E-R | BUR

n.362 del 22.12.2021 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Offerta di IEFP a.s. 2022/2023 - Approvazione delle procedure per la definizione del quadro dell'offerta realizzata dagli Enti di formazione professionale accreditati

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Vista la Legge Regionale n. 5 del 30/6/2011 “Disciplina del sistema regionale dell’istruzione e formazione professionale” e s.m.i.;

Visti:

- il D.lgs. 17 ottobre 2005, n. 226, recante "Norme generali e livelli essenziali delle prestazioni relativi al secondo ciclo del sistema educativo di istruzione e formazione, a norma dell'articolo 2 della legge 28 marzo 2003, n. 53", con particolare riferimento alla disciplina dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale contenuta nel Capo III;

- gli Accordi in Conferenza Stato-Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano del 27 luglio 2011 e del 19 gennaio 2012 relativi alla definizione delle aree professionali e alle figure nazionali di riferimento dei percorsi di istruzione e formazione professionale (Repertorio nazionale qualifiche triennali e diplomi quadriennali nazionali);

- il D.Lgs. 13 aprile 2017, n. 61 “Revisione dei percorsi dell’istruzione professionale nel rispetto dell’art. 117 della Costituzione, nonché raccordo con i percorsi dell’istruzione e formazione professionale, a norma dell’articolo 1, commi 180 e 181, lettera d), della legge 13 luglio 2015, n. 107”;

- il Decreto Ministeriale 8 gennaio 2018 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, “Istituzione del Quadro nazionale delle qualificazioni rilasciate nell’ambito del Sistema nazionale di certificazione delle competenze di cui al decreto legislativo 16 gennaio 2013, n.13”;

- il Decreto Ministeriale 17 maggio 2018 “Criteri generali per favorire il raccordo tra il sistema dell’Istruzione Professionale e il sistema di Istruzione e Formazione Professionale e per la realizzazione, in via sussidiaria, di percorsi di istruzione e formazione professionale per il rilascio della qualifica e del diploma professionale quadriennale”;

- il Decreto Ministeriale 22 maggio 2018, n.427, di recepimento dell’Accordo sancito nella seduta della Conferenza Stato-Regioni del 10 maggio 2018, Rep. atti n. 100/CSR,, riguardante la definizione delle fasi dei passaggi tra i percorsi di istruzione professionale e i percorsi di istruzione e formazione professionale compresi nel repertorio nazionale dell'offerta di istruzione e formazione professionale, e viceversa, in attuazione dell'articolo 8, comma 2, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 61;

- l’Accordo 18 dicembre 2019 fra le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano relativo alla tabella di confluenza tra qualifiche e diplomi professionali e per l’assunzione delle dimensioni personali, sociali, di apprendimento e imprenditoriali nell’ambito dei percorsi di istruzione e formazione professionale. Repertorio Atti n.19/210/CR10/C9;

- il Decreto interministeriale 7 luglio 2020, n. 56 – Recepimento dell’Accordo in Conferenza tra Stato, Regioni e PP.AA. di Trento e Bolzano, del 1° agosto 2019, Rep. Atti 155/CSR, riguardante l’integrazione e la modifica del Repertorio Nazionale delle figure nazionali di riferimento per le qualifiche e i diplomi professionali, l’aggiornamento degli standard minimi formativi relativi alle competenze di base e dei modelli di attestazione intermedia e finale dei percorsi di IeFP, di cui all’Accordo in Conferenza Stato-Regioni del 27 luglio 2011;

- l’Accordo 10 settembre 2020, tra Governo, Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano, per la rimodulazione dell'Accordo in Conferenza Stato-Regioni - Rep. Atti 100/CSR del 10 maggio 2018, recepito con decreto MIUR 22 maggio 2018, relativo alla definizione delle fasi dei passaggi tra i percorsi di istruzione professionale e i percorsi di istruzione e formazione professionale, compresi nel repertorio nazionale dell'offerta di istruzione e formazione professionale, in applicazione di quanto sancito al punto 7. dell'Accordo in Conferenza Stato-Regioni - Rep. Atti n. 155/CSR del 1 agosto 2019, riguardante l'integrazione e modifica del Repertorio nazionale delle figure nazionali di riferimento per le qualifiche e i diplomi professionali, l'aggiornamento degli standard minimi formativi relativi alle competenze di base e dei modelli di attestazione intermedia e finale dei percorsi di istruzione e formazione professionale. - Repertorio Atti n.156/CSR”;

