E-R | BUR

n.83 del 25.03.2019 (Parte Seconda)

XHTML preview

L.R. n. 4/2016 e s.m.i. art. 7 comma 2 lett. C) - Delibera di Giunta regionale n. 1066/2017 e s.m.i. - Approvazione graduatoria dei progetti di promo-commercializzazione turistica per l'anno 2019 e definizione delle percentuali di contributo da assegnare

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Vista la Legge regionale 25/3/2016, n. 4 “Ordinamento turistico regionale – Sistema organizzativo e politiche di sostegno alla valorizzazione e promo-commercializzazione turistica. Abrogazione della Legge regionale 4/3/1998, n. 7 (Organizzazione turistica regionale – Interventi per la promozione e la commercializzazione turistica)” e ss.mm., in particolare l’art. 7 comma 2 lettera c);

Richiamate le seguenti proprie deliberazioni:

- n. 1066/2017 “L.R. 4/2016 e s.m. art. 5 comma 4 lett. c) - Approvazione bando ricorrente per concessione di contributi a progetti di promo-commercializzazione turistica realizzati da imprese, anche in forma associata” e succ.mod.;

- n. 1149/2017, concernente: “L.R. n. 4/16 e s.m. - art. 5 e art. 8 - Approvazione delle linee guida triennali 2018-2020 per la promo-commercializzazione turistica";

Richiamata inoltre la determinazione dirigenziale n. 1320 in data 25/1/2019, con la quale è stato nominato il nucleo di valutazione tecnica dei progetti di promo-commercializzazione turistica per l’anno 2019, ai sensi di quanto stabilito all’art. 11 dell’Allegato A) alla deliberazione n. 1066/2017 e successive modificazioni;

Preso atto delle risultanze dell’istruttoria amministrativa svolta dal Servizio Turismo, Commercio e Sport, da cui risulta che sono state presentate n. 71 domande di contributo, di cui n. 1, presentata da BIANCHI LORIS & C. S.N.C., non ammissibile in quanto presentata successivamente alla data di scadenza del 12/10/2018 prevista dal sopracitato bando;

Dato atto che:

- a BIANCHI LORIS & C. S.N.C. è stata inviata comunicazione a mezzo PEC in data 10/12/2018 con nota prot. n. PG/733436, ai sensi dell’art. 10bis della L. 241/1990, riportante i motivi ostativi all’accoglimento della domanda, prevedendo il termine di 10 giorni dal ricevimento della comunicazione per la presentazione di osservazioni scritte, specificando che decorso tale termine sarebbe stato adottato il provvedimento di rigetto;

- la sopracitata impresa non ha inoltrato alla Regione alcuna osservazione entro il predetto termine perentorio;

Ritenuto pertanto, in considerazione di quanto sopra riportato, di rigettare la domanda di contributo presentata da BIANCHI LORIS & C. S.N.C;

Preso atto che il Nucleo di valutazione tecnica, le cui attività si sono concluse in data 21/2/2019:

– ha valutato n. 70 progetti, escludendo dalla valutazione il progetto presentato dalla sopracitata impresa;

– si è attenuto ai criteri per la valutazione di cui all’art. 12 dell'Allegato A della propria deliberazione n. 1066/2017 e successive modificazioni;

– ha approvato e sottoscritto le schede tecniche di valutazione, redatte sulla base del fac-simile di cui all’art. 12 dell’allegato A della citata propria deliberazione n. 1066/2017 e ss.mm.ii., riportanti i punteggi assegnati, per ciascun progetto, ai parametri di valutazione previsti;

- ha approvato e sottoscritto l’elenco contenente la graduatoria dei progetti, riportante:

  • il punteggio assegnato a ciascun progetto;
  • la fascia di valutazione "Alto”, “Medio”, “Basso" nella quale ciascun progetto risulta allocato;
  • l’importo complessivo della spesa risultante dal piano finanziario presentato e della spesa ammessa per ciascun progetto;

Dato atto che tutta la documentazione originale prodotta dal Nucleo di valutazione tecnica, ivi compresi i verbali delle sedute di valutazione effettuate, è trattenuta agli atti del Servizio regionale Turismo, Commercio e Sport e risulta conforme a quanto previsto nella richiamata deliberazione n. 1066/2017 e successive modificazioni;

Dato inoltre atto che, ai sensi di quanto stabilito all’Allegato A della citata propria deliberazione n. 1066/2017 e ss.mm.ii. “Bando ricorrente per la concessione di contributi a progetti di promo-commercializzazione turistica realizzati da imprese, anche in forma associata”, tra i requisiti che devono essere posseduti dalle imprese al momento della presentazione della domanda di contributo, è prevista la partecipazione al Programma di promo-commercializzazione turistica della Destinazione turistica di riferimento, oppure, per i soggetti operanti nel territorio della provincia di Modena, la partecipazione al progetto di valorizzazione e sviluppo dei prodotti tematici trasversali di interesse regionale realizzato da APT Servizi s.r.l., che nell’anno 2019 risulta ricompreso nell’ambito dei Progetti di marketing e promozione turistica realizzati dalla società;

Preso atto che, con riferimento al sopracitato requisito, le Destinazioni Turistiche ed APT Servizi s.r.l. hanno provveduto alla trasmissione degli elenchi dei soggetti aderenti rispettivamente ai Programmi di promo-commercializzazione turistica 2019 ed ai Progetti di marketing e promozione turistica 2019, come segue:

- Città Metropolitana di Bologna: nota acquisita agli atti con prot. PG/655696 del 29/10/2018;

- Destinazione Turistica Romagna: nota acquisita agli atti con prot. PG/753582 del 19/12/2018, integrata con nota acquisita agli atti con prot. PG/208659 del 28/2/2019;

- Destinazione Turistica Emilia: nota acquisita agli atti con prot. PG/625655 del 12/10/2018;

- APT Servizi s.r.l.: nota acquisita agli atti con prot. PG/0262730 del 18/3/2019;

Verificato infine che le imprese che hanno presentato domanda di contributo per la realizzazione dei n. 70 progetti ammissibili dal punto di vista amministrativo e valutati dall’apposito nucleo tecnico, risultano inserite negli elenchi sopracitati, inviati dalle Destinazioni Turistiche e da APT Servizi s.r.l., secondo quanto risultante nella tabella all’Allegato 1 al presente atto;

Ritenuto infine, a fronte delle risultanze delle istruttorie amministrativa e tecnica, e di quanto sopra esposto, che sussistano le condizioni per approvare, in Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto, la graduatoria dei progetti di promo-commercializzazione turistica presentati dalle imprese, in forma singola e associata, ammissibili a contributo regionale per l'anno 2019, ai sensi dell’Allegato A alla propria deliberazione n. 1066/2017 e ss.mm.ii;

Dato atto che nella sopracitata graduatoria è specificato l'importo della spesa ammissibile per ciascun progetto, nonché l’importo delle eventuali spese non ammissibili e la relativa motivazione;

Visti:

- il D.Lgs. 23 giugno 2011, n. 118, “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42” e s.m.;.

- n. 40/2001 recante "Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6/7/1977, n. 31 e 27/3/ 1972, n.4", per quanto applicabile;

- n. 43/2001 recante "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e ss.mm.ii.;

- la L.R. 27 dicembre 2018, n. 24 “Disposizioni collegate alla legge regionale di stabilità per il 2019”;

- la L.R. 27 dicembre 2018, n. 25 “Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2019‐2021 (legge di stabilità regionale 2019)”;

- la L.R. 27 dicembre 2018, n. 26 “Bilancio di previsione della regione Emilia‐Romagna 2019‐2021”;

Richiamata altresì la propria deliberazione n. 2301/2018, concernente: “Approvazione del documento tecnico di accompagnamento e del bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2019-2021”;

Dato atto che il pertinente Capitolo 25666 “Contributi alle imprese, anche in forma associata, per iniziative di promo-commercializzazione turistica (artt. 5 e 7 L.R. 25 marzo 2016, n. 4)” del Bilancio per l'esercizio finanziario 2019, presenta una disponibilità di € 3.000.000,00;

