E-R | BUR

n.8 del 13.01.2021 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Istituzione di n. 1 borsa di studio della durata di un anno da affidare ad un laureato per una ricerca sul tema “Valutazione del dosaggio dei fattori di crescita piastrinici nei preparati PRP (plasma ricco in piastrine) autologhi ed omologhi al fine di determinare la dose terapeutica minima efficace per stimolare la riparazione dei tessuti tendinei e dermici” da svolgersi presso l’Unità Operativa Immunoematologia e Medicina Trasfusionale

In esecuzione della determinazione del Direttore della S.C. Interaziendale Area Giuridica n.1359 del 23/12/2020 sarà assegnata n. 1 borsa di studio, per il seguente progetto di ricerca:

“Valutazione del dosaggio dei fattori di crescita piastrinici nei preparati PRP ( plasma ricco in piastrine) autologhi ed omologhi al fine di determinare la dose terapeutica minima efficace per stimolare la riparazione dei tessuti tendinei e dermici”

da svolgersi presso l’Unità Operativa IMMUNOEMATOLOGIA E MEDICINA TRASFUSIONALE

La Borsa di Studio in oggetto avrà durata di DODICI mesi, eventualmente rinnovabile, e il costo, per l’intero periodo, è stato fissato in € 12.000,00, da intendersi comprensivi di ogni onere eventualmente dovuto dall’azienda e dal borsista selezionato.

Requisiti specifici di ammissione:

  • possesso di una delle seguenti lauree:

- Laurea triennale in Tecniche Sanitarie di Laboratorio Biomedico

- Laurea triennale in Biotecnologie con indirizzo medico, farmaceutico e veterinario

- Laurea magistrale/ vecchio ordinamento nelle discipline sopra citate 

  • Abilitazione e iscrizione all’Ordine; 

Saranno considerati titoli preferenziali: esperienza in ambito trasfusionale in particolare nella produzione di emocomponenti 

I requisiti specifici di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente avviso per la presentazione delle domande di ammissione. 

L’attività di ricerca del borsista sarà principalmente orientata ai seguenti argomenti:

preparazione di emocomponenti ad uso non trasfusionale autologhi ed omologhi e controlli di qualità nell’ambito del progetto oggetto della borsa di studio

L’assegnatario della borsa di studio dovrà prestare la propria attività presso l’Unità Operativa Immunoematologia e Medicina Trasfusionale sotto la sorveglianza e la collaborazione del Responsabile del progetto.

Il borsista ha l’obbligo di frequentare detta struttura al fine di compiere l’attività cui la borsa di studio è finalizzata, osservando un impegno secondo i tempi e le modalità stabilite dal Responsabile del progetto.

La borsa di studio assegnata non è cumulabile con rapporti di impiego presso enti pubblici o datori di lavoro privati; pertanto, all’atto del conferimento della borsa di studio, l’assegnatario dovrà dichiarare di non avere rapporti di impiego presso enti pubblici e datori di lavoro privati o di non essere titolare di collaborazioni o contratti libero professionali all’interno dell’Azienda. Il sopravvenire di una delle predette situazioni di incompatibilità comporta l’immediata decadenza del godimento della borsa di studio, pertanto gli assegnatari dovranno impegnarsi a dare tempestiva comunicazione dell’eventuale sopravvenire, durante lo svolgimento della ricerca, delle situazioni d’incompatibilità sopra indicate.

Il compenso sarà corrisposto in rate mensili posticipate, dietro attestazione del Responsabile del progetto circa l’avvenuto svolgimento degli impegni dei borsisti nel corso del mese.

Domanda di partecipazione:

La domanda di partecipazione, e la documentazione ad essa allegata, deve essere inviata al seguente indirizzo:

Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma - Struttura Complessa Interaziendale Area Giuridica - Ufficio Concorsi e Contratti Atipici - Via Antonio Gramsci n. 14 - 43126 Parma

Sulla busta andrà riportata la dicitura “domanda di partecipazione a procedura per affidamento di borsa di studio”

La domanda di partecipazione deve essere inoltrata in uno dei seguenti modi:

- ­a mezzo del servizio pubblico postale, o altro corriere pubblico o privato, con raccomandata A.R.

- tramite p.e.c. all’indirizzo: ufficiocontrattiatipici@cert.ao.pr.it

E’ esclusa ogni altra forma di presentazione o trasmissione.

