E-R | BUR

n.283 del 05.09.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Riapertura per l'anno 2018 dei termini stabiliti nella delibera di Giunta regionale n. 987/2018 per presentare domande finalizzate ad accedere ai contributi regionali per i progetti di riorganizzazione sovracomunale previsti dall'art. 27 L.R. n. 21/2012

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

- l’art. 27 della L.R. 21 dicembre 2012 n. 21 "Misure per assicurare il governo territoriale delle funzioni amministrative secondo i principi di sussidiarietà, differenziazione ed adeguatezza" che, al fine di favorire il riordino territoriale e la razionalizzazione delle forme di gestione associata previste dalla stessa legge o la fusione di Comuni, impegna la Regione ad erogare agli enti locali, che abbiano specificamente deliberato in proposito, contributi destinati a concorrere alle spese sostenute per l'elaborazione di progetti di riorganizzazione sovracomunale delle strutture, dei servizi e delle funzioni;

- la propria deliberazione n.181 del 12/2/2018 avente ad oggetto: “Proroga del termine stabilito dalla deliberazione della Giunta regionale n. 281 del 13 marzo 2017, per la presentazione, nell'anno 2018, di domande per contributi per progetti di riorganizzazione sovracomunale, previsti dall'art. 27 della L.R. 21 dicembre 2012, n. 21” che ha prorogato il termine di cui trattasi in attesa di aggiornare e adeguare la disciplina dei contributi di cui all’art.27 della L.R. n. 21/2012 per coordinarla al nuovo Programma di riordino territoriale 2018-2020;

- la propria deliberazione n.987 del 25 giugno 2018 avente ad oggetto “Criteri e modalità per l'erogazione dei contributi previsti dall'art. 27 della L.R. 21 dicembre 2012, n. 21” che ha dettato una nuova disciplina e ha stabilito il termine per presentare domanda per l’annualità 2018 al 31 luglio;

Riscontrato che:

- entro il predetto termine perentorio del 31 luglio è pervenuta una sola domanda, ed è in corso l’apposita istruttoria;

- residuano comunque risorse sul competente capitolo, che potrebbero essere utilmente assegnate per le finalità suddette, qualora gli enti interessati, Unioni e Comuni, potessero disporre di più tempo per adottare gli atti necessari ed effettuare gli adempimenti richiesti e che in tal senso sono pervenute richieste all’Assessorato e al Servizio competenti;

Ritenuto opportuno pertanto di riaprire il termine del bando di cui alla propria deliberazione n. 987/2018, per l’anno in corso, nei limiti delle risorse che residuano una volta definita l’istruttoria dell’unica domanda presentata, per consentire ancora la possibilità di presentare ulteriori domande e di fissarlo non oltre il 22 settembre, per poter concludere lo studio entro lo stesso anno di riferimento (come richiede il bando);

Ritenuto di correggere l’errore materiale contenuto nell’allegato alla propria deliberazione n. 987/2018 e precisamente al § 5 Misura del contributo punto 2 nella seconda colonna della tabellina sostituendo al numero 4 il numero 3 (“da 3 a 7 comuni”);

Richiamato il D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii., ed in particolare l’art. 26, comma 1;

Vista la L.R. 26 novembre 2001 n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e ss.mm.ii. ed in particolare l’art. 37, comma 4;

Viste le seguenti proprie deliberazioni:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 avente ad oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e ss.mm.ii., per quanto applicabile;

- n. 56 del 25 gennaio 2016 “Affidamento degli incarichi di Direttore generale della Giunta regionale, ai sensi dell’art. 43 della L.R. 43/2001”;

- n. 270 del 29 febbraio 2016 “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 622 del 28 aprile 2016 “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 702 del 16 maggio 2016 “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle Direzioni Generali – Agenzie – Istituto, e nomina dei responsabili della prevenzione della corruzione, della trasparenza e accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali, e dell'anagrafe della stazione appaltante”;

- n. 1107 del 11 luglio 2016 “Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 1059 del 3 luglio 2018 recante “Approvazione degli incarichi dirigenziali rinnovati e conferiti nell'ambito delle direzioni generali, agenzie e istituti e nomina del responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT), del responsabile dell'anagrafe per la stazione appaltante (rasa) e del responsabile della protezione dei dati (DPO)”;

- n. 468 del 10 aprile 2017 recante “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- n. 93 del 29 gennaio 2018 recante “Approvazione piano triennale di prevenzione della corruzione. Aggiornamento 2018-2020”, ed in particolare l’allegato B) “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2018-2020”;

Richiamate le determinazioni del Direttore Generale Risorse Europa Innovazione Istituzioni:

- n. 7267 del 29 aprile 2016 ad oggetto “Conferimento incarichi dirigenziali e modifica di posizioni dirigenziali professional nell'ambito della Direzione Generale Gestione, Sviluppo e Istituzioni” che ha definito il nuovo assetto delle posizioni dirigenziali professional della Direzione;

- n. 9304 del 13 giugno 2016 “Conferimento incarichi dirigenziali nell'ambito della Direzione Generale Risorse, Europa, Innovazione e Istituzioni;

Viste, infine, le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Dato atto che il Responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore al Bilancio, Riordino istituzionale, risorse umane e pari opportunità, Emma Petitti;

A voti unanimi e palesi

delibera

a) di riaprire il termine per l’annualità 2018, rideterminandolo al 22 settembre 2018, per la presentazione di domande ulteriori per i contributi previsti dall'art. 27 della L.R. n. 21/2012, così come disciplinati dalla propria deliberazione n. 987 del 25/6/2018 e nei limiti delle risorse che residuano una volta conclusa l’istruttoria dell’unica domanda pervenuta in termine;

b) di correggere l’errore materiale contenuto nell’allegato alla deliberazione n. 987/2018 e precisamente al § 5 Misura del contributo punto 2 nella seconda colonna della tabellina sostituendo al numero 4 il numero 3 (“da 3 a 7 comuni”);

c) di dare atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa;

d) di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it