E-R | BUR

n.179 del 06.06.2019 (Parte Seconda)

XHTML preview

Legge Regionale n.14/2015: quantificazione delle risorse e avvio delle procedure per la programmazione 2019 delle misure a sostegno dell'inserimento lavorativo e dell'inclusione sociale delle persone in condizione di fragilità e vulnerabilità

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

- il D. Lgs. n. 502/92 e ss.mm.ii.;

- la Legge 8/11/2000, n. 328 “Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”;

- la Legge Regionale 12/5/1994, n.19 “Norme per il riordino del Servizio sanitario regionale ai sensi del D.lgs.vo 30/12/1992, n.502, modificato dal D.lgs.vo 7/12/1993, n.517” e ss. mm. e ii., ed in particolare l’art. 17, comma 1;

- la Legge Regionale 12/3/2003, n. 2 "Norme per la promozione della cittadinanza sociale e per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali” e ss. mm. e ii. ed in particolare gli artt. 19,27 e 29;

- la Legge Regionale 30/6/2003, n. 12 “Norme per l'uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l'arco della vita, attraverso il rafforzamento dell'istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro” e ss.mm.ii;

- la Legge Regionale 23/12/2004, n. 29 “Norme generali sull’organizzazione ed il funzionamento del Servizio sanitario regionale”;

- la Legge Regionale 1/8/2005, n. 17 “Norme per la promozione dell’occupazione, della qualità, sicurezza, e regolarità del lavoro” e ss.mm.ii.;

- la Legge Regionale 30/7/2015, n. 13 “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su città metropolitana di Bologna, province, comuni e loro unioni”;

- la Legge Regionale 30/7/2015, n. 14 “Disciplina a sostegno dell’inserimento lavorativo e dell'inclusione sociale delle persone in condizione di fragilità e vulnerabilità, attraverso l'integrazione tra i servizi pubblici del lavoro, sociali e sanitari”;

- la Legge Regionale 19/12/2016, n. 24 “Misure di contrasto alla povertà e sostegno al reddito”;

- la Legge Regionale 4/3/2019, n. 1 “Disposizioni in materia di tirocini. Modifiche alla Legge regionale 1 agosto 2005, n. 17 (Norme per la promozione dell'occupazione, della qualità, sicurezza e regolarità del lavoro)”;

Richiamati:

- il D.Lgs. 14 settembre 2015, n. 150 “Disposizioni per il riordino della normativa in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive, ai sensi dell'articolo 1, comma 3, della legge 10 dicembre 2014, n. 183” e ss.mm.ii.;

- il D.Lgs. 14 settembre 2015, n. 151 “Disposizioni di razionalizzazione e semplificazione delle procedure e degli adempimenti a carico di cittadini e imprese e altre disposizioni in materia di rapporto di lavoro e pari opportunità, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183” e ss.mm.ii;

Viste:

- la deliberazione dell’Assemblea legislativa n. 120/2017 con la quale si è approvato il nuovo Piano sociale e sanitario 2017-2019;

- la propria deliberazione n.1423/2017 “Attuazione del piano sociale e sanitario 2017-2019. Approvazione delle schede attuative d’intervento e di indirizzi per l’elaborazione dei piani di zona distrettuali per la salute e il benessere sociale”;

Viste inoltre:

- la Deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 163 del 25/6/2014 “Programma Operativo della Regione Emilia-Romagna. Fondo Sociale Europeo 2014/2020. (Proposta della Giunta regionale del 28/04/2014, n. 559)”;

- la Decisione di Esecuzione della Commissione Europea del 12/12/2014 C(2014)9750 che approva il “Programma Operativo Fondo Sociale Europeo 2014/2020” per il sostegno del Fondo sociale europeo nell'ambito dell'obiettivo “Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione”;

- la propria deliberazione n. 1 del 12/1/2015 “Presa d'atto della Decisione di Esecuzione della Commissione Europea di Approvazione del Programma Operativo “Regione Emilia-Romagna - Programma Operativo Fondo Sociale Europeo 2014-2020” per il sostegno del Fondo Sociale Europeo nell'ambito dell'Obiettivo “Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione”;

- la Decisione di Esecuzione della Commissione Europea del 2/5/2018 C(2018)2737 che modifica la decisione di esecuzione C(2014) 9750 che approva determinati elementi del programma operativo "Regione Emilia-Romagna - Programma Operativo Fondo Sociale Europeo 2014-2020" per il sostegno del Fondo sociale europeo nell'ambito dell'obiettivo "Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione" per la Regione Emilia-Romagna in Italia;

