E-R | BUR

n.21 del 01.02.2012 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

L.R. n.44/1995. Interventi evolutivi sul sw applicativo del Portale AIA. Assegnazione e concessione finanziamento ad ARPA

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

A voti unanimi e palesi

delibera:

a) di assegnare e concedere ad Arpa - Agenzia Regionale per la Prevenzione e l’Ambiente con sede in Via Po, 5 Bologna il finanziamento complessivo di Euro 86.103,60 ai sensi dell’art. 23, comma 2, della L.R. 44/95, a copertura dei costi che la stessa sosterrà per la realizzazione degli interventi previsti dall’offerta tecnico economica acquista agli atti del Servizio Risanamento Atmosferico, Acustico ed Elettromagnetico con prot. n. PG/2011/0290347 del 29/11/2011 così meglio specificati:

  1. Reporting Annuale, consistente nella gestione della riservatezza delle informazioni e documenti del reporting, definizione e calcolo degli indicatori, modifica nella compilazione del reporting generico per E. 42.955,00;
  2. Iter domanda consistente in modifiche alla compilazione domanda in ottica di gestione dei rinnovi, gestione della riservatezza delle informazioni e documenti della domanda per E. 13.915,00;
  3.  Integrazione con il SUAP per E. 9.075,00;
  4.  Attività di manutenzione evolutiva per E. 20.158,60;

b) di imputare la spesa complessiva di Euro 86.103,60 registrata al n. 4777 di impegno sul capitolo 36188 “Spese per l’adeguamento e lo sviluppo del sistema informativo ambientale nei campi delle diverse matrici ambientali (art. 99, L.R. 21 aprile 1999, n. 3).” UPB 1.4.2.3. 14062 - del Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2011, che presenta la necessaria disponibilità;

c) di dare atto che il Responsabile del Servizio Risanamento Atmosferico, Acustico ed Elettromagnetico competente per materia, provvederà al coordinamento e controllo dello sviluppo ed attivazione degli interventi evolutivi di cui al punto 1 avvalendosi del personale del Servizio ed in particolare del titolare di P.O. “Coordinamento informatico”;

d) di dare atto che il Dirigente regionale competente per materia, ai sensi dell’art. 51 della L.R. 40/01 ed in applicazione della deliberazione di Giunta regionale 2416/08 e s.m., provvederà con propri atti formali alla liquidazione della spesa, ed alla emissione della richiesta del titolo di pagamento sulla base di documentazione attestante le spese sostenute nonché degli esiti delle verifiche di cui al punto c) che precede, che verrà presentata a seguito della realizzazione delle attività previste al punto a) articolato secondo le tempistiche di seguito dettagliate:

  1.  entro il 29 febbraio 2012 per la realizzazione dell’attività prevista al punto a) 1 che precede;
  2.  entro il 31 marzo 2012 per la realizzazione dell’attività prevista al punto a) 2 che precede;
  3.  entro il 31/5/2012 per la realizzazione dell’attività prevista al punto a) 3 che precede;
  4.  entro il 31 dicembre 2012, per la realizzazione dell’attività prevista al punto a) 4 che precede;

e) di dare atto che gli oneri per il servizio di supporto per l’utilizzo del portale AIA per l’anno 2012, come descritti al punto 3 della proposta ARPA agli atti del Servizio Risanamento Atmosferico, Acustico, Elettromagnetico con prot. PG/2011/0290347 del 29/11/2011, troveranno copertura all’interno dei finanziamenti annuali previsti dall’art. 21 comma 1 lettera b) della L.R. n. 44/1995 e s.m.i.”, come previsto nella propria delibera n. 1113/2011 al punto d) del dispositivo;

f) di stabilire che: 

  • l’ARPA produrrà alla Regione dopo un mese dall’avvio delle attività lo stato di avanzamento delle medesime e si renderà disponibile in ogni fase delle attività, su richiesta della Regione, a presentare alla Regione le implementazioni realizzate;
  • ARPA produrrà alla Regione, alla consegna dei diversi moduli applicativi, una relazione sulle attività di test operate sulle funzionalità evolutive sviluppate e sul loro corretto funzionamento nel contesto delle componenti applicative sviluppate nell’ambito degli incarichi affidati con delibere 2285/08 e 719/10, di cui la Regione si avvarrà per effettuare le proprie verifiche sull’attività commissionata;
  • relativamente agli interventi di manutenzione evolutiva, previsti con priorità per l’integrazione con funzionalità GIS sviluppate in ambiente MOKA e specializzazioni dei moduli sw per il raccordo con le soluzioni informatizzate di gestione dello sportello unico, ARPA dovrà presentare alla Regione proposta descrittiva degli interventi, con indicazione delle relative giornate di sviluppo, per approvazione;
  • l’ARPA è responsabile per il trattamento informatico dei dati e tenuta al rispetto dei requisiti minimi di sicurezza previsti nel DLgs 196/03, nonché a fornire adeguata documentazione in merito alla Regione;
  • l’ARPA è inoltre rigorosamente tenuta ad osservare il segreto nei confronti di qualsiasi soggetto, in mancanza di esplicita autorizzazione scritta della Regione, per quanto riguarda fatti, dati, cognizioni, documenti e oggetti di cui sia venuta a conoscenza;
  • per quanto concerne i dati relativi allo svolgimento delle attività istituzionali si applicano le norme vigenti in materia di diritto di accesso alle informazioni ambientali come disciplinato dal DLgs. 195/05;
  • la Regione si riserva di ripianificare le suddette attività qualora ne emergesse l’esigenza per garantire il conseguimento degli obiettivi delle attività stesse, concordandolo con ARPA;
  • qualora per cause non imputabili ad ARPA e debitamente riconosciute dalla Regione, si dovessero verificare ritardi nella realizzazione delle attività previste, tali ritardi, ove giustificabili, daranno luogo a proroga dei tempi di ultimazione delle attività, concessa con atto formale dal responsabile del Servizio Risanamento atmosferico, acustico, elettromagnetico;

g) di stabilire che per l’espletamento di specifiche prestazioni, l’ARPA potrà avvalersi, rispettando la normativa di cui al DPR 252/1998, dell’opera di terzi. ARPA nei rapporti con tali soggetti, eviterà nel modo più assoluto di coinvolgere la Regione e farà fronte a sua cura e spese, agli eventuali diritti dovuti agli autori terzi. In nessun caso, però, i contratti con i terzi dovranno essere di impedimento all’espletamento delle attività oggetto della presente deliberazione;

h) di dare atto che all’Agenzia regionale per la Prevenzione e l’Ambiente della Regione Emilia-Romagna compete l’adempimento degli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla Legge 13 agosto 2010, n. 136 e succ. mod.;

i) di dare atto che: 

  • ad ARPA competono gli adempimenti previsti dall’art. 11 della Legge 16 gennaio 2003, n. 3;
  • il Codice Unico di Progetto (CUP) acquisito da ARPA, connesso all’intervento oggetto del presente provvedimento, dovrà essere comunicato al Servizio Risanamento Atmosferico, Acustico, Elettromagnetico regionale affinché lo stesso possa indicarlo nei successivi documenti amministrativi in cui si articola la procedura di spesa regionale;

j) di pubblicare per estratto la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it