E-R | BUR

n. 47 del 17.03.2010 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

L.R. n. 24/01 e D.L. n. 159/07. Realizzazione del programma di manutenzione di alloggi di edilizia residenziale pubblica denominato "Nessun alloggio pubblico sfitto". Presa d'atto degli interventi ammessi a finanziamento. Riconoscimento ai Comuni dei contributi e modifica della deliberazione di Giunta regionale n. 438/09

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamata la Legge Regionale n. 24 dell’8 agosto 2001 recante “Disciplina generale dell’intervento pubblico nel settore abitativo” e successive modificazioni;

Viste le deliberazioni dell’Assemblea Legislativa:

– n. 209 del 25 febbraio 2009 recante “L.R. n. 24/01 e D.L. n. 159/07. Programmazione dei fondi per la realizzazione del programma di manutenzione di alloggi di edilizia residenziale pubblica denominato ‘Nessun alloggio pubblico sfitto’”;

– n. 231 del 30 giugno 2009 recante “L.R. n. 24/01 e D.L. n. 159/07. Programmazione dei fondi per la realizzazione del programma di manutenzione di alloggi di edilizia residenziale pubblica denominato ‘Nessun alloggio pubblico sfitto’. Rettifica di mero errore materiale”;

– n. 274 del 22 dicembre 2009 recante “Legge regionale 8 agosto 2001, n. 24 e D.L. 1° ottobre 2007, n. 159. Programmazione dei fondi per la realizzazione del programma di manutenzione di alloggi di edilizia residenziale pubblica denominato ‘Nessun alloggio pubblico sfitto’. Parziale modifica della deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 209/09”;

Viste altresì:

– la propria deliberazione n. 438 del 6 aprile 2009 recante “L.R. n. 24/01 e D.L. n. 159/07. Procedure per la gestione del programma di manutenzione di alloggi di edilizia residenziale pubblica denominato ‘Nessun alloggio pubblico sfitto’”;

– la determina dirigenziale n. 6333 dell’8 luglio 2009 recante “L.R. n. 24/01. Programma di manutenzione di alloggi di edilizia residenziale pubblica denominato ‘Nessun alloggio pubblico sfitto’. Correzione di meri errori materiali”;

Dato atto che la Regione in attuazione dell’art. 21 del D.L. n. 159/2007, aveva promosso il programma “Nessun alloggio pubblico sfitto” finanziato in parte con risorse statali messe a disposizione con lo stesso D.L. n. 159/2007, e in parte con risorse regionali;

Preso atto:

- che con decreto del Ministro delle Infrastrutture di concerto con il Ministro della Solidarietà Sociale del 28 dicembre 2007, fu effettuata la ripartizione tra le Regioni dell’importo di 543.955.500,00 Euro destinato dall’articolo 21 del D.L. n. 159/2007 (convertito con modificazioni dalla Legge n. 222/2007) alla realizzazione di un programma straordinario di edilizia residenziale pubblica e che con tale ripartizione furono attribuiti alla Regione Emilia-Romagna 32.296.813,86 Euro, individuando quali enti gestori degli interventi le Acer (Aziende Casa Emilia-Romagna) territorialmente competenti alle quali venivano trasferiti direttamente i finanziamenti;

– che con l’entrata in vigore dell’articolo 11 della Legge n. 133 del 6 agosto 2008 di conversione del D. L. n. 112/2008 le risorse finanziarie di cui all’articolo 21 del D.L. n. 159/2007 furono riprogrammate dalla loro originaria destinazione e veicolate da parte dello Stato al finanziamento del Piano di edilizia abitativa;

– che le Regioni impugnarono presso la Corte Costituzionale l’articolo 11 della Legge n. 133/08 rivendicando nel contempo il finanziamento da parte dello Stato del programma straordinario di edilizia residenziale pubblica ex Decreto Ministeriale 28 dicembre 2007;

Dato atto:

– che al fine di non pregiudicare l’attuazione del programma “Nessun alloggio pubblico sfitto” la Regione con la deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 209 del 25 febbraio 2009 sopracitata decise di concorrere con proprie e specifiche risorse finanziarie alla realizzazione del programma, nell’ottica di attuazione di un intervento finanziario adottato anche in via di anticipazione delle potenziali risorse statali da assegnare al territorio regionale;