Ritenuto opportuno, in considerazione delle disponibilità finanziarie sopra rilevate, di stabilire che le percentuali di contributo da applicare ai progetti rientranti nelle fasce di valutazione “Alto”, “Medio” e “Basso” siano le seguenti, nel rispetto di quanto previsto all’art. 4 dell’Allegato 1 alla citata deliberazione n. 1066/2017 e ss.mm.:

- Progetti inseriti nella fascia di valutazione “Alto”: percentuale di contributo pari al 35% della spesa ammessa;

- Progetti inseriti nella fascia di valutazione “Medio”: percentuale di contributo pari al 25% della spesa ammessa;

- Progetti inseriti nella fascia di valutazione “Basso”: percentuale di contributo pari al 20% della spesa ammessa;

Visti:

- il D.lgs. 14/3/2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione n. 122 del 28 gennaio 2019 “Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione 2019 -2021” ed in particolare l’allegato D “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal d.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2019-2021”;

- la propria deliberazione n. 1059/2018 recante “Approvazione degli incarichi dirigenziali rinnovati e conferiti nell’ambito delle Direzioni Generali, Agenzie e Istituti e nomina del Responsabile della Prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT), del Responsabile dell’anagrafe per la stazione appaltante (RASA) e del Responsabile della protezione dei dati (DPO)”;

Viste altresì:

- la legge 16 gennaio 2003, n. 3 “Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione”, ed in particolare l’art. 11 «Codice unico di progetto degli investimenti pubblici»;

- la legge 13 agosto 2010, n. 136 avente per oggetto “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia”, e successive modifiche;

- la determinazione dell’Autorità per la Vigilanza sui Contratti pubblici di lavori, servizi e forniture n. 4 del 7 luglio 2011, recante “Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell’articolo 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136”;

Vista la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e ss.mm.;

Richiamate infine le seguenti proprie deliberazioni, esecutive nei modi di legge:

- n. 56/2016, n. 270/2016, n. 622/2016, n. 702/2016, n. 1107/2016, n. 468/2017, n. 477/2017 e n. 975/2017;

- n. 2416 del 29/12/2008, avente ad oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e succ. mod., per quanto applicabile;

Vista inoltre la determinazione dirigenziale n. 2373 del 22/2/2018, avente ad oggetto: “Conferimento dell'incarico dirigenziale di responsabile del Servizio "Turismo, Commercio e Sport”;

Dato atto che il Responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell'Assessore regionale Turismo e Commercio;

A voti unanimi e palesi

delibere

per le motivazioni indicate in premessa e che qui si intendono integralmente riportate:

1. di approvare, in allegato 1 parte integrante e sostanziale del presente atto, la graduatoria dei progetti di promo-commercializzazione turistica presentati dalle imprese, in forma singola o associata, per l'anno 2019, suddivisi per fasce di valutazione "ALTO", "MEDIO" e "BASSO";

2. di stabilire che le percentuali di contributo da applicare ai progetti rientranti nelle fasce di valutazione “Alto”, “Medio” e “Basso” siano le seguenti:

- Progetti inseriti nella fascia di valutazione “Alto”: percentuale di contributo pari al 35% della spesa ammessa;

- Progetti inseriti nella fascia di valutazione “Medio”: percentuale di contributo pari al 25% della spesa ammessa;

- Progetti inseriti nella fascia di valutazione “Basso”: percentuale di contributo pari al 20% della spesa ammessa;

3. di rigettare la domanda di contributo presentata da BIANCHI LORIS & C. S.N.C;

4. di stabilire che eventuali correzioni di errori materiali presenti nella graduatoria di cui all’Allegato 1 parte integrante e sostanziale del presente atto, nonché eventuali modifiche di denominazione dei beneficiari che dovessero essere comunicate successivamente all’adozione del presente atto, saranno approvate con atto del dirigente competente;

5. di dare atto che secondo quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

6. di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it