E-R | BUR

n.332 del 13.12.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Linee di indirizzo alle Aziende Sanitarie per la gestione del sovraffollamento nelle strutture di Pronto Soccorso della Regione Emilia-Romagna

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

 Visti e richiamati:

- il D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 502 “Riordino della disciplina in materia sanitaria”, così come successivamente integrato e modificato, che prevede, tra l’altro, al comma 2, che spettano alle Regioni la determinazione dei principi sull'organizzazione dei servizi e sull'attività destinata alla tutela della salute delle unità sanitarie locali e delle aziende ospedaliere, nonché le attività di indirizzo tecnico, promozione e supporto nei confronti delle medesime;

- la L.R. 29 del 2004 e successive modifiche “Norme generali sull’organizzazione ed il funzionamento del Servizio Sanitario Regionale”, che prevede che questa Regione, nell’esercizio dell’autonomia conferitale dalla riforma del Titolo V della Costituzione, definisce i principi ed i criteri generali di organizzazione e di funzionamento del Servizio sanitario regionale;

- la propria deliberazione n. 556/2000, recante approvazione di linee guida per l’attuazione del Piano Sanitario Regionale 1999-2001 in riferimento al ruolo della rete ospedaliera regionale;

- la propria deliberazione n. 1267/2002 recante approvazione di linee guida per l’organizzazione delle aree di attività di livello regionale secondo il modello Hub and Spoke, in attuazione del Piano Sanitario Regionale 1999/2001;

- la propria deliberazione n. 264/2003 la quale approva linee di indirizzo per il miglioramento delle cure urgenti e della accessibilità ed appropriatezza delle attività di pronto soccorso;

- la propria deliberazione n. 1349/2003 la quale in attuazione del Piano Sanitario Regionale 1999/2001 approva linee guida per l’organizzazione del sistema emergenza urgenza sanitaria territoriale e centrali operative 118 secondo il modello Hub and Spoke;

- la propria deliberazione n. 23/2005, che definisce i requisiti specifici ai sensi dell’art. 8, comma 1 della L.R. n. 34/1998, per l’accreditamento delle strutture sanitarie e dei professionisti;

- la propria deliberazione n. 44/2009, che definisce i requisiti per l’accreditamento delle strutture di soccorso/trasporto infermi;

- la propria deliberazione n. 2040/2015 con la quale questa Amministrazione ha approvato, in attuazione della legge 135/2012, del Patto per la Salute 2014/2016 e del DM Salute 70/2015, le linee di indirizzo per la riorganizzazione della rete ospedaliera regionale;

- la propria deliberazione n. 1003/2016, che definisce le linee di programmazione e di finanziamento delle Aziende e degli Enti del Servizio sanitario regionale per l’anno 2016, e nello specifico nell’allegato B, punto 3.2, laddove fissa i contenuti dell’obiettivo di attuazione del regolamento di riordino ospedaliero, per lo specifico settore dell’emergenza ospedaliera prevede la necessità di predisporre un piano operativo aziendale per la gestione dei picchi di afflusso nei Pronti Soccorso;

- la propria deliberazione n. 830/2017, che definisce le linee di programmazione e di finanziamento delle Aziende e degli Enti del Servizio sanitario regionale per l’anno 2017, e nello specifico nell’allegato B, punto 3.5, laddove fissa i contenuti dell’obiettivo di riqualificazione della funzione di Emergenza Ospedaliera, prevede che per tale rete le Aziende debbano integrare il piano operativo per la gestione dei picchi di afflusso nei Pronti Soccorso con le direttive approvate dall’amministrazione regionale su proposta del Gruppo Pronto Soccorso, costituito con determinazione del Direttore Generale Cura della Persona, Salute e Welfare n. 4484/2017, ed in particolare predisporre i sistemi informativi per la rilevazione di indicatori di monitoraggio dell’iperafflusso;

Preso atto che il gruppo regionale di coordinamento, monitoraggio ed implementazione della funzione di Pronto Soccorso (GRUPPO DI LAVORO PRONTO SOCCORSO) sopra citato ha portato a termine il mandato di cui si tratta, e che i professionisti coinvolti hanno elaborato un documento di proposta di Linee di indirizzo per la gestione del sovraffollamento nelle strutture di Pronto Soccorso della Regione Emilia-Romagna;

Ritenuto opportuno e necessario approvare tale documento di indicazioni alle Aziende sanitarie in allegato alla presente deliberazione quale sua parte integrante e sostanziale;

Richiamati altresì:

- la L.R. 12 maggio 1994, n. 19 “Norme per il riordino del servizio sanitario regionale ai sensi del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, modificato dal decreto legislativo 7 dicembre 1993, n. 517“ e successive modifiche;

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modificazioni;

- il D.Lgs. n. 33 del 14 marzo 2013 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” così come modificato dal D.Lgs. n. 97/2016;

Vista la propria deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007”, e successive modifiche, per quanto applicabile;

Richiamate altresì le proprie deliberazioni:

- n. 89 del 30 gennaio 2017 "Approvazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2017-2019”;

- n. 486 del 10 aprile 2017 “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal d.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2017- 2019”;

- n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

Richiamate infine le proprie deliberazioni n. 193/2015, n. 628/
2015, n. 270/2016, n. 622/2016, n. 702/2016, n. 1107/2016, n. 1681/
2016 e n. 2344/2016 relative all’organizzazione dell’Ente Regione e alle competenze delle Direzioni generali e dei dirigenti;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore alle politiche per la salute;

A voti unanimi e palesi

delibera

1. di approvare, per le motivazioni espresse in premessa e qui integralmente richiamate, le linee di indirizzo di cui all’allegato parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, recante Linee di indirizzo alle Aziende sanitarie per la gestione del sovraffollamento nelle strutture di pronto soccorso della regione Emilia-Romagna;

2. di impegnare le Aziende Sanitarie della Regione a dare attuazione alle indicazioni di cui al precedente punto 1.;

3. di dare atto che le disposizioni contenute nel presente provvedimento, nell’affrontare il problema prioritario del sovraffollamento in Pronto Soccorso, richiamano la necessità di ridefinire l’organizzazione relativa ai percorsi di accesso alle prestazioni urgenti anche nell’ambito dell’assistenza territoriale;

4. di dare atto che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

5. di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it