– dell’accordo sottoscritto in data 5 marzo 2009 tra il Ministro dei Rapporti con le Regioni e il Presidente della Conferenza delle Regioni che prevede il rifinanziamento dell’intero programma speciale di edilizia residenziale pubblica di cui al Decreto Ministeriale 28 dicembre 2007, con un primo immediato finanziamento di 200 milioni di Euro;

– del D.P.C.M., emanato a seguito dell’intesa Stato Regioni del 1 aprile 2009, del 16 luglio 2009 “Piano nazionale di edilizia abitativa”, il quale alla lettera b), comma 2, dell’articolo 2 ha destinato una quota non superiore a 200 milioni di euro al finanziamento degli interventi compresi nel programma di cui al già citato Decreto Ministeriale 28 dicembre 2007;

– che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con D.M. 18 novembre 2009, prot. 892, ha provveduto alla ripartizione tra le Regioni delle risorse di cui alla lettera b), comma 2, dell’articolo 2 del D.P.C.M. 16 luglio 2009 assegnando alla Regione Emilia-Romagna la somma di 18.138.215,38 Euro, con l’indicazione degli interventi ammissibili individuati come prioritari e delle somme riconosciute ai singoli Comuni;

Dato atto che la citata deliberazione assembleare n. 274/09 modifica parzialmente la precedente deliberazione assembleare n. 209/09 individuando i Comuni quali soggetti assegnatari dei finanziamenti del programma in oggetto;

Considerato che:

– il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha provveduto, con D.M. 18 novembre 2009, prot. 892, alla ripartizione tra le Regioni delle risorse di cui alla lettera b), comma 2, dell’articolo 2 del D.P.C.M. 16 luglio 2009 assegnando tra gli altri alla Regione Emilia-Romagna la somma complessiva di 18.138.215,38 Euro (allegato 1);

– l’allegato 2 del citato decreto ministeriale 18 novembre 2009 riporta l’elenco dettagliato degli interventi ammessi a finanziamento fino alla concorrenza dell’importo assegnato di 18.138.215,38 Euro e che tale elenco si compone, con alcune modifiche e integrazioni, di una parte degli interventi ammessi a finanziamento con la deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 209 del 25 febbraio 2009 (allegato A), così come modificata dalla deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 274/2009;

– l’elenco degli interventi ammessi a finanziamento con l’allegato 2 del D.M. 18 novembre 2009, riporta tra gli altri l’intervento nel Comune di Parma, localizzato in via Navetta 33, per un importo 9.060,00 Euro che sulla base delle verifiche tecniche eseguite dal competente Servizio regionale, non risulta contabilizzato dal Ministero e il cui finanziamento non è quindi ricompreso nell’importo complessivo di 18.138.215,38 Euro attribuito alla Regione;

– l’elenco degli interventi di cui al D.M. appena sopra citato, con la sola esclusione dell’intervento nel Comune di Parma, localizzato in Via Navetta 33, assicura, in termini di ammissibilità a finanziamento, la copertura finanziaria degli interventi di cui all’allegato A di questo provvedimento ed individua i contributi riconosciuti ai singoli Comuni, fermo restando quanto precisato nei punti che seguono;

– con il Decreto Direttoriale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 18 novembre 2009, prot. 13211 si autorizza l’impegno a favore della Regione Emilia-Romagna di una quota del finanziamento complessivo di 18.138.215,38 Euro, pari a 6.859.441,72 Euro, iscritti con propria deliberazione n. 81 del 25/1/2010, sul capitolo di spesa n. 32048 “Contributi in conto capitale ai Comuni per l’attuazione di interventi di edilizia residenziale pubblica (art. 1, comma 1, lett. f) DPCM 16 luglio 2009; D.L. 1 ottobre 2007, n. 159 convertito con modificazioni con L. 29 novembre 2007, n. 222 e artt. 8 e 11 della L.R. 8 agosto 2001, n. 24) – Mezzi statali” di cui all’ U.P.B. 1.4.1.3.12675 del Bilancio regionale per l’esercizio finanziario 2010;

– con il Decreto Direttoriale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 30 dicembre 2009, prot. 14852, al fine di dare completa copertura finanziaria rispetto all’assegnazione complessiva disposta, si autorizza l’impegno a favore della Regione Emilia-Romagna della quota restante del finanziamento complessivo di 18.138.215,38 Euro, pari a 11.278.777,62 Euro, che verranno iscritti sul citato capitolo del bilancio regionale sulla base delle procedure amministrativo-contabili nel rispetto della normativa regionale vigente;

– l’ammontare complessivo delle risorse finanziarie che verranno effettivamente trasferite alla Regione con i Decreti Direttoriali sopra citati risulta quantificato in base agli arrotondamenti effettuati in Euro 18.138.219,34 con un incremento di Euro 3,96 rispetto all’assegnazione disposta con il D.M. 19 novembre 2009;

– il riconoscimento dei contributi per la realizzazione degli interventi ricompresi nell’allegato A del presente provvedimento, per l’importo di Euro 11.278.777,62, risulta subordinato, sotto il profilo finanziario, all’avvenuta iscrizione in bilancio delle conseguenti risorse così come sopra meglio precisato;

Considerato altresì, nel rispetto di quanto espressamente previsto ai punti f) e g) del dispositivo della deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 209/2009:

– che gli interventi di cui all’allegato A della medesima deliberazione dell’Assemblea Legislativa non finanziati o parzialmente finanziati con il D.M. 18 novembre 2009, sono elencati, in termini di riconoscimento dei contributi disposti a favore dei singoli comuni, nell’allegato B del presente atto, compreso l’intervento del Comune di Parma, localizzato in via Navetta 33 per l’importo di 9.060,00 Euro, non contabilizzato tra quelli finanziati dal citato D.M.;

– che l’ammontare complessivo delle risorse necessarie a finanziare gli interventi di cui all’allegato B del presente provvedimento, a titolo anche di completamento del medesimo programma, è pari a 26.663.520,94 euro;

– che al finanziamento degli interventi di cui all’allegato B si provvede con le risorse allocate ed accantonate sul capitolo 32015 “Contributi in conto capitale per l’attuazione di interventi di edilizia residenziale pubblica da realizzarsi con le modalità previste ai commi 2 e 2bis dell’art. 41 della L.R. 8 agosto 2001, n. 24 (artt. 8 e 11, L.R. 8 agosto 2001, n. 24; artt. 60 e 61, comma 2 e 63, D.lgs. 31 marzo 1998, n. 112) - Mezzi Statali” di cui all’U.P.B. 1.4.1.3.12675 del bilancio regionale per l’esercizio finanziario in corso;

– che le risorse occorrenti per dare copertura alla realizzazione degli interventi di cui all’allegato B indicati anche a titolo di completamento del programma medesimo ammontano, come sopra indicato, a 26.663.520,94 Euro, a fronte di una disponibilità complessiva di 35.000.000,00 di Euro;

– che tenuto conto dell’ammontare del finanziamento complessivo assegnato alla Regione con il D.M. 18 novembre 2009 di 18.138.215,38 Euro, destinato a dare copertura finanziaria agli interventi espressamente ricompresi nell’allegato A del presente provvedimento con imputazione degli oneri a valere sul capitolo di spesa 32048 e dell’utilizzo delle risorse richieste per dare completa copertura finanziaria al programma degli interventi approvato con la deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 209/2009, così come modificato dalla deliberazione n. 231/2009, quantificate in 26.663.520,94 Euro destinati agli interventi ricompresi nell’allegato B del presente atto con imputazione a valere sul capitolo di spesa 32015, si rendono disponibili risorse finanziarie, per ulteriori programmi, per complessivi 8.336.479,06 Euro a valere sul medesimo capitolo 32015;

– che l’onere finanziario complessivo destinato a dare copertura a tutti gli interventi finanziabili con i due canali di spesa stabiliti dai citati provvedimenti legislativi ed amministrativi risulta quantificato in 44.801.736,32 Euro;