- la Decisione di Esecuzione della Commissione Europea del 9/11/2018 C(2018)7430 FINAL che modifica la decisione di esecuzione C(2014) 9750 che approva determinati elementi del programma operativo "Regione Emilia-Romagna - Programma Operativo Fondo Sociale Europeo 2014-2020" per il sostegno del Fondo sociale europeo nell'ambito dell'obiettivo "Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione" per la Regione Emilia-Romagna in Italia;

Richiamata la Deliberazione dell'Assemblea legislativa n. 75 del 21 giugno 2016 “Programma triennale delle politiche formative e per il lavoro – (Proposta della Giunta regionale in data 12 maggio 2016, n. 646)”;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 1646 del 2/11/2015 “Presa d’atto della sottoscrizione del Patto per il Lavoro da parte del Presidente della Regione Emilia-Romagna e delle parti sociali e disposizioni per il monitoraggio e la valutazione dello stesso”;

- n. 1959/2016 “Approvazione della disciplina in materia di Accreditamento dei Servizi per il Lavoro e definizione dell’elenco delle prestazioni dei Servizi per il Lavoro Pubblici e Privati Accreditati ai sensi degli artt. 34 e 35 della L.R. 1 agosto 2005, n. 17 e ss.mm.ii.”;

- n. 411/2018 “DGR n. 1959/2016 ‘Approvazione della disciplina in materia di accreditamento dei servizi per il lavoro e definizione dell'elenco delle prestazioni dei servizi per il lavoro pubblici e privati accreditati ai sensi degli artt. 34 e 35 della l.r. 1 agosto 2005, n. 17 e ss.mm.ii’ proroga termini prima fase di attuazione”;

- n. 191/2016 “Approvazione dell'indice di fragilità, strumento di valutazione della condizione di fragilità e vulnerabilità - art. 2, comma 2 della Legge Regionale 14 del 30 luglio 2015 e attuazione art. 3, comma 2 della Legge Regionale 12 del 17 luglio 2014”;

- n. 1229/2016 “Linee di programmazione integrata ai sensi dell'art 3 della L. R. 30 luglio 2015 n. 14"Disciplina a sostegno dell'inserimento lavorativo e dell'inclusione sociale delle persone in condizione di fragilità e vulnerabilità, attraverso l'integrazione tra i servizi pubblici del lavoro, sociali e sanitari”;

- n. 1230/2016 “Definizione ai sensi dell'art. 7 della L. R. 14/2015 "Disciplina a sostegno dell'inserimento lavorativo e dell'inclusione sociale delle persone in condizione di fragilità e vulnerabilità, attraverso l'integrazione tra i servizi pubblici del lavoro, sociali e sanitari." del nuovo ambito territoriale dei centri per l'impiego in coincidenza con il perimetro di competenza degli ambiti distrettuali”;

- n. 1441/2016 “Promozione degli Accordi di programma per l'approvazione dei Piani integrati previsti dall'art. 4 della L.R.14/2015. Direttive per la redazione degli Accordi di Programma distrettuali e approvazione dello Schema di Accordo tipo”;

- n. 73/2018 “Linee di programmazione integrata ai sensi dell’art. 3 della L.R. 30 luglio 2015 n. 14 Disciplina a sostegno dell’inserimento lavorativo e dell’inclusione sociale delle persone in condizione di fragilità e vulnerabilità, attraverso l’integrazione tra i servizi pubblici del lavoro, sociali e sanitari”;

- n. 650/2018 “Approvazione delle proposte di accordi di programma e piani integrati territoriali presentate dagli ambiti distrettuali ai sensi dell'art. 4 della legge regionale 14 del 30 luglio 2015”;

Visto il Decreto del Presidente della Regione Emilia-Romagna n. 117 del 27/7/2018 “Approvazione degli Accordi di Programma e dei Piani integrati previsti dall'art. 4 della L.R. 14 del 2015”;

Richiamate inoltre le proprie deliberazioni:

- n. 1258/2018 “Approvazione secondo Invito a presentare operazioni per l'inserimento al lavoro, l'inclusione sociale e l'autonomia, attraverso il lavoro, delle persone in condizioni di fragilità e vulnerabilità - L.R. 14/2015 - PO FSE 2014/2020 Obiettivo Tematico 9 - Priorità di investimento 9.1”;

- n. 1770/2018 “Approvazione delle operazioni presentate a valere sull'Invito approvato con propria deliberazione n. 1258/2018. Inserimento al lavoro, inclusione sociale e autonomia, attraverso il lavoro, delle persone in condizioni di fragilità e vulnerabilità - L.R. 14/2015;

Considerato che i Piani integrati territoriali, ai sensi dell’articolo 4 comma 5 della L.R. 14/2015, si articolano in Programmi di attuazione annuale;

Ritenuto quindi necessario avviare le procedure necessarie al fine di rendere disponibili le misure attuative in esito ai Programmi di attuazione annuale 2019;

Visto che il citato Programma Operativo Fondo Sociale Europeo 2014/2020 della Regione Emilia-Romagna ha previsto che le risorse nell’ambito dell’OT.9 - Asse II "Inclusione sociale e lotta contro la povertà" siano utilizzate anche in coerenza con il progetto di legge regionale “Inclusione e Lavoro” in seguito adottato come L.R. 14/2015;

Ritenuto di stabilire che:

- le misure orientative, formative e per il lavoro del Programma personalizzato, definito, per ciascuna persona destinataria, dall’Equipe multiprofessionale, saranno finanziate con risorse del Fondo Sociale Europeo, Programma Operativo Regione Emilia-Romagna 2014/2020 nella misura di euro 20.000.000,00;

- la quantificazione delle risorse sopra indicate, per ciascun Ambito distrettuale, è definita, in continuità con quanto già previsto nell’anno 2018, in funzione dei seguenti criteri:

- per il 50% in base alla popolazione residente in età attiva (15 - 64 anni);

- per il 30% in base agli iscritti al Collocamento mirato;

- per il 20% in base al numero dei disoccupati;

e prevedendo una variazione massima per ciascun ambito rispetto all’attribuzione dell’anno 2018 pari al 5% di quanto attribuito nell’annualità 2018 come di seguito riportato:

Ambiti distrettuali

 Risorse 2019

Azienda USL di Piacenza - Città di Piacenza

 501.449,00

Azienda USL di Piacenza - Levante

 469.039,00

Azienda USL di Piacenza - Ponente

 338.822,00

Azienda USL di Parma - Parma Città

 1.144.545,00

Azienda USL di Parma - Fidenza

 478.330,00

Azienda USL di Parma - Valli Taro e Ceno

 237.152,00

Azienda USL di Parma - Sud Est Parma

 340.108,00

Azienda USL di Reggio Emilia - Reggio Emilia

 1.031.233,00

Azienda USL di Reggio Emilia - Montecchio Emilia

 273.458,00

Azienda USL di Reggio Emilia - Guastalla

 299.829,00

Azienda USL di Reggio Emilia - Correggio

 223.564,00

Azienda USL di Reggio Emilia - Scandiano

 347.323,00

Azienda USL di Reggio Emilia - Castelnovo ne' Monti

 126.783,00

Azienda USL di Modena - Modena

 847.305,00

Azienda USL di Modena - Carpi

 480.252,00

Azienda USL di Modena - Mirandola

 339.126,00

Azienda USL di Modena - Sassuolo

 518.621,00

Azienda USL di Modena - Pavullo nel Frignano

 162.815,00

Azienda USL di Modena - Vignola

 359.377,00

Azienda USL di Modena - Castelfranco Emilia

 324.150,00

Azienda USL di Bologna - Città di Bologna

 1.698.597,00

Azienda USL di Bologna - Reno, Lavino, Samoggia

 388.552,00

Azienda USL di Bologna - Appennino Bolognese

 222.141,00

Azienda USL di Bologna - San Lazzaro di Savena

 310.018,00

Azienda USL di BOLOGNA - Pianura Est

 666.428,00

Azienda USL di BOLOGNA - Pianura Ovest

 313.712,00

Azienda USL di IMOLA - Imola

 557.717,00

Azienda USL di FERRARA - Ovest

 317.358,00

Azienda USL di FERRARA - Centro-Nord

 774.142,00

Azienda USL di FERRARA - Sud-Est

 450.400,00

Azienda USL della ROMAGNA - Ravenna

 946.575,00

Azienda USL della ROMAGNA - Lugo

 411.742,00

Azienda USL della ROMAGNA - Faenza

 358.921,00

Azienda USL della ROMAGNA - Forlì

 904.672,00

Azienda USL della ROMAGNA - Cesena - Valle del Savio

 580.000,00

Azienda USL della ROMAGNA - Rubicone

 467.007,00

Azienda USL della ROMAGNA - Rimini

 1.176.830,00

Azienda USL della ROMAGNA - Riccione

 611.907,00

Totale complessivo

20.000.000,00

Richiamato inoltre quanto disposto con la propria citata deliberazione n. 73/2018, in cui al punto 4. si fissa nella misura del 10% di risorse di Fondo Sociale Europeo assegnate a ogni Ambito distrettuale la misura minima di cofinanziamento annuale delle misure che ogni Ambito distrettuale dovrà garantire;

Ritenuto quindi di invitare gli Ambiti distrettuali alla presentazione delle proposte di Programma di attuazione annuale – Anno 2019, precisando che:

- la proposta dovrà essere redatta utilizzando il format già approvato con la più volte citata deliberazione n. 73/2018, che si riallega al presente atto quale Allegato 1), parte integrante e sostanziale;

- la proposta dovrà essere inviata al “Servizio Programmazione delle politiche dell’istruzione, della formazione, del lavoro e della conoscenza” via posta elettronica certificata all’indirizzo progval@postacert.regione.emilia-romagna.it, entro il 15/7/2019;

Ritenuto inoltre di stabilire che:

- ai sensi dell’articolo 4 comma 6 della L.R. 14/2015, le proposte saranno oggetto di consultazione e confronto preventivo con le organizzazioni sindacali e datoriali territoriali più rappresentative al livello regionale, individuate dai componenti della commissione regionale tripartita (CRT) di cui all’articolo 51 della L.R. 12/2003;

- l’Assessore regionale competente in materia di lavoro esprimerà, con proprio decreto, parere sulle proposte di Programma di attuazione annuale come previsto dalla propria citata deliberazione n. 73/2018;

- a seguito del decreto di cui al precedente alinea, il Programma di attuazione annuale – Anno 2019 dovrà essere approvato dal Comitato di Distretto e quindi inviato, entro il 16/9/2019, al “Servizio Programmazione delle politiche dell’istruzione, della formazione, del lavoro e della conoscenza” via posta elettronica certificata all’indirizzo progval@postacert.regione.emilia-romagna.it, che procederà, con determinazione dirigenziale, alla presa d’atto;

- con proprio successivo atto si procederà all’approvazione delle procedure di evidenza pubblica per rendere disponibili le misure orientative, formative e per il lavoro rivolte alle persone in condizioni di fragilità e vulnerabilità, attuative dei 38 Programmi annuali – Anno 2019;

Richiamati:

- il Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione n. 122 del 28 gennaio 2019 “Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione 2019 -2021” ed in particolare l’allegato D “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal d.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2019-2021;

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche;

- la propria deliberazione n. 468/2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Richiamate infine le proprie deliberazioni n. 2416/2008, n.193/2015, n. 628/2015, n. 56/2016, n. 270/2016, n. 622/2016, n. 1107/2016, n.1681/2016, n. 2344/2016, n. 87/2017 e n. 1059/2018;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta della Vicepresidente e Assessore alle politiche di welfare e politiche abitative e dell’Assessore alle Politiche per la Salute e dell’Assessore al coordinamento delle politiche europee allo sviluppo, scuola, formazione professionale, università, ricerca e lavoro;

A voti unanimi e palesi;

delibera 

per le ragioni espresse in premessa e qui integralmente richiamate:

1. di quantificare in euro 20.000.000,00 per l’annualità 2019 le risorse del Fondo Sociale Europeo, Programma Operativo Regione Emilia-Romagna 2014/2020, finalizzate a finanziare le misure orientative, formative e per il lavoro previste nei Programmi di attuazione annuale di cui all’articolo 4 comma 5 della L.R. 14/2015;

2. di quantificare le risorse sopra indicate per ciascun Ambito distrettuale in continuità con quanto già previsto nell’anno 2018, secondo i criteri indicati in premessa come segue:

