E-R | BUR

n.128 del 15.05.2013 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Avviso pubblico per il conferimento di un incarico individuale con contratto di lavoro autonomo ad un Dirigente Medico nella disciplina di Anestesia e Rianimazione o di Oncologia per completamento del progetto della rete delle Cure palliative e la rete della Terapia del dolore sul territorio della Azienda USL di Rimini

In attuazione alla deliberazione del Direttore generale n. 293 del 3/5/2013 si procederà, ai sensi dell’art. 7 comma 6 del DLgs 165/01 e successive modificazioni e integrazioni, al conferimento di Incarico individuale con contratto di lavoro autonomo ad un Dirigente medico nella disciplina di Anestesia e Rianimazione o Oncologia, per completamento del progetto della rete delle Cure palliative e la rete della Terapia del dolore sul territorio della Azienda USL di Rimini

.

Il professionista dovrà garantire prestazioni di consulenza a pazienti oncologici, con malattia in fase avanzata o terminale, seguiti a domicilio, in Hospice o in carico a Reparti per acuti ma candidati ad una dimissione in regime protetto di assistenza domiciliare; il professionista dovrà altresì garantire una integrazione all'interno dei percorsi assistenziali della Oncologia aziendale (sedi di Rimini, Cattolica e Novafeltria) nella realizzazione della "Simultaneous care" al paziente oncologico con malattia in fase avanzata o terminale ed in particolare:

  • Attività clinico/assistenziale in Hospice.
  • Consulenze di Medicina Palliativa all'interno dei due Presidi Ospedalieri.
  • Consulenze al Medico di Medicina generale per pazienti seguiti a domicilio in materia di Cure Palliative o Terapia del Dolore (I livello, in linea con l’Accordo Stato-Regioni 2012).
  • Attività ambulatoriale di Medicina Palliativa e supporto assistenziale in regime di Day Hospice.
  • Collaborazione con la U.O. di Oncologia (sedi di Rimini, Cattolica e Novafeltria) per la creazione di un modello assistenziale di "Simultaneous Care" al paziente oncologico con malattia in fase avanzata o terminale.

Il professionista presterà la propria attività presso l’Hospice, il territorio dell’Ausl di Rimini (con riferimento specifico al servizio di assistenza domiciliare ed al rapporto con il Medico di Medicina generale) e presso i Presidi Ospedalieri aziendali.

Il progetto, di durata annuale, prevede un impegno lavorativo medio di 36 (trentasei) ore settimanali a fronte di un compenso pari a Euro 30.000,00 riferito al periodo di 12 (dodici) mesi, che verrà corrisposto in rate mensili pari a Euro 2.500,00 esente IVA ai sensi dell’art. 10 comma 18 del DPR 633/72 e s.m.i., a seguito di presentazione di regolare fattura emessa dal professionista.

Si precisa che il suddetto progetto è sottoposto a verifica dei risultati raggiunti con possibile disdetta anticipata in relazione alle eventuali riorganizzazioni di A.V.R. o Azienda Unica.

1 - Requisiti di ammissione

Possono partecipare al bando coloro che sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • Laurea in Medicina e Chirurgia.
  • Abilitazione all’esercizio della professione medica.
  • Iscrizione all'Albo dell'Ordine dei Medici-Chirurghi.
  • Specializzazione nella disciplina di Anestesia e Rianimazione oppure Oncologia.

Esperienza in Oncologia e Cure palliative con particolare riferimento alla presa in carico del paziente oncologico con malattia in fase avanzata o terminale (da documentare dettagliatamente nel curriculum formativo professionale allegato alla domanda di partecipazione).

Se rilasciato all’estero, il titolo di studio deve essere riconosciuto equiparato all’analogo titolo di studio conseguito in Italia, secondo la normativa vigente. 

Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel bando di avviso pubblico per la presentazione delle domande di ammissione.

Non possono accedere all'impiego coloro che siano stati esclusi dall'elettorato attivo nonché coloro che siano stati dispensati dall'impiego presso una Pubblica Amministrazione per aver conseguito l'impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile, ovvero licenziati dalla data di entrata in vigore del primo contratto collettivo. 

Ai sensi del DLgs 95/12, art. 5 - comma 9, e dei chiarimenti pervenuti con nota 2012/249228 del 24/10/2012 dall’Assessorato alla Sanità e Politiche Sociali della Regione Emilia-Romagna, è fatto divieto alle pubbliche amministrazioni di attribuire incarichi di studio e di consulenza a soggetti, già appartenenti ai ruoli delle stesse e collocati in quiescenza, che abbiano svolto, nel corso dell’ultimo anno di servizio, funzioni e attività corrispondenti a quelle oggetto dello stesso incarico di studio e consulenza. 

