E-R | BUR

n.91 del 05.04.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Sviluppo dell'infrastutturazione ciclopedonale lungo la direttrice del Torrente Crostolo

Il Dirigente di Area premesso che:

- convenendo sulle finalità insite nella realizzazione del tratto ciclopedonale di che trattasi, con deliberazioni della Giunta provinciale di Reggio Emilia n. 156 del 2/9/2014, della Giunta comunale di Quattro Castella n. 90 dell’11/9/2014 e della Giunta comunale di Vezzano sul Crostolo n. 44 del 15/9/2014, è stato approvato Accordo per la realizzazione dell’intervento di cui in oggetto, successivamente sottoscritto dagli stessi;

- a termini dell’Accordo predetto, le funzioni di stazione appaltante e di soggetto titolare del relativo procedimento sono state assunte dal Comune di Vezzano sul Crostolo;

- trattandosi di intervento comportante anche variante agli strumenti di pianificazione territoriale urbanistica dei Comuni di Vezzano sul Crostolo e di Quattro Castella per la localizzazione dell’opera, esperimento di procedimento espropriativo e risultando essere altresì l’opera già finanziata, la Giunta comunale di Vezzano sul Crostolo, con deliberazione n. 43 del 8/7/2015, e la Giunta comunale di Quattro Castella, con deliberazione n. 57 del 10/7/2015, ritenendone sussistenti i presupposti, hanno rispettivamente definito:

  • di procedere ai sensi dell’art. 36-octies della L.r. 20/00 s.m.i., contemplante procedimento unico semplificato di approvazione dei progetti di opere pubbliche;
  • che, ai sensi dell’art. 3 comma 7 della L.r. n. 37/02, richiedendo l’intervento di che trattasi anche l’esperimento di procedimento espropriativo, il Comune di Vezzano sul Crostolo ricorra a tal fine dell’Ufficio espropriazioni del Comune di Quattro Castella;

- in esecuzione di quanto sopra disposto, il Comune di Vezzano sul Crostolo:

  • con determinazione n. 221 del 27 agosto 2015 ha dato avvio al procedimento di realizzazione dell’opera di che trattasi ai sensi dell’art. 36-octies della L.r. 20/00 s.m.i. indicendo apposita Conferenza di servizi ai sensi dell’art. 36-septies e della Legge 241/90 tra gli enti competenti a rilasciare i prescritti atti di assenso al fine di approvare il progetto definitivo dei relativi lavori, in variante agli strumenti urbanistici vigenti dei Comuni;
  • ha altresì rassegnato al Comune di Quattro Castella bozza del progetto definitivo delle opere di che trattasi, comprensivo altresì della documentazione tecnico - amministrativa relativa alle varianti agli strumenti di pianificazione territoriale urbanistica;

- con determinazione n. 228 del 6 settembre 2016 il Comune di Vezzano sul Crostolo, in esito ai favorevoli lavori della Conferenza suddetta, ha assunto la determinazione conclusiva di cui all’art. 14-ter, comma 6-bis della Legge 241/90, precedendo altresì ad approvare le risultanze della Conferenza;

- il Comune di Vezzano sul Crostolo con deliberazione di Consiglio comunale 34 del 30 settembre n 2016 ed il Comune di Quattro Castella con deliberazione di Consiglio comunale n. 53 del 15 settembre 2016, efficaci a termini di legge, ai sensi e per gli effetti del combinato disposto di cui al secondo periodo del comma 3 dell’art. 36-octies, del comma 15 dell’art. 36-sexies della Legge regionale n. 20/00 s.m.i. e dell’art. 37 del vigente Statuto comunale, hanno ratificato il procedimento di che trattasi ed i relativi esiti, nonché l’operato della Conferenza di servizi e gli assensi prestati dai rappresentanti degli enti interessati, secondo quanto risultante dagli atti della Conferenza ed in particolare dai verbali delle relative sedute;

- il Comune di Vezzano sul Crostolo con deliberazione di Giunta comunale n. 60 del 5 ottobre 2016 ed il Comune di Quattro Castella con deliberazione n. 101 del 15 ottobre 2016, efficaci a termini di legge, hanno approvato il progetto definitivo dei lavori in oggetto, comportante altresì, conformemente al comma 6 dell’art. 36-septies della L.r. 20/00, la produzione degli effetti di cui all’art. 36-ter comma 2, lett. b) della legge regionale medesima e di cui all’art. 15 della L.r. 37/02 s.m.i., ossia dichiarazione di pubblica utilità dei lavori di che trattasi;

- si è regolarmente proceduto a comunicare in via formale alle ditte proprietarie interessate:

  • l’avvenuta apposizione del vincolo espropriativo di cui all’art. 8 della L.r. 37/02 s.m.i. sui beni in proprietà, nonché la dichiarazione di pubblica utilità di cui all’art. 15 della L.r. 37/02 delle opere di cui al relativo progetto definitivo;
  • ai sensi dell’art. 22 bis del DPR 327/01 s.m.i., la motivata determinazione circa il carattere di particolare urgenza dell’intervento, tale da non consentire, in relazione alla particolare natura delle opere, l’applicazione delle disposizioni di cui ai commi 1 e 2 dell’art. 20 del DPR 327/01, con conseguente possibilità di emettere il decreto di occupazione anticipata dei beni immobili necessari con contestuale determinazione urgente dell’indennità provvisoria di espropriazione;
  • ai sensi dell’art. 18 comma 2 della L.R. 37/02 s.m.i., il deposito di copia della documentazione relativa alla dichiarazione di pubblica utilità presso l’Ufficio Espropriazioni ubicato nella sede municipale del Comune di Quattro Castella, rendendo altresì nota la facoltà di prendere visione della stessa e fornire, entro trenta giorni, ogni elemento utile alla determinazione del valore delle indennità da attribuire agli immobili interessati dai lavori;

- con provvedimento n. 1/2016 del 7 dicembre 2016 del Responsabile dell’Ufficio Espropriazioni dell’Amministrazione comunale di Quattro Castella, è stato adottato il Decreto di occupazione d’urgenza dei terreni preordinata all’espropriazione degli stessi, con determinazione in via provvisoria delle indennità d’esproprio disponendo altresì l’esecuzione del decreto tramite verbale di immissione in possesso, ai sensi dell’art. 22 Bis del DPR 327/01 s.m.i., previa redazione dello stato di consistenza dei beni da occupare, regolarmente notificato alle ditte proprietarie interessate con le forme degli atti processuali civili e che del medesimo è stato dato altresì avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna e all’Albo Pretorio comunale;

- come si desume dai verbali in atti, personale tecnico delle Amministrazioni comunali di Vezzano sul Crostolo e Quattro Castella in data 25 (venticinque) gennaio 2017, ha regolarmente proceduto ad occupare in via d’urgenza gli immobili - terreni come sopra individuati, tramite verbale di immissione in possesso e redazione dello stato di consistenza degli stessi;

avvisa che 

con propria determinazione n. 23 del 14 marzo 2017 ai sensi del comma 1 dell’art. 21 del D.P.R. n. 327/01 s.m.i., è stato redatto l’elenco delle ditte che non hanno accettato le indennità provvisorie d’esproprio ed è stato altresì disposto a cura del Comune di Vezzano sul Crostolo, il deposito delle somme relative alle indennità non accettate ed il pagamento delle indennità accettate.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it