REGIONE EMILIA-ROMAGNA

DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO POLITICHE FAMILIARI, INFANZIA E ADOLESCENZA 31 dicembre 2007, n. 17240

Programma provinciale in materia di tutela e accoglienza dell'infanzia e dell'adolescenza. Anno 2007. In attuazione della delibera Ass. leg.va 144/2007 e della delibera G.R. 2128/2007. Assegnazione, riparto, impegno e liquidazione

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
Viste:
- la Legge 4 maggio 1983, n. 184 "Diritto del minore ad una famiglia",
come successivamente modificata;
- la Legge 27 maggio 1991, n. 176 "Ratifica ed esecuzione della
convenzione sui diritti del fanciullo, fatta a New York il 29 novembre
1989";
- la Legge 15 febbraio 1996, n. 66 "Norme contro la violenza
sessuale";
- la Legge 28 agosto 1997, n. 285 "Disposizioni per la promozione di
diritti ed opportunita' per l'infanzia e l'adolescenza", ed in
particolare l'art. 4;
- la Legge 3 agosto 1998, n. 269 "Norme contro lo sfruttamento della
prostituzione, della pornografia, del turismo sessuale in danno di
minori, quali nuove forme di riduzione in schiavitu'";
- la Legge 31 dicembre 1998, n. 476 "Ratifica ed esecuzione della
convenzione per la tutela dei minori e la cooperazione in materia di
adozione internazionale, fatta a l'Aja il 29 maggio 1993. Modifiche
alla Legge 4 maggio 1983, n. 184, in tema di adozione di minori
stranieri";
- la Legge 28 marzo 2001, n. 149 "Modifiche della Legge 4 maggio 1983,
n. 184, 'Disciplina dell'adozione e dell'affidamento dei minori',
nonche' del Titolo VIII del Libro I del Codice Civile";
- la Legge 4 aprile 2001, n. 154 "Misure contro la violenza nelle
relazioni familiari";
- la Legge 11 marzo 2002, n. 46 "Ratifica ed esecuzione dei protocolli
opzionali alla Convenzione dei diritti del fanciullo, concernenti
rispettivamente la vendita dei bambini, la prostituzione dei bambini e
la pornografia rappresentante bambini ed il coinvolgimento dei bambini
nei conflitti armati, fatti a New York il 6 settembre 2000";
- la Legge 20 marzo 2003, n. 77 "Ratifica ed esecuzione della
Convenzione europea sull'esercizio dei diritti dei fanciulli, fatta a
Strasburgo il 25 gennaio 1996";
- la Legge 6 febbraio 2006, n. 38 "Disposizioni in materia di lotta
contro lo sfruttamento sessuale dei bambini e la pedopornografia anche
a mezzo Internet";
- la Legge 8 febbraio 2006, n. 54 "Disposizioni in materia di
separazione dei genitori e affidamento condiviso dei figli";
- il DPCM 14 febbraio 2001 "Atto di indirizzo e coordinamento in
materia di prestazioni socio-sanitarie";
- il DPCM 29 novembre 2001 "Definizione dei livelli di assistenza";
- la L.R. 12 marzo 2003, n. 2 "Norme per la promozione della
cittadinanza sociale e per la realizzazione del sistema integrato di
interventi e servizi sociali", che, tra l'altro, all'art. 47, comma 1,
lettera c), stabilisce che quota parte del fondo sociale regionale per
le spese correnti operative a sostegno dei servizi e degli interventi,
e' destinato alle Provincie per l'attuazione di specifici programmi di
cui all'art 27, comma 3 della medesima legge regionale, che si devono
raccordare ed integrare con i piani di zona;
richiamate altresi':
- la deliberazione del Consiglio regionale n. 1294 del 24 novembre
1999 ad oggetto "Linee di indirizzo in materia di abuso sessuale sui
minori";
- la deliberazione della Giunta regionale n. 846 dell'11 giugno 2007
ad oggetto "Direttiva in materia di affidamento familiare e
accoglienza in comunita' di bambini e ragazzi (Legge 4 maggio 1983, n.