Ritenuto opportuno, in considerazione della citata modifica approvata dalla deliberazione assembleare n. 274/09 riformulare le procedure amministrativo-contabili di cui all’allegato A alla propria citata deliberazione n. 438/09 nonché la modulistica che i soggetti attuatori degli interventi finanziati con il presente programma devono utilizzare per la richiesta di erogazione delle rate di finanziamento, con l’indicazione dei dati tecnici, economici e procedurali degli interventi stessi, così come da allegati parte integrante;

Viste:

– la L.R. 15 novembre 2001, n. 40 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna” e in particolare l’art. 47 “Impegni di spesa”;

– la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 e s.m.;

– la L.R. del 22 dicembre 2009, n. 25 “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2010 e del Bilancio pluriennale 2010-2012”;

Richiamate:

– la propria deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante: “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera n. 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007” e ss.mm.;

– le proprie deliberazioni n. 1057 del 24 luglio 2006, n. 1663 del 27 novembre 2006 e n. 1173 del 27 luglio 2009;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore alla Programmazione e Sviluppo Territoriale, Cooperazione col Sistema delle Autonomie, Organizzazione;

A voti unanimi e palesi, delibera:

a) di prendere atto che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, per le ragioni indicate in premessa qui integralmente richiamate, ha provveduto, con D.M. 18 novembre 2009, prot. 892, alla ripartizione tra le Regioni delle risorse di cui alla lettera b), comma 2, dell’articolo 2 del D.P.C.M. 16 luglio 2009 assegnando alla Regione Emilia-Romagna la somma complessiva di 18.138.215,38 Euro (allegato 1);

b) di prendere atto altresì che l’allegato 2 del citato decreto ministeriale 18 novembre 2009, riporta l’elenco dettagliato degli interventi finanziati individuati come prioritari e le somme riconosciute ai singoli Comuni e che tale elenco si compone, con alcune modifiche e integrazioni, di una parte degli interventi ammessi a finanziamento con la deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 209 del 25 febbraio 2009 (allegato A), così come modificata dalla deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 231/09;

c) di dare atto che, sulla base delle verifiche ed accertamenti tecnici condotti dal Servizio regionale competente, l’elenco degli interventi finanziati con l’allegato 2 del D.M. 18 novembre 2009, riporta l’intervento nel Comune di Parma, localizzato in via Navetta 33 per un importo 9.060,00 Euro, non contabilizzato in termini finanziari dal Ministero nell’importo complessivo di 18.138.215,38 Euro attribuito alla Regione;

d) di stabilire che l’elenco degli interventi di cui al precedente punto b), con la sola esclusione dell’intervento nel Comune di Parma, localizzato in Via Navetta 33, di cui al punto c) che precede, costituisce, quale riconoscimento dei contributi disposti, l’allegato A del presente provvedimento e che, sulla base di quanto espressamente previsto al punto f) del dispositivo della deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 209/2009, alla copertura finanziaria per la loro realizzazione si provvede con le risorse di cui al D.M. 18 novembre 2009, così come meglio precisato al successivo punto e), tenuto conto di quanto disposto ai successivi punti f) ed h);

e) di prendere atto che con il Decreto Direttoriale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 18 novembre 2009, prot. 13211, si autorizza l’impegno a favore della Regione Emilia-Romagna di una quota del finanziamento complessivo pari a 6.859.441,72 Euro, allocati sul capitolo di spesa 32048 “Contributi in conto capitale ai Comuni per l’attuazione di interventi di edilizia residenziale pubblica (art. 1, comma 1, lett. f) DPCM 16 luglio 2009; D.L. 1 ottobre 2007, n. 159 convertito con modificazioni con L. 29 novembre 2007, n. 222 e artt. 8 e 11 della L.R. 8 agosto 2001, n. 24) – Mezzi statali” di cui all’ U.P.B. 1.4.1.3.12675 del Bilancio regionale per l’esercizio finanziario 2010, giusta propria deliberazione n. 81/2010;