Viste in particolare le deliberazioni dell’Assemblea Legislativa:

- n.190 del 20/12/2018 “Programmazione triennale in materia di offerta di percorsi di istruzione e formazione professionale aa.ss. 2019/20 2020/21 e 2021/22. (Proposta della Giunta regionale in data 26 novembre 2018, n.2016)”;

- n. 210 del 26/6/2019 “Indirizzi regionali per la programmazione territoriale in materia di offerta di istruzione e di rete scolastica per gli aa.ss. 2020/2021 e seguenti ai sensi della L.R. n. 12 del 2003. (Delibera di Giunta n. 753 del 20 maggio 2019)”;

Richiamato l’art. 6 della Legge Regionale n. 8/2021, che al comma 1 stabilisce che “Il Programma triennale in materia di offerta di percorsi di istruzione e formazione professionale per gli anni scolastici 2019/20, 2020/21 e 2021/22, in attuazione del comma 1 dell’articolo 44 della legge regionale n.12 del 2003 e del comma 2 dell'articolo 8 della legge regionale 30 giugno 2011, n.5 (Disciplina del sistema regionale dell’istruzione e formazione professionale), è prorogato fino al 30 giugno 2023”;

Richiamata la propria deliberazione n. 177/2003 “Direttive regionali in ordine alle tipologie di azione ed alle regole per l’accreditamento degli organismi di formazione professionale” e ss.mm.ii.;

Vista inoltre la determinazione dirigenziale n. 21092 del 9/11/2021 “Aggiornamento elenco degli organismi accreditati di cui alla determina dirigenziale n. 17211 del 20 settembre 2021 e dell'elenco degli organismi accreditati per l'obbligo d'istruzione ai sensi della DGR 2046/2010 e per l'ambito dello spettacolo”;

Viste in particolare, con riferimento al repertorio delle qualifiche, le proprie deliberazioni:

- n. 1691/2020 “Revisione e aggiornamento del Repertorio regionale delle qualifiche. Approvazione di 26 qualifiche di 3° livello EQF, anche ai fini della correlazione con il nuovo Repertorio nazionale di IeFP per le figure di operatore”;

- n. 1778/2020 “Approvazione della correlazione tra le qualifiche professionali regionali e le figure nazionali di operatore e di tecnico di riferimento per le qualifiche e i diplomi professionali della IeFP, di cui all’Accordo in Conferenza Stato-Regioni n. 155 del 1 agosto 2019. Approvazione delle confluenze delle qualifiche regionali di operatore di 3° liv. EQF a quelle di tecnico di 4° liv. EQF per i percorsi di IeFP”;

Richiamate inoltre, con riferimento al sistema regionale di certificazione, le proprie deliberazioni:

- n. 739/2013 “Modifiche e integrazioni al Sistema Regionale di Formalizzazione e Certificazione delle competenze, di cui alla D.G.R. n. 530/2006”;

- n. 582/2021 “Sistema di Istruzione e Formazione Professionale - approvazione degli standard formativi e standard di certificazione dei percorsi a.s. 2021/2022 e seguenti”;

Viste in particolare le proprie deliberazioni:

- n. 2059/2018 “Approvazione Invito per la selezione degli enti di formazione professionali accreditati attuatori e della relativa offerta di qualifiche professionali - Sistema regionale di istruzione e formazione professionale AA.SS. 2019/2020, 2020/2021, 2021/2022”;

- n. 79/2019 “Approvazione secondo Invito per la selezione degli enti di formazione professionali accreditati attuatori e della relativa offerta di qualifiche professionali sistema regionale di istruzione e formazione professionale AA.SS. 2019/2020, 2020/2021, 2021/2022”;