184 e successive modifiche e articoli 5 e 35 della L.R. 12 marzo 2003,
n. 2 e successive modifiche)";
- la deliberazione della Giunta regionale n. 1495 del 28 luglio 2003
ad oggetto "Approvazione linee di indirizzo per le adozioni nazionali
e internazionali in Emilia-Romagna in attuazione del Protocollo
d'intesa di cui alla deliberazione del Consiglio regionale 331/02.
Modifica della deliberazione della Giunta regionale n. 3080 del
28/12/2001";
- la deliberazione della Giunta regionale n. 1425 del 19 luglio 2004
ad oggetto "Protocollo regionale di intesa in materia di adozione tra
Regione Emilia-Romagna, Province, Enti titolari delle funzioni in
materia di infanzia e adolescenza, Enti autorizzati di cui all'art.
39, comma 1, lettera c) della Legge 476/98";
dato atto che con deliberazione dell'Assemblea legislativa regionale
n. 144 del 28/11/2007 ad oggetto "Programma annuale 2007: interventi,
obiettivi, criteri generali di ripartizione delle risorse ai sensi
dell'art. 47, comma 3 della L.R. 2/03. Stralcio del Piano sociale e
sanitario regionale. (Proposta della Giunta regionale in data 5
novembre 2007 n. 1649)", al punto 3.3.8 "Programma provinciale per la
promozione delle politiche di tutela e accoglienza dell'infanzia e
dell'adolescenza", sono stati individuati tra l'altro:
- gli obiettivi generali da perseguire per ciascuna delle tre aree di
intervento;
- le Amministrazioni destinatarie, ossia le Amministrazioni
provinciali;
- gli indirizzi generali per la ripartizione delle risorse tra le
Amministrazioni destinatarie;
richiamata altresi' la deliberazione della Giunta regionale n. 2128
del 20/12/2007 ad oggetto "Programma annuale 2007: ripartizione delle
risorse del Fondo sociale regionale ai sensi dell'art. 47, comma 3
della L.R. 2/03 e individuazione delle azioni per il perseguimento
degli obiettivi di cui alla deliberazione dell'Assemblea legislativa
n. 144 del 28 novembre 2007", che ha tra l'altro definito al punto
3.3.8:
- le risorse programmate per il sostegno alle politiche di tutela ed
accoglienza dei minori per il 2007, ammontanti a Euro 650.000,00;
- le tipologie di azioni da attivare per perseguire gli obiettivi
individuati per ciascuna delle tre aree di intervento definite sopra;
- i criteri e le modalita' di ripartizione delle risorse tra le
Amministrazioni destinatarie;
valutato di conferire, mediante il presente atto, proficua continuita'
alle iniziative promosse dalle Provincie gia' nei precedenti anni
finanziari;
ritenuto pertanto, in attuazione della sopra citata deliberazione
dell'Assemblea legislativa regionale 144/07, e della Giunta regionale
2128/07, di dover provvedere:
- all'assegnazione della somma complessiva di Euro 650.000,00 a favore
delle Amministrazioni provinciali, ripartita secondo i criteri sopra
richiamati;
- al relativo impegno di spesa sul Cap. 57105 "Fondo sociale
regionale. Quota parte destinata alle Provincie per l'attuazione dei
programmi provinciali, per le attivita' di coordinamento e supporto
per l'implementazione e gestione del sistema informativo dei servizi
sociali nonche' per l'elaborazione dei Piani di zona (art. 47, comma
1, lettera c), L.R. 12 marzo 2003, n. 2 e Legge 8 novembre 2000, n.
328) - Mezzi statali" afferente all'UPB 1.5.2.2.20101 del Bilancio per
l'esercizio 2007;
- alla contestuale liquidazione in un'unica soluzione e alla
determinazione delle modalita' di rendicontazione e di eventuale
revoca delle risorse non utilizzate o impropriamente utilizzate;
verificato, da parte del Servizio Gestione della spesa regionale, che
l'ammontare dell'onere di spesa assunto con il presente provvedimento
nonche' l'importo oggetto di liquidazione sono ricompresi nell'ambito
dei budget massimi assegnati alla Direzione generale competente, per
il rispetto delle disposizioni indicate dall'art. 1, comma 656, e
seguenti della Legge 27 dicembre 2006, n. 296 "Disposizioni per la
formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge
finanziaria 2007)" concernenti il Patto di stabilita' interno.
richiamate:
- La L.R. 29 dicembre 2006, n. 20 "Legge finanziaria regionale
adottata a norma dell'articolo 40 della L.R. 15 novembre 2001, n. 40
in coincidenza con l'approvazione del Bilancio di previsione per
l'esercizio finanziario 2007 e del Bilancio pluriennale 2007-2009";
- la L.R. 29 dicembre 2006, n. 21 "Bilancio di previsione della
Regione Emilia-Romagna per l'anno finanziario 2007 e Bilancio
pluriennale 2007-2009";
- la L.R. 26 luglio 2007, n. 13 "Legge finanziaria regionale adottata
a norma dell'articolo 40 della L.R. 15 novembre 2001, n. 40 in
coincidenza con l'approvazione della legge di assestamento di Bilancio
della Regione Emilia-Romagna per l'esercizio finanziario 2007 e del
Bilancio pluriennale 2007/2009. Primo provvedimento di variazione";
- la L.R. 26 luglio 2007, n. 14 "Assestamento del Bilancio di
previsione della Regione Emilia-Romagna per l'esercizio finanziario
2007 e del Bilancio pluriennale 2007-2009 a norma dell'art. 30 della
L.R. 15 novembre 2001, n. 40. Primo provvedimento di variazione";
viste altresi':
- la L.R. 15 novembre 2001, n. 40 recante "Ordinamento contabile della
Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e
27 marzo 1972, n. 4, ed in particolare gli artt. 47, 49 e 51;
- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 e successive modifiche recante
"Testo Unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro
nella Regione Emilia-Romagna";
ritenuto che ricorrano gli elementi di cui all'art. 47, comma 2 della
L.R. 40/01 e che pertanto l'impegno di spesa possa essere assunto con
il presente atto;
verificata la necessaria disponibilita' di cassa sul competente
capitolo di bilancio;
ritenuto che sussistano tutte le condizioni previste dall'art. 51,
comma 3 della L.R. 40/01 per provvedere alla liquidazione della
spesa;
richiamate le deliberazioni della Giunta regionale n. 1057 del 24
luglio 2006, n. 1150 del 31 luglio 2006 e 1663/06;
richiamata la deliberazione della Giunta regionale n. 450 del 3 aprile
2007, concernente "Adempimenti conseguenti alle delibere 1057/06 e
1663/06. Modifiche agli indirizzi approvati con delibera 447/03 e
successive modifiche";
attestata la regolarita' amministrativa ai sensi della deliberazione
di Giunta regionale 450/07;
dato atto del parere di regolarita' contabile espresso dal
Responsabile del Servizio Gestione della spesa regionale, dott.
Marcello Bonaccurso, ai sensi della deliberazione della Giunta
regionale 450/07;
determina:
1) di ripartire ed assegnare, per le finalita' di cui all'allegato,
parte integrante del presente atto, il riparto a favore delle
Amministrazioni provinciali del finanziamento di Euro 650.000,00,
secondo i criteri previsti nella deliberazione dell'Assemblea
legislativa regionale 144/07 e nella deliberazione della Giunta
regionale 2128/07, e con arrotondamento all'unita' di Euro, come
esposto nella tabella a seguire:
Provincia	Area	Area affido	Area	Totale
	tutela	e accogl.	adozione
Piacenza	 17.776,00	 18.011,00	 16.101,00	 51.888,00
Parma	 22.084,00	 19.817,00	 20.721,00	 62.622,00
Reggio E.	 26.939,00	 33.468,00	 24.894,00	 85.301,00
Modena	 31.693,00	 33.371,00	 35.249,00	100.313,00
Bologna	 37.354,00	 39.018,00	 46.928,00	123.300,00
Ferrara	 18.351,00	 14.919,00	 17.432,00	 50.702,00
Ravenna	 20.375,00	 17.013,00	 15.953,00	 53.341,00
Forli'-Cesena	 21.228,00	 20.225,00	 22.898,00	 64.351,00
Rimini	 19.200,00	 19.158,00	 19.824,00	 58.182,00
Totale	215.000,00	215.000,00	220.000,00	650.000,00
2) di dare atto che le somme trasferite possono essere utilizzate
dalle Amministrazioni provinciali in modo indifferenziato per le tre
aree, assicurando comunque la salvaguardia degli obiettivi posti dalla
Regione come indicati nella deliberazione dell'Assemblea legislativa
n. 144 del 28/11/2007 e nella deliberazione di Giunta regionale
2128/07;
3) di impegnare la somma anzidetta di Euro 650.000,00 registrata al n.
5905 di impegno sul Cap. 57105 "Fondo sociale regionale. Quota parte
destinata alle Provincie per l'attuazione dei programmi provinciali,
per le attivita' di coordinamento e supporto per l'implementazione e
gestione del sistema informativo dei servizi sociali nonche' per
l'elaborazione dei Piani di zona (art. 47, comma 1, lettera c), L.R.
12 marzo 2003, n. 2 e Legge 8 novembre 2000, n. 328) - Mezzi statali"
afferente all'UPB 1.5.2.2.20101 del Bilancio per l'esercizio 2007, che
presenta la relativa disponibilita';
4) di liquidare la somma complessiva di Euro 650.000,00, ricorrendo le
condizioni di cui all'art. 51, comma 3 della L.R. 40/01, dando atto
che si provvedera', sulla base del presente atto, ferme restando le
valutazioni in itinere eseguite dall'Ente Regione sulla base
dell'effettivo andamento della spesa interna (liquidita' di cassa), ad
avvenuta esecutivita' dello stesso, alla richiesta di emissione dei
titoli di pagamento ai sensi dell'art. 52 della medesima L.R. n. 40, a
favore delle Amministrazioni provinciali sulla base della ripartizione
sopra riportata al punto 1);
5) di dare atto che, sulla base di quanto indicato in premessa,
l'onere di spesa e l'importo oggetto di liquidazione, previsti ai
punti 3) e 4) sono ricompresi nei budget massimi assegnati alla
Direzione generale competente, per il rispetto delle disposizioni
indicate dall'art. 1, comma 656, e seguenti della Legge 27 dicembre
2006, n. 296 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e
pluriennale dello Stato (Legge finanziaria 2007)" concernenti il Patto
di stabilita' interno;
6) di approvare l'allegato, parte integrante e sostanziale del
presente atto, ad oggetto "Linee per la redazione dei Programmi
provinciali per la promozione delle politiche di tutela ed accoglienza
dell'infanzia e dell'adolescenza. Finanziamento regionale per l'anno
2007";
7) di dare atto che per tutto quanto non espressamente previsto nel
presente provvedimento si rinvia alla deliberazione dell'Assemblea
legislativa regionale 144/07 e alla deliberazione della Giunta
regionale 2128/07;
8) di pubblicare la presente determinazione nel Bollettino Ufficiale
della Regione Emilia-Romagna.
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
Lorenzo Campioni
(segue allegato fotografato)

Azioni sul documento

ultima modifica 2023-05-19T21:22:53+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina