E-R | BUR

n. 119 del 15.09.2010 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedura di verifica (screening) relativa all'impianto di stoccaggio e recupero di rifiuti speciali non pericolosi con impianto di selezione meccanica da effettuarsi in Via Dei Rivi, Gossolengo (PC), ad opera della Ditta R.L.M Ecorecuperi Srl (Titolo II L.R. 18 maggio 1999, n. 9, come integrata dal DLgs. 3 aprile 2006, n. 152, come modificato dal DLgs 16 gennaio 2008, n. 4)

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

 delibera:

a. di assoggettare, ai sensi dell’art. 10, comma 1 della L.R. 18 maggio 1999, n. 9 e successive modifiche ed integrazioni, come integrata dal D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152, come modificato dal D.Lgs. 16 gennaio 2008, n. 4, ad ulteriore procedura di V.I.A. il progetto di “ impianto di stoccaggio e recupero di rifiuti speciali non pericolosi con impianto di selezione meccanica da effettuarsi in via dei Rivi, Gossolengo(PC), ad opera della Ditta Ecorecuperi s.r.l.” in considerazione degli elementi di incompatibilità rispetto alle disposizioni contenute negli strumenti di pianificazione territoriale come già evidenziato nel punto 4 precedente e di seguito riportati:

b. dall’esame del progetto e delle relative integrazioni presentate dal Soggetto proponente, non viene dimostrata la compatibilità dell’intervento con il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale e con il Piano Provinciale di Gestione Rifiuti della Provincia di Piacenza;

c. dall’esame della conformità del progetto presentato con il P.R.G. del Comune di Gossolengo, approvato con Delibera di Giunta Provinciale n. 343 del 18.10.2000, emerge un’incompatibilità, in particolare, all’art.45 denominato “zone industriali ed artigianali esistenti D1”; tale articolo prevede infatti che “nelle zone D1 interne all’area urbana è escluso l’insediamento delle attività nocive di prima classe nonché di tutte le attività insalubri, moleste o nocive per fumi, odori e rumori”; dall’esame effettuato, l’attività di progetto risulta appartenere alle attività nocive di cui all’art. 216 del Testo unico delle leggi sanitarie (RD 1265/1934);

d. il sito in esame si colloca inoltre nei pressi dell’area protetta IT4010016/SIC/ZPS Basso Trebbia;

e. gli elaborati progettuali e quelli integrativi siano inadeguati per consentire una individuazione e valutazione degli effetti sull’ambiente connessi alle operazioni di stoccaggio e recupero di rifiuti in oggetto;

f. gli approfondimenti documentali necessari ad esprimere un giudizio circostanziato, siano tali da configurare la necessità di effettuare una procedura di VIA;

g. di trasmettere la presente delibera alla ditta ECORECUPERI s.r.l., alla Provincia di Piacenza, all’ARPA, all’AUSL Servizio Igiene Pubblica e al Comune di Gossolengo;

h. di pubblicare per estratto sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia - Romagna, ai sensi dell’art. 10, comma 3 della L.R. 18 maggio 1999, n. 9, il presente partito di deliberazione;

i. di pubblicare integralmente sul sito web della Regione Emilia - Romagna, ai sensi dell’art. 20, comma 7 del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152, come modificato dal D.Lgs. 16 gennaio 2008, n. 4, il presente provvedimento di assoggettabilità.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it