REGIONE EMILIA-ROMAGNA

DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO GOVERNO DELL'INTEGRAZIONE SOCIO SANITARIA E DELLE POLITICHE PER LA NON AUTOSUFFICIENZA 31 dicembre 2007, n. 17232

Assegnazione, concessione e liquidazione contributi per la realizzazione Programma finalizzato "Centri per l'adattamento dell'ambiente domestico delle persone anziane e con disabilita'" in attuazione della deliberazione dell'Assemblea leg. n. 144/2007 e della G.R. n. 2128/2007

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
Visti:
- la L.R. n. 40 del 15/11/2001, ed in particolare gli artt. 47, 49 e
51;
- la L.R. 3 febbraio 1994, n. 5 "Tutela e valorizzazione delle persone
anziane - Interventi a favore di anziani non autosufficienti" e
successive modificazioni ed integrazioni;
- la L.R. 21 agosto 1997, n. 29 "Norme e provvedimenti per favorire le
opportunita' di vita autonoma e l'integrazione sociale delle persone
disabili";
- la Legge 8 novembre 2000, n. 328 "Legge quadro per la realizzazione
del sistema integrato di interventi e servizi sociali";
- la L.R. 12 marzo 2003, n. 2 "Norme per la promozione della
cittadinanza sociale e per la realizzazione del sistema integrato di
interventi e servizi sociali";
- la deliberazione dell'Assemblea legislativa regionale n. 144 del
28/11/2007 con la quale e' stato approvato il "Programma annuale 2007:
interventi, obiettivi e criteri generali di ripartizione delle risorse
ai sensi dell'art. 47, comma 3 della L.R. 2/03. Stralcio Piano sociale
e sanitario regionale";
- la deliberazione della Giunta regionale n. 2128 del 20/12/2007
"Programma annuale 2007: ripartizione delle risorse del fondo sociale
regionale, ai sensi dell'art. 47, comma 3 della L.R. 2/03, e
individuazione delle azioni per il perseguimento degli obiettivi, di
cui alla deliberazione dell'Assemblea legislativa n. 144 del
28/11/2007" ed in particolare il punto 3.7.2. Programma finalizzato
"Centri per l'adattamento dell'ambiente domestico delle persone
anziane e con disabilita'", nel quale sono definiti gli obiettivi, i
destinatari ed i criteri di ripartizione delle risorse;
- la deliberazione della Giunta regionale n. 2248 del 10/11/2003
avente per oggetto "Criteri organizzativi per la costituzione di
centri di informazione e consulenza per l'adattamento dell'ambiente
domestico per anziani e disabili";
- il Programma finalizzato "Centri per l'adattamento dell'ambiente
domestico delle persone anziane e con disabilita'", approvato con la
citata deliberazione della Giunta regionale 2128/07 al punto 3.7.2;
richiamato quanto espressamente previsto al punto 3.7.2. della citata
delibera della Giunta regionale 2128/07 che prevede l'adozione di
apposito atto formale da parte del Dirigente regionale competente per
l'assegnazione e la concessione delle risorse, l'assunzione
dell'impegno di spesa e la contestuale liquidazione delle risorse
destinate al Programma finalizzato "Centri per l'adattamento
dell'ambiente domestico delle persone anziane e con disabilita'" pari
ad Euro 1.000.000,00, sulla base dei criteri di ripartizione indicati
dalla stessa DGR 2128/07, da imputare sul Cap. 57107 del Bilancio di
previsione per l'esercizio finanziario 2007 che presenta la necessaria
disponibilita';
preso atto:
- di quanto comunicato dai Comuni capoluogo di provincia in merito
all'individuazione dei soggetti responsabili dell'attuazione del
suddetto Programma ai sensi della DGR 2128/07, dove tali soggetti
risultano coincidere con i Comuni capoluogo di provincia individuati
in via preliminare dalla DGR 2248/03;
- di quanto determinato dalla citata deliberazione di Giunta regionale
2128/07 in merito al concorso contributivo minimo dei Comuni alle
spese di realizzazione del Programma finalizzato in argomento;
ritenuto, pertanto, in attuazione della sopra citata deliberazione
della Giunta regionale 2128/07, di dover provvedere:
- alla ripartizione, assegnazione, concessione e contestuale
liquidazione della somma complessiva di Euro 1.000.000,00, con
variazioni connesse ad arrotondamenti, a favore dei Comuni capoluogo
di provincia in base alla popolazione residente al 31/12/2006 nella
provincia di riferimento, nonche' all'assunzione del relativo impegno
di spesa;
- nel caso della Provincia di Forli'-Cesena all'assegnazione e
liquidazione delle risorse in argomento al Comune di Forli' in
qualita' di Comune sede dell'Amministrazione provinciale, e soggetto
responsabile dell'attuazione del Programma in ambito provinciale,
individuato dai Comuni dell'ambito provinciale, fermi restando la
possibilita' da parte dei Comuni assegnatari di individuare un altro
soggetto attuatore;
precisato che gli obiettivi regionali mirano a consolidare,
qualificare e sviluppare le attivita' dei Centri di informazione e
consulenza per l'adattamento dell'ambiente domestico delle persone
anziane e con disabilita', gia' avviate ai sensi della DGR 2248/03
attraverso azioni specifiche che prevedano:
- la strutturazione di modalita' organizzative che favoriscano
l'accesso degli utenti provenienti da tutte le zone sociali;
- l'organizzazione di iniziative formative rivolte ai tecnici e ai
funzionari degli Enti locali che hanno funzioni di progettazione,
realizzazione, verifica e controllo nel settore dell'edilizia
abitativa;
- la realizzazione di iniziative di informazione e formazione a favore
di professionisti e artigiani in collaborazione con le organizzazioni
tecnico-professionali;
- la realizzazione di iniziative di informazione e formazione a favore
di operatori socio-sanitari dei diversi ambiti distrettuali;
- la messa in atto di tutte le azioni organizzative, necessarie a
rendere operativo il percorso di finanziamento degli interventi di
adattamento dell'ambiente domestico mediante il FRNA, rispettando
indicazioni e tempi previsti dalla delibera di Giunta regionale
1206/07;
verificata la necessaria disponibilita' di cassa sul competente
capitolo di bilancio;
verificato, da parte del Servizio Gestione della spesa regionale, che
l'ammontare dell'onere di spesa assunto con il presente provvedimento
nonche' l'importo oggetto di liquidazione, sono ricompresi nell'ambito
del budget massimo assegnato alla Direzione generale competente, per
il rispetto delle disposizioni indicate dall'art. 1, comma 656 e
seguenti della Legge 27 dicembre 2006, n. 296 "Disposizioni per la
formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge
finanziaria 2007)" concernenti il Patto di stabilita' interno;
ritenuto che ricorrano tutte le condizioni previste all'articolo 47,
comma 2 della LR 40/01 e che pertanto l'impegno di spesa possa essere
assunto con il presente atto e all'art. 51, comma 3 della medesima
L.R. 40/01 per provvedere alla liquidazione della spesa;
richiamate:
- le LL.RR. 20/06 e 21/06;
- le LL.RR. 13/07 e 14/07;
- la L.R. n. 43 del 26/11/2001 e successive modifiche;
viste le DGR 1057/06 e 1150/06 e 1663/06;
vista la deliberazione n. 450 del 3 aprile 2007 recante "Adempimenti
conseguenti alle delibere 1057/06 e 1663/06. Modifiche agli indirizzi
approvati con delibera 447/03 e successive modifiche";
attestata la regolarita' amministrativa ai sensi della deliberazione
della Giunta regionale 450/07;
dato atto del parere di regolarita' contabile espresso dal
Responsabile del Servizio Gestione della spesa regionale, dott.
