E-R | BUR

n.48 del 07.03.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

L.R. n. 4/2016 e ss.mm.ii. - Parziale modifica delle deliberazioni di Giunta regionale n. 786/2017 e ss.mm.ii. e n.. 1066/2017 e ss.mm.ii.

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visto il D.lgs. 23 giugno 2011, n. 118, “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42” e ss.mm.;

Vista la Legge regionale 25 marzo 2016 n. 4 “Ordinamento turistico regionale – Sistema organizzativo e politiche di sostegno alla valorizzazione e promo-commercializzazione turistica. Abrogazione della Legge regionale 4 marzo 1998, n. 7 (Organizzazione turistica regionale – Interventi per la promozione e la commercializzazione turistica)” e ss.mm.;

Richiamate le seguenti proprie deliberazioni:

- n. 786/2017 “L.R. 4/2016 e s.m. art. 5 - Modalità, procedure e termini per l'attuazione degli interventi regionali per la promo-commercializzazione turistica”, così come modificata dalla propria deliberazione n. 1360/2017, in particolare il Capitolo 2 “Modalità, procedure e termini per l’attuazione dei progetti di marketing e promozione turistica di APT Servizi s.r.l.” dell’Allegato 1);

- n. 1066/2017 “L.R. 4/2016 e s.m. art. 5 comma 4 lett. c) - Approvazione bando ricorrente per concessione di contributi a progetti di promo-commercializzazione turistica realizzati da imprese, anche in forma associata”, così come modificata dalle proprie deliberazioni n. 1360/2017 e n. 1462/2017;

- n. 551/2017 “L.R. 4/16 - Art. 8 e art. 9 - Composizione e modalità di funzionamento della cabina di regia regionale”;

Preso atto di alcuni errori materiali rilevati nel testo del “Bando ricorrente per la concessione di contributi a progetti di promo-commercializzazione turistica realizzati da imprese, anche in forma associata”;

Valutata inoltre l’opportunità di ridefinire, nell’ambito di tale bando e delle modalità per l’attuazione dei progetti di marketing e promozione turistica di APT Servizi s.r.l., alcune tempistiche e procedure sulla base delle esigenze effettivamente rilevate;

Ritenuto pertanto opportuno modificare, come evidenziato nella parte dispositiva:

- il Capitolo 2 dell’Allegato 1) alla propria deliberazione n. 786/2017, così come modificato con propria deliberazione n. 1360/2017;

- l’Allegato A) alla propria deliberazione n. 1066/2017, così come modificato con proprie deliberazioni n. 1360/2017 e n. 1462/2017, dando atto del parere favorevole espresso in merito da parte della Cabina di regia regionale nella seduta del 15/2/2018;

Visti:

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.;

- la propria deliberazione n. 93 del 29 gennaio 2018 “Approvazione piano triennale di prevenzione della corruzione. Aggiornamento 2018-2020”, ed in particolare l’allegato B) “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2018-2020”;

Vista la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modificazioni ed integrazioni;

Richiamate infine le seguenti proprie deliberazioni:

- n. 56/2016, n. 270/2016, n. 622/2016, n. 702/2016, n. 1107/2016, n. 1949/2016, n. 468/2017, e n. 975/2017;

- n. 2416 del 29/12/2008, avente ad oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e succ. mod., per quanto applicabile;

Vista la determinazione dirigenziale n. 19445 del 1/12/2017;

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore regionale al Turismo e Commercio

A voti unanimi e palesi

delibera:

per le motivazioni indicate in premessa e che qui si intendono integralmente riportate:

1. di sostituire integralmente il testo del Capitolo 2 “Modalità, procedure e termini per l’attuazione dei progetti di marketing e promozione turistica di APT Servizi s.r.l.” dell’Allegato 1) alla propria deliberazione n. 786/2017, cosi così come modificata con propria deliberazione n. 1360/2017, col testo di seguito riportato:

“APT Servizi s.r.l. elabora i Progetti di marketing e promozione turistica, in particolare per i mercati internazionali, che vengono presentati in sede di Cabina di Regia regionale, che esprime, entro il 31 ottobre dell’anno antecedente quello di riferimento il parere previsto alla lettera b), comma 2 dell’art. 8 della L.R. n. 4/2016 e s.m.i.;

A seguito dell’acquisizione del sopracitato parere della Cabina di Regia e sulla base di quanto stabilito dalla convenzione quadro di durata poliennale stipulata tra Regione e APT Servizi s.r.l. ai sensi del comma 1 dell’art. 11 della L.R. n. 4/2016 e s.m.i., APT Servizi s.r.l. trasmette al Servizio competente la propria proposta per l’attuazione dei Progetti in oggetto, che sono approvati dalla Giunta regionale entro 30 giorni dal ricevimento della documentazione da APT Servizi s.r.l.;

In attuazione di quanto stabilito dalla Giunta regionale, il Responsabile del Servizio competente procede all’impegno delle risorse per la realizzazione dei Progetti di marketing e promozione turistica relativi all'anno di riferimento e dispone la stipulazione di apposito contratto con la medesima APT Servizi s.r.l.;

I Progetti di marketing e promozione turistica possono essere approvati anche per stralci funzionali e/o con integrazioni, avendo a riferimento le risorse regionali disponibili, nonché le esigenze straordinarie determinate anche da particolari condizioni, quali situazioni di criticità registrate su specifici mercati, criticità metereologiche/ambientali, crisi internazionali;

Nell’ambito dei Progetti di marketing e promozione turistica APT Servizi s.r.l. può prevedere anche l’inserimento delle azioni per i prodotti tematici trasversali di cui al comma 4 dell’art. 10 della L.R. 4/2016 e s.m.i.;

APT Servizi s.r.l., nell’ambito della funzione di coordinamento prevista dal medesimo riferimento di legge ed al fine di elaborare un programma di azioni coordinate, può avvalersi di un tavolo di coordinamento cui partecipano i rappresentanti delle Destinazioni Turistiche interessate. Il tavolo di lavoro è integrato con altri soggetti pubblici e privati avendo a riferimento la tipologia delle tematiche di riferimento.”;

2. di apportare all’Allegato A) alla propria deliberazione n. 1066/2017 “Bando ricorrente per la concessione di contributi a progetti di promo-commercializzazione turistica realizzati da imprese, anche in forma associata”, così come modificato con proprie deliberazioni n. 1360/2017 e n. 1462/2017, le seguenti modifiche: 

a) all’art. 10, è eliminato il terzo comma, che recita “Il Nucleo conclude l’attività di istruttoria amministrativa entro il 15 dicembre dell’anno precedente a quello di riferimento.”; 

b) all’art. 11, dopo l’ultimo comma, è inserito il seguente comma: “Clausola Transitoria: per i progetti presentati a valere per l’anno 2018, il Nucleo di valutazione tecnica conclude la propria attività entro il 15 marzo 2018, ad esclusione delle attività di cui all’art. 17”; 

c) all’art. 13, il primo comma:

“La Giunta regionale, entro il 31 gennaio dell’anno di riferimento approva:

- la graduatoria dei progetti ammissibili a contributo e l’elenco dei progetti giudicati non ammissibili, a seguito della proposta elaborata dal Servizio competente in materia di Turismo, sulla base delle risultanze del lavoro svolto dal Nucleo per l’istruttoria amministrativa e dal Nucleo di valutazione tecnica e secondo quanto stabilito dall’art. 4; 

- la concessione dei contributi ai progetti di promo-commercializzazione sulla base della graduatoria di cui al precedente punto a), tenuto conto delle risorse stanziate nell’apposito capito del bilancio regionale di previsione per l’esercizio finanziario e secondo il seguente ordine di priorità:

1. Progetti con valutazione “Alto”;

2. Progetti con valutazione “Medio”;

3. Progetti con valutazione “Basso”.”

è sostituito come segue:

“La Giunta regionale, entro il 31 gennaio dell’anno di riferimento:

- approva la graduatoria dei progetti ammissibili a contributo e l’elenco dei progetti giudicati non ammissibili, a seguito della proposta elaborata dal Servizio competente in materia di Turismo, sulla base delle risultanze dell’istruttoria amministrativa e del lavoro svolto dal Nucleo di valutazione tecnica; 

- definisce le percentuali di contributo applicabili ai progetti ritenuti ammissibili, nel rispetto di quanto stabilito dall’art. 4;

Il dirigente regionale responsabile per materia dispone con proprio atto, entro il 28 febbraio dell’anno di riferimento, la concessione dei contributi ai progetti di promo-commercializzazione sulla base di quanto stabilito dalla Giunta regionale, tenuto conto delle risorse stanziate nell’apposito capitolo del bilancio regionale di previsione per l’esercizio finanziario e secondo il seguente ordine di priorità:

1. Progetti con valutazione “Alto”;

2. Progetti con valutazione “Medio”;

3. Progetti con valutazione “Basso”.”;

d) la clausola transitoria riportata all’art. 13 “La Giunta regionale, per il bando relativo all’anno 2018, approva la graduatoria dei progetti ammissibili e la concessione dei contributi entro l’11 marzo 2018”, è sostituita come segue: “La Giunta regionale, per il bando relativo all’anno 2018, approva la graduatoria dei progetti ammissibili e le percentuali di contributo da applicare, entro il 31/3/2018. Con successivo atto il dirigente competente dispone la concessione dei contributi entro il 30/4/2018”; 

3. di dare atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa; 

4. pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it