E-R | BUR

n. 85 del 30.06.2010 - periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di n. 1 posto a tempo pieno ed indeterminato di Funzionario Psicologo (Cat. giur. D - Pos. econ. D1 CCNL Comparto Regioni e Autonomie Locali)

È indetto, in esecuzione della determina dirigenziale n. 22/2010, un concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura di n. 1 posto di “Funzionario Psicologo” (Cat. Giur. D / Pos. Econ. D1 CCNL Comparto Regioni Autonomie Locali) a tempo indeterminato e tempo pieno. Sede di lavoro: territorio dei comuni soci di ASP.

Trattamento economico

Il trattamento economico sarà quello stabilito dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del Comparto Regioni Autonomie Locali relativo alla categoria giuridica D / Pos. Econ. D1 di cui al vigente CCNL Comparto Regioni Autonomie Locali che risulta essere il seguente:

- stipendio tabellare: € 21.166,71;

- spetterà inoltre la 13° mensilità, l’assegno per il nucleo familiare, se dovuto, nonché ogni altra indennità prevista dal contratto di lavoro.

Il trattamento economico e tutti gli emolumenti sono sottoposti alle trattenute erariali, previdenziali ed assistenziali previste per legge.

Requisiti per l’ammissione al concorso

1) Cittadinanza italiana o di Stato appartenente all’Unione Europea, fatte salve le eccezioni previste dalle vigenti disposizioni legislative. I cittadini degli Stati membri della U.E. devono tuttavia possedere i seguenti requisiti:

- godere dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o provenienza;

- essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica Italiana;

- avere un’adeguata conoscenza, sia parlata che scritta, della lingua italiana;

2) idoneità fisica incondizionata allo svolgimento delle mansioni proprie dei profilo da ricoprire. L’accertamento verrà effettuato dal Medico Competente di ASP ai sensi del DLgs n. 81/2008 s.m.i.;

3) godimento dei diritti civili e politici;

4) non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione, ovvero licenziati a qualunque titolo, o a seguito dell’accertamento che l’impiego stesso sia stato conseguito mediante la produzione di documenti falsi e comunque con mezzi fraudolenti;

5) non aver riportato condanne penali o non essere stati interdetti o sottoposti a misure che impediscono, secondo le leggi vigenti, la costituzione del rapporto di impiego presso enti pubblici;

6) diploma di laurea quinquennale in Psicologia (vecchio ordinamento), oppure laurea magistrale (nuovo ordinamento) o titoli di studio equipollenti per legge. Nel caso di titoli equipollenti a quello indicato nel presente bando, sarà cura del candidato dimostrare la suddetta equipollenza mediante l’indicazione del provvedimento normativo che la sancisce. Per i titoli conseguiti all’estero l’ammissione è subordinata al riconoscimento o all’equipollenza ai titoli italiani;

7) iscrizione alla Sezione A dell’Albo dell’Ordine degli psicologi. L’iscrizione al corrispondente Albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’Albo in Italia prima dell’assunzione in servizio;

8) età non inferiore a 18 anni;

9) posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva e nei riguardi degli obblighi del servizio militare;

10) conoscenza della lingua inglese nonché dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.

I suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dal presente bando di selezione pubblica per la presentazione della domanda di ammissione alla selezione e dovranno essere tutti dichiarati nella domanda.

Contenuto della domanda di ammissione

Nella domanda di ammissione, redatta in carta semplice secondo lo schema che viene allegato al bando, il/la candidato/a deve dichiarare, sotto la propria personale responsabilità e consapevole delle conseguenze penali previste dall’art. 76 del Testo Unico approvato con DPR 28/12/2000 n. 445 per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci:

a) il cognome, il nome, il luogo di residenza (con l’esatta indicazione del numero di codice di avviamento postale), telefono;

b) il luogo e la data di nascita;

c) indicazione del concorso pubblico al quale intende partecipare: nella fattispecie quello di “Funzionario Psicologo” (cat. giur. D / pos. econ. D1);

