E-R | BUR

n. 176 del 22.12.2010 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

L.R. 13/99 - Programma triennale per lo spettacolo 2009-2011 - Individuazione beneficiari e assegnazione contributi per spese di investimento - Annualità 2010

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Viste:

- la L.R. 13/1999 “Norme in materia di spettacolo” e in particolare l’art. 4, comma 2 e l’art. 9;

- la deliberazione dell’Assemblea legislativa regionale n. 203 del 3 dicembre 2008 “Programma regionale in materia di spettacolo ai sensi della L.R. 13/99, Art. 5. Obiettivi, azioni prioritarie e procedure per il triennio 2009-2011” (Proposta della Giunta regionale in data 17 novembre 2008, n. 1914), con la quale, nell’ambito delle finalità generali, con specifico riferimento agli interventi per spese di investimento, sono state definite le azioni necessarie per individuare i progetti da ammettere al contributo regionale;

-la propria deliberazione n. 2254, del 22 dicembre 2008, recante “L.R. 13/99. Norme in materia di spettacolo - Avviso per la presentazione dei progetti relativi ad attività ed interventi per spese di investimento nel settore dello spettacolo - Triennio 2009-11” in attuazione di quanto previsto al paragrafo 8 del citato Programma regionale;

Considerato che alla data di scadenza dell’1 febbraio 2010, fissata all’interno dell’avviso di cui sopra, sono pervenute al Servizio Cultura, Sport e Progetto giovani della Regione n. 8 domande di contributo, corredate della relativa documentazione, e che tutte sono risultate ammissibili a seguito dell’istruttoria effettuata dal Servizio regionale competente che ne ha verificato la conformità ai requisiti e la coerenza con gli obiettivi e le azioni prioritarie indicate nel sopracitato Programma regionale;

Dato atto che, per quanto riguarda i seguenti progetti, inerenti la realizzazione degli interventi relativi alla conservazione e valorizzazione del patrimonio storico e artistico dello spettacolo, di cui alla L.R. 13/99, art. 4, comma 2, lettera c), individuati rispettivamente con il n. 2 e n. 5 nella tabella A) – allegata quale parte e sostanziale del presente provvedimento - è stato acquisito agli atti del Servizio competente il parere favorevole dell’IBACN in merito all’attuazione dei progetti:

Comune richiedente

Intervento Struttura

Costo totale

Bologna

Interventi 2010 di tutela e valorizzazione del patrimonio del Comune di Bologna conservato c/o l’Istituzione della Cineteca

800.000,00

Cesena

Incremento audiovisivi e loro catalogazione; incremento archivi fotografici, catalogazione e realizzazione collezioni digitali; attrezzature per la mediateca e le 2 sale cinematografiche

167.990,00

Dato atto che la complessiva richiesta di contributi sul bando di che trattasi, per l’anno 2010, è risultata superiore di Euro 16.067,20 rispetto allo stanziamento previsto nel bilancio regionale;

Ritenuto opportuno, ai fini di un’equa distribuzione delle risorse, assegnare i contributi sulla base del seguente criterio:

a) assegnare un contributo per l’attuazione di ciascun progetto pari a quanto richiesto da ogni singolo beneficiario, operando un’unica riduzione pari ad Euro 16.067,20 alla richiesta di contributo più alto, ossia al progetto relativo al “Teatro Ariosto - Messa a norma della sala spettacolo”, presentata dal Comune di Reggio Emilia, la cui richiesta ammonta ad Euro 470.350,00;

b) determinare di conseguenza il contributo a favore del Comune di Reggio Emilia per l’attuazione del sopracitato progetto in Euro 454.282,80;

Verificato, sulla base delle comunicazioni trasmesse dai Comuni beneficiari che tutti gli interventi rientrano nell’ambito delle spese di investimento ammissibili ai sensi dell’art. 3, comma 18, lett. g) della Legge 350/03, trattandosi di contributi destinati ad incrementare il patrimonio pubblico degli Enti stessi;

Richiamate:

- la L.R. 15 novembre 2001, n. 40;

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 e ss.mm;

- la L.R. 22 dicembre 2009, n. 24 - “Legge finanziaria regionale adottata a norma dell’articolo 40 della L.R. 15 novembre 2001, n. 40, in coincidenza con l’approvazione del Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2010 e del Bilancio pluriennale 2010-2012”;

- la L.R. 22 dicembre 2009, n. 25 - “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2010 e Bilancio pluriennale 2010-2012”;

- la L.R. 23 luglio 2010, n. 7 - “Legge finanziaria regionale adottata a norma dell’articolo 40 della L.R. 15 novembre 2001, n. 40, in coincidenza con l’approvazione della legge di assestamento del Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2010 e del Bilancio pluriennale 2010-2012. Primo provvedimento generale di variazione”;

- la L.R. 23 luglio 2010, n. 8 – “Assestamento del Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2010 e del Bilancio pluriennale 2010-2012 a norma dell’articolo 30 della Legge regionale 15 novembre 2001, n. 40. Primo provvedimento generale di variazione”;

- le proprie deliberazioni n. 1057 del 24 luglio 2006 e s.m., n. 1663 del 27 novembre 2006 e n. 1173 del 27 luglio 2009;

- la propria deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/08. Adeguamento della delibera 450/07” e succ. mod.;

Dato atto dei pareri allegati,

Su proposta dell’Assessore competente;

A voti unanimi e palesi,

delibera:

