E-R | BUR

n.30 del 31.01.2014 (Parte Seconda)

XHTML preview

Adozione "Linee guida per la compilazione e la codifica della scheda di dimissione ospedaliera" - Revisione anno 2014

IL DIRETTORE

Richiamati:

- l’art. 8-sexies D.Lgs 502/1992 e successive modificazioni il quale al comma 5 stabilisce che vengano individuati i sistemi di classificazione che definiscono l’unità di prestazione;

- l’art. 8-octies del D.Lgs 502/1992 e successive modificazioni con il quale viene stabilito l’obbligo da parte della Regione e delle Aziende sanitarie di attivare un sistema di controllo in merito alla appropriatezza e alla congruità delle prestazioni erogate dagli ospedali accreditati, privati e pubblici;

Visti:

- il DM 27 ottobre 2000 n. 380 “Regolamento recante l’aggiornamento della disciplina del flusso informativo sui dimessi dagli istituti di ricovero pubblici e privati” che prevede l'applicazione della versione italiana 1997 della International Classification of Diseases-9th revision-Clinical Modification (ICD9CM) e dei suoi successivi aggiornamenti per la codifica delle informazioni cliniche contenute nella scheda di dimissione ospedaliera, quali la diagnosi principale di dimissione, le diagnosi secondarie, l'intervento chirurgico principale o parto, gli altri interventi chirurgici o procedure diagnostiche e terapeutiche;

- il DM 8 luglio 2010 n. 135 “Regolamento recante integrazione delle informazioni relative alla scheda di dimissione ospedaliera, regolata dal decreto ministeriale 27 ottobre 2000, n. 380”;

Preso atto che, in applicazione del sopraccitato DM n. 380/2000 sono state aggiornate le “Linee guida per la codifica delle informazioni cliniche presenti nella scheda di dimissione ospedaliera (SDO)” con l’accordo di cui al repertorio atti n. 64 della Conferenza Stato-Regioni del 29 aprile 2010, in sostituzione del precedente atto di cui al repertorio n. 1457 del 6 giugno 2002;

Visto il DM del 21 novembre 2005 che prevede all’art. 3 che “Il sistema di classificazione delle malattie, dei traumatismi, degli interventi chirurgici e delle procedure diagnostiche e terapeutiche ed il sistema di classificazione delle prestazioni ospedaliere che vi fa riferimento sono aggiornati con periodicità biennale a decorrere dal 1 gennaio 2006”;

Considerato che con determinazione del Direttore Generale Sanità e Politiche Sociali n. 9817/2005 è stato istituito un gruppo di lavoro denominato “Gruppo regionale per il controllo di qualità delle codifica della scheda di dimissione ospedaliera (SDO)” al fine di supervisione e monitoraggio rispetto ai problemi di codifica della scheda nosologica, anche in riferimento alla descrizione dei casi trattati in regime di degenza ospedaliera, con l’obiettivo di realizzare l’uniformità nei comportamenti delle organizzazioni in merito alle regole di codifica delle SDO;

Atteso che con successiva determinazione n. 13405/2011 il suddetto gruppo è stato rinnovato e modificato nella sua composizione, ed annovera tra i suoi compiti ed attività, tra l’altro, quello di provvedere alla revisione e aggiornamento delle linee-guida di codifica SDO;

Richiamate:

- la deliberazione della Giunta Regionale n. 1171 del 27 luglio 2009 “Definizione delle linee di indirizzo regionali per l’attività di controllo in materia di ricovero” che, definendo i principi e le modalità da seguire nelle attività di controllo sui produttori pubblici e privati accreditati di prestazioni di ricovero nella regione Emilia-Romagna, indica come base imprescindibile per l’attività di controllo la corretta descrizione dei casi trattati e la puntuale corrispondenza fra i contenuti della cartella clinica e la scheda nosologica, anche ai fini della attribuzione del caso e alla puntuale determinazione degli importi tariffari;

- la deliberazione della Giunta Regionale n. 1459 del 7 ottobre 2010 “Adozione Linee guida per la compilazione e la codifica ICD-9-CM della scheda di dimissione ospedaliera” revisione 2010 con la quale la Regione Emilia-Romagna ha rivisto le linee guida adeguandone le regole di rappresentazione della casistica ospedaliera;

- la determinazione del Direttore Generale Sanità e Politiche sociali n. 16688 del 22/12/2011 con la quale sono state approvate le “Linee guida per la compilazione e la codifica ICD-9-CM, della scheda di dimissione ospedaliera - revisione 2011” valide dal 1 gennaio 2012;

Valutato che le modifiche dei protocolli clinici e la varietà degli eventi assistenziali richiedono l’aggiornamento e la ridefinizione della codifica, al fine di migliorare la rappresentazione della casistica, e che l’affinamento delle regole sia funzionale alle esigenze di appropriatezza e di ottimizzazione delle risorse;

Ritenuto pertanto necessario aggiornare le Linee guidaper la compilazione e la codifica ICD-9-CM della scheda di dimissione ospedaliera, quali indicazioni vincolanti per i produttori ospedalieri pubblici e privati;

Dato atto dell'istruttoria svolta dal competente Responsabile del Servizio Sistema Informativo Sanità e Politiche Sociali;

Viste:

- la L.R. n. 43 del 26 novembre 2001 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna”;

- la deliberazione della Giunta Regionale n. 2416 del 29 dicembre 2008 avente per oggetto: “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modificazioni;

Dato atto del parere allegato

determina

1. di approvare, per le motivazioni esposte in premessa e qui integralmente richiamate, le “Linee guida per la compilazione e la codifica ICD-9-CM, della scheda di dimissione ospedaliera - revisione 2014” allegate al presente atto, quale parte integrante e sostanziale;

2. che tali Linee guida costituiscono indicazioni a tutti gli effetti vincolanti per i produttori ospedalieri pubblici e privati dal 1 gennaio 2014;

3. di rimandare al sito della scheda di dimissione ospedaliera (SDO) presente nel portale del Servizio Sistema Informativo Sanità e Politiche Sociali della Regione Emilia-Romagna, per quanto riguarda quesiti e chiarimenti, cui viene data risposta attraverso le F.A.Q.; queste ultime, in quanto esplicazioni del contenuto delle presenti linee guida, costituiscono indicazioni a tutti gli effetti vincolanti per i produttori ospedalieri pubblici e privati;

4. di pubblicare il presente provvedimento, comprensivo dell’allegato, nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Il Direttore generale

Tiziano Carradori

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it