d) il possesso della cittadinanza italiana ovvero il possesso della cittadinanza di uno degli Stati appartenenti all’Unione Europea in possesso dei requisiti prescritti dal D.P.C.M. 7/2/1994 n. 174. I candidati cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea devono godere dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o provenienza e possedere una adeguata conoscenza, sia parlata che scritta, della lingua italiana;

e) il godimento dei diritti civili e politici;

f) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o cancellazione dalle stesse o l’iscrizione nello Stato membro dell’Unione Europea;

g) diploma di laurea in Psicologia quinquennale (vecchio ordinamento), oppure laurea magistrale (nuovo ordinamento) o titoli di studio equipollenti per legge (l’equiparazione tra i detti titoli di studio del vecchio ordinamento e le lauree specialistiche e/o magistrali sarà determinata mediante l’applicazione della Tabella contenuta nel Decreto Interministeriale 9 luglio 2009 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 7/10/2009 n. 233). Nel caso di titoli equipollenti a quello indicato nel presente bando, sarà cura del candidato dimostrare la suddetta equipollenza mediante l’indicazione del provvedimento normativo che la sancisce. Per i titoli conseguiti all’estero l’ammissione è subordinata al riconoscimento o all’equipollenza ai titoli italiani;

h) Iscrizione alla Sezione A dell’Albo dell’Ordine degli psicologi. L’iscrizione al corrispondente Albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’Albo in Italia prima dell’assunzione in servizio;

i) il possesso dell’idoneità fisica incondizionata allo svolgimento delle mansioni proprie del posto da ricoprire;

l) le eventuali condanne penali riportate e/o procedimenti penali in corso. In caso negativo dovrà essere dichiarata l’inesistenza di condanne o procedimenti penali;

m) non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego, presso una pubblica amministrazione, ovvero licenziati a qualunque titolo, o a seguito dell’accertamento che l’impiego stesso sia stato conseguito mediante la produzione di documenti falsi e comunque con mezzi fraudolenti;

n) di essere in regola nei riguardi degli obblighi di leva e nei riguardi degli obblighi del servizio militare;

o) gli eventuali titoli che, a norma di legge, diano diritto a riserva, precedenza e preferenze nella nomina a parità di merito (saranno considerati solo i titoli dichiarati nella domanda);

p) il preciso recapito presso il quale dovrà essere inviata qualsiasi comunicazione relativa alla procedura concorsuale di cui all’oggetto. Qualora, nel corso dello svolgimento della procedura selettiva il candidato cambi il proprio domicilio o recapito è tenuto a comunicarlo per iscritto all’Ente;

q) il candidato portatore di handicap che intende partecipare alla selezione pubblica, ai sensi dell’art. 20 della legge 104/92, deve specificare nella domanda l’ausilio necessario, in relazione al proprio handicap, nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi per sostenerle; dovrà altresì allegare alla domanda, in originale o copia autenticata, certificazione relativa al suddetto handicap, rilasciata dalla struttura pubblica competente, al fine di consentire all’Amministrazione di predisporre per tempo i mezzi e gli strumenti atti a garantire una regolare partecipazione al concorso;

r) conoscenza della lingua inglese nonché dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;

s) di accettare, avendone presa conoscenza, le norme e le condizioni del presente bando;

t) il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del DLgs 196/2003 per l’espletamento della procedura selettiva e per l’eventuale assunzione.

Le dichiarazioni mancanti od incomplete rispetto a quanto previsto dai precedenti commi da a) a n), comporteranno l’esclusione dal concorso.

In caso di obiettivi dubbi sui requisiti di ammissione, l’Ente dispone l’ammissione con riserva. Lo scioglimento della riserva è subordinato alla verifica dell’effettivo possesso dei requisiti richiesti.

La domanda deve essere firmata in calce senza necessità di alcuna autentica. La mancata sottoscrizione della domanda comporta l’esclusione dalla selezione pubblica.

Le dichiarazioni mendaci e la falsità in atti comportano responsabilità penale ai sensi dell’art. 76 del DPR n. 445/2000, nonché le conseguenze di cui all’art. 75 del DPR n. 445/2000 (decadenza dai benefici eventualmente prodotti dal provvedimento emanato sulla base di una dichiarazione non veritiera).

