E-R | BUR

n.126 del 29.04.2014 (Parte Seconda)

XHTML preview

Proroga dei termini per procedimenti di contributi regionali per la formazione di strumenti urbanistici comunali già concessi ai sensi dell'art. 48, L.R. 20/2000. Definizione delle specifiche tecniche per la consegna degli elaborati finali

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Vista la legge regionale 24 marzo 2000, n. 20 “Disciplina generale sulla tutela e l'uso del territorio“ e successive modificazioni;

Richiamata la propria deliberazione n. 197 del 27/02/2012 con cui ha fissato al 31/12/2013 il termine di diversi procedimenti - discendenti dalle proprie deliberazioni n. 2347/2002, n. 2507/2004, n. 302/2005, n. 2175/2005 e n. 1682/2007 - con cui ha concesso contributi per la formazione di nuovi Piani Strutturali Comunali (PSC) redatti in forma associata tra Comuni in attuazione dell’art. 48 della LR 20/2000;

Preso atto:

- che in base agli atti richiamati ed alle convenzioni e programmi di lavoro sottoscritti con gli Enti beneficiari dei contributi, la conclusione dei procedimenti per la concessione di tali contributi regionali è determinata dall’approvazione del PSC da parte di tutti i Consigli Comunali o da parte dell'organo assembleare e dalla consegna alla Regione dei materiali convenuti;

- che i procedimenti in argomento sono riportati nel seguente prospetto in cui sono indicate le deliberazioni di riferimento ed i Comuni associati per la formazione del PSC:

Ente beneficiario

Comuni associati per la formazione del PSC

Delibera GR di finanziamento

Unione dei Comuni dell'Alto Appennino Reggiano

Collagna, Ligonchio, Ramiseto, Busana

2347/2002

Comune di Correggio

Correggio, Rio Saliceto, San Martino in Rio (Associazione Comuni Reggio Nord)

2507/2004

Nuovo Circondario Imolese

Imola, Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Castel del Rio, Castel Guelfo Di Bologna, Castel San Pietro Terme, Dozza, Fontanelice, Medicina, Mordano

2507/2004

Unione di Comuni Terre di Castelli

Vignola, Castelnuovo Rangone, Castelvetro di Modena, Savignano sul Panaro, Spilamberto

2507/2004

Unione di Comuni Montani Valli Dolo Dragone e Secchia (già C.M. Appennino Modena Ovest)

Montefiorino, Palagano, Prignano Sulla Secchia

302/2005

Comunità Montana dell'Appennino Reggiano

Canossa, Baiso, Casina, Vetto, Villa Minozzo

302/2005

Unione dei Comuni Terre e Fiumi (già Comune di Copparo)

Berra, Copparo, Formignana, Jolanda di Savoia, Ro, Tresigallo

2175/2005

Unione dei Comuni della Valle del Samoggia

Bazzano, Castello di Serravalle, Crespellano, Monte San Pietro, Savigno, Zola Predosa

2175/2005

Comune di Bondeno

Bondeno, Cento, Mirabello, Poggio Renatico, Sant'Agostino, Vigarano Mainarda (Associazione Intercomunale Alto Ferrarese)

1682/2007

- che l’Unione Valle del Samoggia ha comunicato con nota n. del 27/12/2013 l’avvenuta conclusione del procedimento, vista l’approvazione dei PSC da parte di tutti i Comuni compresi nell’Accordo Territoriale Comuni dell’Area Bazzanese oggetto del contributo regionale concesso con propria deliberazione n. 2175 del 19/12/2005;

- che con propria deliberazione n. 1474/2012 ha stabilito che il procedimento dell’Unione Terre e Fiumi, riferito al contributo già concesso con precedente propria deliberazione n. 2175/2005, confluisca in quello più ampio per la formazione di PSC, RUE e POC intercomunali - discendente dalla propria deliberazione n. 2075/2011 - e che di conseguenza il termine per entrambi i procedimenti risulta attualmente fissato al 31/12/2014;

- che l’ufficio di Piano dei Comuni dell’Associazione Reggio Nord ha segnalato l’attuale difficoltà ad adempiere agli impegni assunti a causa dell’attuale commissariamento del Comune capofila di Correggio, e che quindi occorre attendere l’insediamento dei nuovi organi istituzionali a seguito delle prossime elezioni amministrative per poter riavviare il percorso di pianificazione associato interrotto dopo la chiusura della conferenza di pianificazione;

