E-R | BUR

n.359 del 30.11.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

RISOLUZIONE - Oggetto n. 3497 - Risoluzione per impegnare la Giunta a verificare, con Trenitalia, l’adeguamento della rete di vendita dei biglietti aumentando il numero degli sportelli ed i tempi di apertura degli stessi implementando anche la rete dei punti vendita in prossimità delle stazioni, ad incrementare il numero delle macchine emettitrici utilizzando anche il fast ticketing, ponendo inoltre in essere monitoraggi riguardanti anche la customer satisfaction. A firma dei Consiglieri: Bertani, Montalti, Iotti, Foti, Campedelli, Taruffi, Pettazzoni, Piccinini, Marchetti Daniele, Rontini, Bignami, Gibertoni, Ravaioli, Sassi, Zoffoli, Sabattini, Tarasconi, Prodi, Lori

L’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna

Premesso che

le modalità in prevalenza su carta con cui venivano venduti i biglietti regionali di Trenitalia erano superate rispetto a quelle introdotte nel resto del sistema TPL in Emilia-Romagna;

a partire dal gennaio scorso sono state introdotte innovazioni da parte di Trenitalia sul versante dei biglietti e della tariffazione, che allineano il servizio ferroviario al resto del sistema del TPL, ma che hanno causato anche reazioni negative;

l’introduzione del nuovo biglietto regionale ferroviario da parte di Trenitalia comporta però anche rilevanti differenze nelle modalità di utilizzo rispetto a quelle preesistenti ed ancora in uso per i treni Tper, quali l’indicazione obbligatoria della data di viaggio modificabile solo entro il giorno stesso: modalità particolarmente gravosa per i viaggiatori occasionali;

considerato che

probabile origine dei disagi è da individuare nella poca corrispondenza tra la rapidità con cui Trenitalia ha provveduto a livello nazionale all'eliminazione dei biglietti a fasce, (occorre tenere ben presente la dimensione nazionale, che esclude solo la Lombardia e il Trentino-Alto Adige dall'operazione) rispetto alla relativa lentezza con cui sta procedendo all’ adeguamento al sistema di tariffazione regionale;

entro la fine del 2016 Trenitalia, adeguando le proprie modalità di vendita in biglietteria su supporto elettronico (smart card compatibile “Mi Muovo”), potrà utilizzare i supporti elettronici già emessi dalle imprese di TPL della Regione per caricarvi i propri titoli;

inizialmente si tratterà di abbonamenti ma la richiesta della Regione è che anche i biglietti di corsa semplice possano rapidamente essere resi disponibili su smart card, ed in questo caso l'evoluzione naturale è verso l'acquisto di plurimi titoli di corsa semplice per una data Origine/Destinazione da utilizzare con la modalità del multicorse già noto per i bus;

dato atto che

Trenitalia deve migliorare la modalità di pubblicizzare i punti vendita che integrano quelli presenti nelle stazioni. Fino ad oggi infatti non è consultabile una banca dati unitaria con gli indirizzi e gli orari apertura al pubblico degli esercizi che vendono i biglietti: è di disturbo che ci siano 4 diversi elenchi di punti vendita (Sisal, Lottomatica, Tabaccai, Agenzie di Viaggio);

tale elenco unico si rende ancor più necessario nei territori a più bassa densità di popolazione o in presenza di stazioni minori dove non è attivo un servizio con sportello di biglietteria, considerato anche che nelle realtà minori i Punti Vendita Terzi ed Agenzie sono inoltre spesso distanti dalla stazione ferroviaria;

su 111 stazioni Trenitalia 24 sono dotate di biglietteria con sportello, 87 ne sono sprovviste, 99 stazioni sono dotate di emettitrici self service, in quasi tutti i Comuni è possibile inoltre trovare il servizio di vendita biglietti e abbonamenti regionali Trenitalia presso rivenditori convenzionati;

le stazioni, anche in quelle fornite di sportello, sono fornite di macchine emettitrici, che possono registrare interruzioni del servizio per guasti, che spesso accettano alternativamente pagamenti o solo contanti o solo con carte e che prevedono tempi di emissione più elevati di quelli registrabili allo sportello, essendo utilizzati sia da utenti non abituali, sia per ottenere informazioni sugli orari;

considerato che

l'applicazione per smartphone di Trenitalia ed il sito stesso di Trenitalia per l'acquisto online dei biglietti regionali non consentono di acquistare biglietti per treni in partenza entro venti minuti, mentre è possibile acquistare biglietti per Frecce ed Intercity fino all'orario di partenza del treno;

valutato che

l'introduzione del nuovo biglietto regionale di Trenitalia richiede un immediato adeguamento della rete di vendita tale da eliminare le difficoltà ed i rallentamenti prodotti dalla fruibilità in una data prefissata, ampliando la disponibilità di macchine emettitrici, accelerando i tempi di emissione, consentendo l’acquisto e il cambio data anche attraverso il sito e le app, in maniera analoga rispetto ai treni AV;

impegna la Giunta

a verificare con Trenitalia l'adeguamento della rete di vendita dei biglietti ferroviari, in particolare con:

- maggiori aperture in termini di orari e quantità di sportelli presidiati dal personale;

- implementazione della rete capillare di punti vendita nei quali sia possibile comprare facilmente e con un ampio orario di accesso i biglietti anche in prossimità delle stazioni;

- comunicazione chiara tramite un elenco unico di tutti i punti vendita terzi;

- incremento del numero di macchine emettitrici, assicurando il loro funzionamento e la rapidità dell’emissione dei biglietti, eventualmente ipotizzando soluzioni di fast ticketing;

- la possibilità di emissione e cambio data dei biglietti regionali anche tramite app e sito Trenitalia, fino all’ultimo minuto utile, in analogia a quanto è già definito con i treni AV;

a continuare a monitorare la situazione anche attraverso i periodici rapporti di customer satisfaction delle modalità introdotte, riguardo ai tempi di funzionamento o di guasto, tempi di emissione e quantità dei biglietti emessi tramite macchine emettitrici, sulle soluzioni dei problemi reali che si dovessero manifestare;

a rendere disponibile indicazioni puntuali sul monitoraggio del servizio regionale nella prospettiva del miglioramento della programmazione di calendari, orari, capienze.

Approvata all’unanimità dalla Commissione III Territorio, Ambiente, Mobilità nella seduta del 3 novembre 2016.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it