E-R | BUR

n.157 del 25.05.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Cessazione della programmazione e autorizzazione delle attività corsuali e di certificazione finalizzate al conseguimento della qualifica regionale di "Interprete in lingua italiana dei segni (LIS)", di cui alla DGR n. 1476/2005 e ss.mm.ii. Decreto 10 gennaio 2022

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Vista la legge regionale n. 12 del 30 giugno 2003, “Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro” e ss.mm.ii.;

Visto il Decreto Interministeriale 10 gennaio 2022 “Disposizioni in materia di professioni di interprete in lingua dei segni italiana e lingua dei segni italiana tattile”, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 81 del 6 aprile 2022;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 1476/2005 “Approvazione delle qualifiche professionali e dei relativi standard formativi - III provvedimento”, con la quale è stata approvata la qualifica di “Interprete in lingua italiana dei segni (LIS)”;

- n. 1372/2010 “Adeguamento ed integrazione degli standard professionali del repertorio regionale delle qualifiche” con cui si è approvata la rivisitazione di tutte le qualifiche facenti parte del Repertorio regionale e ss.mm.ii.;

- n. 1927/2018 “Integrazione e revisione degli standard professionali del repertorio regionale delle qualifiche: approvazione di una nuova qualifica per ‘Tecnico in modellazione BIM’ e aggiornamento della qualifica di ‘Interprete in lingua italiana dei segni (LIS)’”;

Richiamate inoltre le proprie deliberazioni:

- n. 1/2020 “Approvazione dell'Invito a presentare operazioni afferenti al Servizio Regionale di Formalizzazione e Certificazione delle competenze - attività autorizzate non finanziate - procedura di presentazione just in time”;

- n. 173/2021 “Approvazione dell'Invito a presentare operazioni in attuazione del Sistema Regionale delle Qualifiche e del Sistema Regionale di Formalizzazione e Certificazione - Attività autorizzate non finanziate - Procedura di presentazione just in time”;

- n. 174/2022 “Approvazione dell'Invito a presentare operazioni per il Servizio Regionale di Formalizzazione e Certificazione delle competenze in esito a percorsi di autonomia verso il lavoro - attività non finanziate - procedura di presentazione just in time”;

Preso atto che il succitato Decreto 10 gennaio 2022 ha regolamentato la professione di interprete in lingua dei segni italiana (LIS), definendone le funzioni e subordinandone l’esercizio all’acquisizione di specifici titoli universitari, in esito a percorsi da attivarsi da parte del Ministero dell'Università e della Ricerca;

Valutato pertanto opportuno di cessare la programmazione e l’autorizzazione di attività - corsuali o di certificazione - finalizzate al rilascio della qualifica regionale di Interprete in lingua italiana dei segni (LIS), al fine di tutelare gli utenti dall’eventuale partecipazione ad attività formative e di certificazione non idonee per l’accesso alla professione di interprete in lingua dei segni italiana (LIS), come regolamentata a livello nazionale dal detto Decreto 10 gennaio 2022;

Dato atto, infine, che alla data del presente atto:

- nessuna attività - corsuale o di certificazione - finalizzata al conseguimento della qualifica regionale di Interprete in lingua italiana dei segni (LIS), autorizzata e/o approvata e finanziata in esito alle procedure di evidenza pubblica risulta in corso di svolgimento o non ancora avviata;

- non sussistono agli atti del Settore competente richieste di autorizzazione in fase di istruttoria a valere sugli Inviti di cui alle proprie citate deliberazione n. 1/2020, n. 173/2021 e n. 174/2022 relative ad Operazioni riferite alla qualifica regionale di Interprete in lingua italiana dei segni (LIS);

Richiamata la Legge Regionale n. 43/2001 “Testo unico in materia di organizzazione e rapporti di lavoro” e ss.mm.ii.;

Visto il D. Lgs. n. 33 del 14 marzo 2013 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

Viste altresì le proprie deliberazioni:

- n. 2329 del 22 novembre 2019 “Designazione del Responsabile della Protezione dei dati”;

- n. 771 del 24 maggio 2021 “Rafforzamento delle capacità amministrative dell'Ente. Secondo adeguamento degli assetti organizzativi e linee di indirizzo 2021” con la quale si è proceduto al conferimento dell’incarico di Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (RPCT) per le strutture della Giunta della Regione Emilia-Romagna;

- n. 111 del 31 gennaio 2022 “Piano triennale di prevenzione della corruzione e trasparenza 2022-2024, di transizione al Piano integrato di attività e organizzazione di cui all'art. 6 del D.L. n. 80/2021”;

Richiamata la determinazione dirigenziale n. 2335 del 9/2/2022 avente ad oggetto “Direttiva di indirizzi interpretativi degli obblighi di pubblicazione previsti dal Decreto legislativo n.33 del 2013. Anno 2022”;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 87/2017 "Assunzione dei vincitori delle selezioni pubbliche per il conferimento di incarichi dirigenziali, ai sensi dell'art. 18 della L.R. 43/2001, presso la Direzione Generale Economia della conoscenza, del Lavoro e dell’Impresa”;

- n. 468/2017 "Il Sistema dei controlli interni della Regione Emilia-Romagna";

- n. 2200/2021 “Proroga della revisione degli assetti organizzativi dell'Ente e degli incarichi dirigenziali e di posizione organizzativa”;

- n. 324/2022 “Disciplina organica in materia di organizzazione dell'ente e gestione del personale”;

- n. 325/2022 “Consolidamento e rafforzamento delle capacità amministrative: riorganizzazione dell'ente a seguito del nuovo modello di organizzazione e gestione del personale”;

- n. 426/2022 “Riorganizzazione dell’ente a seguito del nuovo modello di organizzazione e gestione del personale. Conferimento degli incarichi ai Direttori Generali e ai Direttori di Agenzia”;

Richiamata infine la determinazione del Direttore Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell’Impresa n. 5595/2022 “Micro-organizzazione della Direzione generale Conoscenza, ricerca, lavoro, imprese a seguito della D.G.R. n. 325/2022. Conferimento incarichi dirigenziali e proroga incarichi di titolarità di posizione organizzativa”;

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in alcuna situazione di conflitto di interessi, ai sensi degli artt. 6, comma 2, 7 e 14, commi 2 e 3, del D.P.R. n. 62/2013 “Regolamento recante codice di comportamento dei dipendenti pubblici, a norma dell'articolo 54 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165”;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore allo Sviluppo Economico e Green Economy, Lavoro, Formazione; 

A voti unanimi e palesi

delibera

per le motivazioni espresse in premessa:

1. di cessare la programmazione e l’autorizzazione di attività - corsuali o di certificazione - finalizzate al rilascio della qualifica regionale di Interprete in lingua italiana dei segni (LIS), di cui alla propria deliberazione n. 1476/2005 e ss.mm.ii.;

2. di dare atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà alle pubblicazioni ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa, inclusa la pubblicazione ulteriore prevista dal piano triennale di prevenzione della corruzione, ai sensi dell’art. 7 bis, comma 3, del D.lgs. n. 33 del 2013 e ss.mm.ii.;

3. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico e sul sito tematico http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it