REGIONE EMILIA-ROMAGNA

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 20 aprile 2009, n. 474

Termini, modalita' e procedure per la presentazione delle domande di ammissione ai contributi di cui all'art. 9, comma 1 della L.R. n. 12/2005 per l'anno 2009

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Visto l'art. 9, comma 1 della L.R. 21 febbraio 2005, n. 12, a norma
del quale la Regione eroga contributi alle organizzazioni iscritte nei
registri previsti dalla stessa legge regionale al fine di sostenere
progetti d'interesse regionale volti alla diffusione delle buone
pratiche del volontariato e per la sensibilizzazione dei cittadini
all'attivita' di volontariato, con particolare riferimento ai
giovani;
considerato che ai sensi del comma 2 del richiamato articolo di legge
la Giunta regionale definisce i termini, le modalita' e le procedure
per la presentazione delle domande di ammissione ai suddetti
contributi e per l'assegnazione, erogazione e liquidazione degli
stessi, nonche' la percentuale da concedere ai soggetti beneficiari;
ritenuto di dover provvedere alla definizione delle modalita' di cui
trattasi riportate nell'Allegato A parte integrante del presente atto
deliberativo;
dato atto che al finanziamento dei contributi in oggetto e' destinata
la somma complessiva di Euro 84.906,34, con imputazione della spesa
sul Capitolo 57216 "Contributi alle organizzazioni di volontariato
iscritte, per il sostegno di progetti d'interesse regionale volti alla
diffusione delle buone pratiche del volontariato e per la
sensibilizzazione dei cittadini, all'attivita' di volontariato, con
particolare riferimento ai giovani (art. 9, comma 1, L.R. 21 febbraio
2005, n. 12), afferente all'UPB 1.5.2.2.20120 del Bilancio per
l'esercizio finanziario 2009;
dato atto del parere allegato alla presente deliberazione;
su proposta dell'Assessore alla Promozione delle politiche sociali e
di quelle educative per l'infanzia e l'adolescenza. Politiche per
l'immigrazione. Sviluppo del volontariato, dell'associazionismo e del
Terzo settore, Anna Maria Dapporto;
a voti unanimi e palesi, delibera:
1) di approvare l'Allegato "A" che forma parte integrante della
presente deliberazione, concernente i termini, le modalita' e le
procedure per la presentazione delle domande di ammissione ai
contributi, per complessivi Euro 84.906,34, di cui all'art. 9, comma 1
della L.R. 12/05 per l'anno 2009;
2) di dare atto che:
a) con proprio successivo atto, previa istruttoria condotta dal
competente Servizio dell'Assessorato regionale, si provvedera'
all'individuazione delle iniziative ammesse a contributo, all'esatta
quantificazione, assegnazione e concessione dei contributi, alla
contestuale assunzione del relativo impegno, ove ricorrano le
condizioni previste dalla L.R. 40/01, con imputazione al Capitolo
57216 "Contributi alle organizzazioni di volontariato iscritte, per il
sostegno di progetti d'interesse regionale volti alla diffusione delle
buone pratiche del volontariato e per la sensibilizzazione dei
cittadini, all'attivita' di volontariato, con particolare riferimento
ai giovani (art. 9, comma 1, L.R. 21 febbraio 2005, n. 12), afferente
all'UPB 1.5.2.2.20120 del Bilancio per l'esercizio finanziario 2009;
b) alla liquidazione e alla emissione della richiesta dei titoli di
pagamento a favore dei beneficiari individuati cosi' come previsto al
punto precedente, provvedera' con propri atti formali ai sensi della
L.R. 40/01, nonche' della propria deliberazione 2416/08, il Dirigente
competente per materia con le modalita' indicate nell'Allegato "A"
parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;
c) la presente deliberazione sara' pubblicata nel Bollettino Ufficiale
regionale.
ALLEGATO A
Termini, modalita' e procedure per la presentazione delle domande di
ammissione ai contributi di cui all'art. 9, comma 1 della L.R. 12/05
per l'anno 2009
1. Soggetti destinatari
Destinatarie dei contributi in oggetto sono le organizzazioni di
volontariato che, alla data della deliberazione regionale che approva
il presente bando, risultino iscritte almeno da un anno nei registri
di cui alla L.R. 12/05.
2. Oggetto dei contributi
I contributi regionali previsti dall'art. 9, comma 1 della L.R. 12/05
sono finalizzati al sostegno di:
a) progetti d'interesse regionale volti alla diffusione delle buone
pratiche del volontariato;
b) progetti d'interesse regionale volti alla sensibilizzazione dei
cittadini all'attivita' di volontariato, con particolare riferimento
ai giovani.
Sono ammessi a contributo sia progetti gia' avviati nell'anno 2009,
sia progetti ancora da avviare. L'avvio dovra' comunque essere
previsto entro il 31/12/2009.
Non sono ammesse a finanziamento:
- spese sostenute per la gestione corrente e/o ordinaria
dell'attivita' istituzionale dell'organizzazione o di eventuali
partner;
- spese che comportino l'aumento del patrimonio;
- spese per il miglioramento del patrimonio gia' esistente;
- spese per personale, collaboratori e consulenti che superino il 5%
il costo totale del progetto;
- spese per la progettazione;
- spese per la formazione e/o aggiornamento delle persone gia'
aderenti alle organizzazioni richiedenti.
3. Criteri di priorita'
Ai fini dell'ammissione a contributo, nel rispetto dei criteri di
qualita', verranno ritenuti prioritari:
1) i progetti condivisi con i Comuni nel cui ambito territoriale e'
prevista la realizzazione. Detto ambito territoriale dovra'
coincidere, come minimo, con quello del "distretto sociale". La
condivisione deve essere dimostrata tramite idonea documentazione
prodotta dai Comuni interessati con cui si attesta che i progetti sono
funzionali alla programmazione territoriale del distretto sociale. La
documentazione deve essere allegata al progetto per cui si chiede
contributo. In assenza di tale documentazione il progetto verra'
comunque valutato come non condiviso;
2) i progetti realizzati in zone dove sono assenti o vi e' bassa
presenza di realta' organizzate di volontariato attivo e/o di
volontariato giovanile;
3) i progetti realizzati in rete da piu' organizzazioni di
volontariato iscritte. L'adesione al progetto delle organizzazioni
partner deve essere espressamente dichiarata dalle stesse. Le
dichiarazioni di adesione devono essere obbligatoriamente allegate al
progetto per cui si chiede contributo. In assenza di tale
documentazione il progetto verra' comunque valutato come realizzato
dalla sola organizzazione proponente;
4) i progetti caratterizzati da programmi e azioni innovativi per le
metodologie proposte;
5) i progetti che siano rilevanti dal punto di vista della diffusione
sociale in ragione del numero dei destinatari diretti;
6) i progetti che presentino una quota di autofinanziamento delle
spese superiore al 50% del costo globale.
I progetti presentati da organizzazioni che, ai sensi della L.R.
12/05, sono gia' state assegnatarie di contributi nel corso dell'anno
2008, saranno valutati subordinatamente agli altri progetti
presentati.
4. Risorse finanziarie disponibili ed entita' dei finanziamenti
Per il presente bando e' disponibile la somma complessiva di Euro
84.906,34.
L'entita' del finanziamento e' determinata, in misura percentuale,
fino alla concorrenza massima del 50% della spesa ritenuta
ammissibile, con variazioni connesse ad arrotondamenti e comunque non
potra' eccedere l'importo di Euro 5.000,00 per ciascun progetto.
Il contributo regionale non potra' eccedere, in ogni caso,  la somma
necessaria per completare il finanziamento dell'iniziativa, detratte
le risorse impegnate dall'organizzazione e/o dalle altre
organizzazioni partner e di eventuali altri contributi pubblici o
privati.
Restano comunque esclusi progetti che, nella quota di
autofinanziamento, non prevedono quote di costo a carico
dell'organizzazione richiedente.
Non saranno ammessi a contributo i soggetti richiedenti che non hanno
ottemperato a procedure attivate dalla Regione o dalle Province per la
verifica del permanere dei requisiti necessari all'iscrizione nei
registri di cui alla L.R. 12/05.
5. Quadro economico
Il progetto presentato dovra' essere corredato da specifico quadro
economico da cui, tra l'altro, risultino in modo dettagliato le
diverse voci di spesa imputabili alla realizzazione del progetto
presentato (es. realizzazione strumenti divulgativi e di
sensibilizzazione quali DVD, brochure e guide; affitto spazi per
seminari, convegni, mostre ed attivita' divulgative; rimborsi spese;
affitto impianti ed attrezzature per la realizzazione di eventi ad
ampia partecipazione sociale, ecc.).
6. Criteri per la formazione delle graduatorie
La concessione dei finanziamenti sara' determinata in base a
graduatorie, a seguito di valutazione degli elementi di qualita' dei
progetti presentati da parte di una apposita commissione costituita
con atto del Dirigente regionale competente.
Le graduatorie approvate verranno pubblicate nel Bollettino Ufficiale
regionale e sul sito Internet della Regione all'indirizzo:
www.emiliaromagnasociale.it e verranno comunicate per iscritto alle
organizzazioni di volontariato che hanno presentato istanza.
7. Modalita' di presentazione delle domande
Le domande di ammissione ai finanziamenti, redatte secondo l'Allegato
1 "Schema di domanda", dovranno pervenire alla Regione Emilia-Romagna,
Servizio "Programmazione e Sviluppo del sistema dei servizi sociali.
Promozione sociale, Terzo settore, Servizio civile" Viale Aldo Moro n.
21 - 40127 Bologna, recando sulla busta la dicitura "Domanda per
l'ammissione ai contributi destinati alle organizzazioni di
volontariato di cui all'art. 9, comma 1 della L.R. 12/05" entro 60
giorni dalla data di pubblicazione del presente bando nel Bollettino
Ufficiale regionale.
Le domande inoltrate per posta saranno considerate valide qualora la
data del timbro postale non sia successiva alla predetta data.
La domanda deve essere sottoscritta dal legale rappresentante
dell'organizzazione richiedente o titolare del progetto se si tratta
di gestione in rete con altre organizzazioni.
Alla domanda vanno allegate:
- la dichiarazione dell'organizzazione richiedente di impegno in
merito alla quota di autofinanziamento del progetto presentato;
- le dichiarazioni attentanti l'adesione al progetto di organizzazioni
partner;
- la documentazione idonea a dimostrare la condivisione del progetto
da parte dei Comuni (in forma singola o associata) nel cui ambito
territoriale e' prevista la realizzazione del progetto stesso.
8. Erogazione dei contributi
L'erogazione dei contributi avverra' in un'unica soluzione dietro
presentazione, entro un anno dall'assegnazione degli stessi
contributi, di una relazione a firma del legale rappresentante
dell'organizzazione assegnataria, resa ai sensi dell'art. 47 e ss. del
DPR 445/00, da cui risultino le modalita' di attuazione del progetto
ed i risultati quantitativi e qualitativi raggiunti unitamente ad una
elencazione analitica delle spese complessivamente sostenute.
La Regione si riserva di richiedere la documentazione delle spese per
un periodo non superiore a cinque anni dall'erogazione del
contributo.
Nell'ipotesi in cui l'ammontare delle spese ammissibili effettivamente
sostenute per la realizzazione di ogni progetto ammesso a contributo
risultasse inferiore alla spesa prevista ritenuta ammissibile per lo
stesso progetto, la Regione si riserva di procedere al recupero della
quota proporzionale di contributo erogata in eccedenza.
9. Referente regionale
I funzionari regionali referenti per il presente bando sono:
- Giulio Dall'Orso
tel. 051/6397434
fax 051/6397080
e-mail: gdallorso@regione.emilia-romagna.it;
- Mario Ansaloni
tel. 051/6397532
fax 051/6397080
e-mail: mansaloni@regione.emilia-romagna.it.
(segue allegato fotografato)

Azioni sul documento

ultima modifica 2023-05-19T21:22:53+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina