E-R | BUR

n.223 del 03.08.2017 (Parte Seconda)

XHTML preview

L.R. 4/2016 e s.m. art. 5 comma 4 lett. C) - Approvazione bando ricorrente per concessione di contributi a progetti di promo-commercializzazione turistica realizzati da imprese, anche in forma associata

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visto il D.Lgs. 23 giugno 2011, n. 118, “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42” e ss.mm.;

Vista la Legge regionale 25 marzo 2016 n. 4, concernente: "Ordinamento turistico regionale – Sistema organizzativo e politiche di sostegno alla valorizzazione e promo-commercializzazione turistica. Abrogazione della Legge regionale 4 marzo 1998, n. 7 (Organizzazione turistica regionale – Interventi per la promozione e la commercializzazione turistica) e in particolare l’art. 5, laddove stabilisce che la Giunta regionale approva il sostegno alle iniziative di promo-commercializzazione turistica realizzate dalle imprese, in forma singola o associata;

Richiamata la propria deliberazione n. 786/2017 avente ad oggetto: “L.R. 4/2016 e s.m. art. 5 – Modalità, procedure e termini per l’attuazione degli interventi regionali per la promo-commercializzazione turistica” con la quale si è provveduto ad approvare:

  • le Linee guida triennali che definiscono le strategie regionali per la promo-commercializzazione turistica, ai sensi dei commi 1 e 2;
  • le modalità, le procedure e i termini relativi all’attuazione dei progetti di marketing e promozione turistica, in particolare per i mercati internazionali nonché dei progetti tematici trasversali che coinvolgono più destinazioni turistiche, da parte di APT Servizi, ai sensi del comma 4, lettera a);
  • le modalità, le procedure e i termini relativi all’attuazione dei progetti di marketing e promozione turistica, in particolare per il mercato italiano, da parte delle Destinazioni Turistiche, ai sensi del comma 4, lettera b);
  • le modalità, le procedure e i termini relativi ai Programmi Turistici di promozione Locale, ai sensi del comma 4, lettera d);

Ritenuto di completare l’applicazione della L.R. 4/2016 e s.m. dando attuazione alla sopracitata disposizione di legge di cui all’art. 5, comma 2, lettera c) al fine di perseguire i seguenti obiettivi:

  • promuovere lo sviluppo delle attività turistiche attraverso l’attuazione di progetti di promo-commercializzazione realizzati da imprese, in forma singola o associata, operanti nel territorio della Regione Emilia-Romagna;
  • erogare contributi finanziari alle imprese che realizzano i progetti di promo-commercializzazione secondo quanto stabilito dall’art. 7, comma 2, lettera c);
  • concorrere a realizzare gli obiettivi delle Linee Guida triennali regionali di cui all’art. 5;

Ritenuto quindi che i sopracitati obiettivi possano essere raggiunti attraverso la previsione di uno specifico bando ricorrente per la concessione di contributi a progetti di promo-commercializzazione turistica realizzati da imprese, anche in forma associata;

Richiamate inoltre le seguenti norme della citata L.R. 4/2016:

  • l’art. 8 laddove individua le funzioni della Cabina di regia regionale;
  • l’art. 12 laddove dispone le modalità di istituzione, i compiti e le funzioni delle Destinazioni Turistiche;

Vista la Legge regionale 7 dicembre 2011, n. 18 concernente: “Misure per l’attuazione degli obiettivi di semplificazione del sistema amministrativo regionale e locale. Istituzione della sessione di semplificazione”;

Richiamate altresì le seguenti proprie deliberazioni:

  • n. 2175 del 13 dicembre 2016 avente ad oggetto: “L.R. 4/2016 e s.m. – Istituzione dell’area vasta a finalità turistica della Città Metropolitana di Bologna e individuazione della funzione di Destinazione Turistica”;
  • n. 212 del 27 febbraio 2017 avente ad oggetto: “L.R. 4/2016 e s.m. – Istituzione dell’area vasta a finalità turistica delle province di Ferrara, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini e della Destinazione Turistica “Romagna (Province di Ferrara, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini)”. Approvazione dello Statuto”;
  • n. 447 del 10 aprile 2017 avente ad oggetto: “L.R. 4/2016 – Art. 12, comma 12 – Linee Guida per l’istituzione della Cabina di Regia delle Destinazioni Turistiche”;
  • n. 551 del 28.04.2017 avente ad oggetto: “L.R. 4/16 – Art. 8 e Art. 9 – Composizione della Cabina di Regia regionale”;
  • n. 595 del 5.05.2017 avente ad oggetto: “L.R. 4/2016 e s.m. – Istituzione dell’area vasta a finalità turistica e della Destinazione Turistica “Emilia” (Province di Parma, Piacenza, Reggio Emilia). Approvazione dello Statuto”;

Considerato che:

- è in via di completamento il nuovo assetto organizzativo del sistema turistico regionale previsto dalla citata L.R. 4/2016 e s.m.;

- risulta opportuno e urgente, anche nelle more del funzionamento della Cabina di Regia regionale e delle Cabine di regia delle Destinazioni Turistiche, approvare il bando ricorrente per la concessione di contributi a progetti di promo-commercializzazione turistica realizzati da imprese, anche in forma associata, al fine di attivare il sistema dei finanziamenti di cui all’art. 5, comma 2, lettera c) della medesima L.R. 4/2016 e s.m.;

Sentite le Destinazioni Turistiche ai sensi di quanto stabilito dalla lettera c) del comma 2 dell’art. 7, L.R. 4/2016 e s.m.;

Ritenuto quindi di approvare il “Bando ricorrente per la concessione di contributi a progetti di promo-commercializzazione turistica realizzati da imprese, anche in forma associata” che in Allegato 1) al presente provvedimento ne forma parte integrante e sostanziale;

Visti:

  • il D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.;
  • la propria deliberazione n. 89 del 30/1/2017, avente ad oggetto: “Approvazione Piano triennale di prevenzione della corruzione 2017-2019”;
  • la deliberazione di Giunta regionale n. 486/2017 ad oggetto “Direttiva di indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.Lgs. n. 33/2013. Attuazione del Piano Triennale di prevenzione della corruzione 2017-2019”;

Viste altresì:

  • la legge 16 gennaio 2003, n. 3 “Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione”, ed in particolare l’art. 11 «Codice unico di progetto degli investimenti pubblici»;
  • la legge 13 agosto 2010, n. 136 avente per oggetto “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia”, e successive modifiche;
  • la determinazione dell’Autorità per la Vigilanza sui Contratti pubblici di lavori, servizi e forniture n. 4 del 7 luglio 2011, recante “Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell’articolo 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136”;

Richiamate infine le proprie deliberazioni:

  • n. 2416 del 29 dicembre 2008 e ss.mm. concernente "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007", per quanto non derogato o diversamente disciplinato attraverso successivi provvedimenti;
  • n. 1681 del 17 ottobre 2016 recante “Indirizzi per la prosecuzione della riorganizzazione della macchina amministrativa regionale avviata con delibera n. 2189/2015”;
  • n. 468 del 10 aprile 2017 concernente “Il Sistema dei controlli interni della Regione Emilia-Romagna”;
  • n. 270/2016, n. 622/2016, n. 702/2016, n. 1107/2016, n. 1949/2016, n. 477/2017;
  • n. 2189 del 21 dicembre 2015 concernente “Linee di indirizzo per la riorganizzazione della macchina amministrativa regionale”;
  • n. 56 del 25 gennaio 2016 concernente “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale, ai sensi dell’art. 43 della L.R. 43/2001”;

Vista la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e ss.mm.;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore Regionale al Turismo e Commercio

a voti unanimi e palesi

delibera

Per le motivazioni indicate in premessa e che qui si intendono integralmente riportate:

1. di approvare il "Bando ricorrente per la concessione di contributi a progetti di promo-commercializzazione turistica realizzati da imprese, anche in forma associata” che in allegato A) al presente provvedimento ne forma parte integrante e sostanziale;

2. di dare atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

3. di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it