- che l’Unione Terre di Castelli ha informato, entro la scadenza del temine, che era in pieno corso la conferenza di pianificazione per i PSC dei propri Comuni e che avrebbe dato conto dei suoi esiti a conclusione della stessa nei primi mesi del 2014, cosa poi avvenuta con nota del 21/02/2014 con la quale conferma la chiusura della conferenza il 28/01/2014 e l’avvio delle procedure per l’Accordo di pianificazione ai sensi dell’art. 14 della LR 20/2000, e richiede quindi proroga del termine del finanziamento regionale pur non avendo ancora adottato i rispettivi PSC;

- che nei restanti Enti la maggior parte dei Comuni ha già adottato i propri PSC a seguito della chiusura di tutte le conferenze di pianificazione ed è prevista la conclusione dei rispettivi procedimenti con l’approvazione dei PSC in tutti i Comuni associati entro l’anno 2015, come precisato nelle note indicate a seguito:

Ente

Nota n.

In data

Unione dei Comuni dell'Alto Appennino Reggiano

1169

14/12/2013

Nuovo Circondario Imolese

6323/8

06/12/2013

Unione di Comuni Terre di Castelli

4305

21/02/2014

Unione di Comuni Montani Valli Dolo Dragone e Secchia

2383

24/12/2013

Comunità Montana dell'Appennino Reggiano

5651

19/12/2013

Comune di Bondeno

32155

21/11/2013

Ritenuto:

- che sia opportuno concedere proroga dei termini per i finanziamenti regionali assegnati agli Enti che hanno in pieno corso le rispettive attività di adozione e di controdeduzione alle osservazioni dei Piani strutturali, per consentire loro di giungere all’approvazione dei rispettivi strumenti di pianificazione generale;

- che sia opportuno concedere proroga del termine all’Unione Terre di Castelli che ha in pieno corso le procedure per adottare i propri strumenti;

- che sia opportuno concedere proroga dei termini anche per il procedimento relativo ai tre Comuni dell’Associazione Comuni Reggio Nord, impegnando il Comune capofila di Correggio a ridefinire dopo il rinnovo dei propri organi istituzionali il cronoprogramma per la conclusione del procedimento di approvazione dei PSC associati;

- che il nuovo termine sia fissato per tutti i procedimenti in argomento al 31/12/2015 e che sia congruo con lo stato di avanzamento delle attività e con gli adempimenti previsti dalla legislazione regionale per la formazione della strumentazione urbanistica di carattere generale;

Considerato inoltre:

- che i programmi di finanziamento richiamati, e le convenzioni e programmi di lavoro sottoscritti a suo tempo in loro attuazione, prevedono che gli Enti beneficiari consegnino i materiali finali con cui attestano l’avvenuta sperimentazione del modello dati per la formazione del PSC in attuazione dell’art. A-27 della LR 20/2000;

- che dopo la sottoscrizione di tali atti, la Regione e gli Enti della Community Network Emilia-Romagna hanno definito le modalità per l’interscambio dei dati dei PSC - in attuazione dell’art. A-27 della LR 20/2000 e della Deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 484/2003 - elaborando le specifiche tecniche contenute nel documento “Modello dati regionale d’interscambio del Piano Strutturale Comunale (PSC) - Elaborato febbraio 2011”;

- che la Regione ha predisposto un apposito servizio web-gis “Moka Controllo Piano strutturale comunale” con cui gli Enti accreditati Federa o Extranet dell’Emilia-Romagna possono fornire i dati dei PSC, consentendo di validare le forniture in base alle specifiche tecniche d’interscambio sopra richiamate, e implementando di conseguenza la banca dati geografica regionale dei PSC;

Ritenuto pertanto opportuno, dato il tempo trascorso e data l’ulteriore proroga dei termini richiesta, che ai fini del saldo del contributo concesso la consegna degli elaborati finali - già prevista nelle convenzioni e nei programmi di lavoro sottoscritti tra la Regione e gli enti beneficiari dei contributi in argomento - debba avvenire attraverso il servizio web-gis “Moka Controllo Piano strutturale comunale”, disponibile per gli enti accreditati tra i servizi Extranet, secondo le specifiche tecniche del “Modello dati regionale d’interscambio del Piano Strutturale Comunale (PSC) - Elaborato febbraio 2011”;

