E-R | BUR

n.18 del 28.01.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

L.R. 17/02 - Delibere di G.R. 23 luglio 2014 nn. 1417 e 1418 - Approvazione graduatorie provinciali - Assegnazione e concessione contributi ai soggetti privati - Assegnazione contributi ai soggetti pubblici

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Viste:

- la L.R. 15/11/2001, n. 40, in particolare l’art. 47;

- la L.R. 26/11/2001, n. 43 e successive modifiche;

- la propria delibera n. 2416/08 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modifiche;

- la L.R. 1 agosto 2002, n. 17 "Interventi per la qualificazione delle stazioni invernali e del sistema sciistico della Regione Emilia-Romagna" e successive modificazioni;

- la Legge 16 gennaio 2003, n. 3 “Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione” ed in particolare l’articolo 11;

- la Legge 350/2003 ed in particolare l’art. 3 comma 18 lettera g);

Visti inoltre:

- la propria delibera n. 1430 del 21 luglio 2003 con cui gli impianti a fune della Regione Emilia-Romagna sono stati individuati come "Impianti a fune sportivi per utenza puramente locale", in considerazione delle loro caratteristiche, funzioni nonché al bacino d'utenza di riferimento;

- la propria delibera 4 novembre 2013, n. 1564 “L.R. 1/8/2002, n. 17 – Programma stralcio 2013-2014 – Approvazione ripartizione fondi – Approvazione testo integrato e aggiornato dei criteri e modalità per l’attuazione dei programmi regionali” e successive modificazioni;

- la L.R. 25 luglio 2013, n. 9 ed in particolare l’art. 24 “Modifiche alla L.R. 17/2002”;

Richiamato in particolare il comma 1 dell'art. 1 della L.R. 17/02 che finalizza gli interventi di incentivazione al miglioramento delle stazioni invernali esistenti, del sistema sciistico e degli impianti a fune, a fini di sostegno all'occupazione ed allo sviluppo economico e sociale della montagna;

Considerato che tali obiettivi possono essere raggiunti esclusivamente nel caso in cui beni e strutture, oggetto dei finanziamenti disposti col presente atto, siano utilizzati esclusivamente per le finalità e nelle stazioni turistiche invernali beneficiarie dei suddetti contributi;

Vista la propria delibera 23 luglio 2014, n. 1417 “L.R. 1/8/2002, n. 17 – Riparto fondi programma stralcio 2014-2015 – Interventi di cui all’art. 8 lettere da A) ad I) da destinare a soggetti pubblici”;

Dato atto che con la suddetta delibera sono stati ripartiti i fondi alle Province, come indicato in ALLEGATO 1) parte integrante della presente delibera, per un importo complessivo di Euro 500.000,00;

Considerato che con nota a firma dell’Assessore Maurizio Melucci prot. n. PG 2014-0327744 del 17/9/2014, sono stati definiti, alla data del 15 ottobre 2014, i termini per la presentazione delle graduatorie da parte delle Province di Parma, Modena e Forlì-Cesena e che tali termini sono stati rispettati;

Vista la propria delibera 23 luglio 2014, n. 1418: “L.R. 1/8/2002, n. 17 - Programma stralcio 2014-2015 - Ripartizione fondi interventi di cui all’art. 8 lettere da A) ad I) da destinare a beneficiari privati”;

Dato atto che con la suddetta delibera sono stati ripartiti i fondi alle Province, come indicato in ALLEGATO 2) parte integrante della presente delibera, per un importo complessivo di Euro 300.000,00, stabilendo inoltre il termine per la presentazione delle graduatorie provinciali a 60 giorni dalla data di approvazione della delibera stessa, termine ordinatorio;

Dato atto che le Province di Parma, Modena e Forlì-Cesena a seguito della ripartizione dei fondi di cui alla propria delibera 1417/2014, hanno provveduto all’adozione delle graduatorie provinciali, che di seguito si riportano:

PROVINCIA DI PARMA - delibera di Giunta provinciale n. 361 del 25 settembre 2014;

PROVINCIA DI PARMA - decreto presidenziale n. 3 del 3 novembre 2014;

PROVINCIA DI MODENA - delibera di Giunta provinciale n. 295 del 30 settembre 2014;

PROVINCIA DI MODENA - lettera a firma del Dirigente del Servizio Industria, Commercio, Turismo e Cultura della Provincia di Modena Prot. n. 100271/08-07-03 - del 15 ottobre 2014;

PROVINCIA DI FORLI’-CESENA - delibera di Giunta provinciale n. 367 del 7 ottobre 2014;

