E-R | BUR

n.355 del 28.11.2016 (Parte Seconda)

XHTML preview

Offerta formativa in apprendistato per il conseguimento di qualifica e diploma professionale, di certificato di specializzazione tecnica superiore, di diploma di istruzione tecnica superiore artt. 43 e 45 D.Lgs. 81/2015 e s.m. - Approvazione degli inviti a presentare candidature in attuazione della DGR 963/2016

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 

Visto il D.Lgs. 15 giugno 2015, n. 81, “Disciplina organica dei contratti di lavoro e revisione della normativa in tema di mansioni, a norma dell'articolo 1, comma 7, della legge 10 dicembre 2014, n. 183” e ss.mm., artt. 43 “Apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore” e 45 “Apprendistato di alta formazione e ricerca”;

Viste le leggi regionali:

  • n.12 del 30/6/2003 “Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro” e ss.mm.ii, ed in particolare l’art. 14 “Assegni formativi” e l’Art. 36 “Formazione degli apprendisti”;
  • n. 17 del 1/8/2005 "Norme per la promozione dell'occupazione, della qualità, sicurezza e regolarità del lavoro" e ss.mm., ed in particolare l'art. 30 "Apprendistato per l'acquisizione di un diploma o per percorsi di alta formazione" e l'Art. 31 "Sostegno e qualificazione della formazione nei contratti di apprendistato";
  • n. 5 del 30/6/2011, “Disciplina del sistema regionale dell’istruzione e formazione professionale” e s.m.i;

Richiamati in particolare:

  • il Decreto Interministeriale n. 81 del 12/10/2015 che definisce gli standard formativi dell'Apprendistato e i criteri generali di attuazione ex art. 46 del D.lgs 15 giugno 2015;
  • la propria deliberazione n. 963 del 21/6/2016 “Recepimento del Decreto Interministeriale 12/10/2015 e approvazione dello schema di protocollo d'intesa tra Regione Emilia-Romagna, Ufficio scolastico regionale, Università, Fondazioni ITS e Parti sociali sulla “Disciplina di attuazione dell'apprendistato ai sensi del D.lgs. 81/2015 e del Decreto Interministeriale 12/10/2015" - Attuazione art. 54 della L.R. 9/2016”;

Viste le deliberazioni dell'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna:

  • n. 75 del 21/6/2015 “Approvazione del Programma triennale delle politiche formative e per il lavoro - (Proposta della Giunta regionale in data 12 maggio 2016, n. 646)”;
  • n. 54 del 22/12/2015 “Programmazione triennale in materia di offerta di percorsi di istruzione e formazione professionale aa.ss. 2016/17, 2017/18 e 2018/19. (Proposta della Giunta regionale in data 12 novembre 2015, n. 1709)”;

Viste in particolare le proprie deliberazioni:

  • n. 801 del 1/7/2015 “Offerta formativa IeFP presso gli enti di formazione professionale accreditati a.s. 2015/2016.”;
  • n. 1530 del 12/10/2015 “Quantificazione budget, approvazione e finanziamento dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale presso gli enti di formazione accreditati anno formativo 2015/2016, in attuazione della DGR n.801/2015. Variazione di bilancio.”;
  • n. 178 del 15/2/2016 “Approvazione delle candidature presentate in risposta "Avviso per selezione degli enti di formazione professionale e della relativa offerta sistema regionale di Iefp triennio 2016/2018" approvato con propria deliberazione n. 2164/2015.”;
  • n. 1417 del 5/9/2016 “Quantificazione budget, approvazione e finanziamento dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale presso gli enti di formazione accreditati anno formativo 2016/2017, in attuazione della DGR n.178/2016. Accertamento entrate”;
  • n. 964 del 21/6/2016 “Esiti approvabilità percorsi di quarto anno a.s. 2016/2017 sistema regionale di Istruzione e Formazione Professionale di cui alla DGR n 543/2016”;
  • n. 1283 del 1/8/2016 “Quantificazione budget previsionale, approvazione e finanziamento dei percorsi di quarto anno a.s. 2016/2017 - Sistema regionale di Istruzione e Formazione Professionale di cui alla DGR n. 964/2016”;
  • n. 1194 del 25/7/2016 “Approvazione dei Percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore a valere sul Piano triennale regionale 2016/2018 - Rete politecnica di cui alla DGR n. 686/2016 allegato 4). PO FSE 2014-2020”;
  • n. 563 del 18/5/2015 “Approvazione dei percorsi biennali presentati dalle Fondazioni ITS a valere sul Piano Triennale Regionale della Formazione Superiore Rete Politecnica 2013/2015 di cui alla DGR n. 301/2015 Allegato 2.”;
  • n. 1013 del 28/6/2016 “Approvazione dei percorsi biennali presentati dalle fondazioni ITS a valere sul piano triennale regionale 2016/2018 - Rete Politecnica di cui alla DGR n. 686/2016 allegato 3). PO FSE 2014-2020”;
  • n. 1859 del 9/11/2016 “Modalità di erogazione degli assegni formativi (voucher) per il rimborso dell'offerta formativa relativa alle tipologie di apprendistato di cui agli articoli 43 e 45 del D.lgs. 81/2015 in attuazione della DGR 963/2016.”;
  • n. 1298 del 14/9/2015 “Disposizioni per la programmazione, gestione e controllo delle attività formative e delle politiche attive del lavoro - Programmazione SIE 2014-2020”;

Dato atto che in data 26/7/2016, con protocollo RPI. 2016.0000246 è stato acquisito il Protocollo d’intesa tra Regione Emilia-Romagna, Ufficio Scolastico Regionale, Università, Fondazioni ITS, e Parti Sociali sulla “Disciplina di attuazione dell'apprendistato di cui agli artt. 43 e 45 del D.Lgs 81/2015 e del Decreto Interministeriale 12/10/2015”, sottoscritto da tutte le parti, in coerenza con quanto disposto dalla sopra menzionata deliberazione n. 963/2016;

Considerato che con la propria sopra citata deliberazione n. 963 del 21/6/2016 è stata approvata la “Disciplina di attuazione dell'apprendistato di cui agli artt. 43 e 45 del D.Lgs 81/2015 e del Decreto Interministeriale 12/10/2015” ed è stato disposto di rimandare a propri successivi atti l’individuazione delle modalità con cui verrà resa disponibile la relativa offerta formativa;

Valutato opportuno con il presente atto approvare le procedure per rendere disponibile l’offerta formativa per le seguenti tipologie di apprendistato:

  • Apprendistato per la qualifica e il diploma professionale;
  • Apprendistato per il certificato di specializzazione tecnica superiore (IFTS);
  • Apprendistato per il diploma di istruzione tecnica superiore (ITS);

Dato atto in particolare che con propri atti sopra citati si è provveduto all’approvazione dell’offerta formativa finalizzata al conseguimento della qualifica e del diploma di istruzione e formazione professionale, del certificato di specializzazione tecnica superiore e del diploma di istruzione tecnica superiore; (ITS);

Tenuto conto, che con riferimento ai percorsi biennali 2016/2018 per il conseguimento del diploma di istruzione tecnica superiore (ITS), le Fondazioni ITS, in attuazione di quanto previsto dall’Invito di cui alla deliberazione n. 686/2016 - Allegato 3) hanno indicato la possibilità di conseguire il titolo in apprendistato esplicitando l’impegno a rispettare le disposizioni attuative che sarebbero state adottate dalla Regione Emilia-Romagna prevedendo una disponibilità di ulteriori due posti per apprendisti;

Dato atto per quanto sopra riportato che i percorsi biennali approvati con la propria deliberazione n. 1013/2016, attivati dalle Fondazioni ITS nell’a.f. 2016/2017, costituiscono parte dell’offerta per il conseguimento del diploma di istruzione tecnica superiore (ITS) in apprendistato;

Ritenuto pertanto opportuno invitare gli Enti di formazione professionali accreditati e le Fondazioni ITS a rendere disponibile l’offerta formativa approvata e finanziata con risorse pubbliche, in corso di realizzazione nell’a.f. 2016/2017, ai giovani assunti con contratto di apprendistato;

Dato atto che, al fine di rendere disponibili agli apprendisti azioni finalizzate alla progettazione, accompagnamento, tutoraggio e valutazione dei percorsi individuali, con propria deliberazione n. 1859/2016 è stato disposto il finanziamento di assegni formativi (voucher) a valere sulle risorse nazionali dedicate, assegnate alla Regione Emilia-Romagna dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Direzione generale perle politiche attive, i servizi per il lavoro e la formazione - con propri decreti direttoriali, nonché con altre risorse comunitarie, nazionali e regionali che si rendessero disponibili;

Dato atto altresì che con la propria deliberazione n. 1859/2016 si è stabilito di rinviare a propri successivi atti la individuazione delle procedure e modalità di richiesta del voucher da parte dell’apprendista e di verifica, assegnazione, impegno dello stesso;

Valutato di prevedere che l’assegno formativo/voucher:

  • potrà essere richiesto al Servizio competente che provvederà alla verifica dei requisiti di cui alla propria deliberazione n. 963/2016 utilizzando la modulistica che sarà resa disponibile all’indirizzo http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/apprendistato;
  • sarà assegnato all’apprendista dal servizio competente;
  • sarà, con atti del dirigente competente, impegnato ed erogato in attuazione in attuazione di quanto previsto dall’allegato 1) “Modalità di erogazione degli assegni formativi (voucher)” della propria deliberazione n. 1859/2016;

Richiamati:

  • il Decreto Legislativo D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e succ. mod., ed in particolare l’art. 26, comma 1;
  • la propria deliberazione n. 66 del 25 gennaio 2016 ”Approvazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione e del Programma per la trasparenza e l’integrità. Aggiornamenti 2016 - 2018”;
  • la determinazione dirigenziale n.12096/2016 “Ampliamento della trasparenza ai sensi dell’art. 7 comma 3 DLGS 33/2013, di cui alla deliberazione della Giunta regionale 25 gennaio 2016 n. 66”;

Richiamate le seguenti Leggi regionali:

  • n. 40/2001 recante "Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n.4" per quanto applicabile;
  • n. 43/2001 recante "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e ss.mm;
  • n. 22/2015 recante “Disposizioni collegate alla legge regionali di stabilità 2016”;
  • n. 23/2015 recante “Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2016-2018 (legge di stabilità regionale 2016) e s.m.;
  • n. 24/2015 recante “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2016-2018” e s.m.;
  • n. 7/2016 recante “Disposizioni collegate alla prima variazione generale al bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2016-2018”;
  • n. 8/2016 “Prima variazione generale al bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2016-2018”;
  • n. 13/2016 “Disposizioni collegate alla Legge di assestamento e seconda variazione generale al bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2016-2018”;
  • n. 14/2016 “Assestamento e seconda variazione generale al bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2016-2018”;

Viste le seguenti proprie deliberazioni:

  • n.2416/2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007” e ss.mm;
  • n.56/2016 “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale dell'art.43 della L.R.43/2001”;
  • n. 270/2016 "Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015";
  • n. 622/2016 “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;
  • n.1107/2016 “Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della giunta regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell'Assessore competente per materia;

A voti unanimi e palesi

delibera:

per le motivazioni espresse in premessa e qui integralmente richiamate:

  1. di approvare:
  • l’” Invito a presentare candidature per la costituzione del catalogo dell’offerta per l’a.f. 2016/2017 in attuazione di quanto previsto dalla D.G.R. 963/2016 - Apprendistato per la qualifica professionale” allegato 1), parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;
  • l’”Invito a presentare candidature per la costituzione del catalogo dell’offerta per l’a.f. 2016/2017 in attuazione di quanto previsto dalla D.G.R. 963/2016 - Apprendistato per il diploma professionale” allegato 2), parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;
  • l’”Invito a presentare candidature per la costituzione del catalogo dell’offerta per l’a.f. 2016/2017 in attuazione di quanto previsto dalla D.G.R. 963/2016 - Apprendistato per il certificato di specializzazione tecnica superiore (IFTS)”, allegato 3), parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;
  • l’” Invito a presentare candidature per la costituzione del catalogo dell’offerta per l’a.f. 2016/2017 in attuazione di quanto previsto dalla D.G.R. 963/2016 - Apprendistato per il diploma di istruzione tecnica superiore (ITS)” allegato 4), parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

2. di dare atto che alla validazione delle candidature ammissibili pervenute in risposta agli Inviti di cui agli allegati 1), 2), 3) e 4) provvederà il dirigente del Servizio “Programmazione, Valutazione e Interventi regionali nell'ambito delle politiche della formazione e del lavoro” con proprio successivo provvedimento;

3. di dare atto inoltre che le candidature validate di cui al precedente punto 2), costituiranno l’offerta formativa finalizzata al conseguimento della qualifica e del diploma di istruzione e formazione professionale, del certificato di specializzazione tecnica superiore e del diploma di istruzione tecnica superiore, unitamente all’offerta di percorsi biennali avviati nell’a.f. 2016/2017 per il conseguimento del diploma di istruzione tecnica superiore (ITS) di cui all’allegato 5) parte integrante e sostanziale del presente atto;

4. di dare atto che in attuazione di quanto previsto dalla propria deliberazione n. 1859 del 09/11/2016 agli apprendisti saranno rese disponibili azioni finalizzate alla progettazione, accompagnamento, tutoraggio e valutazione dei percorsi individuali attraverso lo strumento dell’assegno formativo (voucher) finanziato con le risorse nazionali dedicate, assegnate alla Regione Emilia-Romagna dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Direzione generale perle politiche attive, i servizi per il lavoro e la formazione - con propri decreti direttoriali, nonché con altre risorse comunitarie, nazionali e regionali che si rendessero disponibili;

5. di prevedere che l’assegno formativo/voucher:

  • potrà essere richiesto al Servizio competente che provvederà alla verifica dei requisiti di cui alla propria deliberazione n. 963/2016 utilizzando la modulistica che sarà resa disponibile all’indirizzo http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/apprendistato;
  • sarà assegnato all’apprendista dal servizio competente;
  • sarà, con atti del dirigente competente, impegnato ed erogato in attuazione in attuazione di quanto previsto dall’allegato 1) “Modalità di erogazione degli assegni formativi (voucher)” della propria deliberazione n. 1859/2016;

6. di dare atto infine che secondo quanto previsto dal Decreto Legislativo n. 33 del 14/3/2013 e s.m, nonché sulla base degli indirizzi interpretativi contenuti nella propria deliberazione n. 66/2016 e nella determinazione n. 12096/2016, il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicazione ivi contemplati;

7. di pubblicare altresì la presente deliberazione, unitamente agli Allegati 1), 2), 3), 4) e 5) parti integranti e sostanziali della stessa, nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico e sul sito http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it