E-R | BUR

n.23 del 02.02.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Torrente Cesuola: interventi di messa in sicurezza e adeguamento del corso d'acqua a protezione di Cesena, nel comune di Cesena

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

sostituito in applicazione dell'art. 46 comma 3 della L.R. 43/01 e della Delibera 2416/2008 e s.m.i., che stabilisce che le funzioni relative ad una struttura temporaneamente priva di titolare competono al dirigente sovraordinato, dal 1 novembre 2021 Direttore generale della Direzione Generale Cura del Territorio e dell'Ambiente, Paolo Ferrecchi

(omissis)

determina

a) di escludere dalla ulteriore procedura di V.I.A., ai sensi dell’art. 11, comma 1, della legge regionale 20 aprile 2018, n. 4, il progetto denominato “Torrente Cesuola: interventi di messa in sicurezza e adeguamento del corso d’acqua a protezione di Cesena” nel Comune di Cesena proposto dal Servizio Sicurezza Territoriale e Protezione Civile dell’Agenzia Regionale di Forlì-Cesena, per le valutazioni espresse in narrativa;

b) che il progetto dovrà essere realizzato coerentemente a quanto dichiarato nello studio ambientale preliminare;

c) che dovranno essere rispettate le raccomandazioni e indicazioni previste per la fase di cantiere contenute nei pareri del comune di Cesena acquisito al PG.2021.1099144 del 29/11/2021, di HERA S.p.A. acquisito al PG.2021.852321 del 13/9/2021 e di ARPAE acquisito al PG.2021.1122961 del 6/12/2021 che sono state illustrate in premessa;

d) che dovrà essere trasmessa alla Regione Emilia-Romagna Servizio valutazione impatto e promozione sostenibilità ambientale, entro 30 giorni dalla data di fine lavori, la certificazione di regolare esecuzione delle opere;

e) di stabilire l’efficacia temporale per la realizzazione del progetto in 5 anni; decorso tale periodo senza che il progetto sia stato realizzato, il provvedimento di screening deve essere reiterato, fatta salva la concessione, su istanza del proponente, di specifica proroga da parte dell’autorità competente;

f) di trasmettere copia della presente deliberazione: al Servizio Sicurezza Territoriale e Protezione Civile dell’Agenzia Regionale di Forlì-Cesena, al Comune di Cesena, al Comune di Cesenatico, alla Provincia di Forlì-Cesena, all’ARPAE - Area Prevenzione Ambientale Est -Servizio Territoriale di Forlì-Cesena, alla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini, a E-Distribuzione S.p.A., a Telecom Italia S.p.A., a Hera, a Romagna Acque – Società delle fonti, a Unica Reti e Consorzio di Bonifica della Romagna;

g) di pubblicare, per estratto, la presente determina dirigenziale nel BURERT e, integralmente, sul sito web delle valutazioni ambientali della Regione Emilia-Romagna;

h) di rendere noto che contro il presente provvedimento è proponibile il ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale entro sessanta giorni, nonché ricorso straordinario al Capo dello Stato entro centoventi giorni; entrambi i termini decorrono dalla data di pubblicazione nel BURERT;

i) di dare atto, infine, che si provvederà alle ulteriori pubblicazioni previste dal Piano triennale di prevenzione della corruzione ai sensi dell’art. 7 bis, comma 3, del d.lgs. 33/2013.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it