- n. 470/2019 “Approvazione terzo Invito per la selezione degli enti di formazione professionali accreditati attuatori e della relativa offerta di qualifiche professionali sistema regionale di istruzione e formazione professionale AA.SS. 2019/2020, 2020/2021, 2021/2022”;

- n. 705/2019 “Percorsi di IeFP cui alla L.R. n. 5/2011: Approvazione delle candidature presentate in risposta all'invito di cui alla DGR 470/2019 e approvazione dell'offerta di percorsi di IeFP per AA.SS. 2019/2020, 2020/2021 e 2021/2022 a modifica e integrazione di quanto previsto dalla DGR. 191/2019”;

- n. 2407/2019 “Sistema di IeFP di cui alla L.R. n. 5/2011: approvazione dell'offerta di percorsi per gli aa.ss. 2020/2021 e 2021/2022 realizzati dagli Enti di formazione professionale - aggiornamento delibera di Giunta regionale n. 2390/2019”;

- n. 548/2020 “Offerta del sistema regionale di istruzione e formazione professionale per il conseguimento della qualifica professionale presso gli Enti di formazione professionale accreditati da avviare nell'a.s. 2020/2021 - approvazione dell'elenco delle operazioni, quantificazione budget in attuazione della delibera di Giunta regionale n. 2407/2019”;

- n. 1789/2020 “Offerta di IeFP per il conseguimento di una qualifica professionale - Richiesta agli Enti di formazione professionale accreditati dell'impegno alla realizzazione a.s. 2021/2022 in coerenza a quanto disposto dalle delibere di Giunta regionale n. 2047/2019 e n. 1778/2020;

- n. 1916/2020 “Approvazione dell'offerta di percorsi di IeFP per la qualifica professionale per l'a.s. 2021/2022 realizzati dagli enti di formazione professionale - delibera di giunta regionale n. 1789/2020”;

Vista inoltre la determinazione n. 16900/2021 “Sistema di IeFP. Offerta formativa attivata nell'a.s. 2021/2022 dagli enti di formazione professionale accreditati per l'acquisizione di una qualifica professionale. Approvazione del catalogo dell'offerta formativa a.s. 2021/2022 per l'acquisizione in apprendistato del certificato di qualifica. DGR n. 1101/2021”;

Dato atto che in attuazione del documento di programmazione triennale in materia di offerta di percorsi di istruzione e formazione professionale, approvato con delibera dell’Assemblea Legislativa n. 190/2018, con propri atti, in premessa citati, è stata selezionata, e annualmente aggiornata, l’offerta formativa realizzata dagli Enti di Formazione Professionale per gli aa.ss. 2019/20, 2020/21 e 2021/22;

Visto in particolare che, con Legge Regionale n. 8/2021, è stata disposta la proroga del Programma triennale in materia di IeFP, di cui alla delibera dell’Assemblea legislativa n. 190/2018, per permettere la conclusione della programmazione comunitaria di cui al Programma Operativo FSE 2014/2020 in vigenza del Programma triennale approvato e pertanto di garantire continuità alle azioni previste nel medesimo fino alla approvazione del nuovo Programma FSE+ 2021/2027;

Dato atto che le motivazioni che hanno sostanziato la proroga del Programma triennale rendono necessaria, per garantire la continuità dell’offerta di percorsi di IeFP che si avvieranno nell’a.s. 2022/2023, la contestuale proroga degli esiti delle procedure attivate, con le proprie deliberazioni citate in premessa, per la selezione degli enti di formazione professionale accreditati e della relativa offerta di qualifiche professionali;