Dato atto che tutta la documentazione in argomento è conservata agli atti del Servizio “Opere e lavori pubblici. Legalità e sicurezza. Edilizia pubblica e privata”;

Richiamatele seguenti proprie deliberazioni esecutive ai sensi di legge:

- n. 1057 del 24 luglio 2006, concernente "Prima fase di riordino delle strutture organizzative della giunta regionale. Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali" e s.m.;

- n. 1663 del 27 novembre 2006 "Modifiche all'assetto delle direzioni generali della giunta e del gabinetto del presidente" e s.m.i.;

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 concernente "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. ade­guamento e aggiornamento della delibera 450/2007." e s.m.;

- n. 2060 del 20 dicembre 2010 concernente "Rinnovo incarichi ai Direttori Generali della Giunta regionale in scadenza al 31/12/2010";

- n. 1222 del 4 agosto 2011 concernente "Approvazione degli atti di conferimento degli incarichi di livello dirigenziale (decorrenza 1 agosto 2011)";

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore regionale alle Programmazione territoriale, urbanistica, reti di infrastrutture materiali e immateriali, mobilità, logistica e trasporti;

A voti unanimi e palesi

delibera

1) di fissare al 31/12/2015 il termine dei procedimenti per la concessione di contributi regionali per la formazione di strumenti urbanistici comunali discendenti dalle proprie deliberazioni indicate nel seguente prospetto riepilogativo a fianco di ciascun Ente beneficiario:

Ente beneficiario

Comuni associati per la formazione del PSC

Delibera GR di finanziamento

Unione dei Comuni dell'Alto Appennino Reggiano

Collagna, Ligonchio, Ramiseto, Busana

2347/2002

Comune di Correggio

Correggio, Rio Saliceto, San Martino in Rio (Associazione Comuni Reggio Nord)

2507/2004

Nuovo Circondario Imolese

Imola, Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Castel del Rio, Castel Guelfo Di Bologna, Castel San Pietro Terme, Dozza, Fontanelice, Medicina, Mordano

2507/2004

Unione di Comuni Terre di Castelli

Vignola, Castelnuovo Rangone, Castelvetro di Modena, Savignano sul Panaro, Spilamberto

2507/2004

Unione di Comuni Montani Valli Dolo Dragone e Secchia (già C.M. Appennino Modena Ovest)

Montefiorino, Palagano, Prignano Sulla Secchia

302/2005

Comunità Montana dell'Appennino Reggiano

Canossa, Baiso, Casina, Vetto, Villa Minozzo

302/2005

Comune di Bondeno

Bondeno, Cento, Mirabello, Poggio Renatico, Sant'Agostino, Vigarano Mainarda (Associazione Intercomunale Alto Ferrarese)

1682/2007

2) di stabilire che il Comune di Correggio, capofila per i Comuni dell’Associazione Comuni Reggio Nord, dovrà trasmettere un nuovo cronoprogramma per la prosecuzione delle attività di approvazione dei PSC in forma associata a seguito dell’insediamento dei nuovi organi istituzionali;

3) di stabilire che ai fini del saldo del contributo concesso la consegna degli elaborati finali - già prevista nelle convenzioni e nei programmi di lavoro sottoscritti tra la Regione e gli enti beneficiari dei contributi in argomento - debba avvenire attraverso l’apposito servizio web-gis “Moka Controllo Piano strutturale comunale”, disponibile per gli enti accreditati Federa o Extranet, consentendo di validare le forniture in base alle specifiche tecniche del “Modello dati regionale d’interscambio del Piano Strutturale Comunale (PSC) - Elaborato febbraio 2011”, allegato parte integrante della presente deliberazione;

4) di stabilire che il Dirigente regionale competente provvederà con propri atti alla liquidazione dei contributi dei singoli procedimenti secondo quanto già previsto nei rispettivi programmi di finanziamento e negli atti in loro attuazione, come integrati dalla presente deliberazione;

5) di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico (BURERT).

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it