Dato atto

- che gli Enti pubblici beneficiari dei contributi inseriti nelle graduatorie provinciali hanno richiesto i Codici Unici di Progetto degli interventi ammessi;

- che i CUP sono indicati nelle graduatorie delle Province di Parma, Modena e Forlì-Cesena, riportate in ALLEGATO 3), parte integrante della presente delibera;

Preso atto delle dichiarazioni delle Province acquisite agli atti,di cui alle seguenti note:

PROVINCIA DI PARMA: Prot. n. 079647 del 12/12/2014 - acquisita agli atti del servizio con prot. n. PG 489302 del 15/12/2014;

PROVINCIA DI MODENA: inviata tramite PEC il 2/12/2014 - acquisita agli atti del servizio con prot. n. PG/467610 del 3/12/2014

PROVINCIA DI FORLI’-CESENA: inviata tramite PEC l'1/12/2014 - acquisita agli atti del servizio con prot. n. PG/467664 del 3/12/2014

con cui le Province dichiarano che le graduatorie riguardanti interventi a favore di Enti pubblici, indicati in ALLEGATO 3) alla presente delibera, rientrano nell’ambito delle spese di investimento ammissibili ai sensi del già citato art. 3, comma 18, lett. G) della L. 350/03 (Legge finanziaria 2004), trattandosi di contributi destinati al patrimonio di proprietà degli stessi Enti pubblici;

Dato atto che le Province di Reggio Emilia e Modena a seguito della ripartizione dei fondi di cui alla propria delibera 1418/2014, hanno provveduto all’adozione delle graduatorie provinciali, che di seguito si riportano:

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA - delibera di Giunta provinciale n. 168 del 25 settembre 2014;

PROVINCIA DI MODENA - delibera di Giunta provinciale n. 294 del 30 settembre 2014;

Dato atto:

- che è stato richiesto dal Servizio regionale Turismo e Qualità Aree Turistiche alla competente struttura ministeriale, il Codice Unico di Progetto (CUP) per i progetti di investimento approvati dalle Province di Reggio Emilia e Modena;

- che i CUP sono indicati nelle graduatorie delle Province di Reggio Emilia e Modena riportate in ALLEGATO 4), parte integrante della presente delibera;

Verificato dal competente Servizio regionale che:

- le proposte di graduatoria di cui ai programmi provinciali e relative integrazioni, sopra riepilogati, sono conformi ai criteri indicati alla propria delibera n. 1564/13 e che le percentuali di contributo corrispondono a quelle stabilite dalla L.R. 17/02;

- che i soggetti beneficiari hanno regolarmente inviato la documentazione prevista al paragrafo D) dell’ALLEGATO 2 alla propria delibera n. 1564/2013 ed in particolare i soggetti pubblici, in relazione al punto 5) del citato paragrafo D), hanno presentato il progetto preliminare degli interventi;

Dato atto che l’importo di Euro 800.000,00 disponibile per il programma stralcio 2014-2015 - Interventi di cui alla L.R. 17/02 - art. 8 - lettere dalla A) alla I) trova copertura:

- quanto ad Euro 500.000,00 sul Capitolo 25780 "Contributi a EE.LL. per interventi di sistemazione delle aree interessate da impianti di risalita e piste di discesa e per la revisione degli impianti a fune (art. 8, L.R. 1 agosto 2002, n. 17)” afferente l’U.P.B. 1.3.3.3.10010;

- quanto ad Euro 300.000,00 sul Capitolo 25572 “Contributi in conto capitale per interventi relativi a sistemazione, revisione, innovazione, ammodernamento ed al miglioramento dei livelli di sicurezza di piste da sci e impianti a fune (art. 8, L.R. 1 agosto 2002, n. 17)" afferente l’U.P.B. 1.3.3.3.10010;

Dato atto inoltre:

- che le graduatorie dei contributi ammessi ai sensi dell’art 8 - lettere dalla A) alla I) della L.R. 17/02 – a favore di beneficiari pubblici sono riportate in ALLEGATO 3) parte integrante della presente delibera;

- che le graduatorie dei contributi ammessi ai sensi dell’art 8 - lettere dalla A) alla I) della L.R. 17/02 - a favore di beneficiari privati sono riportate in ALLEGATO 4) parte integrante della presente delibera;

Verificato:

- che all’interno della graduatoria della Provincia di Modena approvata con delibera di G.P. n. 294/2014, al beneficiario Zerolupi Srl di Sestola (MO) è stato quantificato un contributo di Euro 161.959,43 a fronte di una spesa ammissibile di Euro 231.370,62;

- che l’importo stesso supera il limite oltre il quale deve essere acquisita la documentazione antimafia di cui al D.Lgs. 159/2011 e successive modifiche;

Considerato che il Servizio regionale competente, in data 23 ottobre 2014 prot. n. PG/14/387713, ha richiesto alla Prefettura - UTG di Modena, ai sensi ex art. 91 D.Lgs. 159/2011 e successive modifiche, informazione antimafia relativa alla Società Zerolupi Srl - Corso Umberto I n. 74 - Sestola (MO);

Dato atto che, per il decorso del termine di cui al comma 2, art. 92 del citato D.Lgs. n. 159/2011 e successive modifiche, si ritiene di procedere nei confronti della Società Zerolupi Srl - Corso Umberto I n. 74 - Sestola (MO) in assenza dell’informazione antimafia, fatta comunque salva la facoltà di revoca, così come previsto sempre dal comma 3 del medesimo articolo;

Dato atto inoltre che dell’eventuale acquisizione della documentazione antimafia di cui sopra, se ne darà atto nel primo provvedimento di liquidazione;

Ritenuto che, per le motivazioni indicate ai paragrafi precedenti si possa procedere:

- all’assegnazione e concessione dei contributi ai soggetti privati di cui alle graduatorie riportate all’ALLEGATO 4) parte integrante del presente atto;

- all’assegnazione dei contributi ai soggetti pubblici di cui alle graduatorie riportate all’ALLEGATO 3) parte integrante del presente atto, dando atto che alla concessione ed all’assunzione del relativo impegno di spesa, si provvederà con successivo provvedimento del Dirigente competente, ad avvenuta presentazione da parte dei soggetti di cui sopra dei progetti esecutivi regolarmente approvati e dei relativi piani finanziari;

Dato atto che ricorrono gli elementi di cui all’art. 47, comma 2 della L.R. 40/01 per poter provvedere all’impegno della spesa di Euro 300.000,00;

Richiamata la delibera della Consulta di Garanzia Statutaria regionale n. 2 del 28/7/2014 con la quale sono state esplicitate le modalità di amministrazione ordinaria della Regione Emilia-Romagna durante il periodo della prorogatio ai sensi dell'articolo 69, comma 1, lett. a) dello Statuto regionale, a decorrere dalla data delle dimissioni volontarie del Presidente della Regione;

Preso atto che la sopra citata delibera della Consulta di Garanzia chiarisce che permane in capo alla Giunta il potere di adottare “gli atti urgenti e indifferibili che rientrano nella propria competenza dovuti o legati ad esigenze di carattere imprescindibile”;

Considerato, di poter legittimamente adottare il presente provvedimento, pur nell’attuale assetto istituzionale caratterizzato dall’affievolimento dei poteri della Giunta regionale, per effetto della natura indifferibile necessitata ed urgente dello stesso, idoneo a consentire gli impegni di spesa relativi ai programmi approvati con delibere 23 luglio 2014 nn. 1417 e 1418;

Viste:

- la Legge 13 agosto 2010, n. 136 “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia.” e successive modifiche;

- la determinazione dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture n. 4 del 7 luglio 2011, in materia di tracciabilità finanziaria ex art. 3, legge 13 agosto 2010, n. 136 e successive modifiche;

- il D.Lgs. 218/2012, recante disposizioni integrative e correttive al D.Lgs. n. 159/2011;

- la L.R. 20 dicembre 2013, n. 28;

- la L.R. 20 dicembre 2013, n. 29;

- la L.R. 18 luglio 2014, n. 17;

- la L.R. 18 luglio 2014, n. 18;

- il D.Lgs. 23 giugno 2011, n. 118 e ss.mm.;

- il D.L. 14 marzo 2013 n. 33 avente ad oggetto “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.;

- la propria delibera 11/11/2013 n. 1621 "Indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33";

- la propria delibera 27/1/2014 n. 68 “Approvazione del programma triennale per la trasparenza e l’integrità 2014-2016”

Richiamate le proprie delibere n. 1057 del 24 luglio 2006, n. 1663 del 27 novembre 2006, n. 10 del 10 gennaio 2011, n. 1222 del 4 agosto 2011 e n. 1179 del 21 luglio 2014;

Vista altresì la determinazione del Direttore Generale della D.G. Centrale Risorse Finanziarie e Patrimonio n. 17051 del 18 novembre 2014;

Dato atto dei pareri allegati

Su proposta dell’Assessore competente;

A voti unanimi a palesi

delibera:

1) di dare atto dell’urgenza e dell’indifferibilità della presente delibera, per le motivazioni indicate in premessa e che si intendono qui integralmente richiamate;

2) di confermare lo schema di ripartizione tra le Province, già approvato con propria delibera 23 luglio 2014, n. 1417, ed indicato in ALLEGATO 1), parte integrante della presente delibera;

