E-R | BUR

n. 176 del 06.12.2011 (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione dell'impianto e dell'articolazione complessiva dell'elenco delle singole voci d'opera che compongono il prezzario regionale delle opere pubbliche previsto dalla L. R. 11/2010 e del programma operativo delle attività per la sua realizzazione

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visto il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163“Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE”, ed in particolare l’articolo 133, comma 8, con il quale si dispone che le stazioni appaltanti provvedono a aggiornare annualmente i propri prezzari, con particolare riferimento alle voci di elenco correlate a quei prodotti destinati alle costruzioni, che siano stati soggetti a significative variazioni di prezzo legate a particolari condizioni di mercato;

Richiamata la Legge Regionale 26 novembre 2010, n. 11 ” Disposizioni per la promozione della legalità e della semplificazione nel settore edile e delle costruzioni a committenza pubblica e privata “, ed in particolare s l’art. 8 i “Elenco regionale dei prezzi”, con il quale si prevede che, ai sensi del citato art. 133, comma 8, del decreto legislativo n. 163 del 2006, la Regione provvede alla predisposizione ed aggiornamento di un proprio elenco regionale dei prezzi relativo alla esecuzione di opere edili ed impiantistiche;

Considerato che, ai sensi del citato art. 8, comma 3, della Legge regionale 26 novembre 2010, n. 11, l’elenco regionale dei prezzi costituisce strumento di supporto e di orientamento per la determinazione dell’importo presunto delle prestazioni da affidare e può essere assunto a riferimento per le finalità di cui all’articolo 89 “Strumenti di rilevazione della congruità dei prezzi” del decreto legislativo n. 163 del 2006, e che pertanto deve essere redatto con particolare riferimento alle voci più significative dei prezzi per l’esecuzione delle prestazioni, anche tenendo conto di specifiche condizioni provinciali;

Considerato altresì che, ai sensi dell’ art. 5 della Legge regionale 26 novembre 2010, n. 11, la Consulta regionale del settore edile e delle costruzioni deve esprimere pareri finalizzati all’adozione degli atti relativi all’elenco regionale dei prezzi delle opere pubbliche, come previsto dall’art. 8 della L. R. 11/2010;

Preso atto che nella seduta della Consulta regionale del settore edile e delle costruzioni del 6/06/2011, come risulta dal verbale redatto e conservatodal Servizio Opere e lavori pubblici. Legalità e sicurezza. Edilizia pubblica e privata, è stato presentato lo schema di delibera di Giunta, l’impianto e l’articolazione complessiva dell’elenco delle singole voci d’opera che compongono il prezzario regionale delle opere pubbliche ( All. A) ed il Programma operativo di attività per la realizzazione dell’elenco regionale dei prezzi delle opere pubbliche (All. B);

Dato atto che, il Servizio Opere e lavori pubblici. Legalità e sicurezza. Edilizia pubblica e privata della Regione Emilia-Romagna ha da tempo avviato un percorso per la realizzazione dell’elenco delle singole voci d’opera che compongono il prezzario regionale delle opere pubbliche, a partire da una attività di ricognizione delle esperienze disponibili sia in ambito territoriale regionale che nazionale;

Dato atto inoltre:

- che attraverso tale attività è stata resa possibile una prima bozza delle singole voci d’opera, comprendente circa 8000 voci riferite ai seguenti settori:

  • - Nuove Costruzioni (anche indicate “opere edili“)
  • - Recupero e Manutenzione (anche indicate “opere di manutenzione“)
  • - Lavori stradali (anche indicate “opere di urbanizzazione“)
  • - Impianti elettrici
  • - Impianti tecnologici
  • - Sicurezzanei cantieri;

- che tale prima bozza è stata successivamente integrata con specifiche voci d’opera relative al tema della “green economy”, con particolare riferimento alle voci relative alla installazione di impianti alimentati a fonti energetiche rinnovabili;

Dato atto altresì, che la relativa documentazione è conservata presso il Servizio Opere e lavori pubblici. Legalità e sicurezza. Edilizia pubblica e privata;

Ritenuto opportuno:

- confermare l’impianto e l’articolazione complessiva dell’elenco delle singole voci d’opera che compongono il prezzario regionale delle opere pubbliche, così come configurato nell’Allegato A), predisposto dal Servizio Opere e lavori pubblici. Legalità e sicurezza. Edilizia pubblica e privata, presentatonella suddetta seduta del 6/06/2011 della Consulta regionale del 
settore edile e delle costruzioni;

