E-R | BUR

n.185 del 22.06.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Apprendistato per lo svolgimento di attività stagionali - art. 43 comma 8 D.Lgs. 81/2015: modalità di realizzazione dell'offerta formativa

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Viste le Leggi regionali:

- n. 12 del 30 giugno 2003, “Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro” ed in particolare l’art. 13 “Finanziamento dei soggetti e delle attività” e ss.mm.ii.;

- n. 17 del 1 agosto 2005, “Norme per la promozione dell’occupazione, della qualità, sicurezza e regolarità del Lavoro” e ss.mm.ii.;

- n. 5 del 30 giugno 2011 “Disciplina del sistema regionale dell’istruzione e formazione professionale” e s.m.i.;

- n. 9 del 30 maggio 2016 “Legge comunitaria regionale per il 2016” e in particolare l'art. 54 “Sistema di alternanza scuola-lavoro”; Visti inoltre:

- il D.Lgs. 15 giugno 2015, n. 81 “Disciplina organica dei contratti di lavoro e revisione della normativa in tema di mansioni, a norma dell'articolo 1, comma 7, della legge 10 dicembre 2014, n. 183. (15G00095)”;

- il D.Lgs. 14 settembre 2015, n.150 “Disposizioni per il riordino della normativa in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive, ai sensi dell'articolo 1, comma 3, della legge 10 dicembre 2014, n. 183”;

- il Decreto Interministeriale 12 ottobre 2015 “Definizione degli standard formativi dell'apprendistato e criteri generali per la realizzazione dei percorsi di apprendistato, in attuazione dell'articolo 46, comma 1, del decreto legislativo 15 giugno

2015, n. 81. (15A09396); Richiamate le deliberazioni di Giunta regionale:

- n.177/2003 “Direttive regionali in ordine alle tipologie di azione ed alle regole per l’accreditamento degli organismi di formazione professionale” e ss.mm.ii.;

- n.1298/2015 “Disposizioni per la programmazione, gestione e controllo delle attività formative e delle politiche attive del lavoro - Programmazione SIE 2014-2020”;

Richiamata la determinazione dirigenziale n. 21092/2021 “Aggiornamento elenco degli organismi accreditati di cui alla determina dirigenziale n. 17211 del 20 settembre 2021 e dell'elenco degli organismi accreditati per l'obbligo d'istruzione ai sensi della DGR 2046/2010 e per l'ambito dello spettacolo”;

Richiamata in particolare la deliberazione di Giunta n. 642/2017 “Integrazione alle proprie deliberazioni n.1859/2016 e n.438/2017, relativamente alle tipologie di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale e di apprendistato di cui all'art. 43 del D.Lgs. 81/2015 per lo svolgimento di attività stagionali, di cui agli allegati 1 e 2 della propria deliberazione n.963/2016”;

Vista in particolare la deliberazione di Giunta regionale n.963/2016 “Recepimento del Decreto Interministeriale 12/10/2015 e approvazione dello Schema di Protocollo d'intesa tra Regione Emilia-Romagna, Ufficio Scolastico Regionale, Università, Fondazioni ITS e Parti Sociali sulla "Disciplina di attuazione dell'apprendistato ai sensi del D.Lgs. 81/2015 e del Decreto Interministeriale 12/10/2015" - Attuazione art. 54 della L.R. 9/2016” e nello specifico l’allegato 2 “Intervento transitorio per l’attuazione dell’apprendistato di cui all’art. 43 del D.Lgs. 81/2015 per lo svolgimento di attività stagionali in attuazione del comma 8 dell’art. 43 del D.Lgs. 81/2015”;

Richiamate in particolare:

- la deliberazione di Giunta regionale n. 424 del 21/3/2022 “Approvazione Invito a presentare candidature per l'ammissione al Catalogo regionale dell'apprendistato di cui all'art. 43 del D.Lgs. n. 81/2015 per lo svolgimento di attività stagionali;

- la Determinazione Dirigenziale n. 9964 del 25/5/2022 “Approvazione del "catalogo dell'offerta formativa, ai sensi della deliberazione di giunta regionale n. 963/2016 per lo svolgimento di attività stagionali per l'anno 2022" in attuazione della DGR n. 424/2022”;