3) di confermare lo schema di ripartizione tra le Province, già approvato con propria delibera 23 luglio 2014, n. 1418, ed indicato in ALLEGATO 2), parte integrante della presente delibera;

4) di approvare le graduatorie presentate dalle Province di Parma, Modena e Forlì-Cesena per gli interventi relativi a spese di investimento di beneficiari pubblici, ammissibili ai sensi dell’art. 8 – lettere dalla A alla I della L.R. 17/02, riportate all’ALLEGATO 3),parte integrante della presente delibera;

5) di approvare le graduatorie presentate dalle Province di Modena e Reggio Emilia per gli interventi relativi a spese di investimento di beneficiari privati ammissibili ai sensi dell’art. 8 lettere dalla A) alla I) della L.R. 17/02, riportata all’ALLEGATO 4), parte integrante della presente delibera;

6) di assegnare i contributi ai soggetti pubblici inseriti nelle graduatorie riportate nell’ALLEGATO 3) parte integrante della presente delibera, per un importo complessivo di 500.000,00;

7) di dare atto che l’importo di 500.000,00 trova copertura sul Capitolo 25780 “Contributi a EE.LL. per interventi di sistemazione delle aree interessate da impianti di risalita e piste di discesa e per la revisione degli impianti a fune (art. 8, L.R. 1 agosto 2002, n. 17)” afferente l’U.P.B. 1.3.3.3.10010 del Bilancio per l’esercizio finanziario 2014 che presenta la necessaria disponibilità;

8) di dare atto che si provvederà con successivo provvedimento del Dirigente regionale competente, alla concessione dei contributi di cui al punto 6) e all’assunzione del relativo impegno di spesa, ai sensi della propria delibera n. 2416/2008 e ss.mm. ad avvenuta presentazione, da parte dei soggetti pubblici dei progetti esecutivi, regolarmente approvati e dei relativi piani finanziari; la liquidazione di tali contributi avverrà sulla base dei criteri indicati nella delibera 1564/2013;

9) di assegnare e concedere ai soggetti beneficiari privati, di cui all’ALLEGATO 4) i contributi per gli importi specificati nell’allegato stesso per gli interventi di cui all’art. 8 lettere dalla A) alla I) della L.R. 17/02, per un importo complessivo di Euro 300.000,00;

10) di impegnare l’importo di Euro 300.000,00 registrato al n. 5157 di impegno sul Capitolo 25572 “Contributi in conto capitale per interventi relativi a sistemazione, revisione, innovazione, ammodernamento ed al miglioramento dei livelli di sicurezza di piste da sci e impianti a fune (art. 8, L.R. 1 agosto 2002, n. 17) afferente l’U.P.B. 1.3.3.3.10010 del Bilancio per l’esercizio finanziario 2014 che presenta la necessaria disponibilità;

11) di dare atto che in relazione alla Società Zerolupi Srl - Corso Umberto I n. 74 - Sestola (MO), per il decorso del termine di cui al comma 2, art. 92 del citato D.Lgs. 519/2011 e successive modifiche si ritiene di procedere in assenza dell’informazione antimafia, fatta comunque salva la facoltà di revoca, così come previsto dallo stesso comma 3 del medesimo articolo;

12) di dare atto che, come precisato in premessa, per ognuno dei progetti inseriti nelle graduatorie delle Province di Parma, Modena e Forlì-Cesena, di cui all’ALLEGATO 3) alla presente delibera, è indicato il relativo CUP;

13) di dare atto che, come precisato in premessa, per ognuno dei progetti inseriti nelle graduatorie delle Province di Reggio Emilia e Modena di cui all’ALLEGATO 4) alla presente delibera, è indicato il relativo CUP;

14) di dare atto che alla liquidazione delle somme di cui all’ALLEGATO 4) del presente programma, provvederà il Dirigente regionale competente, con propri atti formali, sulla base dei criteri indicati nella delibera 1564/2013;

15) di dare atto che i beni e le strutture oggetto di incentivazione possono essere utilizzati esclusivamente nelle stazioni sciistiche e per le motivazioni stabilite in fase di concessione;

16) di stabilire, che per tutto quanto non espressamente indicato nella presente delibera, si rimanda alla propria delibera n. 1564/2013 e ss.mm.;

17) di dare atto che secondo quanto previsto dal D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 e ss.mm. sulla base degli indirizzi interpretativi ed adempimenti contenuti nelle proprie delibere n. 1621/2013 e n. 68/2014, il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicazione ivi contemplati;

18) di pubblicare integralmente la presente delibera nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it