E-R | BUR

n.226 del 26.08.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Percorsi regionali per la prescrizione e la dispensazione di alimenti speciali e alimenti ipo/aproteici agli assistiti con malattia metabolica ereditaria

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visto: 

  • Il D.M. 8 giugno 2001 “Assistenza sanitaria integrativa relativa ai prodotti destinati ad una alimentazione particolare” che include nei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) la fornitura di tali alimenti a favore dei soggetti con malattie metaboliche ereditarie e demanda alle Regioni la definizione delle modalità organizzative e di erogazione, inclusa l’eventuale individuazione di tetti di spesa mensili per le singole patologie;
  • l’art. 7 del suddetto D.M. 8 giugno 2001 che definisce gli alimenti dispensabili con oneri a carico del SSN nel Registro nazionale degli alimenti destinati ad una alimentazione particolare, predisposto e aggiornato periodicamente dal Ministero della Salute e pubblicato nel sito Internet ministeriale;
  • la propria delibera n. 1564/2008 con la quale è stato superato il listino regionale dei prodotti in favore dell'adozione dell’elenco nazionale dei prodotti dietetici;
  • il D.M. 18 maggio 2001, n. 279, "Regolamento di istituzione della rete nazionale delle malattie rare e di esenzione dalla partecipazione al costo delle relative prestazioni sanitarie ai sensi dell'articolo 5, comma 1, lettera b) del D.Lgs 29 aprile 1998, n. 124";
  • la propria delibera n. 160/04 e sue modifiche ed integrazioni con la quale sono stati individuati i centri della Rete regionale per le malattie rare; 
  • la Circolare del Direttore Generale Sanità e Politiche Sociali n. 6 del 2007 con la quale è stato implementato il Sistema Informativo per le malattie rare; 
  • la Circolare del Direttore Generale Sanità e Politiche Sociali n. 6 del 2011 con la quale è stato sviluppato il modulo del Sistema Informativo per le malattie rare relativo al piano terapeutico personalizzato (PTP);

Verificato: 

  • che gli alimenti speciali e ipo/aproteici vengono erogati dalle Aziende USL talora presentando il PTP rilasciato dal medico del centro specialistico e talora presentando una richiesta del Medico di Medicina Generale o del Pediatra di Libera Scelta;
  • che alcune Aziende USL sottopongono ad autorizzazione del Distretto sanitario l’erogazione di tali alimenti;
  • che le modalità di erogazione sono differenziate nelle varie Aziende USL, alcune delle quali si avvalgono esclusivamente delle farmacie ospedaliere, altre esclusivamente delle farmacie convenzionate e altre ancora di un sistema misto di erogazione;
  • che i dietetici per gli assistiti con malattia metabolica ereditaria sono distinti in:

a) “alimenti speciali” costituiti principalmente da miscele di amminoacidi, da altri alimenti a formulazione nutrizionale particolare e da dietetici con funzione di integratori delle singole diete, il cui impiego, per qualità e quantità, deve rigorosamente seguire la prescrizione dei Centri autorizzati;

b) “alimenti ipo/aproteici” la cui scelta può essere determinata sia da esigenze dietetiche che da elementi soggettivi quali gusto e palatabilità, e che possono essere scelti all’interno di una ampia gamma di alimenti; 

Considerato: 

  • opportuno integrare il Sistema Informativo per le malattie rare con la procedura informatizzata per la prescrizione, l’erogazione e il monitoraggio degli alimenti destinati agli assistiti con malattie metaboliche ereditarie; 
  • necessario uniformare in ambito regionale i percorsi per la prescrizione e la dispensazione degli alimenti sopra richiamati, così come descritto nell’Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto;
  • necessario distinguere i percorsi prescrittivi ed erogativi degli “alimenti speciali” e degli “alimenti ipo/aproteici”;
  • necessario individuare tetti mensili di spesa relativi alla dispensazione degli alimenti ipo/aproteici, distinti per fascia di età e per gruppi di patologie in base ai diversi fabbisogni nutrizionali, calcolati con il supporto delle evidenze scientifiche, così come descritti nell’Allegato 2, parte integrante e sostanziale del presente atto; 

Ritenuto pertanto opportuno approvare gli Allegati 1 e 2, parti integranti e sostanziali del presente atto;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore alle Politiche per la Salute;

A voti unanimi e palesi 

delibera:

  1. di approvare percorsi per la prescrizione e la dispensazione degli alimenti speciali e degli alimenti ipo/aproteici per i pazienti con malattie metaboliche ereditarie in ambito regionale, così come descritti nell’Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto;
  2. di approvare i tetti mensili di spesa relativi alla dispensazione degli alimenti ipo/aproteici per i pazienti con malattie metaboliche ereditarie, così come descritti nell’Allegato 2, parte integrante e sostanziale del presente atto;
  3. di prevedere che i percorsi di prescrizione degli alimenti speciali e degli alimenti ipo/aproteici per i pazienti con malattie metaboliche ereditarie previsti dall'Allegato 1 siano attivati dalla data di approvazione del presente atto;
  4. di prevedere che i percorsi di distribuzione degli alimenti speciali e degli alimenti ipo/aproteici per i pazienti con malattie metaboliche ereditarie previsti dall'Allegato 1 siano attivati su tutto il territorio regionale a partire dal 1 luglio 2015;
  5. di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it