E-R | BUR

n.1 del 02.01.2012 (Parte Seconda)

XHTML preview

Aggiornamento del Nomenclatore tariffario delle prestazioni di Assistenza specialistica ambulatoriale

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamato il DPCM 29 novembre 2001 “Definizione dei livelli essenziali di assistenza;

Richiamate le proprie deliberazioni:

  • n. 410 del 25 marzo 1997: “Prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale e relative tariffe“;
  • n. 593 del 1 marzo 2000: “Aggiornamento del nomenclatore tariffario delle prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale”;
  • n. 2354 del 5 novembre 2001: “Adeguamento all’introduzione all’euro dei tariffari per “prestazioni ambulatoriali” e per “prestazioni rese dal dipartimento di sanità pubblica e dall’Arpa”;
  • n. 262 del 24 febbraio 2003: “Modifica del Nomenclatore tariffario delle prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale e determinazione delle quote di partecipazione alla spesa per le visite specialistiche “;
  •  n. 1065 del 31 luglio 2006:”Modifiche e integrazioni al nomenclatore tariffario delle prestazioni specialistiche della branca di radioterapia. approvazione di linee guida generali per l’applicazione del nomenclatore tariffario regionale della branca di radioterapia”;
  • n. 290 dell’ 8 febbraio 2010: “Revisione delle tariffe relative alle prestazioni dei centri ambulatoriali di riabilitazione (car) delle strutture ex art. 26 della l. 833/78. Ipotesi di ridefinizione dell’assistenza rivolta alle persone con disabilità, fisica, psichica e sensoriale”;
  • n. 1779 del 2 novembre 2010 “Inserimento nel nomenclatore tariffario regionale delle prestazioni specialistiche ambulatoriali delle prestazioni tsh - reflex e psa - reflex”;

Richiamata inoltre la propria deliberazione n. 1108 del 27 luglio 2011 “Aggiornamento del nomenclatore tariffario delle prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale e delle relative tariffe”, con la quale in particolare si è data attuazione a quanto disposto dall’art.6 comma 5 dell’Intesa Stato-Regioni del 3 dicembre 2009, concernente il nuovo Patto per la salute per gli anni 2010-2012 (Repertorio n. 243/CSR);

Preso atto che con la sopra richiamata deliberazione si è provveduto a inserire nel nomenclatore tariffario della specialistica ambulatoriale prestazioni di chirurgia ambulatoriale finora erogate solo in regime di ricovero, determinandone le relative tariffe, e si è provveduto altresì ad adeguare le tariffe di prestazioni di chirurgia ambulatoriali già presenti nel nomenclatore tariffario;

Considerato:

  • che i settori sotto indicati non sono stati oggetto di aggiornamento tariffario da oltre 15 anni:
    • radiologia tradizionale (D11)
    • biopsie (D30)
    • altra diagnostica strumentale (D30)
    • laboratorio analisi (da L11 a L60), tra cui i settori di microbiologia e di anatomia patologica che comprendono prestazioni a minore automazione e maggior impiego di tempo/uomo;
    • prestazioni terapeutiche di chirurgia ambulatoriale (T50) non trattate nel precedente provvedimento;
    • altre prestazioni terapeutiche (T90)
    • prestazioni di riabilitazione (R10 diagnostiche R20 recupero e rieducazione funzionale)
  • che i settori sopra indicati sono stati individuati sulla base dell’aggregazione della specialistica ambulatoriale (denominata FA_RE) in uso in regione Emilia-Romagna, privilegiando quei settori in cui l’impegno professionale incide in maniera rilevante;
  • che per la determinazione delle tariffe delle prestazioni specialistiche ambulatoriali sono state applicate le disposizioni di cui all’art. 8 sexies del del D.Lgs 229/99 come modificato dall’art. 79, comma 1-quinques, del DL 12/2008 convertito con la Legge n. 133/2008;

Ritenuto pertanto di aggiornare il nomenclatore tariffario delle prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale per i settori sopra indicati con un incremento medio delle tariffe articolato nel seguente modo:

  1. radiologia tradizionale (D11)pari al 20%,
  2. biopsie (D30) pari al 20%,
  3. altra diagnostica strumentale (D30) pari al 9%,
  4. laboratorio analisi (da L11 a L60) pari al 10%,
  5. prestazioni terapeutiche (T50 chirurgia ambulatoriale T90 altro) incremento medio che va dal 15 al 20%,
  6. prestazioni di riabilitazione (R10 diagnostiche R20 recupero e rieducazione funzionale) pari al 7%;

Le prestazioni oggetto di adeguamento tariffario sono analiticamente elencate nella Tabella n. 1 - Adeguamento delle Tariffe - dell’allegato tecnico del presente atto, con i relativi codici, tariffe e contrassegnate con la lettera m1;

Vista la DGR n. 1190 del 4 agosto 2011 “Determinazioni concernenti l’applicazione nella Regione Emilia-Romagna dell’art. 17, comma 6, della legge 15 luglio 2011, n. 111, in materia di compartecipazione alle prestazioni di assistenza sanitaria”, con la quale è stato introdotto il ticket di Euro 46,15 per le prestazioni di chirurgia ambulatoriale della cataratta e di liberazione del tunnel carpale;

Valutata la necessità di uniformare il ticket delle prestazioni di chirurgia ambulatoriale alle disposizioni della DGR sopra richiamata, si ritiene di adottare per le prestazioni di chirurgia ambulatoriale, individuate con la DGR n. 1108 del 2011, il ticket di Euro 46,15;

Le prestazioni di chirurgia ambulatoriale alle quali si applica il ticket di Euro 46,15 sono puntualmente indicate nella Tabella n. 2 - Elenco delle prestazioni di chirurgia ambulatoriale cui applicare, per i non esenti, il ticket di Euro 46,15 - dell’allegato tecnico del presente atto;

Conseguentemente per le prestazioni di chirurgia ambulatoriale non riportate nella Tabella 2 dell’allegato tecnico del presente atto si applicano le modalità di partecipazione alla spesa previste dalla DGR 1190/2011;

Visto l’art. 35, comma 3, della Legge n. 449 del 27 dicembre 1997;

Vista la propria deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 e smi, “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007”;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore alle Politiche per la Salute Carlo Lusenti;

A voti unanimi e palesi

delibera:

  1. di adottare, sulla base delle motivazioni espresse in premessa, le modifiche e le integrazioni al nomenclatore tariffario delle prestazioni specialistiche ambulatoriali riportate nell’allegato tecnico, Tabella 1 - Adeguamento delle Tariffe - parte integrante e sostanziale del presente atto;
  2. di determinare, per le motivazioni indicate in premessa, in Euro 46,15 il ticket dovuto dai cittadini non esenti per le prestazioni di chirurgia ambulatoriale indicate nell’allegato tecnico, Tabella 2 - Elenco delle prestazioni di chirurgia ambulatoriali - parte integrante e sostanziale del presente atto;
  3. di stabilire che le modificazioni e le integrazioni introdotte con il presente atto decorrano dal 01/02/2012;
  4. di pubblicare il presente atto, comprensivo dell’allegato tecnico, nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna - BURERT.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it