Dato atto che nella propria proposta per l’approvazione da parte dell’Assemblea legislativa, di cui alla deliberazione n. 1896/2021 “Adozione del programma regionale FSE dell’Emilia-Romagna 2021-2027 in attuazione del REG.(CE) n. 1060/2021. Proposta di approvazione all'Assemblea legislativa”, si è previsto che “In continuità con la programmazione 2014 - 2020, e nel rispetto delle previsioni del Reg. (UE) 2021/1060, per consentire il tempestivo avvio della programmazione l’AdG potrà avviare operazioni a valere sul Programma anche prima dell’approvazione, da parte del Comitato di Sorveglianza, di metodologia e criteri di selezione delle operazioni ai sensi dell’art. 40.2(a). Nelle more dell'approvazione potranno essere ritenuti validi anche i criteri adottati nella programmazione 2014-2020”;

Dato atto che a partire dall’a.s. 2021/2022 l’offerta dei percorsi di IeFP ha avuto a riferimento il Repertorio regionale delle qualifiche Professionali per il Sistema Regionale di Istruzione e Formazione Professionale di cui alla propria deliberazione n. 1778/2020 in attuazione dell’Accordo in Conferenza Stato-Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano del 1 agosto 2019, tenuto conto delle corrispondenze, approvate nell’allegato A) della propria deliberazione n. 1789/2020, con il Repertorio di cui agli Accordi in Conferenza Stato-Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano del 27 luglio 2011 e del 19 gennaio 2012;

Dato atto altresì che, come specificato con la propria deliberazione n. 1789/2020 per la selezione dell’offerta formativa a.s. 2021/2022, i criteri di valutazione per ciascuna qualifica professionale candidata, con riferimento alla singola sede, in risposta alla propria deliberazione n. 2059/2018 e ss.mm.ii., evidenziano che gli Enti di Formazione selezionati possono garantire la finalizzazione, l’adeguatezza e qualità delle risorse professionali e strumentali e delle metodologie di intervento, l’adeguatezza e qualità dei servizi e delle risorse di supporto, l’adeguatezza e qualità delle reti di collaborazione e partenariati e delle esperienze e prassi formative anche con riferimento alle qualifiche professionale così come aggiornate e ricomprese nel Repertorio di cui alla propria deliberazione n. 1778/2020;

Valutato, pertanto, per quanto sopra esposto che gli Enti di Formazione professionale accreditati potranno realizzare nell’a.s. 2022/2023 un’offerta formativa coerente - in termini di soggetti, sedi di realizzazione e relative qualifiche professionali e di numero massimo di percorsi - con l’offerta per l’a.s. 2020/2021 approvata con la propria deliberazione n. 548/2020, nonché con l’offerta per l’a.s. 2021/2022 approvata con la propria deliberazione n. 1916/2020;

Dato atto in particolare che il nuovo repertorio regionale ha trovato prima applicazione nell’a.s. 2021/2022 e che, con riferimento all’offerta candidabile dagli Enti di Formazione professionale selezionati per la realizzazione di percorsi finalizzati al rilascio della qualifica di “Operatore alle cure estetiche”, con la propria deliberazione n. 1789/2020 è stato previsto che gli Enti potevano impegnarsi ad attivare entrambe le qualifiche di nuova istituzione, “Operatore dell’acconciatura” e/o “Operatore trattamenti estetici”, presso le stesse sedi e nel rispetto del numero massimo di percorsi attivabili, come da propria deliberazione n. 2407/2019 prevedendo altresì che solo successivamente sarebbe stata predisposta una ricognizione dei percorsi effettivamente attivati;

Ritenuto necessario, superata la fase iniziale e sperimentale, prevedere che gli Enti di Formazione professionale selezionati per la realizzazione di percorsi finalizzati al rilascio della qualifica di “Operatore alle cure estetiche” potranno impegnarsi a realizzare per l’a.s. 2022/2023 percorsi per il conseguimento della qualifica di “Operatore dell’acconciatura” e/o “Operatore trattamenti estetici”, presso le stesse sedi e nel rispetto del numero massimo di percorsi attivabili, come da propria deliberazione n. 2407/2019, determinando già in fase di candidatura il numero di percorsi che si impegnano ad attivare per ciascuna distinta qualifica;

Dato atto, inoltre, che l’Ente di Formazione professionale SCUOLA EDILE ARTIGIANA ROMAGNA DI FORLÌ, CESENA E RIMINI (cod. org. 11082):

- ha candidato la propria offerta formativa e che la stessa è stata selezionata per la realizzazione di un percorso per il conseguimento della qualifica professionale di “Operatore edile alle strutture” anche per gli aa.ss. 2020/2021 e 2021/2022, come da propria deliberazione n. 2407/2019;

- per gli stessi aa.ss. 2020/2021 e 2021/2022, non ha ritenuto sussistere le condizioni per la realizzazione dell’effettiva offerta;

Valutato opportuno prevedere che l’offerta della SCUOLA EDILE ARTIGIANA ROMAGNA DI FORLÌ, CESENA E RIMINI, già selezionata per gli aa.ss. precedenti, sia mantenuta quale offerta comunque attivabile per l’a.s. 2022/2023, al fine di ampliare le opportunità e rispondere alla potenziale domanda dei giovani e delle imprese;

Ritenuto necessario, al fine di garantire la continuità dell’offerta e proporne i contenuti alle famiglie in tempi coerenti con l’apertura delle iscrizioni cosi come definite dalla circolare del 30/11/2021 del Ministero dell’Istruzione, attivare le procedure per consentire agli Enti di Formazione professionale accreditati e selezionati per la realizzazione dell’offerta formativa in attuazione della programmazione 2019/2020, 2020/2021 e 2021/2022 di individuare, nel rispetto degli esiti delle selezioni di cui alle proprie deliberazioni in premessa citate, l’offerta che si impegnano a rendere disponibile ai potenziali iscritti per l’a.s. 2022/2023;

Valutato pertanto necessario con il presente atto approvare le Procedure per la definizione del quadro dell’offerta di IeFP realizzata dagli Enti di Formazione professionale accreditati a.s. 2022/2023, allegato 1), parte integrante e sostanziale del presente atto;

Dato atto che le proposte di offerta formativa per l’a.s. 2022/2023 pervenute in risposta alla procedura di cui all’allegato 1) del presente atto:

- dovranno essere formulate ed inviate secondo le modalità riportate nello stesso;

- saranno oggetto di una istruttoria di ammissibilità e di validazione dell’offerta eseguita da un gruppo di lavoro composto da collaboratori del Servizio “Programmazione delle politiche dell'istruzione, della formazione, del lavoro e della conoscenza”;

Dato atto in particolare che gli Enti di Formazione professionale potranno presentare una proposta di offerta formativa per l’a.s. 2022/2023 che, con riferimento alle singole sedi, preveda l’attivazione di una qualifica già attivabile nella stessa sede con riferimento all’a.s. 2020/2021 e/o 2021/2022, mantenendo invariato il numero totale di percorsi attivabili come riportato nella procedura di cui all’allegato 1);

Dato atto, inoltre, che gli Enti di Formazione professionale selezionati per la realizzazione di percorsi finalizzati al rilascio della qualifica di “Operatore alle cure estetiche” dovranno, nella proposta di offerta formativa per l’a.s. 2022/2023, determinare - per ciascuna sede - il numero di percorsi che si impegnano ad attivare per ciascuna distinta qualifica - “Operatore dell’acconciatura” e/o “Operatore trattamenti estetici” - nel rispetto del numero massimo di percorsi attivabili;

Ritenuto di prevedere che, in esito alle procedure di ammissibilità e validazione, con proprio successivo atto sarà approvata l’offerta potenziale dei percorsi di IeFP per l’a.s. 2022/2023 realizzata dagli Enti di Formazione professionale accreditati comprensiva, con riferimento a ciascuna qualifica del Repertorio di cui alla propria deliberazione n. 1778/2020, per ciascun Ente e per ciascuna sede accreditata, del numero massimo di percorsi attivabili;

Richiamati:

- il Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33 "Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità̀, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni" e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione n. 111 del 28 gennaio 2021 “Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza. Anni 2021-2023”;

Richiamata la Legge regionale n. 43/2001 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e ss.mm.ii.;