- conferire al Servizio Opere e lavori pubblici. Legalità e sicurezza. Edilizia pubblica e privata, il compito di completare, se necessario, la predisposizione dell’elenco delle singole voci d’opera che compongono il prezzario regionale delle opere pubbliche e provvedere al suo successivo aggiornamento e periodica pubblicazione, avvalendosi del supporto tecnico della società NuovaQuasco scarl partecipata dalla Regione Emilia-Romagna e del contributo di una Commissione Tecnica, così come previsto nel Programma operativo di attività per la realizzazione dell’elenco regionale prezzi, Allegato B;

- individuare i relativi prezzi da assegnare alle singole voci d’opera, unitamente ad altri tre parametri (mano d’opera, noleggi e materiale ), previa la verifica e la validazione dei prezzi delle opere pubbliche nell’ambito del territorio regionale, da parte della suddetta Commissione Tecnica, che sarà composta da un congruo numero di esperti di comprovata esperienza nel settore edile e delle costruzioni, così come previsto al p.to 2 del Programma operativo (Allegato B), la quale dovrà tenere anche conto di specifiche condizioni provinciali;

- attivare con determinazione del Direttore Generale alla Programmazione territoriale e negoziata, intese. Relazioni europee e relazioni internazionali, la suddetta Commissione Tecnica, per la realizzazione dell’elenco regionale dei prezzi delle opere pubbliche, ai sensi del citato art. 8, comma 3, della LR n. 11/10, con funzioni di verifica, controllo e validazione dei prezzi relativi alle singole voci d’opera ricomprese nell’elenco. A tal fine potrà essere opportuno istituire dei gruppi operativi (Comitati tecnici di settore), per singole aree tematiche, a supporto dei lavori della Commissione Tecnica, così come previsto al p.to 3 del Programma operativo (Allegato B);

- prevedere, anche in considerazione della complessità delle attività, che il Servizio Opere e lavori pubblici. Legalità e sicurezza. Edilizia pubblica e privata, svolga, oltre all’attività di coordinamento dei lavori della Commissione Tecnica, anche le funzioni di back office avvalendosi, se necessario, della collaborazione di soggetti esterni,garantendone il funzionamento mediante l’utilizzo di procedure ed interfaccia sviluppate in ambiente web;

- implementare, per i motivi sopra richiamati ed al fine di conferire la necessaria dinamicità ed efficienza alle attività sopracitate, una piattaforma web-oriented in modo tale che le modalità di comunicazione e di organizzazione dei lavori della Commissione Tecnica, di cui ai punti precedenti, siano supportate e agevolate dall’utilizzo di adeguate strumentazioni informatiche, garantendo così la massima partecipazione dei soggetti interessati unitamente alla necessaria efficienza, così come previsto dal Programma operativo (Allegato B);

- dare mandato al Direttore Generale Programmazione territoriale e negoziata, intese. Relazioni europee e relazioni internazionali, di definire, con propria determinazione, le specifiche modalità di funzionamento della Commissione Tecnica, sopra richiamata, nel rispetto degli indirizzi previsti nella presente deliberazione e dei compiti elencati nel Programma operativo delle attività per la realizzazione dell’elenco regionale prezzi (Allegato B), nonché di procedere alla ratifica dell’aggiornamento periodico dell’elenco regionale dei prezzi delle opere pubbliche, sulla base delle risultanze della consultazione effettuata nell’ambito della Commissione Tecnica;

Viste:

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di riorganizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e ss.mm.;

- la L.R. 23 dicembre 2010, n. 14 “Legge finanziaria regionale adottata a norma dell’art. 40 della L.R. 15 novembre 2001, n. 40 in coincidenza con l’approvazione del Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2011 e del Bilancio pluriennale 2011-2013;

- la L.R. 23 dicembre 2010, n. 15 “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2011 e Bilancio pluriennale 2011-2013”;

- la L.R. 26 luglio 2011 n. 10 “Legge finanziaria regionale adottata, n. 40 in coincidenza con l’approvazione della legge di Assestamento del Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2011 e del Bilancio pluriennale 2011-2013. Primo provvedimento generale di variazione”;

- la L.R. 26 luglio 2011 n. 11 “Assestamento del Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2011 e del Bilancio pluriennale 2011-2013 a norma dell’art. 30 della L.R. 15 novembre 2001, n. 40. Primo provvedimento generale di variazione”;

Richiamate le seguenti proprie deliberazioni, esecutive ai sensi di legge:

- n. 1057 del 24/7/2006, concernente “Prima fase di riordino delle strutture organizzative della Giunta Regionale. Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali” e s.m.;

- n. 1663 del 27/11/2006, concernente “Modifiche all’assetto delle Direzioni Generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente” e s.m.i.;

- n. 1720 del 4/12/2006, concernente “Conferimento degli incarichi di responsabilità delle Direzioni Generali della Giunta Regionale”;

- n. 99 del 28/1/2008, concernente “Riassetto interno delle Direzioni generali”;

- n. 2416 del 29/12/2008, concernente “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e s.m.;

- n. 2220 del 28/12/2009, concernente “Istituzione di un servizio presso la Direzione Generale “Programmazione Territoriale e Negoziata, Intese. Relazioni Europee e Relazioni Internazionali”;

- n. 2060 del 20/12/2010, concernente “Rinnovo incarichi a direttori generali della giunta regionale in scadenza al 31/12/2010”;

- n. 1048 del 18/7/2011, concernente “Riorganizzazione della Direzione Generale Programmazione territoriale e negoziata, intese. Relazioni europee e relazioni internazionali. Autorizzazioni relative ai dirigenti professional della Direzione generale Sanità e politiche sociali e dell’Agenzia sanitaria e sociale regionale”;

- n. 1049 del 18/7/2011, concernente “ Assunzione di dirigente ai sensi dell’art. 18 LR n. 43/2001 per il rinnovo dell’incarico di responsabile di servizio presso la Direzione Generale Programmazione territoriale e negoziata, intese. Relazioni europee e relazioni internazionali. Autorizzazioni”;

- n. 1222 del 4/8/2011, concernente “ Approvazione degli atti di conferimento degli incarichi di livello dirigenziale (decorrenza (1/8/2011) “;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore regionale alle Attività produttive. Piano energetico e sviluppo sostenibile. Economia verde. Autorizzazione unica integrata, Gian Carlo Muzzarelli;

A voti unanimi e palesi

delibera:

1) di approvare l’impianto e l’articolazione complessiva dell’elenco delle singole voci d’opera che compongono il prezzario regionale delle opere pubbliche previsto dalla L. R. 11/2010, come riportato nell’Allegato A), parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, predisposto dal Servizio Opere e lavori pubblici. Legalità e sicurezza. Edilizia pubblica e privata, presentato nella seduta del 6/06/2011 della Consulta regionale del settore edile e delle costruzioni;

2) di approvare il Programma operativo di attività per la realizzazione dell’elenco regionale dei prezzi delle opere pubbliche, come riportato nell’Allegato B), parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, presentatoalla Consulta regionale del settore edile e delle costruzioni, nella medesima seduta del 6/06/2011,e di individuare nel Servizio Opere e lavori pubblici. Legalità e sicurezza. Edilizia pubblica e privata, il coordinamento delle attività per la realizzazione dell’elenco regionale dei prezzi delle opere pubbliche, previsto dalla L. R. 11/2010, nell’ambito territoriale regionale, tenendo anche conto di specifiche condizioni provinciali;

3) di conferire al Servizio Opere e lavori pubblici. Legalità e sicurezza. Edilizia pubblica e privata, il compito di completare, se necessario, l’elenco regionale dei prezzi delle opere pubbliche e provvedere al suo successivo aggiornamento nonché alla periodica pubblicazione, avvalendosi del supporto tecnico della società NuovaQuasco scarl, partecipata dalla Regione Emilia-Romagna e del contributo di una Commissione Tecnica, così come previsto nel Programma operativo di attività per la realizzazione dell’elenco regionale prezzi (Allegato B);

4) di dare mandato al Direttore Generale Programmazione territoriale e negoziata, intese. Relazioni europee e relazioni internazionali, di definire con propria determinazione un congruo numero di esperti, di comprovata esperienza nel settore edile e delle costruzioni, da nominare quali componenti della Commissione Tecnica, come descritto in premessa, con funzioni di verifica, controllo e validazione dei prezzi relativi alle singole voci d’opera, ricomprese nell’elenco prezzi delle opere pubbliche, con la medesima determinazione verranno definite le specifiche modalità di funzionamento della Commissione Tecnica, nel rispetto degli indirizzi, di cui all’Allegato B), nonché di procedere alla ratifica dell’aggiornamento periodico dell’elenco regionale dei prezzi, effettuato sulla base delle risultanze della consultazione effettuata nell’ambito della Commissione Tecnica;

5) di implementare, anche in considerazione della complessità delle attività, una piattaforma web-oriented in modo tale che, le modalità di comunicazione e di organizzazione dell’attività della Commissione Tecnica, di cui sopra, siano supportate e agevolate dall’utilizzo di adeguate strumentazioni informatiche, in modo da garantire la massima partecipazione dei soggetti interessati unitamente alla necessaria efficienza, così come previsto dal Programma operativo(Allegato B);

6) di prevedere, per i motivi sopra richiamati, che il Servizio Opere e lavori pubblici. Legalità e sicurezza. Edilizia pubblica e privata, svolga, oltre all’attività di coordinamento dei lavori della Commissione Tecnica, di cui sopra, anche le funzioni di back office, avvalendosi, se necessario, della collaborazione di soggetti esterni, garantendone il funzionamento mediante l’utilizzo di procedure ed interfaccia sviluppate in ambiente web;

7) di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it