Marcello Bonaccurso, ai sensi della deliberazione della Giunta
regionale 450/07;
determina:
1) di ripartire in attuazione della delibera assembleare 144/07 la
somma complessiva di Euro 1.000.000,00 fra i Comuni capoluogo di
provincia, di cui all'Allegato 1, parte integrante e sostanziale della
presente determinazione, assegnando e concedendo la somma a fianco di
ciascuno indicata per la realizzazione del Programma finalizzato
"Centri per l'adattamento dell'ambiente domestico delle persone
anziane e con disabilita'", approvato con deliberazione della Giunta
regionale n. 2128 del 20/12/2007;
2) di approvare l'Allegato 2, parte integrante e sostanziale della
presente deliberazione, avente per oggetto la definizione dei
programmi attuativi territoriali e gli indicatori di monitoraggio;
3) di impegnare la somma di Euro 1.000.000,00 registrata al n. 5914 di
impegno sul Capitolo 57107 "Fondo sociale regionale. Quota parte
destinata ai Comuni singoli e alle forme associative per l'attuazione
dei piani di zona e per la realizzazione degli interventi relativi
agli assegni di cura, al sostegno economico ed alla mobilita' degli
anziani dei disabili o inabili (art. 47, comma 1, lett. B), L.R. 12
marzo 2003, n. 2 e Legge 8 novembre 2000, n. 328) - Mezzi statali" UPB
1.5.2.2.20101 del Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario
2007 che presenta la necessaria disponibilita';
4) di liquidare contestualmente, ai sensi dell'art. 51 della L.R.
40/01, per i motivi esposti in premessa ed a favore dei Comuni
indicati nell'Allegato 1, parte integrante del presente atto, la somma
totale di Euro 1.000.000,00, ferme restando le valutazioni in itinere
eseguite dall'Ente Regione sulla base dell'effettivo andamento della
spesa interna (liquidita' di cassa), dando atto che la stessa e' stata
impegnata sul Capitolo 57107 "Fondo sociale regionale. Quota parte
destinata ai Comuni singoli e alle forme associative per l'attuazione
dei piani di zona e per la realizzazione degli interventi relativi
agli assegni di cura, al sostegno economico ed alla mobilita' degli
anziani dei disabili o inabili (art. 47, comma 1, lett. B), L.R. 12
marzo 2003, n. 2 e Legge 8 novembre 2000, n. 328) - Mezzi statali" UPB
1.5.2.2.20101 del Bilancio per l'esercizio finanziario 2007, come
specificato al punto che precede;
5) di dare atto che, sulla base di quanto indicato in premessa,
l'onere di spesa e l'importo di liquidazione previsti ai precedenti
punti 3) e 4) sono ricompresi nei budget massimi assegnati alla
Direzione generale competente, per il rispetto delle disposizioni
indicate dall'art. 1, comma 656, e seguenti della Legge 27 dicembre
2006, n. 296 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e
pluriennale dello Stato (Legge finanziaria 2007)" concernenti il Patto
di stabilita' interno;
6) di dare atto che, come previsto dalla DGR 2128/07:
- le risorse sono assegnate e liquidate ai Comuni capoluogo di
provincia a nome e per conto di tutti i Comuni dell'ambito provinciale
stesso;
- nel caso della Provincia di Forli'-Cesena si e' proceduto
all'assegnazione e alla liquidazione delle risorse in argomento al
Comune di Forli' in qualita' di Comune sede dell'Amministrazione
provinciale e soggetto responsabile individuato dai Comuni per
l'attuazione del Programma in ambito provinciale, fermo restando la
possibilita' da parte dei Comuni assegnatari di individuare un altro
soggetto attuatore;
(omissis)
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
Raffaele Fabrizio
(segue allegato fotografato)

Azioni sul documento

ultima modifica 2023-05-19T21:22:53+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina