REGIONE EMILIA-ROMAGNA

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE DELL'AGENZIA REGIONALE DI PROTEZIONE CIVILE 25 agosto 2009, n. 223

Proroga periodo fase di pre-allarme e stato di grave pericolosita' per incendi boschivi, sul territorio regionale, dal 27 agosto 2009 al 6 settembre 2009

IL DIRETTORE
sostituito in applicazione dell'art. 46, comma 1 della L.R. 43/01
nonche' dalla nota prot. NP/147 del 28 dicembre 2007, Responsabile del
Servizio Pianificazione e Gestione emergenze, Maurizio Mainetti
Richiamata la propria determinazione n. 169 del 7 luglio 2009
riguardante la dichiarazione dello stato di pericolosita' per gli
incendi boschivi - anno 2009 su tutto il territorio regionale per il
periodo dal 18 luglio 2009 al 26 agosto 2009;
richiamata la successiva propria determinazione n. 182 del 15 luglio
2009, integrativa della determinazione 169/09, riguardante la
validita' e l'efficacia della stessa dal 30 luglio 2009 solo per gli
effetti dell'applicazione delle sanzioni amministrative di cui
all'art. 10 commi 6 e 7 della Legge 353/00;
constatato che la succitata determinazione 169/09 consente di
prorogare il periodo individuato per lo stato di pericolosita' per gli
incendi boschivi sulla base anche dell'andamento delle condizioni
meteo climatiche;
visto che nell'andamento delle attivita' della Sala operativa
unificata permanente e' emerso quanto segue:
- per il periodo dal 27 agosto 2009 al 6 settembre 2009 sono previste
condizioni meteo climatiche stazionarie senza precipitazioni
significative;
- attualmente la vegetazione erbacea ed arbustiva presenta, in linea
generale, uno stato di stress idrico e fisiologico, che si manifesta
con un elevato grado di secchegenosita' dei tessuti;
dato atto che in data 24 agosto 2009, si e' tenuto un incontro presso
la Sala operativa unificata permanente dell'Agenzia regionale di
Protezione civile, alla presenza di dirigenti e funzionari
dell'Agenzia medesima, della Direzione regionale dei Vigili del Fuoco
dell'Emilia-Romagna, del Comando regionale del Corpo Forestale dello
Stato, e  del Centro Funzionale - ARPA SIMC, nel corso del quale, per
le motivazioni e le valutazioni espresse e riportate nell'apposito
verbale acquisito agli atti dell'Agenzia regionale Protezione civile,
anche sulla base  dell'andamento delle condizioni meteo climatiche, si
e' concordato di  proporre, su tutto il territorio regionale, la
proroga dello stato di grave pericolosita' per il rischio di incendi
boschivi, a partire dal 27 agosto 2009 per 11 giorni consecutivi, e
pertanto fino al 6 settembre 2009 compreso;
viste le note Comando regionale del Corpo Forestale dello Stato, e 
del Centro Funzionale - ARPA SIMC conservate agli atti dell'Agenzia
regionale di Protezione civile, mediante le quali viene confermato il
parere positivo gia' espresso in merito alla possibilita' di proroga,
su tutto il territorio regionale, fino al 6 settembre 2009 della fase
di preallarme e contestuale stato di pericolosita';
dato atto che per le motivazioni e le valutazioni espresse in sede di
Sala operativa unificata permanente, sentito anche il parere del
Direttore regionale dei Vigili del Fuoco dell'Emilia-Romagna, si
ritiene necessario proporre la proroga, su tutto il territorio
regionale, fino al 6 settembre 2009 della fase di preallarme e
contestuale stato di pericolosita';
richiamate:
- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43, "Testo Unico in materia di
organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna";
- la deliberazione della Giunta regionale n. 450 del 3 aprile 2007
"Adempimenti conseguenti alle delibere 1057/06 e 1663/06. Modifiche
agli indirizzi approvati con delibera 447/03 e successive modifiche";
- la deliberazione della Giunta regionale n. 1499 del 19 settembre
2005 "Preliminari disposizioni procedimentali e di organizzazione per
l'attivazione dell'Agenzia regionale di Protezione civile ai sensi
dell'art. 1, comma 6, e art. 20 e seguenti, L.R. 7 febbraio 2005, n.
1", con la quale lo scrivente e' stato nominato Direttore dell'Agenzia
regionale di Protezione civile;
- la deliberazione della Giunta regionale n. 1769 dell'11 dicembre
2006 "Agenzia regionale di Protezione civile: modifica della propria
deliberazione 1499/05 e approvazione del relativo regolamento di
organizzazione e contabilita'";
- la circolare interna n. 10 del 20 giugno 2007, con la quale sono
state dettati indirizzi generali in ordine agli ambiti di attivita' ed
alla tipologia degli atti di competenza della dirigenza dell'Agenzia,
in attuazione delle proprie determinazioni 4631/07, 7224/07 e 7904/07,
della determinazione del Direttore generale Organizzazione 7470/07,
nonche' della propria nota prot. n. 3376 del 15 giugno 2007;
- la determinazione del Direttore dell'Agenzia regionale  di
Protezione civile n. 16894 del 27 dicembre 2007 mediante la quale e'
stato riattribuito al dott. Maurizio Mainetti l'incarico di
Responsabile del " Servizio Pianificazione Gestione delle emergenze "
dell'Agenzia regionale di Protezione civile, fino al 31 luglio 2010;
- la nota del Direttore dell'Agenzia regionale  di Protezione civile
prot. NP.2007.147 del 28 dicembre 2007 mediante la quale il
Responsabile del " Servizio Pianificazione Gestione delle emergenze "
dell'Agenzia regionale di Protezione civile viene designato, in caso
di assenza o impedimento temporaneo del Direttore dell'Agenzia
regionale di Protezione civile, quale sostituto ai sensi dell'art. 6,
comma 4 del Regolamento di organizzazione e contabilita' dell'Agenzia,
approvato con deliberazione di Giunta regionale 1769/06;
dato atto dei pareri allegati;
determina:
1) di prorogare la fase di preallarme e lo stato di pericolosita' per
gli incendi boschivi su tutto il territorio regionale a decorrere dal
27 agosto 2009 e fino al 6 settembre 2009 compreso;
2) di disporre, presso il Centro operativo regionale, la continuita'
funzionale della Sala operativa unificata permanente presidiata nel
modo seguente:
- dal lunedi' al sabato, dalle 8 alle 20, dal personale del Centro
operativo regionale dell'Agenzia regionale di Protezione civile,
unitamente al personale dei Vigili del Fuoco, del Corpo Forestale
dello Stato e da un rappresentante delle Associazioni di Volontariato
di protezione civile;
- la domenica, dalle ore 8 alle ore 20, da personale dei Vigili del
Fuoco, del Corpo Forestale dello Stato e da un rappresentante delle
Associazioni di Volontariato di protezione civile, nonche' da una
unita' di personale dell'Agenzia regionale di Protezione civile;
3) di dare atto che durante il periodo a rischio di incendio boschivo,
il personale del Corpo Forestale dello Stato e tutti gli agenti di
polizia giudiziaria sono incaricati di far rispettare oltre le norme
di cui al RDL 30 dicembre 1923, n. 3267 e relative norme
regolamentari, anche i divieti di cui agli articoli dal 33 al 38 delle
"Prescrizioni di massima e di polizia forestale" approvate, su
proposta della Giunta regionale, con deliberazione del Consiglio
regionale 2354/95, fatto salvo quanto previsto, limitatamente alle
feste paesane, al capitolo 6 del Piano indicato in premessa ed
approvato con deliberazione dell'Assemblea legislativa della Regione
Emilia-Romagna 114/07;
4) di dare atto che la violazione dei divieti previsti nelle citate
"Prescrizioni di massima e di polizia forestale" con riferimento
espresso al periodo a rischio di incendio boschivo per il quale viene,
con il presente atto, prorogato lo stato di pericolosita', comporta
l'applicazione delle sanzioni amministrative di cui ai commi 6 e 7
dell'art. 10 della citata Legge 353/00;
5) di disporre che, agli effetti dell'applicazione delle sanzioni
amministrative di cui all'art. 10, commi 6 e 7 della Legge 353/00,
quanto disposto con il presente atto abbia immediata piena validita'
ed efficacia a partire dal giorno successivo a quello di pubblicazione
nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna;
6) di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della
Regione Emilia-Romagna.
per IL DIRETTORE
Maurizio Mainetti

Azioni sul documento

ultima modifica 2023-05-19T21:22:53+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina