E-R | BUR

n.23 del 02.02.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Comunicazione di avvio del procedimento di deposito e di approvazione del progetto definitivo con effetto di dichiarazione di pubblica utilità dell’intervento denominato “Interconnessione della A14DIR con la SP 253R San Vitale nel comune di Bagnacavallo in località Borgo Stecchi - CUP J31B16000320009”

Il Dirigente del Settore Lavori Pubblici, ai sensi e per gli effetti dell’art. 16 del D.P.R. n.327/2001 e successive modificazioni e dell’art. 16 della L.R. Emilia-Romagna n.37/2002 e successive modificazioni, rende noto che

1) è in corso la redazione del progetto definitivo dell'opera pubblica in oggetto, la cui approvazione comporterà la dichiarazione di pubblica utilità dell'opera, che è condizione per procedere ai successivi espropri ed occupazioni temporanee delle aree da essa interessate;

2) con il presente avviso si dà avvio al procedimento preordinato alla suddetta dichiarazione di pubblica utilità;

3) è previsto che l'opera pubblica coinvolgerà aree private come puntualmente descritte nell'elaborato denominato "piano particellare di esproprio" allegato al progetto definitivo dell'opera, e che di seguito si riportano sinteticamente:

- Ditta n. 1, Comune di Bagnacavallo, Foglio n. 81, particelle 5, 376,

- Ditta n. 2, Comune di Bagnacavallo, Foglio n. 81, particella 62,

- Ditta n. 3, Comune di Bagnacavallo, Foglio n. 81, particelle 12, 13, 32, 33,

- Ditta n. 4, Comune di Bagnacavallo, Foglio n. 81, particelle 20, 29, 196,

- Ditta n. 5, Comune di Bagnacavallo, Foglio n. 81, particella 37,

- Ditta n. 6, Comune di Bagnacavallo, Foglio n. 81, particella 222,

- Ditta n. 7, Comune di Bagnacavallo, Foglio n. 81, particella 36, sub. 10-13,

- Ditta n. 8, Comune di Bagnacavallo, Foglio n. 77, particelle 35, 173, 43, 181, 134, 152;

4) presso lo scrivente Ufficio per le espropriazioni della Provincia di Ravenna, con sede in Ravenna, Piazza dei Caduti per la Libertà n.2, per venti giorni consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel BUR della Regione Emilia-Romagna, parte seconda, cioè dal 02/02/2022, è depositato il suddetto progetto definitivo contenente una relazione sulla natura e sullo scopo degli interventi da eseguire, eventuali nulla osta o autorizzazioni previsti dalla normativa vigente, e, in particolare:

- relazione tecnica per l’espropriazione che indica la natura, lo scopo e la spesa presunta;

- piano particellare grafico descrittivo e finanziario delle aree da espropriare ed occupare temporaneamente e dei nominativi dei proprietari catastali;

5) gli atti relativi al progetto definitivo predetto potranno essere visionati dai soggetti di cui ai seguenti punti 6 e 7, previo appuntamento da concordare telefonicamente (tel. 0544-258009; 0544-258011, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e nei pomeriggi di martedì e giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00) o tramite e-mail ( cbentini@mail.provincia.ra.it) indicando anche un proprio recapito telefonico;

6) ai proprietari dei terreni interessati dalla realizzazione dell’intervento è trasmessa una comunicazione personale riguardo l'avvenuto deposito del progetto, mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento ovvero p.e.c. qualora richiesto, ed entro il termine di venti giorni a decorrere dal ricevimento della suddetta comunicazione i proprietari stessi possono prendere visione degli atti depositati e negli ulteriori venti giorni, possono formulare osservazioni scritte indirizzate a “Provincia di Ravenna – Ufficio per le espropriazioni” con sede in Ravenna, Piazza dei Caduti per la Libertà n.2 – pec: provra@cert.provincia.ra.it con la precisa indicazione dell’oggetto del presente avviso;

7) nei venti giorni successivi alla scadenza del termine di deposito di cui al punto 4, tutti coloro ai quali, pur non essendo proprietari, possa derivare un pregiudizio diretto dall’approvazione del progetto definitivo che comporta la dichiarazione di pubblica utilità dell’opera da realizzare, possono formulare osservazioni scritte indirizzate a “Provincia di Ravenna – Ufficio per le espropriazioni” con sede in Ravenna, Piazza dei Caduti per la Libertà n.2 – pec: provra@cert.provincia.ra.it con la precisa indicazione dell’oggetto del presente avviso;

8) decorsi i suddetti termini ed esperite le formalità di cui sopra, la successiva approvazione del progetto definitivo comporterà la dichiarazione di pubblica utilità dell’opera da realizzare;

9) coloro che risultano proprietari secondo i registri catastali e/o aventi causa e ricevano comunicazione di atti del procedimento espropriativo, ove non siano più proprietari e/o la situazione reale degli interessati catastali sia stata variata, sono tenuti a comunicarlo al suddetto ufficio per le espropriazioni entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione, indicando altresì, ove ne siano a conoscenza, il nuovo proprietario, o comunque fornendo copia degli atti in possesso utili a ricostruire le vicende dell’immobile;

10) ai sensi del comma 11 dell’art. 16 del D.P.R. n.327/2001 e successive modificazioni, il proprietario dell’area e/o aventi causa, nel formulare le proprie osservazioni, può chiedere che l’espropriazione riguardi anche le frazioni residue dei suoi beni che non siano state prese in considerazione, qualora per esse risulti una disagevole utilizzazione ovvero siano necessari considerevoli lavori per disporne una agevole utilizzazione;

11) non si terrà conto nell’indennità delle costruzioni, migliorie e piantagioni intraprese sul fondo dopo il presente avviso, giusta l'art. 32.2 del d.P.R. 327/2001;

12) il responsabile unico del procedimento è l’Ing. Chiara Bentini, con recapito in Ravenna, Piazza dei Caduti per la Libertà n.2, tel. 0544-258009;

13) il responsabile del procedimento espropriativo è l’Ing. Paolo Nobile, Dirigente del Settore Lavori Pubblici, con recapito in Ravenna, Piazza dei Caduti per la Libertà n.2, tel. 0544-258150; 0544-258009; 0544-258011.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it