f) di prendere atto altresì che con il Decreto Direttoriale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 30 dicembre 2009, prot. 14852, al fine di dare completa copertura finanziaria rispetto all’assegnazione complessivamente disposta con il D.M. 18 novembre 2009 si autorizza l’impegno a favore della Regione Emilia-Romagna della quota del finanziamento complessivo di 11.278.777,62 Euro, che verranno iscritti sul citato capitolo del bilancio regionale sulla base delle procedure amministrativo-contabili nel rispetto della normativa regionale vigente;

g) di prendere atto infine che l’ammontare complessivo delle risorse finanziarie trasferite alla Regione con i Decreti Direttoriali sopra citati risulta quantificato sulla base degli arrotondamenti disposti in Euro 18.138.219,34 con un incremento di Euro 3,96 rispetto all’assegnazione disposta con il D.M. 18 novembre 2009; 

h) di stabilire che il riconoscimento dei contributi per la realizzazione degli interventi ricompresi nell’allegato A del presente atto risulta, sulla base di quanto indicato al punto f) che precede, subordinato, per l’importo di 11.278.777,62 Euro, all’avvenuta iscrizione in bilancio delle conseguenti risorse finanziarie;

i) di dare atto che gli interventi di cui all’allegato A della deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 209 del 25 febbraio 2009, così come modificata dalla deliberazione n. 231/2009, non finanziati o parzialmente finanziati con le risorse finanziarie complessivamente assegnate con il D.M. 18 novembre 2009, sono elencati, quale riconoscimento dei contributi disposti, nell’allegato B di questo provvedimento, compreso l’intervento del Comune di Parma, localizzato in Via Navetta 33 per Euro 9.060,00, non contabilizzato tra quelli finanziati con il medesimo D.M.;

j) di prendere atto altresì che l’ammontare complessivo delle risorse necessarie a finanziare gli interventi di cui all’allegato B del presente provvedimento, a titolo anche di completamento del medesimo programma, è pari a 26.663.520,94 Euro;

k) di stabilire che al finanziamento degli interventi di cui all’allegato B si provvede con le risorse allocate ed accantonate sul capitolo 32015 “Contributi in conto capitale per l’attuazione di interventi di edilizia residenziale pubblica da realizzarsi con le modalità previste ai commi 2 e 2bis dell’art. 41 della L.R. 8 agosto 2001, n. 24 (artt. 8 e 11, L.R. 8 agosto 2001, n. 24; artt. 60 e 61, comma 2 e 63, D.lgs. 31 marzo 1998, n. 112) - Mezzi Statali” di cui all’U.P.B. 1.4.1.3.12675 del bilancio regionale per l’esercizio finanziario in corso, in attuazione della deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 209/09 e s.m.;

l) di stabilire che l’onere finanziario complessivo destinato a dare copertura a tutti gli interventi finanziabili con i due canali di spesa rinvenibili dai citati provvedimenti legislativi ed amministrativi, allegato A e B del presente provvedimento, risulta quantificato in 44.801.736,32 Euro;

m) di stabilire altresì che tenuto conto dell’onere finanziario destinato a dare copertura agli interventi indicati nell’allegato A di 18.138.215,38 Euro e di quello necessario per il finanziamento degli interventi ricompresi nell’allegato B per 26.663.520,94 Euro si rendono disponibili, rispetto all’ammontare delle risorse programmate con la deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 209/2009 e s.m., sulla base di quanto meglio espresso in premessa, risorse finanziarie per ulteriori programmi per complessivi 8.336.479,06 Euro a valere sul capitolo di spesa 32015;

n) di stabilire, in considerazione della citata modifica approvata dalla deliberazione Assembleare n. 274/09, di riformulare le procedure amministrativo-contabili di cui all’allegato A alla propria citata deliberazione n. 438/09 nonché la modulistica che i soggetti attuatori degli interventi finanziati con il presente programma devono utilizzare per la richiesta di erogazione delle rate di finanziamento, con l’indicazione dei dati tecnici, economici e procedurali degli interventi stessi così come da allegato C parte integrante;

o) di dare atto che il Dirigente regionale competente è autorizzato con propri atti ad effettuare le modifiche tecniche a carattere non sostanziale necessarie per la realizzazione del programma in oggetto nonché quelle che si rendessero necessarie alla modulistica ai fini di una migliore applicazione delle procedure previste;

p) di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it