E-R | BUR

n.9 del 11.01.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Decreto di esproprio delle aree necessarie alla realizzazione della rotatoria di via Caldirolo nell’ambito delle opere per l’adeguamento dell’idrovia ferrarese

 

Con atto di Giunta comunale PG 130481 in data 15/12/2015 è stato approvato un accordo attuativo della delibera di consiglio Comunale PG 50624 del 30.06.2014, da sottoscrivere tra il Comune e la Provincia, con cui sono state affidate al Comune di Ferrara le funzioni di soggetto attuatore per la realizzazione della rotatoria di via Caldirolo nell’ambito delle opere per l’adeguamento dell’idrovia ferrarese;

con provvedimento del Consiglio comunale P.G. n. 19116/16 nella seduta del 21/3/2016 - verbale n. 6, è stato approvato il Documento Unico di Programmazione (DUP) per il periodo 2016/2019 e relativi allegati, tra cui il Piano Triennale dei Lavori Pubblici 2016/2018 ed il relativo Elenco dei Lavori da avviare nel 2016, nel quale è previsto l’intervento in questione, il progetto definitivo elaborato dalla Provincia è stato depositato presso l’Ufficio Espropri del Comune di Ferrara, in quanto per la realizzazione dell’intervento è necessario procedere all’esproprio di parte dell’area interessata.

L’ufficio Espropri del Comune di Ferrara ha elaborato il Progetto per le Espropriazioni, con l’individuazione delle aree da espropriare e i nominativi di coloro che ne risultano proprietari e all’espletamento della procedura ex art. 16 Legge Regionale n.37/2002 (PG 51270 del 4/5/2016 preordinato alla dichiarazione di pubblica utilità dei lavori, a seguito della notifica i proprietari, con PEC PG 2016/0064331 del 7/6/2016 hanno presentato osservazione.

In data 30/6/2016, con nota PG 0074537 il Responsabile del Procedimento, Ing. Enrico Pocaterra, ha comunicato all’Ufficio Espropri di accogliere l’osservazione e con determina n. 1282. P.G 80037 del 13/07/2016 è stato approvato il progetto definitivo dei lavori di realizzazione della rotatoria di via Caldirolo nell’ambito delle opere per l’adeguamento dell’idrovia ferrarese dell’importo complessivo di di €. 500.000,00, dichiarata la pubblica utilità ai sensi ai sensi dell’art. 15 della Legge Regionale n. 37/2002 e controdedotto all’osservazione pervenuta dai proprietari Zaniboni Vera e Gulinati Alberto.

L'atto è stato notificato ai proprietari dell’ area interessata ai sensi dell’art. 18, L.R. 37 del 19/12/2002 in data 19/7/2016 con PG 82638 e 82640, con contestuale proposta di indennità di esproprio.

I Sig. Gulinati Alberto con nota PG. 85099 del 26 luglio 2016 e Zaniboni Vera con nota pg. 85096 del 26 luglio 2016 proprietari delle aree interessate hanno accettato l’indennità di espropriazione contestualmente alla dichiarazione di cessione volontaria delle stesse e con determina n. 1412/2016 del 4/8/2016, PG 89019 è stata fissata l’indennità provvisoria di espropriazione dovuta ai proprietari Sig. Gulinati Alberto e Zaniboni Vera, spese di imposte di registrazione, trascrizione e volturazione delle aree necessarie alla realizzazione della rotatoria di via Caldirolo nell’ambito delle opere per l’adeguamento dell’idrovia ferrarese.

Con atto PG 89647/16 del 5/8/2016 è stata liquidata ai proprietari l’indennità defintiva.

Le aree oggetto di esproprio con i relativi proprietari, dati catastali, indennità e mandati di pagamento sono:

Per l’area distinta al C.F. Comune di Ferrara al Foglio 163 mapp. 1406 (ex 322) area urbana di mq. 600

GULINATI ALBERTO - In qualità di comproprietario per 75% - Indennità liquidata al lordo della ritenuta €. 55.743,19

Mandato di pagamento n. 0008936 del 11/08/2016

ZANIBONI VERA - In qualità di comproprietario per 25% - I ndennità liquidata al lordo della ritenuta €. 18.581,06

Mandato di pagamento n. 0008939 del 11/08/2016.

Il possesso dell’area è stato conferito in funzione espropriativa con la redazione dei verbali di consistenza e immissione nel possesso, PG 101464 del 13/9/2016.

Visto l’art. 20, commi 11 e 12, del T.U. n. 327/01, modificato dal D.Lgs. 302/02,che prevede che l’autorità espropriante può procedere alla emissione del decreto di esproprio in alternativa alla cessione volontaria, mantenendo inalterati i benefici di legge, si Decreta di disporre, a favore del Comune di Ferrara, per quanto in premessa esposto, in relazione ai lavori necessari alla realizzazione della rotatoria di Via Caldirolo nell’ambito delle opere per l’adeguamento dell’idrovia ferrarese l’espropriazione delle aree i cui dati sono quelli sopra riportati.

Si dà atto che i beni immobili in questione, diventano di proprietà del Comune, nello stato di fatto in cui si trovano;

si notifica il presente decreto agli interessati, nelle forme degli atti processuali civili;

si invia copia autentica del presente decreto all’Ufficio espropriazioni della Regione Emilia-Romagna per conoscenza, ed al B.U.R. in estratto per la pubblicazione;

Si provvede inoltre alla pubblicazione del presente decreto presso l’Albo Pretorio del Comune e alla trascrizione del presente decreto presso la locale conservatoria dei RR.II, nonché alla registrazione nei termini di legge;

Si dà atto che contro il presente provvedimento è ammesso ricorso al TAR dell’Emilia-Romagna ed al Capo dello Stato entro i termini di legge. 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it