L’amministrazione si riserva la facoltà di procedere a controlli, anche a campione, sulla veridicità delle dichiarazioni effettuate.

L’ammissione dei candidati al concorso pubblico e l’espletamento dello stesso, saranno affidati ad un’apposita Commissione giudicatrice nominata dall’Ente.

Titoli valutabili

La Commissione giudicatrice, come previsto dal “Regolamento per i concorsi e le selezioni del personale” dell’Ente, può attribuire per la valutazione dei titoli fino ad un massimo di 10 punti così ripartiti:

titoli di studio: massimo punti 3;

titoli di servizio: massimo punti 5;

tiitoli vari: massimo punti 2.

I candidati in possesso di eventuali titoli che potranno essere oggetto di valutazione da parte della Commissione giudicatrice dovranno precisare:

1) per ciascun titolo di studio: la denominazione e la durata del corso di studi, l’autorità scolastica che lo ha rilasciato, l’anno del conseguimento e il voto riportato; nessun punteggio sarà attribuito al possesso del titolo di studio minimo che dà titolo all’ammissione al concorso;

2) per i titoli di servizio: il tipo di rapporto di lavoro presso Enti pubblici (se a tempo indeterminato o a tempo determinato; se a tempo pieno o part-time e in tal caso indicando il numero di ore settimanali), il periodo lavorato (indicando il giorno di inizio e il giorno di cessazione), la qualifica di appartenenza e la categoria di inquadramento, il contratto applicato, l’ufficio e/o l’Area presso il quale si è prestato servizio; la valutazione del servizio viene valutato sino alla data di scadenza del bando del concorso ovvero di rilascio del certificato, o dell’autocertificazione, se anteriore alla data predetta;

3) per i titoli vari: tutti gli altri titoli non classificati nei precedenti articoli, purché apprezzabili al fine di determinare il livello di formazione culturale, di specializzazione o qualificazione e di esperienze del concorrente in rapporto al profilo o figura professionale (diplomi professionali e patenti speciali, non richiesti come requisito essenziale per la partecipazione, purché attinenti al posto messo a concorso; corsi di perfezionamento e aggiornamento professionale, partecipazione a convegni, congressi, seminari attinenti alle funzioni del posto a concorso – indicando il numero delle ore complessivamente svolte, l’oggetto, l’ente che lo ha rilasciato e l’eventuale esito finale; libere professioni con funzioni equiparabili; servizio prestato presso privati con funzioni equiparabili; incarichi professionali attinenti alle funzioni del posto a concorso; idoneità conseguite in concorsi per titoli ed esami o per esami, non verranno valutate le idoneità conseguite in concorsi per soli titoli, ovvero quelle in concorsi per titoli ed esami o per solo esami a posti di categoria di inquadramento funzionale inferiore o di diversa area professionale; pubblicazioni a stampa, che devono essere presentate in originale a stampa assieme agli altri titoli e possono essere valutate solo se attinenti a materie la cui disciplina è oggetto delle prove d’esame e comunque denotino un arricchimento della professionalità del concorrente in riferimento alle funzioni connesse al posto messo a concorso. Qualora le predette pubblicazioni rechino la firma di più autori, possono essere prese in considerazione esclusivamente nel caso in cui la parte curata dal candidato sia chiaramente evidenziata rispetto alle altre; curriculum professionale per la parte non rientrante tra le altre categorie di titoli).

Per ogni altro titolo posseduto dal candidato devono essere indicati tutti gli elementi indispensabili ai fini di una sua eventuale valutazione.

La mancata o l’incompleta dichiarazione dei punti da 1) a 3) comporterà la mancata assegnazione del relativo punteggio.

Tutti i documenti allegati alla domanda di partecipazione al concorso possono essere prodotti: in originale, in copia legale o autenticata ai sensi di legge ovvero autocertiticati nei casi e nei limiti previsti dalla normativa vigente (dichiarazione sostitutiva di certificazione; dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà).