2 - Domanda di ammissione

La domanda di partecipazione al bando debitamente datata e firmata e redatta in carta semplice utilizzando lo schema di domanda e di curriculum allegati al presente bando, deve essere rivolta al Direttore generale dell'Azienda Unità Sanitaria Locale, e presentata nei modi e nei termini previsti dal successivo punto 3.

Nella domanda gli aspiranti dovranno dichiarare:

  1. cognome e nome, la data ed il luogo di nascita e la residenza;
  2. la cittadinanza posseduta;
  3. il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
  4. le eventuali condanne penali riportate, ovvero di non aver riportato condanne penali, nonché gli eventuali procedimenti penali pendenti in corso;
  5. il possesso dei requisiti di ammissione richiesti dal bando;
  6. la posizione nei riguardi degli obblighi militari;
  7. i servizi prestati come dipendenti presso Pubbliche Amministrazioni (con l’indicazione della disciplina/qualifica di inquadramento) e le eventuali cause di cessazione di precedenti rapporti di pubblico impiego, ovvero di non avere mai prestato servizio presso Pubbliche Amministrazioni;
  8. il domicilio presso il quale deve essere fatta all'aspirante, ad ogni effetto, ogni necessaria comunicazione; in caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto l'indicazione della residenza di cui al punto 1.

La domanda deve essere firmata ai sensi dell'art. 39, comma 1, del DPR. 445/00, non è richiesta l'autentica di tale firma.

La mancanza della firma, la omessa dichiarazione nella domanda dei requisiti richiesti per l'ammissione determina l'esclusione dalla procedura.

3 - Modalità e termini di presentazione della domanda

La domanda dovrà pervenire all'Azienda Usl di Rimini, a pena di esclusione, entro il termine perentorio del quindicesimo giorno non festivo successivo alla data di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna. Qualora detto giorno sia festivo, il termine è prorogato al giorno successivo non festivo.

La domanda di partecipazione alla procedura, debitamente datata e firmata e redatta in carta sempliceutilizzando lo schema di domanda e di curriculum allegati al presente bando, deve essere rivolta al Direttore generale dell'Azienda Unità Sanitaria Locale, e presentata nei seguenti modi:

- potrà essere presentata direttamente presso: Ausl di Rimini - Ufficio Concorsi - Via Coriano n. 38 - 47924 Rimini (dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12 ed inoltre il giovedì, escluso i giovedì prefestivi, dalle ore 15 alle ore 17). Si precisa che gli operatori dell’Azienda non sono abilitati né tenuti al controllo circa la regolarità della domanda e dei relativi allegati. All’atto della presentazione della domanda sarà rilasciata apposita ricevuta;

- inoltrata a mezzo del servizio postale (raccomandata con avviso di ricevimento) al seguente indirizzo: Azienda USL di Rimini - U.O. Acquisizione e Sviluppo Risorse Umane - Ufficio Concorsi - Via Coriano n. 38 - 47924 Rimini. Le domande si considerano prodotte in tempo utile se pervenute entro e non oltre il termine di scadenza indicato nel bando (a tal fine non fa fede il timbro postale). La busta dovrà recare la dicitura “contiene domanda di partecipazione a “L.P. Cure Palliative”.

La busta deve contenere un'unica domanda di partecipazione. In caso contrario, l'amministrazione non risponde di eventuali disguidi che ne potrebbero derivare.

- trasmessa tramite utilizzo della posta elettronica certificata personale del candidato, entro il termine di scadenza del bando, al seguente indirizzo di posta elettronica certificata pec.auslrn@legalmail.it.

La domanda con i relativi allegati deve essere inviata, all’indirizzo di posta elettronica certificata aziendale sopra indicata, in un unico file in formato pdf o p7m se firmati digitalmente, unitamente a fotocopia di documento di identità del candidato (per specifiche informazioni sulla posta elettronica certificata si rinvia al sito Internet aziendale: www. ausl.rn.it). Si precisa che la validità di tale invio, così come stabilito dalla normativa vigente, è subordinata all’utilizzo da parte del candidato di posta elettronica certificata personale. Non sarà pertanto ritenuto valido l’invio da casella di posta elettronica semplice/ordinaria anche se indirizzata all’indirizzo di posta elettronica certificata sopra indicato.

Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio: la eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto.

L'Amministrazione non si assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento di indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore, né per mancata restituzione dell'avviso di ricevimento in caso di spedizione per raccomandata.

Tutti i dati personali di cui l’Amministrazione sia venuta in possesso in occasione dell’espletamento della procedura selettiva verranno trattati nel rispetto del DLgs 196/03.

La presentazione della domanda da parte del candidato implica il consenso al trattamento dei propri dati personali, compresi i dati sensibili, a cura del personale assegnato all’ufficio preposto alla conservazione delle domande ed all’utilizzo delle stesse per lo svolgimento della procedura selettiva. Gli stessi potranno essere messi a disposizione di coloro che, dimostrando un attuale e concreto interesse nei confronti della suddetta procedura, ne facciano espressa richiesta ai sensi della Legge 241/90.

4 - Documentazione da allegare alla domanda  

Alla domanda di partecipazione redatta in carta semplice il concorrente dovrà allegare un curriculum formativo e professionale redatto su carta semplice, datato e firmato, in forma di dichiarazione sostitutiva, con allegata fotocopia di documento di identità.

Nel curriculum potranno essere evidenziati tutti gli elementi utili alla valutazione comparata.

I contenuti potranno essere documentati oppure dichiarati sottoforma di autocertificazione nei limiti di cui alla vigente normativa. 

Si precisa ai sensi della Legge 183/11 le certificazioni rilasciate dalle P.A. in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati.

Pertanto l’Azienda USL di Rimini in luogo dei certificati sopraddetti, potrà accettare solo dichiarazioni sostitutive di certificazione o dell’atto di notorietà di cui agli artt. 46 e 47 del DPR n. 445/00.

Resta salva la facoltà degli aspiranti di produrre in originale i certificati rilasciati da soggetti privati.

I certificati devono essere rilasciati dal legale rappresentante dell'Ente/Azienda.

La domanda di partecipazione all’avviso pubblico e i relativi documenti allegati non sono soggetti all’imposta di bollo.

Le pubblicazioni debbono essere edite a stampa e obbligatoriamente allegate. Devono essere presentate, ai fini della valutazione, in originale o in fotocopia autocertificata dal candidato, ai sensi del DPR 445/00, come conforme all’originale con le modalità sotto specificate.

Alla domanda deve essere allegato in duplice copia, in carta semplice, un elenco dei documenti e dei titoli presentati a supporto del curriculum, debitamente numerato, datato e firmato. Tutti i documenti allegati devono avere la stessa numerazione sia nell’elenco che nel curriculum.

5 - Valutazione dei curricula ed eventuale colloquio

Ai fini del conferimento dell’incarico verrà effettuata una valutazione comparata dei curricula con particolare riferimento a tutte le attività professionali e di studio idonee ad evidenziare le competenze acquisite in merito all’oggetto dell’incarico.

Si prevede la possibilità di un eventuale prova colloquio volta alla verifica dell’effettiva professionalità acquisita dai candidati.

La data, l’ora e la sede dell’espletamento dell’eventuale colloquio saranno notificate ai candidati che avranno presentato domanda in tempo utile ed in possesso dei requisiti richiesti.

6 - Conferimento dell’incarico

A seguito della valutazione comparata dei curricula e dell’eventuale prova-colloquio sarà formulato un ordine di assegnazione. Gli incarichi verranno conferiti in base a tale ordine di assegnazione.

A seguito dell’assegnazione dell’incarico il professionista stipulerà specifico contratto nel quale saranno indicati l’oggetto, l’attività, la durata, luogo di lavoro e il compenso.

I curricula dei candidati giudicati idonei potranno essere oggetto di ulteriori valutazioni al fine del conferimento di altri incarichi per nuove esigenze legate alle medesime professionalità.

La Direzione Aziendale si riserva la possibilità di revocare in ogni momento la procedura comparata ovvero di non procedere alla stipula del contratto con il candidato risultato idoneo per mutate esigenze di carattere organizzativo.

La presentazione della domanda comporta l’accettazione incondizionata delle norme contenute nel presente bando.

Per eventuali informazioni e per acquisire copia dell’avviso, gli aspiranti potranno rivolgersi all’Ufficio Concorsi dell’Azienda USL di Rimini - Via Coriano n. 38 - Rimini - (tel. 0541/707796) dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12 ed inoltre il giovedì, escluso i giovedì prefestivi, dalle ore 15 alle ore 17.

Il bando è altresì pubblicato sul sito Internet www.ausl.rn.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it