E-R | BUR

n.61 del 14.03.2017 (Parte Seconda)

XHTML preview

Istituzione di capitoli di entrata e di spesa nell'ambito delle partite di giro per la contabilizzazione della ritenuta di cui all'art. 28 DPR 600/73 gestione sanitaria - Variazione di bilancio

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Visto il Decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 (Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42) e successive modificazioni e integrazioni;

Considerato in particolare l’articolo 51 che disciplina le variazioni del bilancio di previsione, del documento tecnico di accompagnamento e del bilancio gestionale ed in particolare il comma 4, che stabilisce che le variazioni di bilancio necessarie per l’adeguamento delle previsioni, compresa l’istituzione di tipologie e programmi, riguardanti le partite di giro e le operazioni per conto di terzi, sono predisposte con atto del responsabile finanziario della Regione;

Viste:

- la L.R. 15 novembre 2001, n. 40, recante l'ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, per quanto applicabile;

- la L.R. 23 dicembre 2016, n. 27 del recante “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2017-2019”;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 2338 del 21/12/2016 recante "Approvazione del documento tecnico di accompagnamento e del bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2017 – 2019";

Visti inoltre:

- l’art. 28 del DPR 29 settembre 1973 n. 600 “Ritenuta sui compensi per avviamento commerciale e sui contributi degli enti pubblici” in base al quale le regioni, le province, i comuni, gli altri enti pubblici e privati devono operare una ritenuta del quattro per cento a titolo di acconto dell'imposta sul reddito delle persone fisiche o dell'imposta sul reddito delle persone giuridiche dovuta dal percipiente e con obbligo di rivalsa sull'ammontare dei contributi corrisposti ad imprese, esclusi quelli per l'acquisto di beni strumentali;

- l’art. 20 del D.lgs. 23 giugno 2011 n. 118 “Trasparenza dei conti sanitari e finalizzazione delle risorse al finanziamento dei singoli servizi sanitari regionali” che prevede per le regioni un'esatta perimetrazione delle entrate e delle uscite relative al finanziamento del proprio servizio sanitario regionale;

Dato atto che il “Documento tecnico di accompagnamento e del bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2017 – 2019” approvato con la deliberazione di Giunta regionale n. 2338 del 21/12/2016 non ha previsto appositi capitoli di entrata e di uscita afferenti la gestione sanitaria per la ritenuta del quattro per cento ai sensi del DPR 600/1973;

Rilevata la necessità di procedere all’istituzione dei relativi capitoli di Bilancio dovendo procedere all’effettuazione della sopracitata ritenuta su un mandato di pagamento;

Ritenuto di dover provvedere alle relative variazioni di bilancio, quantificando in via prudenziale in 10.000,00 euro la movimentazione finanziaria derivante dalla applicazione della ritenuta in questione, relativamente all’esercizio in corso;

Richiamate le seguenti deliberazioni:

- n. 2416/2008 ad oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modificazioni;

- n. 66 del 25 gennaio 2016 avente ad oggetto: “Approvazione del piano triennale di prevenzione della corruzione e del programma per la trasparenza e l'integrità. Aggiornamenti 2016-2018”;

- n. 270 del 29 febbraio 2016 “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 622 del 28 aprile 2016 “Attuazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 702 del 16 maggio 2016 “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle direzioni generali – agenzie - istituto, e nomina dei responsabili della prevenzione della corruzione, della trasparenza e accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali, e dell'anagrafe per la stazione appaltante”;

Richiamata la determinazione n. 15705 del 7/10/2016 avente ad oggetto: “Delega funzioni ai dirigenti professional del Servizio Bilancio e Finanze”.

Dato atto dei pareri allegati;

determina

sulla base di quanto indicato in premessa e che qui si intende integralmente riportato: 

  1. di apportare al Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2017 – 2019 le variazioni di cui all’Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto;
  2. di apportare al Documento tecnico di accompagnamento al Bilancio di previsione 2017-2019 le variazioni di cui all’Allegato 2, parte integrante e sostanziale del presente atto;
  3. di apportare al Bilancio finanziario gestionale 2017-2019 le variazioni di cui all’Allegato 3, parte integrante e sostanziale del presente atto;
  4. di allegare al presente provvedimento di variazione il prospetto di cui all’allegato 8 al Decreto legislativo 23 giugno 2011, n.118, da trasmettere al Tesoriere (Allegato 4 parte integrante e sostanziale del presente atto;
  5. di dare atto che secondo quanto previsto dal D.Lgs 14 marzo 2013, n.33 nonché sulla base degli indirizzi interpretativi contenuti nella deliberazione n. 66/2016 il presente provvedimento non è soggetto agli obblighi di pubblicazione ivi contemplati;
  6. di pubblicare nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, il presente atto ai sensi del comma 8 dell'art. 31 della L.R. 15 novembre 2001, n. 40.

Il Responsabile del Servizio

Onelio Pignatti

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it