilire che i gestori degli impianti dei settori ceramiche e allevamenti intensivi possano, in alternativa alla modalità descritta al punto 1, effettuare la compilazione del report 2010 direttamente sul portale, utilizzando le funzionalità appositamente implementate;

3. di stabilire che la ricevuta generata dal portale sia titolo valido ad attestare che il gestore ha adempiuto agli obblighi di comunicazione fissati nell’AIA;

4. di stabilire che qualora i problemi tecnici sul portale o sulla relativa connessione ad Internet occorrenti in concomitanza con la scadenza dei termini per la presentazione del report, fossero tali da non consentire l’acquisizione della ricevuta generata dal portale da parte del gestore, quest’ultimo è tenuto a darne comunicazione tempestiva e circostanziata all’autorità competente ed alla struttura incaricata della gestione ed assistenza sul portale;

5. di stabilire altresì che sarà cura della Regione provvedere alla conservazione formale dei documenti inseriti nel portale;

6. di stabilire infine che, al fine dell’invio dei report attraverso il portale, i gestori debbono rispettare le condizioni tecniche minime e le modalità indicate nell’Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto;

7. di mettere a disposizione degli utenti un servizio di supporto per eventuali problematiche di utilizzo del portale; tale servizio è erogato in orario d’ufficio e le relative modalità e numeri telefonici da contattare sono consultabili sul portale;

8. di inviare copia del presente atto alle Province emiliano-romagnole, Autorità competenti per l’Autorizzazione integrata ambientale, all’ARPA Emilia-Romagna, a Confindustria ed alle associazioni imprenditoriali;

9. di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Il Direttore generale

Giuseppe Bortone

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it