Ambiti distrettuali

 Risorse 2019

Azienda USL di PIACENZA - Città di Piacenza

 501.449,00

Azienda USL di PIACENZA - Levante

 469.039,00

Azienda USL di PIACENZA - Ponente

 338.822,00

Azienda USL di PARMA - Parma Città

 1.144.545,00

Azienda USL di PARMA - Fidenza

 478.330,00

Azienda USL di PARMA - Valli Taro e Ceno

 237.152,00

Azienda USL di PARMA - Sud Est Parma

 340.108,00

Azienda USL di REGGIO EMILIA - Reggio Emilia

 1.031.233,00

Azienda USL di REGGIO EMILIA - Montecchio Emilia

 273.458,00

Azienda USL di REGGIO EMILIA - Guastalla

 299.829,00

Azienda USL di REGGIO EMILIA - Correggio

 223.564,00

Azienda USL di REGGIO EMILIA - Scandiano

 347.323,00

Azienda USL di REGGIO EMILIA - Castelnovo ne' Monti

 126.783,00

Azienda USL di MODENA - Modena

 847.305,00

Azienda USL di MODENA - Carpi

 480.252,00

Azienda USL di MODENA - Mirandola

 339.126,00

Azienda USL di MODENA - Sassuolo

 518.621,00

Azienda USL di MODENA - Pavullo nel Frignano

 162.815,00

Azienda USL di MODENA - Vignola

 359.377,00

Azienda USL di MODENA - Castelfranco Emilia

 324.150,00

Azienda USL di BOLOGNA - Città di Bologna

 1.698.597,00

Azienda USL di BOLOGNA - Reno, Lavino, Samoggia

 388.552,00

Azienda USL di BOLOGNA - Appennino Bolognese

 222.141,00

Azienda USL di BOLOGNA - San Lazzaro di Savena

 310.018,00

Azienda USL di BOLOGNA - Pianura Est

 666.428,00

Azienda USL di BOLOGNA - Pianura Ovest

 313.712,00

Azienda USL di IMOLA - Imola

 557.717,00

Azienda USL di FERRARA - Ovest

 317.358,00

Azienda USL di FERRARA - Centro-Nord

 774.142,00

Azienda USL di FERRARA - Sud-Est

 450.400,00

Azienda USL della ROMAGNA - Ravenna

 946.575,00

Azienda USL della ROMAGNA - Lugo

 411.742,00

Azienda USL della ROMAGNA - Faenza

 358.921,00

Azienda USL della ROMAGNA - Forlì

 904.672,00

Azienda USL della ROMAGNA - Cesena - Valle del Savio

 580.000,00

Azienda USL della ROMAGNA - Rubicone

 467.007,00

Azienda USL della ROMAGNA - Rimini

 1.176.830,00

Azienda USL della ROMAGNA - Riccione

 611.907,00

Totale complessivo

20.000.000,00

3. di confermare nella misura del 10% di risorse di Fondo Sociale Europeo assegnate a ogni Ambito distrettuale la misura minima di cofinanziamento annuale che ogni Ambito distrettuale dovrà garantire, come già stabilito con propria deliberazione n. 73/2018;

4. di invitare gli Ambiti distrettuali alla presentazione delle proposte di Programma di attuazione annuale – Anno 2019, precisando che:

- la proposta dovrà essere redatta utilizzando il format già approvato con propria deliberazione n. 73/2018, che si riallega al presente atto quale Allegato 1), parte integrante e sostanziale;

- la proposta dovrà essere inviata al “Servizio Programmazione delle politiche dell’istruzione, della formazione, del lavoro e della conoscenza” via posta elettronica certificata all’indirizzo progval@postacert.regione.emilia-romagna.it, entro il 15/7/2019;

5. di stabilire che:

- ai sensi dell’articolo 4 comma 6 della L.R. 14/2015, le proposte saranno oggetto di consultazione e confronto preventivo con le organizzazioni sindacali e datoriali territoriali più rappresentative al livello regionale, individuate dai componenti della commissione regionale tripartita (CRT) di cui all’articolo 51 della L.R. 12/2003;

- l’Assessore regionale competente in materia di lavoro esprimerà, con proprio decreto, parere sulle proposte di Programma di attuazione annuale come previsto dalla propria citata deliberazione n. 73/2018;

- a seguito del decreto di cui al precedente alinea, il Programma di attuazione annuale – Anno 2019 dovrà essere approvato dal Comitato di Distretto e quindi inviato, entro il 16/9/2019, al “Servizio Programmazione delle politiche dell’istruzione, della formazione, del lavoro e della conoscenza” via posta elettronica certificata all’indirizzo progval@postacert.regione.emilia-romagna.it, che procederà, con determinazione dirigenziale, alla presa d’atto;

- con proprio successivo atto si procederà all’approvazione delle procedure di evidenza pubblica per rendere disponibili le misure orientative, formative e per il lavoro rivolte alle persone in condizioni di fragilità e vulnerabilità, attuative dei 38 Programmi annuali – Anno 2019;

6. di dare atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

7. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it