E-R | BUR

n.268 del 31.07.2020 (Parte Prima)

XHTML preview

Oggetto n. 1262 - Ordine del giorno n. 17 collegato all'oggetto 977 Progetto di legge d'iniziativa della Giunta recante: "Assestamento e prima variazione generale al bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2020-2022". A firma dei Consiglieri: Pigoni, Bondavalli, Zappaterra, Caliandro, Sabattini, Taruffi, Amico, Pelloni

L’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna

Premesso che

l'emergenza Covid ha messo in luce la difficile gestione delle ASP (Aziende pubbliche di servizi alla persona) ed il loro fondamentale impegno nel fronteggiare una situazione drammatica, senza precedenti.

Le ASP sono costituite dalla Regione nell'ambito del programma di riordino e trasformazione delle Ipab (Istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza) di cui alla legge regionale quadro sui servizi sociali (legge regionale 2/2004). Sono aziende di diritto pubblico dei Comuni dell'ambito distrettuale o subdistrettuale, costituite per garantire la gestione unitaria e la qualificazione dei servizi sociali e socio-sanitari erogati a persone di ogni fascia di età. Sono collegate con gli altri soggetti e servizi che costituiscono il sistema integrato di servizi sociali, socio-sanitari e sanitari dell'Emilia-Romagna.

Le ASP sono dunque aziende di diritto pubblico, dotate di personalità giuridica, di autonomia statutaria, gestionale, patrimoniale, contabile e finanziaria, che non hanno fini di lucro e sono disciplinate a livello regionale dalla l.r. n. 2 del 2003; operano nell'ambito di una cornice di regolamentazione regionale omogenea e coordinata e si rifanno a principi di efficienza, efficacia ed economicità, nel vincolo del criterio di pareggio di bilancio con l'equilibrio fra costi e ricavi.

Considerato che

l'erogazione di servizi fondamentali alla persona operata da aziende interamente pubbliche rappresenta un valore per l'intero sistema di welfare regionale.

Rientra tra le facoltà delle Regioni stabilire esenzioni o riduzioni rispetto a quanto stabilito dalla legislazione statale in materia di IRAP.

La Regione, a titolo di parziale compensazione, è intervenuta a rivedere il sistema di remunerazione dei servizi socio-sanitari accreditati in favore delle ASP.

Evidenziato che

le ASP rappresentano un caposaldo del sistema regionale di gestione dei servizi alla persona e in quante tale è opportuno valutare ogni misura che possa ridurre i costi a loro carico, efficientandone la gestione e contribuendo all'aumento della qualità dei servizi.

Tutto ciò premesso e considerato,

impegna la Giunta

a valutare la possibilità di adottare ulteriori e adeguate misure per la riduzione dell'impatto dell'IRAP sulle ASP, prevedendo apposite misure di compensazione.

Approvato all’unanimità dei presenti nella seduta pomeridiana del 28 luglio 2020

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it