Viste le proprie deliberazioni:

- n. 2416/2008 "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007" e ss.mm.ii. per quanto applicabile;

- n. 87/2017 "Assunzione dei vincitori delle selezioni pubbliche per il conferimento di incarichi dirigenziali, ai sensi dell'art. 18 della L.R. 43/2001, presso la Direzione Generale Economia della conoscenza, del Lavoro e dell’Impresa”;

- n. 468/2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- n. 2329/2019 “Designazione del Responsabile della Protezione dei dati”;

- n. 2013/2020 “Indirizzi organizzativi per il consolidamento e il potenziamento delle capacità amministrative dell’Ente per il conseguimento degli obiettivi del programma di mandato, per fare fronte alla programmazione comunitaria 2021/2027 e primo adeguamento delle strutture regionali conseguenti alla soppressione dell’IBACN”;

- n. 2018/2020 “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale, ai sensi dell’art. 43 della L.R. 43/2001 e ss.mm.ii.”;

- n.771/2021 “Rafforzamento delle capacità amministrative dell’Ente secondo adeguamento degli assetti organizzativi e linee di indirizzo 2021”;

Viste, altresì̀ le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposto in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Richiamata la determinazione dirigenziale n. 1174/2017 "Conferimento di incarichi dirigenziali presso la Direzione Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell'Impresa;

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore competente per materia;

A voti unanimi e palesi

delibera

per le motivazioni espresse in premessa:

1. di approvare l’allegato 1), parte integrante e sostanziale del presente atto, “Offerta di IeFP realizzata dagli Enti di Formazione professionale accreditati a.s. 2022/2023 – Procedure per la definizione del quadro dell’offerta”;

2. di stabilire che le proposte di offerta formativa per l’a.s. 2022/2023 pervenute in risposta alla procedura di cui all’allegato 1) del presente atto:

- dovranno essere formulate ed inviate secondo le modalità riportate nello stesso;

- saranno oggetto di una istruttoria di ammissibilità e di validazione dell’offerta eseguita da un gruppo di lavoro composto da collaboratori del Servizio “Programmazione delle politiche dell'istruzione, della formazione, del lavoro e della conoscenza”;

3. di prevedere, in particolare che, gli Enti di Formazione professionale potranno presentare una proposta di offerta formativa per l’a.s. 2022/2023 che, con riferimento alle singole sedi, preveda l’attivazione di una qualifica già attivabile nella stessa sede con riferimento all’a.s. 2020/2021 e/o 2021/2022, mantenendo invariato il numero totale di percorsi attivabili, come riportato nella procedura di cui all’allegato 1);

4. di prevedere altresì che gli Enti di Formazione professionale selezionati per la realizzazione di percorsi finalizzati al rilascio della qualifica di “Operatore alle cure estetiche” dovranno, nella proposta di offerta formativa per l’a.s. 2022/2023, determinare, per ciascuna sede, il numero di percorsi che si impegnano ad attivare per ciascuna distinta qualifica, “Operatore dell’acconciatura” e/o “Operatore trattamenti estetici”, nel rispetto del numero massimo di percorsi attivabili;

5. di prevedere inoltre che in esito alle procedure di ammissibilità e validazione con proprio successivo atto sarà approvata l’offerta potenziale dei percorsi di IeFP per l’a.s. 2022/2023 realizzata dagli Enti di Formazione professionale accreditati comprensiva, con riferimento a ciascuna qualifica del Repertorio di cui alla propria deliberazione n. 1778/2020, per ciascun Ente e per ciascuna sede accreditata, del numero massimo di percorsi attivabili;

6. di dare atto infine che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà alle pubblicazioni ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa, inclusa la pubblicazione ulteriore prevista dal piano triennale di prevenzione della corruzione, ai sensi dell'art. 7 bis, comma 3, del D.lgs. n. 33 del 2013 e ss.mm.ii.;

7. di pubblicare la presente deliberazione, unitamente all’Allegato 1), parte integrante e sostanziale della stessa, nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico e sul sito http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it