- la Determinazione dirigenziale n. 10437/2021 “Approvazione delle procedure e modalità di controllo per l'attribuzione e la liquidazione degli assegni formativi relativi all'apprendistato per lo svolgimento di attività stagionali - Art. 43 D.Lgs. 81/2015;

Vista inoltre la deliberazione di Giunta regionale n. 688 del 4/5/2022 “Apprendistato professionalizzante: modalità di realizzazione dell'offerta formativa” che dispone, con riferimento alla componente formativa esterna all’impresa nell’apprendistato professionalizzante, la possibilità di procedere con l’erogazione mista, ricorrendo pertanto anche alla formazione erogata a distanza in videoconferenza in forma sincrona, caratterizzata da forme di interattività tra gli apprendisti e i formatori nonché i tutor, e tra gli stessi apprendisti tra loro, garantendo la tracciabilità delle attività svolte nel rispetto delle disposizioni regionali in materia di corretta e completa tenuta delle attestazioni di presenza corredate della reportistica resa disponibile dalla piattaforma telematica utilizzata;

Ritenuto di precisare che i soggetti attuatori potranno procedere alla erogazione mista ricorrendo anche alla modalità a distanza in forma sincrona nel rispetto di quanto segue:

- unicamente a beneficio degli apprendisti, e pertanto garantendo, nella propria responsabilità, il conseguimento degli obiettivi formativi attesi;

- l’erogazione a distanza dovrà garantire l’interattività tra gli apprendisti e i formatori nonché i tutor, e tra gli stessi apprendisti tra loro;

- dovrà in ogni caso essere garantita, a fronte di specifica richiesta di uno o più partecipanti, la possibilità di fruizione in presenza presso la propria sede;

Ritenuto, altresì, di precisare che l’attività erogata a distanza e in forma sincrona dovrà essere debitamente documentata e tracciata, attraverso:

- la reportistica resa disponibile dalla piattaforma utilizzata attestante i collegamenti effettuati e ai relativi orari di inizio e fine collegamento per ciascun partecipante e docente formatore e/o tutor validi ai fini della determinazione della effettiva erogazione e presenza al percorso formativo nonché della coerenza della formazione erogata con gli obiettivi formativi attesi;

- la Scheda di presenza vidimata come da disposizioni vigenti e regolarmente compilata dal coordinatore/tutor per le ore erogate in videoconferenza in forma sincrona a distanza nelle quali la firma dell’apprendista e del docente formatore e/o tutor viene sostituita dalla dicitura “collegato via… (strumento digitale) con utenza… (riportare nickname e/o indirizzo di posta elettronica)”, a supporto sempre della reportistica prodotta dalle piattaforme informatiche utilizzate;

Ritenuto pertanto opportuno che la componente formativa per l’apprendistato stagionale ai sensi dell’art. 43 comma 8 D.lgs. 81/2015 possa essere erogata dai soggetti attuatori anche ricorrendo, oltre all’erogazione in aula in presenza, alla erogazione in videoconferenza in forma sincrona a distanza nel rispetto delle disposizioni regionali in materia di corretta e completa tenuta delle attestazioni di presenza corredate della reportistica resa disponibile dalla piattaforma telematica utilizzata al fine di garantire le stesse modalità di formazione e dare uniformità all’attività formativa in apprendistato e risponde alla esigenza di garantire la tutela delle situazioni ad oggi ancora rientranti negli effetti dell’emergenza sanitaria da covid-19 non completamente superata.

Valutato infine di precisare che l’attività formativa, indipendentemente dalle modalità di erogazione, dovrà essere fruita dagli apprendisti in orario di lavoro e in contesto esterno all’azienda e pertanto in spazi non ubicati all’interno della stessa area nella quale gli stessi svolgono la propria attività lavorativa e in assenza di attività lavorative contestuali e che tali condizioni/obblighi dovranno essere espressamente previsti nella lettera di conferimento incarico e accettati dai firmatari;

Visti:

- il Decreto Legislativo, n. 33/2013 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 2329/2019 ad oggetto “Designazione del Responsabile della Protezione dei dati”;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 771/2021 “Rafforzamento delle capacità amministrative dell’Ente secondo adeguamento degli assetti organizzativi e linee di indirizzo 2021”;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 111/2022 “Piano triennale di prevenzione della corruzione e trasparenza 20222024, di transizione al piano integrato di attività e organizzazione di cui all'art. 6 del D.L. n. 80/2021”;

- la determinazione dirigenziale n. 2335/2022 “Direttiva di indirizzi interpretativi degli obblighi di pubblicazione previsti dal Decreto Legislativo n.33 del 2013. Anno 2022” e, in particolare, l’Allegato A);

Vista la Legge regionale n.43/2001 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e ss.mm.ii.;

Richiamate inoltre le seguenti deliberazioni di Giunta regionale:

– n.2416/2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007” e ss.mm. per quanto applicabile;

– n.468/2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

– n. 2200/2021 “Proroga della revisione degli assetti organizzativi dell'Ente e degli incarichi dirigenziali e di posizione organizzativa”;

– n. 324/2022 “Disciplina organica in materia di organizzazione dell’ente e gestione del personale”;

– n. 325/2022 “Consolidamento e rafforzamento delle capacità amministrative: riorganizzazione dell’ente a seguito del nuovo modello di organizzazione e gestione del personale”;

– n.426/2022 “Riorganizzazione dell’ente a seguito del nuovo modello di organizzazione e gestione del personale. Conferimento degli incarichi ai Direttori Generali e ai Direttori di

Agenzia”;

Richiamata inoltre la determinazione dirigenziale del Direttore generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell'Impresa n. 5595 del 25 marzo 2022 “Micro-organizzazione della Direzione Generale Conoscenza, Ricerca, lavoro, Imprese a seguito della D.G.R. n. 325/2022.Conferimento incarichi dirigenziali e proroga incarichi di titolarità di Posizione organizzativa”;

Attestato che il sottoscritto dirigente, responsabile del procedimento, non si trova in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Attestata la regolarità amministrativa del presente atto;

determina

per le motivazioni espresse in premessa di:

1. di prevedere, con riferimento alla componente formativa esterna all’impresa nell’apprendistato di cui all’art. 43 comma 8 del D.Lgs. 81/2015, la possibilità di procedere con l’erogazione mista, ricorrendo pertanto anche alla formazione erogata a distanza in videoconferenza in forma sincrona, caratterizzata da forme di interattività tra gli apprendisti e i formatori nonché i tutor, e tra gli stessi apprendisti tra loro, garantendo la tracciabilità delle attività svolte nel rispetto delle disposizioni regionali in materia di corretta e completa tenuta delle attestazioni di presenza corredate della reportistica resa disponibile dalla piattaforma telematica utilizzata;

2. di stabilire che le suddette attestazioni di presenza e la reportistica resa disponibile dalle piattaforme telematiche utilizzate sono parte integrante della documentazione necessaria ai fini della determinazione della effettiva presenza al percorso formativo nonché della coerenza della formazione erogata con gli obiettivi formativi attesi;

3. di confermare che l’attività formativa, indipendentemente dalle modalità di erogazione, dovrà essere fruita dagli apprendisti in orario di lavoro e in contesto esterno all’azienda e pertanto in spazi non ubicati all’interno della stessa area nella quale gli stessi svolgono la propria attività lavorativa e in assenza di attività lavorative contestuali e che tali condizioni/obblighi dovranno essere espressamente previsti nella lettera di conferimento incarico e accettati dai firmatari;

4. di stabilire che suddette modalità si applicano all’offerta formativa approvata con Deliberazione n. 424 del 21/3/2022 per l’anno 2022;

5. di confermare, in ogni altra parte, tutto quanto indicato nella determinazione dirigenziale n. 10437/2021 “Approvazione delle procedure e modalità di controllo per l'attribuzione e la liquidazione degli assegni formativi relativi all'apprendistato per lo svolgimento di attività stagionali - Art. 43 D.Lgs. 81/2015”;

6. di dare atto infine che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà alle pubblicazioni ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa, inclusa la pubblicazione ulteriore prevista dal piano triennale di prevenzione della corruzione, ai sensi dell'art. 7 bis, comma 3, del D.lgs. n. 33 del 2013 e ss.mm.ii.;

7. di pubblicare la presente determinazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico e sul sito http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it