  1. di prendere atto dell’istruttoria effettuata dal Servizio regionale competente sulle domande pervenute in esito all’Avviso per la presentazione dei progetti relativi ad attività ed interventi per spese di investimento nel settore dello spettacolo – triennio 2009-2011 di cui alla propria deliberazione 2254/08, in attuazione del Programma regionale in materia di spettacolo ai sensi della L.R. 13/99;
  2. di approvare, sulla base delle motivazioni e dei criteri espressi in premessa, e che qui si intendono integralmente richiamati, ed in attuazione del Programma regionale 2009-2011 di cui alla deliberazione dell’Assemblea legislativa n. 203 /2008, nonché della propria deliberazione 2254/08, i progetti ammissibili ai contributi regionali di cui all’allegata Tabella A), parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  3. di assegnare, ai soggetti beneficiari indicati nella allegata Tabella A), i contributi regionali in conto capitale per l’attuazione degli interventi a fianco di ciascuno specificati e per gli importi ivi stabiliti per un totale complessivo di Euro 2.000.000,00;
  4. di dare atto che l’onere finanziario massimo quantificato in Euro 2.000.000,00, come sopra determinato, derivante dalla presente deliberazione, trova copertura finanziaria nell’ambito del Capitolo 70678 “Fondo unico regionale per le attività nel settore dello spettacolo: contributi agli Enti locali per investimenti (art. 4, comma 2, L.R. 5 luglio 1999, n. 13), afferente all’U.P.B. 1.6.5.3.27500”, del Bilancio di previsione regionale per l’esercizio finanziario 2010;
  5. di stabilire, ai fini dell’ottenimento dei contributi da parte dei soggetti beneficiari per la realizzazione degli interventi riportati nella succitata allegata Tabella A), le procedure indicate di seguito:

5.1 Documentazione da presentarsi da parte del soggetto beneficiario

Ogni soggetto beneficiario dovrà provvedere ad inoltrare al Servizio Cultura, Sport e Progetto giovani della Regione Emilia-Romagna:

- ai fini dell’impegno di spesa, gli atti amministrativi con i quali sono stati approvati i progetti definitivi/esecutivi e la documentazione comprovante l’avvio delle procedure di spesa, con l’indicazione dei tempi previsti per il completamento delle opere e/o delle forniture, nonché il relativo costo, l’eventuale rideterminazione del piano finanziario dell’opera, dando atto del concorso della Regione Emilia-Romagna al finanziamento del progetto specifico;

- ai fini dell’erogazione del primo acconto del contributo, quale anticipazione del 40% del contributo concesso, la documentazione comprovante l’avvenuta consegna delle opere e/o dell’avvio delle forniture;

- ai fini della liquidazione del secondo acconto, a saldo del contributo regionale spettante, la documentazione comprovante il completamento delle opere e/o delle forniture, e i relativi atti di approvazione del collaudo e della spesa finale, necessaria anche per la presa d’atto dell’ultimazione della realizzazione;

5.2 Provvedimenti del Dirigente regionale competente

Il Dirigente regionale competente provvederà con propri atti formali:

- alla presa d’atto dei progetti definitivi/esecutivi approvati, e dei relativi piani finanziari, nonché alla presa d’atto del termine di inizio e alla fissazione del termine di completamento delle procedure di spesa che comunque non potrà eccedere il termine del 31 dicembre 2013;

- alla proporzionale rideterminazione in diminuzione del contributo regionale nel caso in cui il costo risultasse inferiore a quello ammissibile indicato nel presente provvedimento alla Tabella allegata A). Il contributo resterà, invece, invariato in caso di aumento dei costi complessivi dell’intervento;

- alla concessione del contributo e contestuale assunzione del relativo impegno di spesa sul pertinente capitolo di bilancio;

- alla liquidazione e alla richiesta di emissione dei titoli di pagamento, ai sensi degli artt. 51 e 52 della L.R. 40/01 e della propria deliberazione 2416/08 e s.m., con le seguenti modalità di erogazione:

  • il primo acconto, nella misura del 40% del contributo concesso, quale anticipazione sui costi complessivi delle opere e/o delle forniture, sarà erogato a seguito dell’avvenuta presentazione della documentazione comprovante la consegna dei lavori e/o l’avvio delle forniture prodotta dal beneficiario;
  • il secondo acconto, nella misura del 60%, a saldo del contributo regionale concesso, a seguito dell’avvenuta ultimazione delle opere e/o delle forniture e delle relative procedure di spesa, a presentazione della documentazione comprovante i costi effettivamente sostenuti;

- alla rideterminazione del contributo regionale concesso, in sede di liquidazione del saldo, qualora il costo finale delle opere e/o delle forniture risultasse inferiore a quello ammissibile indicato in fase di concessione, rapportandolo in percentuale a tale nuovo importo, verificando comunque che la parte eseguita si configuri come stralcio funzionale. Il contributo resterà, invece, invariato in caso di aumento dei costi complessivi sostenuti per le opere e/o le forniture di che trattasi;

- alla concessione delle eventuali proroghe dei termini previsti per il completamento delle procedure di spesa e all’eventuale dichiarazione di decadenza o revoca dei contributi di cui alla allegata Tabella A);

  1. i beneficiari dovranno provvedere alla predisposizione di idonea cartellonistica o informazione conforme alle prescrizioni contenute all’art. 41 della L.R. 6/04 e all’utilizzo di materiali informativi che rendano evidente che le stesse opere sono state realizzate con il contributo finanziario della Regione Emilia-Romagna;
  2. di nominare, per le fasi gestionali di competenza della Regione Emilia-Romagna, in qualità di Responsabile del Procedimento, il dott. Nazzareno Archetti collaboratore del Servizio Cultura, Sport e Progetto giovani;
  3. di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it