E-R | BUR

n.252 del 20.09.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

DGR 487/2017. Assegnazione e concessione contributi regionali a sostegno di progetti internazionali di Enti locali e scuole di II grado con sede nel territorio regionale

IL CAPO DI GABINETTO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA

 Vista la deliberazione della Giunta Regionale n. 487 del 10/4/2017 ad oggetto “L.R. 6/2004. Approvazione Bando 2017 per l’erogazione di contributi regionali a sostegno di progetti internazionali di Enti Locali e Scuole di II grado con sede nel territorio regionale” che approva il Bando contenuto nell'Allegato 1), parte integrante e sostanziale della medesima deliberazione;

Richiamato l’Allegato 1 parte integrante della citata deliberazione n. 487/2017 contenente il bando per la concessione di contributi regionali per progetti internazionali di soggetti pubblici del territorio regionale, ed in particolare:

- il punto 8 con il quale:

  • si prevede che le graduatorie dei progetti, redatte da apposito Nucleo tecnico di valutazione, siano approvate con determinazione dirigenziale;
  • si definiscono le modalità di concessione e liquidazione dei contributi, prevedendo l’obbligo per i beneficiari dei contributi regionali di presentare alla Regione il Codice unico di progetto (art. 11 della Legge n. 3/2003) entro cinque giorni lavorativi dalla comunicazione di avvenuta adozione della determinazione di approvazione delle graduatorie;
  • si prevede che, con successiva determinazione, il dirigente competente concederà i contributi ai soggetti favorevolmente posizionati in graduatoria fino ad esaurimento delle risorse disponibili;
  • si dispone che la determinazione sarà comunicata a tutti i soggetti beneficiari che dovranno accettare il contributo concesso entro 10 giorni dal ricevimento della comunicazione da parte della Regione;
  • si prevede che, qualora vi siano rinunce al contributo, sarà possibile procedere ad uno slittamento della graduatoria;
  • si dispone che il contributo sia liquidato a saldo, dietro presentazione di un rendiconto dettagliato delle spese sostenute e di una relazione finale dell’attività svolta;

- il punto 12 che individua il Responsabile del Procedimento nel Capo del Gabinetto del Presidente della Giunta regionale;

Richiamata la propria determinazione n. 10701 del 29 giugno 2017 ad oggetto “DGR 487/2017. Approvazione graduatorie proposte progettuali presentate in adesione al bando a sostegno di progetti internazionali di enti locali e scuole di II grado con sede nel territorio regionale”, con la quale:

- si prendeva atto del lavoro del Nucleo tecnico di valutazione e delle graduatorie da questo compilate;

- si approvavano le graduatorie delle domande di contributo a sostegno di progetti internazionali di enti locali e scuole di II grado con sede nel territorio regionale;

Dato atto che la disponibilità finanziaria per la concessione dei contributi sopramenzionati, pari ad € 62.500,00, è allocata nei capitoli di spesa U02656 "Contributi agli Enti locali e alle Università per iniziative per la collaborazione e l'incentivazione di attività internazionali art. 4, comma 2, lett. f) e g) e 5 comma 2, lett. d)- L.R. 24 marzo 2004, n.6)” e Cap.U02658 "Contributi a enti dell’Amministrazione centrale per iniziative per la collaborazione e l'incentivazione di attività internazionali (artt. 4 e 5, L.R. 24 marzo 2004, N.6)”, del Bilancio regionale finanziario gestionale 2017-2019, anno di previsione 2017;

Verificato che la disponibilità di risorse allocata nei capitoli sopraindicati per l’anno 2017 consente:

- la copertura di tutti progetti presentati da Istituti scolastici che abbiano ricevuto un punteggio pari a superiore a 15 punti;

- la copertura delle richieste provenienti da Enti locali i cui progetti sono collocati in graduatoria con punteggi pari o superiori a 17 punti;

- il finanziamento del progetto “Tutti siamo migranti. Storia e memorie per una contronarrazione del fenomeno migratorio - 10° Anniversario Gemellaggio Mesola/Nérac”, presentato dal Comune di Mesola, che ha ottenuto il punteggio di 16 punti, per l’importo di € 2.848,00;

Preso atto della rinuncia da parte della Comune di Mesola al contributo, comunicata con nota PG/2017/514163;

Preso altresì atto che:

- il bando approvato con Deliberazione di Giunta regionale n. 487/2017, prevede lo scorrimento della graduatoria in caso di rinuncia di uno dei beneficiari del contributo;

- la graduatoria relativa agli Enti locali vede utilmente collocati, con il medesimo punteggio, il progetto del Comune di Sarsina (FC) “Ragazzi in cammino … verso l'Europa” ed il progetto del Comune di Brisighella (RA) “La Nostra Europa”;

- le risorse disponibili a bilancio non consentono il finanziamento di entrambi i progetti senza scendere sotto il valore minimo di contributo concedibile fissato dal Bando in oggetto, al punto 6.2, in € 2.500,00;

Ritenuto quindi di:

- ammettere a contributo complessivamente 13 progetti, il cui elenco è riportato nell’allegato, parte integrante alla presente determinazione e di concedere ai beneficiari ivi indicati i contributi per la realizzazione dei progetti a valenza internazionale;

- dare atto che tutti i contributi concessi rientrano nei limiti massimi previsti dal bando sia per quanto riguarda l’ammontare concesso che per il rispetto della percentuale massima in rapporto al costo totale del progetto;

- dare atto che le risorse assegnate dal Bilancio di previsione 2017 – 2019 non consentono la concessione dei contributi richiesti né del contributo minimo previsto dal bando al Comune di Sarsina (FC) ed al Comune di Brisighella (RA), che hanno ottenuto il punteggio minimo previsto dal bando regionale;

Visti i codici unici di progetto assegnati dalla competente struttura ministeriale ai progetti in questione, comunicati dagli enti beneficiari come previsto dal bando approvato con deliberazione di Giunta regionale n. 487/2017;

Ritenuto che ricorrano gli elementi di cui al D. Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii. in relazione alle tipologie di spesa previste e alle modalità gestionali delle procedure medesime, trattandosi di contributi soggetti a rendicontazione e che pertanto si possa procedere all’assunzione degli impegni di spesa per complessivi € 59.652,00 così suddivisi:

1. quanto ad € 31.170,00 registrata al n. xxxx di impegno sul Capitolo n. U02656 "Contributi agli Enti locali e alle Università per iniziative per la collaborazione e l'incentivazione di attività internazionali art. 4, comma 2, lett. f e g) e 5, comma 2, lett. d) - L.R. 24 marzo 2004, N.6)”,

2. quanto ad € 28.482,00 registrata al n. xxxx di impegno sul Capitolo U02658 "Contributi a enti dell’amministrazione centrale per iniziative per la collaborazione e l'incentivazione di attività internazionali (Artt. 4 e 5 L.R. 24 Marzo 2004, N. 6)”;

Dato atto che, con riferimento a quanto previsto relativamente all’imputazione della spesa dal comma 1 art. 56 del D. Lgs. 118/2011 e ss.mm. e dal punto 5.2 dell’allegato 4.2 al medesimo D. Lgs., secondo i termini di realizzazione delle prestazioni, la spesa di cui al presente atto è interamente esigibile nell’anno 2017, essendo il termine ultimo previsto il 31/12/2017;

Preso atto che, in caso di richiesta da parte dei beneficiari dei contributi in oggetto di proroga dei tempi di realizzazione dei progetti, come previsto al punto 8 del bando approvato con deliberazione di Giunta regionale n. 487/2017, si procederà con propri successivi atti alla concessione della proroga ed ai relativi adempimenti contabili;

Preso atto che la procedura dei conseguenti pagamenti che saranno disposti in attuazione del presente provvedimento è compatibile con le prescrizioni previste dall’art. 56, comma 6 del citato D. Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii.;

Visto l’art. 83, comma 3, lettera e), del D. Lgs. 159/2011 “Codice delle leggi antimafia” e s.m., ai sensi del quale la documentazione antimafia non è richiesta per i provvedimenti, gli atti, i contratti e le erogazioni il cui valore complessivo non supera i 150.000,00 euro, e dunque non è necessaria nel caso di specie;

Viste:

- la legge regionale 26 novembre 2001, n. 43 recante "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modifiche;

- la legge 6 novembre 2012, n. 190 recante "Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione";

- il decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 "Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni" e successive modifiche;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 89 del 30 gennaio 2017 recante “Approvazione Piano triennale di prevenzione della corruzione 2017-2019”;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 486 del 10 aprile 2017, “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal d.lgs. N. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2017-2019”;

- la determinazione dirigenziale n. 12096/2016 “Ampliamento della trasparenza ai sensi dell’art. 7 comma 3 D.lsg. 33/2016, di cui alla deliberazione della Giunta regionale 25 gennaio 2016 n. 66”;

- la deliberazione dirigenziale n. 468 del 10 aprile 2017 avente per oggetto “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- la Legge 13 agosto 2010 n. 136 "Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia" e ss.mm.ii;

- la determinazione dell'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture del 7 luglio 2011, n. 4 recante "Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell'art.3 della Legge 13 agosto 2010, n. 136" ed in particolare il punto 3.3 "Concessionari di finanziamenti pubblici anche europei";

- la Legge 16 gennaio 2003, n. 3 recante "Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione", ed in particolare l'art. 11 "Codice unico di progetto degli investimenti pubblici";

Visti, altresì:

- il D.Lgs. 23 giugno 2011, n. 118 “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della Legge 5 maggio 2009, n. 42” e successive modifiche ed integrazioni;

- la L.R. 15 novembre 2001, n. 40 "Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle Leggi Regionali 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4" per quanto applicabile;

- Legge regionale 23 dicembre 2016, n.27 “Bilancio di previsione della regione Emilia-Romagna 2017-2019” e succ. mod.;

- Legge regionale 23 dicembre 2016, n.26 “Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2017-2019 (Legge di stabilità regionale 2017)” e succ.mod.;

- Legge regionale 23 dicembre 2016, n.25 “Disposizioni collegate alla Legge regionale di stabilità per il 2017”;

- Deliberazione della Giunta regionale del 21/12/2016 n. 2338 “Approvazione del documento tecnico di accompagnamento e del bilancio finanziario gestionale di previsione della regione Emilia-Romagna 2017-2019 e succ.mod.;

Richiamate le deliberazioni della Giunta regionale:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali fra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modifiche;

- n. 56 del 25 gennaio 2016 “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale, ai sensi dell’art. 43 della L.R. 43/2001”;

- n. 2189 del 21 dicembre 2015 “Linee di indirizzo per la riorganizzazione della macchina amministrativa regionale”;

- n. 270 del 29 febbraio 2016 “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 622 del 28 aprile 2016 “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 702 del 16 maggio 2016 avente ad oggetto “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle direzioni generali - agenzie - istituto, e nomina dei responsabili della prevenzione della corruzione, della trasparenza e accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali, e dell'anagrafe per la stazione appaltante”;

- n. 1107 del 11 luglio 2016 “Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta regionale e seguito dell’implementazione della seconda fase della riorganizzazione adottata con delibera n. 2139/2015”;

- n. 53 del 26 gennaio 2015 e ss.mm.ii. ad oggetto “Definizione dei limiti di spesa e modifiche alla direttiva in materia di acquisizione e gestione del personale assegnato alle strutture speciali della giunta regionale”;

- n. 2184 del 21 dicembre 2015 ad oggetto: “Nomina del Capo di Gabinetto”;

- n. 477 del 10 aprile 2017 “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle Direzioni Generali Cura della persona, salute e welfare; Risorse, Europa, innovazione e istituzioni e autorizzazione al conferimento dell'interim per un ulteriore periodo sul Servizio territoriale agricoltura, caccia e pesca di Ravenna;

Richiamato, infine, il decreto del Presidente della Giunta n. 242 del 29/12/2015 ad oggetto: “Conferimento di incarichi di Capo di Gabinetto e di Capo Ufficio stampa”, nonché la determinazione dirigenziale n. 4779 del 30 marzo 2017;

Dato atto dei pareri allegati,

determina:

1. di assegnare e concedere, sulla base di quanto indicato in premessa che qui si intende integralmente richiamato, ai 14 progetti utilmente collocati nelle graduatorie approvate con determinazione n. 10701/2017 (ad esclusione del Comune di Mesola in quanto rinunciatario) un contributo regionale per la realizzazione di progetti a valenza internazionale, per un importo complessivo di € 59.652,00, come definito nell’allegato parte integrante e sostanziale alla presente determinazione;

2. di imputare la somma complessiva di € 59.652,00 come segue:

1. quanto ad € 31.170,00 registrata al n. 4661 di impegno sul Capitolo n. U02656 "Contributi agli Enti locali e alle Università per iniziative per la collaborazione e l'incentivazione di attività internazionali art. 4, comma 2, lett. f e g) e 5, comma 2, lett. d) - L.R. 24 marzo 2004, n.6)”,

2. quanto ad € 28.482,00 registrata al n. 4662 di impegno Cap.U02658 "Contributi a enti dell’amministrazione centrale per iniziative per la collaborazione e l'incentivazione di attività internazionali (artt. 4 e 5, L.R. 24 marzo 2004, n.6)”;

del bilancio finanziario gestionale 2017-2019, anno di previsione 2017, che presenta la necessaria disponibilità, approvato con D.G.R. n. 2338/2016 e s.m.;

3. di dare atto che i codici CUP, comunicati dagli enti beneficiari, sono indicati nell’allegato parte integrante al presente provvedimento;

4. di dare atto che in attuazione del D. Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii., le stringhe concernenti la codificazione della transazione elementare, come definita dal citato decreto, sono le seguenti:

Cap U02656

- Missione 19 - Programma 01 - Codice economico U.1.04.01.02.003 - COFOG 01.2 - Transazioni U.E. 8 - SIOPE 1040102003 - C.I. spesa 3 - Gestione ordinaria 3

- Missione 19 - Programma 01 - Codice economico U.1.04.01.02.005 - COFOG 01.2 - Transazioni U.E. 8 - SIOPE 1040102005 - C.I. spesa 3 - Gestione ordinaria 3

Cap U02658

- Missione 19 - Programma 01 - Codice economico U.1.04.01.01.002 - COFOG 01.2 - Transazioni U.E. 8 - SIOPE 1040101002 - C.I. spesa 3 - Gestione ordinaria 3

5. di dare altresì atto che si provvederà agli adempimenti previsti dall’art. 56, 7° comma, del citato D. Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.;

6. di dare atto che il Dirigente regionale competente provvederà con propri atti formali ai sensi della normativa contabile vigente e della deliberazione n.2416/2008 e ss.mm. alla liquidazione dei contributi concessi di cui all’allegato in un’unica soluzione, come previsto dal punto 11) della DGR 1919/2013 e del punto 8, 3ª alinea, della DGR 12278/2015, ad avvenuta pubblicazione di cui al punto 7) seguente;

7. di dare altresì atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in narrativa;

8. pubblicare il testo del presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Il Capo di Gabinetto

Andrea Orlando

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it