Le domande dovranno pervenire, a pena di esclusione, entro le ore 12.00 del 15° giorno successivo a quello della data di pubblicazione dell’estratto del presente bando nel Bollettino Ufficiale Regione Emilia-Romagna e pertanto entro le ore 12.00 del 28 gennaio 2021.

A tal fine si precisa che non fa fede il timbro dell’Ufficio Postale accettante, ma esclusivamente il timbro-data apposto dal servizio postale dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma.

Qualora il giorno di scadenza sia festivo, il termine è prorogato alla stessa ora del primo giorno successivo non festivo.

Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio, l’eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto.

Nella domanda gli aspiranti dovranno dichiarare:

a) cognome, nome, data e luogo di nascita, residenza;

b) di non aver riportato condanne penali, precisando, in caso contrario, quali condanne abbia riportato ed i procedimenti penali eventualmente pendente a loro carico;

c) il possesso dei requisiti specifici di ammissione richiesti dal presente bando;

d) il domicilio presso il quale deve essere fatta, ad ogni effetto, ogni necessaria comunicazione. In caso di mancata comunicazione vale ad ogni effetto la residenza di cui alla lettera a).

La domanda deve essere firmata, non è richiesta l’autentica della firma. La mancata sottoscrizione della domanda e/o l’omessa indicazione anche di uno solo dei requisiti richiesti per l’ammissione comporterà l’esclusione dal presente avviso.

La modulistica in argomento è scaricabile dal sito www.ao.pr.it/lavorare/selezioni e concorsi.

Documentazione da allegare alla domanda:

Alla domanda di partecipazione i concorrenti devono allegare:

- curriculum vitae, sottoscritto e datato in ogni pagina, recante la dicitura:

“il sottoscritto è consapevole che in caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi verrà punito ai sensi del Codice Penale e delle Leggi speciali in materia così come previsto dall’art. 76 del D.P.R. n. 445/2000 e che, inoltre, qualora dal controllo effettuato emerga la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni rese, decadrà dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera – art. 75 del D.P.R. n. 445/2000.

E’ inoltre informato ed autorizza, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 13 del D. Lgs. 30/6/2003, n. 196, per quanto compatibili con il GDPR 679/2016, che i dati personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell’ambito del procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa” 

- fotocopia di un documento di identità

- fotocopia del codice fiscale

- la documentazione (titoli, pubblicazioni, attestati, ecc…) che considera opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito, può essere autocertificata mediante dichiarazione sostitutiva di certificazione o dell’atto di notorietà nei casi e nei limiti previsti dalla normativa vigente (artt. 46 e 47 DPR n. 445/2000, così come previsto anche dall’art. 15 comma 1 della L. n. 183/2011)

- gli aspiranti in possesso di titolo accademico straniero - conseguito a seguito di studi ed esami svoltisi all'estero presso Università statali o legalmente riconosciute – devono allegare riconoscimento in Italia di analogo titolo accademico italiano. 

Modalità di selezione  

Per la selezione dei candidati l’Amministrazione provvede alla nomina di una Commissione che sottoporrà i candidati ad una prova d’esame vertente sulle materie oggetto della borsa di studio tesa ad accertare le motivazioni, le attitudini e le capacità progettuali degli stessi, e che procederà alla valutazione dei titoli presentati e del curriculum formativo e professionale.

La commissione dispone, complessivamente, di 100 punti così ripartiti:

- 40 punti per i titoli

- 60 punti per il colloquio/prova teorico-pratica

Sulla base della prova d’esame e dei documenti presentati, la Commissione procederà alla formulazione della graduatoria finale.

Il vincitore entro 30 giorni dalla comunicazione di conferimento della borsa di studio dovrà - a pena di decadenza - iniziare l’attività oggetto della stessa.

L’Amministrazione si riserva la facoltà, in caso di rinuncia o di decadenza dei vincitori, di assegnare la borsa di studio al successivo candidato, utilmente classificato in graduatoria, che si renda disponibile.

Il superamento della prova è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espresso in termini numerici di almeno la metà più uno del punteggio massimo (51/100).

E’ escluso dalla graduatoria il candidato che non abbia conseguito nel colloquio/prova teorico pratica la prevista valutazione di sufficienza (31/60).

Nell’ambito della valutazione dei titoli saranno tenute in particolare considerazione le esperienze formative e professionali specifiche rispetto all’attività di ricerca oggetto della borsa di studio.

Il colloquio attinente le materie per le quali è richiesta la collaborazione, si terrà il giorno venerdì 29 gennaio alle ore 9.00 presso l’Aula G – Centro Congressi dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma – Via Gramsci n.14 - Parma

.

Tale comunicazione costituisce a tutti gli effetti convocazione al colloquio, pertanto i candidati sono tenuti a presentarsi nel luogo, alla data e ora indicati, muniti di idoneo documento di riconoscimento.

Adempimenti per l'assegnazione della borsa di studio:

La borsa di studio sarà assegnata in base al giudizio espresso dall’apposita Commissione di cui al punto precedente.

Il titolare dovrà sottoscrivere apposita accettazione con la quale si impegna al rispetto delle condizioni previste dal bando e nel regolamento per il conferimento delle borse di studio vigente presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma e ad iniziare l’attività nel termine stabilito dall’Azienda pena decadenza. L’accettazione dovrà pervenire all’Ufficio Concorsi e Contratti Atipici entro 7 giorni dal ricevimento dell’avviso di conferimento.

L’assegnazione potrà essere revocata, su motivata indicazione del Responsabile della ricerca:

- nel caso in cui, dopo l’inizio, l’attività non sia proseguita regolarmente e continuamente, salvo giustificato motivo;

- nel caso di gravi e ripetute mancanze;

- nel caso in cui il borsista dia prova di non possedere sufficiente attitudine all’attività di studio affidatagli;

L’assegnatario potrà recedere dando comunicazione scritta con preavviso di almeno 30 gg

L’Azienda si riserva la facoltà di conferire, in caso di rinuncia, decadenza, risoluzione anticipata o comunque di interruzione dell'attività dell’assegnatario, la relativa borsa di studio, al successivo candidato utilmente classificato in graduatoria che si renda disponibile, ovvero reperito mediante rinnovo dell’avviso pubblico per il periodo rimanente.

Assenze e sospensioni:

Le assenze debbono essere tempestivamente comunicate e giustificate al Responsabile della ricerca.

Per quanto riguarda la gravidanza, viene definito un periodo di sospensione obbligatoria di 5 mesi (2 mesi prima e 3 mesi dopo la data presunta del parto); la borsista madre può richiedere un ulteriore periodo di sospensione, non superiore a 6 mesi, subordinatamente al parere favorevole del Responsabile del progetto. Durante il periodo di sospensione non compete alcuna remunerazione.

Trattamenti dati personali:

L’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, in qualità di Titolare del trattamento, informa gli interessati che ai sensi dell’art. 13 GDPR 2016/679 i dati personali forniti dai candidati o acquisiti d’ufficio saranno raccolti presso S.C. Interaziendale Area Giuridica, anche in banca dati automatizzata, per le finalità inerenti la gestione della procedura e saranno trattati dalla medesima Struttura anche successivamente, a seguito di eventuale instaurazione di rapporto di lavoro, per la gestione dello stesso.

L’indicazione dei dati richiesti è obbligatoria ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dalla procedura. La presentazione della domanda di partecipazione all’avviso da parte dei candidati implica in ogni caso il consenso al trattamento dei dati personali, compresi i dati sensibili, con modalità sia manuale che informatizzata, a cura dell’ufficio preposto alla conservazione delle domande ed all’utilizzo delle stesse per lo svolgimento delle relative procedure.

Ai sensi degli artt. 15 e seguenti del GDPR 2016/679, i candidati hanno diritto di accedere ai dati che li riguardano e di chiederne l’aggiornamento, la rettifica, l’integrazione, nonché la cancellazione di dati non pertinenti o raccolti in modo non conforme alle norme. L’interessato può, altresì, opporsi al trattamento per motivi legittimi.

Disposizioni varie:

L’Amministrazione si riserva la più ampia facoltà in ordine alla proroga dei termini e alla loro sospensione, nonché alla revoca del presente avviso, qualora ne ravvisi la necessità.

Per ogni eventuali informazione rivolgersi all’Ufficio Concorsi e Contratti Atipici della S.C. Interaziendale Area Giuridica – Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma - Via Gramsci n. 14 – 43126 Parma (tel. 0521/704662 – 0521/704392) negli orari di apertura al pubblico: lunedì dalle ore 9.00 alle ore 12.30 e il giovedì dalle ore 9.00 alle ore 17.00

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it