Nell’interesse del candidato si suggerisce di allegare, in fotocopia semplice dichiarata conforme all’originale, tutta la documentazione a corredo della domanda.

Presentazione della domanda di ammissione

La domanda di ammissione alla procedura concorsuale, redatta in carta semplice, deve essere indirizzata al Direttore dell’Ente e consegnata direttamente presso l’Ufficio Protocollo – in Compiano 43053 (PR), Via Duca degli Abruzzi n. 27 – entro il termine perentorio delle ore 12,00 del 23 luglio 2010 o spedita, entro la stessa data, a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento (A.R.). La domanda inoltre, debitamente sottoscritta dal candidato a pena di esclusione, dovrà essere presentata unitamente alla copia fotostatica di un documento valido di identità del sottoscrittore, ovvero dovrà essere sottoscritta davanti al dipendente dell’Ente addetto a ricevere la domanda.

Le domande inoltrate tramite il servizio postale si considerano prodotte in tempo se spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento (A.R.) entro il termine indicato nel bando. La data di spedizione delle domande è stabilita e comprovata dal timbro a data dell’ufficio postale accettante. Non verranno prese in considerazione le domande spedite oltre il termine sopra citato o pervenute, tramite il servizio postale, oltre 10 giorni dal termine di scadenza stabilito nel presente bando. Nel caso di presentazione diretta della domanda farà fede il timbro a data apposto a cura dell’ufficio Protocollo dell’Ente. I candidati che intendono avvalersi della presentazione diretta della domanda devono produrre all’ufficio una copia aggiuntiva per l’apposizione del timbro di arrivo quale attestazione della data di presentazione. L’Amministrazione non assume responsabilità per la dispersione delle domande o di eventuali comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente, oppure dalla mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o, comunque, imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. Non è consentita alcuna regolarizzazione delle domande di ammissione né degli allegati. La domanda, in busta chiusa, deve recare sul retro, oltre il mittente e l’indirizzo, la seguente dicitura: “Pubblico concorso per titoli ed esami “Funzionario Psicologo” (cat. giur. D / pos. econ. D1)”.

Allegati alla domanda

Alla domanda di partecipazione alla selezione pubblica il candidato deve allegare:

a) originale della ricevuta di versamento della tassa di concorso di € 10,33, da effettuarsi, pena esclusione, entro la data di scadenza del bando, presso il Tesoriere dell’Ente – Cariparma Crédit Agricole, Agenzia di Bedonia (codice IBAN: IT 75 B 06230 65630 000085284118), o presso altro Istituto, sempre a favore di ASP “Cav. Marco Rossi Sidoli” presso la Banca “Cariparma Crédit Agricole” con l’indicazione della causale di versamento: Tassa di concorso nel profilo professionale di “Funzionario Psicologo” - cat. giur. D / pos. econ. D1. La tassa di concorso non sarà in nessun caso rimborsata;

b) copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità del sottoscrittore;

c) tutte le certificazioni relative ai titoli che danno diritto a preferenza, precedenza, riserva. In sostituzione delle suddette certificazioni, il candidato potrà presentare una dichiarazione sostitutiva di certificazione o una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, sottoscritta dal candidato e corredata da fotocopia di un documento valido di identità dello stesso. E necessario che le dichiarazioni sostitutive di certificazione o dell’atto di notorietà siano chiare e complete in ogni particolare per una corretta valutazione di quanto dichiarato nelle stesse; in caso contrario saranno considerate “non valutabili”.

I documenti di cui alle lettere a) e b) devono essere presentali secondo le prescrizioni del bando di selezione pubblica, a pena di esclusione. I documenti di cui alle lettere c) devono essere presentati secondo le prescrizioni del bando poiché in caso contrario saranno considerati “non valutabili”.

Esclusione dalla procedura di concorso

Ai candidati non ammessi verrà comunicata l’esclusione a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento o telegramma prima dell’inizio delle prove d’esame.

Titoli di preferenza

Nella domanda di partecipazione alla selezione il candidato dovrà inoltre dichiarare, al fine dell’applicazione del diritto di preferenza, il titolo che da diritto a tale beneficio. Il diritto alla preferenza si comprova mediante la presentazione di adeguata documentazione.

A tal fine si specifica che, a parità di merito, i titoli di preferenza, ai sensi dell’art. 5, comma 4 del DPR 9.5.1994, n. 487, sono:

  1. gli insigniti di medaglia al valor militare;
  2. i mutilati ed invalidi di guerra ex combattenti;
  3. i mutilati ed invalidi per fatto di guerra;
  4. i mutilati ed invalidi per servizio nel settore pubblico e privato;
  5. gli orfani di guerra;
  6. gli orfani dei caduti per fatto di guerra;
  7. gli orfani dei caduti per servizio nel settore pubblico e privato;
  8. i feriti in combattimento;
  9. gli insigniti di croce di guerra o di altra attestazione speciale di merito di guerra, nonché i capi di famiglia numerosa;
  10. i figli dei mutilati e degli invalidi di guerra ex combattenti;
  11. i figli dei mutilati e degli invalidi per fatto di guerra;
  12. i figli dei mutilati e degli invalidi per servizio nel settore pubblico e privato;
  13. i genitori vedovi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti in guerra;
  14. i genitori vedovi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per fatto di guerra;
  15. i genitori vedovi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per servizio nel settore pubblico e privato;
  16. coloro che abbiano prestato servizio militare come combattenti;
  17. coloro che abbiano prestato (lodevole) servizio a qualunque titolo per non meno di un anno presso l’Amministrazione che ha indetto il concorso;
  18. i coniugati ed i non coniugati con riguardo al numero dei figli a carico;
  19. gli invalidi ed i mutilati civili;
  20. militari volontari delle Forze armate congedati senza demerito al termine della ferma o rafferma.

A parità di merito e di titoli la preferenza è determinata:

a) dal numero dei figli a carico, indipendentemente dal fatto che il candidato sia coniugato o meno;

b) dalla minore età (art. 2, comma 9, L. 19 1/98).

Prove d’esame

La Commissione può attribuire fino ad un massimo di 30 punti per ciascuna prova d’esame.

Le prove d’esame sono le seguenti:

1° Prova: scritta, consistente nella soluzione di alcuni quesiti che verteranno sui seguenti argomenti:

  • Lavoro per progetti nei servizi socio-sanitari: contenuti e applicazione;
  • L’integrazione socio-sanitaria: dai bisogni degli utenti alla definizione e gestione progettuale.
  • La rete dei servizi socio-assistenziali, le modalità di accesso, i rapporti tra gli Enti istituzionali;
  • Rapporto tra la famiglia e i Servizi socio-sanitari;
  • Rapporti col privato sociale e col volontariato;
  • L’evoluzione della domanda in funzione della dinamica dei bisogni e del sistema dei servizi;
  • La programmazione regionale dei Servizi: I Piani di Zona; la distribuzione delle risorse; il F.R.N.A.;
  • Legislazione regionale in materia di servizi socio-sanitari;
  • Normativa nazionale e regionale riguardante le Aziende Pubbliche di Servizi alla Persona (ASP);
  • Normativa sull’Accreditamento delle A.S.P. nella Regione Emilia Romagna;

2° Prova: orale, consistente in un colloquio che verterà sulle materie della Prova scritta e su:

  • Elementi di Diritto Amministrativo;
  • Competenze del Comune in materia sociale, socio-assistenziale e socio-sanitaria;
  • Nozioni di Diritto di famiglia;
  • Rapporto con gli Organi giudiziari in materia di tutela di anziani, adulti, minori;
  • Disposizioni in materia di privacy ai sensi del DLgs n. 196/2003.

Contestualmente alla prova orale, ai sensi dell’art. 37 del DLgs 165/2001, è altresì previsto l’accertamento della conoscenza elementare del candidato della lingua inglese, nonché dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse (Word, Excel...). I candidati ritenuti inidonei sono esclusi dal concorso.

Ad eccezione della verifica delle conoscenze informatiche e della lingua straniera dove verrà espresso un giudizio di idoneità/inidoneità, ciascuna prova si intende superata per i candidati che ottengano una votazione non inferiore a 21/30.

I risultati delle prove saranno affissi all’Albo dell’Ente (Compiano (PR), Via Duca degli Abruzzi n. 27). Tale forma di pubblicità costituirà notifica ad ogni effetto di legge e non sarà pertanto data alcuna ulteriore comunicazione personale in merito alle votazioni delle prove scritte ed al superamento o mancato superamento delle stesse.

Accederanno alla prova orale solo i candidati che avranno superato, con un punteggio di almeno 21/30, la prova scritta.

Non si rilasceranno dichiarazioni di idoneità al concorso.

Calendario delle prove

Il calendario della prova scritta, della prova orale, unitamente al luogo e all’ora di espletamento delle prove, saranno comunicati ai candidati a mezzo raccomandata A/R o telegramma, nonché tramite affissione nella bacheca della sede dell’Azienda ed inserzione sul sito internet dell’Azienda (www.rossisidoli.com) con un preavviso di almeno venti giorni rispetto alla data fissata per l’espletamento della prima prova in programma.

La mancata presentazione del candidato nel giorno ed ora stabiliti anche ad una sola delle prove di selezione sarà considerata rinuncia alla partecipazione alla selezione e comporterà l’esclusione dalla procedura concorsuale.

Formazione della graduatoria degli idonei e modalità di utilizzo

La Commissione giudicatrice, nominata ai sensi dell’art. 12 del “Regolamento per i concorsi e le selezioni del personale” dell’Ente, formerà la graduatoria degli idonei in base alla somma dei punteggi ottenuti in ciascuna prova d’esame e tenendo conto degli eventuali titoli di preferenza, a parità di merito, previsti dalle vigenti norme.

La graduatoria verrà approvata dal Consiglio d’Amministrazione e pubblicata presso l’Albo del Comune di Compiano; dalla data di pubblicazione della stessa decorrerà il termine per eventuali impugnative. L’inserimento nella graduatoria non comporta alcun diritto da parte del candidato alla costituzione del rapporto di lavoro. Ai concorrenti non viene comunicato in alcun caso l’esito definitivo del concorso.

La graduatoria suddetta sarà mantenuta valida secondo le disposizioni vigenti e potrà essere utilizzata per la copertura di posti del medesimo profilo professionale che si renderanno vacanti e disponibili, fatta eccezione per i posti istituiti o trasformati successivamente all’indizione della procedura selettiva.

La graduatoria, entro il suo periodo di validità, potrà essere utilizzata anche per assunzioni con rapporto di lavoro a tempo determinato che saranno costituite e regolate da contratti individuali, secondo le disposizioni contrattuali vigenti.

Al concorrente che sarà assunto a seguito del presente concorso non verrà accordato nulla osta per un eventuale trasferimento, comando o altra forma di mobilità in altro Ente prima del decorso del termine di 5 anni dalla data di inizio del servizio, salvo eventuale diversa decisione adottata dal Consiglio di Amministrazione.

Il rapporto di lavoro avverrà tramite la stipula di un apposito contratto individuale di lavoro ai sensi del vigente CCNL Regioni Autonomie Locali. Il concorrente dichiarato vincitore sarà invitato ad assumere servizio, secondo le esigenze dell’Amministrazione e in ordine di graduatoria, in via provvisoria, sotto riserva di accertamento del possesso dei requisiti prescritti per l’accesso e subordinatamente alla presentazione dei documenti di rito per l’assunzione. La data di assunzione in servizio verrà concordata tra le parti, ma in ogni caso, salvo giustificati e fondati, essa dovrà essere stabilita entro 30 giorni dalla comunicazione ufficiale. In mancanza, l’Amministrazione non darò luogo alla stipula del contratto ed il candidato verrà dichiarato decaduto.

Il rapporto di lavoro diviene definitivo dopo il compimento del periodo di prova di effettivo servizio prestato ai sensi della vigente normativa contrattuale. Si richiamano, per quanto concerne il periodo di prova e il periodo di preavviso in caso di risoluzione del rapporto di lavoro le vigenti disposizioni contrattuali del CCNL Comparto Regioni Autonomie Locali.

