E-R | BUR

n.117 del 03.05.2018 (Parte Seconda)

XHTML preview

FEAMP 2014/2020 - Regolamento UE n. 508/2014 - Approvazione avviso pubblico di attuazione della Misura 5.69 "Trasformazione dei prodotti della pesca e dell'acquacoltura" - Annualità 2018. Proroga del termine per la presentazione della domanda

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Visti:

- il Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, e che abroga il regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio;

- il Regolamento (UE) n. 508/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio del 15 maggio 2014, relativo al Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e che abroga i regolamenti (CE) n. 2328/2003, (CE) n. 861/2006, (CE) n. 1198/2006 e (CE) n. 791/2007 del Consiglio e il regolamento (UE) n. 1255/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio;

- il “Programma operativo FEAMP ITALIA 2014-2020” (PO FEAMP), nella formulazione approvata dalla Commissione Europea con Decisione di esecuzione C (2015) 8452 del 25 novembre 2015, che identifica, tra l'altro, le Regioni quali Organismi intermedi delegati all'attuazione di parte del Programma stesso;

Richiamate, le deliberazioni della Giunta regionale:

- n. 833 del 6 giugno 2016 recante "Reg. (UE) n. 1303/2013 e Reg.(UE) n. 508/2014. Presa d'atto del Programma Operativo FEAMP ITALIA 2014-2020 e delle disposizioni attuative emanate dall'Autorità di Gestione. Designazione del Referente dell'Organismo Intermedio dell'Autorità di Gestione e disposizioni collegate";

- n. 312 del 5 marzo 2018 recante “FEAMP 2014/2020 - Regolamento (UE) n. 508/2014 – Approvazione avviso pubblico di attuazione della Misura 5.69 "Trasformazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura" - Annualità 2018”, il cui contenuto viene interamente qui richiamato;

Richiamata, inoltre, la propria determinazione n. 3522 del 15 marzo 2018 recante “Precisazioni in riferimento agli avvisi pubblici, misura 5.69 "trasformazione dei prodotti della pesca e dell'acquacoltura"- annualità 2018 e misura 1.43 "porti, luoghi di sbarco, sale perla vendita all'asta e ripari di pesca" annualità 2018, ai sensi di quanto disposto dal punto 6 delle rispettive deliberazioni n.312/2018 e 322/2018”;

Considerato che l’Avviso allegato alla sopracitata DGR n. 312/2018 fissa al paragrafo 8., il termine di scadenza per la presentazione delle domande alla data del 3 maggio 2018;

Atteso che alcune Imprese (L’Inedito, nota acquisita agli atti con protocollo regionale n.PG/2018/260829 del 12/4/2018; Effelle Pesca s.r.l., nota acquisita agli atti con protocollo regionale n.PG/2018/260851 del 12/4/2018; Mare Chiaro s.r.l., nota acquisita agli atti con protocollo regionale n.PG/2018/264837 del 13/4/2018; FoodLab s.r.l., nota acquisita agli atti con protocollo regionale n.PG/2018/264810 del 13/4/2018; Cooperativa Logonovo s.r.l., nota acquisita agli atti con protocollo regionale n.PG/2018/267431 del 16/4/2018) e la Confederazione Italiana Agricoltori provincia di Ferrara (nota acquisita agli atti con protocollo regionale n.PG/2018/281538 del 19/4/2018) hanno richiesto una proroga al predetto termine di scadenza per la presentazione delle domande in relazione, tra l’altro, alla presenza di due eventi fieristici internazionali inerenti il settore nel periodo di pubblicizzazione dell’Avviso che hanno coinvolto le imprese stesse e/o i fornitori di tecnologie, rendendo difficile la preparazione della documentazione necessaria;

Considerate le difficoltà oggettive manifestate dai richiedenti e valutata l’opportunità di agevolare la partecipazione di tutti i soggetti interessati;

Valutato, inoltre, che il differimento del termine di che trattasi non incide sulle attività inerenti l’attuazione del programma, posto che non vengono modificati i termini per la rendicontazione dei progetti ammessi;

Dato atto che la citata DGR n.312/2018 al punto 6) del dispositivo stabilisce che il Responsabile del Servizio Attività faunistico-venatorie e pesca, in qualità di Referente dell’O.I. Regione Emilia-Romagna dell’Autorità di Gestione, possa disporre “le eventuali proroghe al termine di scadenza per la presentazione delle domande di contributo”;

Ritenuto, pertanto, di concedere la proroga richiesta, fissando il 16/5/2018 quale termine ultimo per la presentazione delle domande di contributo relative alla misura 5.69 “Trasformazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura”;

Ritenuto, altresì, in forza della citata proroga, prevedere che il termine ultimo per la presentazione dei quesiti al Servizio Attività faunistico venatorie e pesca è fissato al 30/4/2018;

Visto il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi accesso civico e di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm., ed in particolare l'art. 26;

Richiamate, inoltre, le deliberazioni della Giunta regionale n. 93 del 29 gennaio 2018 recante “Approvazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione 2018-2020”;

Vista la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modifiche;

Richiamate, inoltre, le seguenti deliberazioni della Giunta regionale:

- n. 2416, in data 29 dicembre 2008, recante "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007" e successive modificazioni, per quanto applicabile, n. 468 del 10 aprile 2017, recante “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna;

- n. 56 del 25 gennaio 2016 recante “Affidamento degli incarichi di direttore generale della Giunta regionale, ai sensi dell'art. 43 della L.R. 43/2001”;

- n. 270 del 29 febbraio 2016, recante “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 622 del 28 aprile 2016, recante “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”, con la quale è stato modificato l’assetto organizzativo di Direzioni generali/Agenzie/Istituti dal giorno 1 maggio 2016, modificando altresì le denominazioni e le declaratorie dei Servizi;

- n. 702 del 16 maggio 2016, recante “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell’ambito delle Direzioni Generali –Agenzie - Istituti, e nomina dei responsabili della prevenzione della corruzione, della trasparenza e accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali, e dell’anagrafe per la stazione appaltante”;

- n. 1107 dell'11 luglio 2016 recante “Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”

- n.121 del 6 febbraio 2017 “Nomina del responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza”;

- n. 477 del 10 aprile 2017 recante “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle Direzioni Generali cura della persona, salute e welfare; Risorse, Europa, Innovazione e istituzioni e autorizzazione al conferimento dell'interim per un ulteriore periodo sul Servizio Territoriale Agricoltura, Caccia e Pesca di Ravenna”;

- n. 1601 del 23 ottobre 2017 recante “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito della D.G. Agricoltura, Caccia e Pesca, e nell'ambito della Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile e del Gabinetto del Presidente della Giunta”; 

- n. 468 del 10 aprile 2017 inerente “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

Vista, infine, la propria determinazione n. 19409 del 30/11/2017 recante “Nomina dei Responsabili dei procedimenti in carico al Servizio attività faunistico-venatorie e pesca ai sensi degli artt. 5 e ss. della legge n. 241/90 e ss.mm.ii. e degli artt. 11 e ss. della L.R. n. 32/93”;

Attestato che il sottoscritto dirigente, Responsabile del procedimento, non si trova in situazione di conflitto, anche potenziale di interessi;

Attestata inoltre la regolarità amministrativa del presente atto;

determina:

1) di richiamare integralmente le considerazioni formulate in premessa, le quali costituiscono pertanto parte integrante del presente dispositivo;

2) di fissare al 16/5/2018 il termine ultimo per la presentazione delle domande di contributo relative alla misura 5.69 “Trasformazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura”;

3) di fissare, altresì, al 30/4/2018 il termine ultimo per la presentazione dei quesiti al Servizio Attività faunistico venatorie e pesca;

4) di dare atto che resta confermata ogni altra disposizione e termini previsti nella DGR n. 312/2018 e della propria determinazione n. 3522/2018;

5) di dare atto che il presente provvedimento è soggetto agli obblighi della pubblicazione di cui al decreto legislativo n. 33/2013;

6) di disporre la pubblicazione in forma integrale del presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico, dando atto che si provvederà a darne la più ampia diffusione anche sul sito internet della Regione Emilia-Romagna E-R Agricoltura e Pesca.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it