Con la stipula del contratto e l’assunzione in servizio, è implicita l’accettazione senza riserve di tutte le norme che disciplinano e disciplineranno lo stato giuridico ed il trattamento economico del personale delle ASP.

È facoltà dell’Amministrazione di procedere ad assunzioni tramite mobilità o trasferimento da altre pubbliche Amministrazione, ai sensi delle vigenti disposizioni, pur in presenza della graduatoria formata a seguito di espletamento del presente concorso.

Fermo restando quanto previsto dall’art. 76 del Testo Unico approvato con DPR 28/12/2000, n. 445, qualora dal controllo di cui ai precedenti commi emerga la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni rese, il candidato risultato idoneo perderà lo “status” conseguente al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera.

L’Ente si riserva la facoltà di prorogare o riaprire i termini per la presentazione delle domande, sospendere, revocare o modificare in tutto o in parte il presente bando, senza che i concorrenti possano vantare diritti o pretese nei confronti dell’Ente.

È garantito il rispetto delle pari opportunità tra i candidati di sesso maschile e femminile ai sensi del Decreto Legislativo 11 aprile 2006, n. 198, recante “Codice delle pari opportunità tra uomo e donna, a norma dell’articolo 6 della Legge 28 novembre 2005, n. 246”.

Informativa: ai sensi del D. lgs. 196/2003, i dati personali forniti dai candidati saranno oggetto di trattamento per le finalità istituzionali inerenti l’attività dell’Ente ed in particolare:

  • trattati per le finalità di gestione della procedura concorsuale;
  • in funzione e per i fini dei procedimenti di assunzione;
  • trattati anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di lavoro per le finalità inerenti alla gestione del rapporto medesimo;
  • trattati su supporto magnetico o su supporto cartaceo;
  • la graduatoria delle singole prove, il punteggio assegnato ai titoli che eventualmente saranno presentati dai candidati, la graduatoria finale oltre che l’elencazione degli eventuali titoli saranno affissi all’Albo dell’Azienda ed eventualmente sul sito internet;
  • del nominativo sul sito internet di ASP.

Titolare del trattamento è l’ASP “Cav. Marco Rossi Sidoli” in - Compiano 43053 (PR), Via Duca degli Abruzzi n. 27.

Per quanto non previsto dal presente bando si richiamano, in quanto applicabili, le disposizioni contenute nel vigente “Regolamento per i concorsi e le selezioni del personale” dell’Ente, (approvato con delibera del CdA n. 13 del 17 febbraio 2010) nonché delle nonne di legge vigenti.

Il presente bando di concorso costituisce lex specialis cosicché la presentazione dell’istanza di partecipazione al concorso pubblico comporta l’accettazione, senza riserva alcuna, di tutte le disposizioni ivi contenute. 

Per qualsiasi chiarimento ed informazione (anche in merito alla compilazione della domanda) i candidati potranno rivolgersi agli uffici dell’Ente: tel. 0525-825116 dal lunediì al venerdì dalle ore 10,00 alle ore 12,00.

Schema di domanda da compilare su carta semplice

(a solo titolo esemplificativo, esclusa qualsiasi responsabilità dell’Ente)

Al Direttore

di ASP “Cav. Marco Rossi Sidoli”

Via Duca degli Abruzzi n. 27

43053 Compiano - Parma

Con la presente il/la sottoscritto/a

(cognome) _________________________________ (per le donne coniugate, il cognome da nubile)

(nome) ________________________________

chiede

di essere ammesso/a al concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura di n. 1 posto di “Funzionario Psicologo” (cat. giur. D / pos. econ. D1 CCNL Comparto Regioni Autonomie Locali) a tempo indeterminato e tempo pieno presso l’ASP “Cav. Marco Rossi Sidoli” in - Compiano 43053 (PR), Via Duca degli Abruzzi n. 27.

A tal fine, dichiara sotto la propria responsabilità,

consapevole delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del Testo Unico approvato con D.P.R. 28/12/2000 n. 445 neI caso di falsità in atti e dichiarazioni mendaci e che, qualora dal controllo effettuato emerga la non veridicità del contenuto di taluna delle dichiarazioni rese, decada dai benefici conseguenti al provvedimento eventualmente emanato sulla base della dichiarazione non veritiera:

di essere nato/a il _______________ a _________________ Provincia ________;

di essere residente a ___________________________________ Provincia ________ Via ___________________________________ n. ___ Cap. _________ Telefono ________/___________________________________

Il recapito al quale indirizzare ogni necessaria comunicazione relativa alla presente selezione pubblica è il seguente:

Via/P.zza ________ n._______ città ____________________ provincia ____________________________

Cap. __________________ (i candidati hanno l’obbligo di comunicare gli eventuali cambi di indirizzo all’Ente per iscritto, li quale non assume responsabilità alcuna in caso di irreperibilità preso l’indirizzo comunicato).

Di essere in possesso dei requisiti di accesso richiesti dal bando:

a) cittadinanza italiana; (ovvero di essere - per i cittadini appartenenti ad uno Stato dell’Unione Europea - cittadino dello Stato di ____________________________, e di godere dei diritti civili e politici nello Stato di appartenenza, di essere in possesso, fatta eccezione della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica, di possedere un’adeguata conoscenza della lingua italiana);

b) godimento dei diritti civili e politici;

c) (barrare la casella che interessa

  • □ di essere iscritto nelle liste elettorali del Comune di _________________________;
  • □ di non essere iscritto nelle liste elettorali per il seguente motivo: ___________________________________;

d) (barrare la casella che interessa)

  • □ assenza di condanne penali che impediscono la costituzione del rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione;
  • □ di aver riportato le seguenti condanne penali: _________;

e) (barrare la casella che interessa)

  • □ di non avere procedimenti penali in corso;
  • □ di avere i seguenti procedimenti penali in corso: __________;

f) di essere in possesso dei seguenti requisiti specifici di ammissione:

- diploma di Laurea quinquennale (vecchio ordinamento) oppure Laurea magistrale (nuovo ordinamento) in: ___________________________________, conseguito presso l’Università di ____________________________ in data __________;

(per agevolare l’istruttoria può essere allegata copia non autenticata)

g) di essere iscritto alla Sezione A dell’Albo dell’Ordine degli psicologi di _____________________;

h) (barrare la casella che interessa)

  • □ di non essere mai stato destituito o dispensato dall’impiego presso una pubblica Amministrazione, ovvero licenziato a qualunque titolo, o a seguito dell’accertamento che l’impiego stesso sia stato conseguito mediante la produzione di documenti falsi e comunque con mezzi fraudolenti;
  • di essere stato destituito o dispensato ovvero licenziato per i seguenti motivi: ___________________________________;

i) di essere in possesso dell’idoneità fisica all’impiego di cui trattasi;

j) di essere in regola nei riguardi degli obblighi di leva e nei riguardi degli obblighi del servizio militare;

k) conoscenza della lingua inglese;

l) conoscenza elementare dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;

m) di essere in possesso dei seguenti titoli che danno diritto alla riserva, precedenza o a preferenza in caso di parità di punteggio: _____________________;

n) per i soli candidati beneficiari della legge 104/92: in conseguenza al proprio handicap (indicare quale)_________________;

  • di aver bisogno del seguente ausilio per consentire il corretto svolgimento della prova: ___________________________________;
  • □ di aver necessità di tempi aggiuntivi: __________________________________;

o) il candidato accetta, avendone presa conoscenza, le norme e le condizioni del presente bando di selezione pubblica. Dà il consenso ad ASP “Cav. Marco Rossi Sidoli” con sede in - Compiano (PR), Via Duca degli Abruzzi n. 27, a raccogliere e trattare, ai sensi del D. Lgs. 196/2003, i propri dati personali secondo quanto indicato nel bando di concorso pubblico.

Elenco dei documenti allegati:

  • copia documento d’identità in corso di validità;
  • ricevuta versamento tassa di concorso;
  •  _______________________
  • _______________________.

Luogo e data, ___________________

Firma autografa (leggibile e per esteso)

_________________________________

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it