E-R | BUR

n.108 del 19.04.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedure in materia di valutazione di impatto ambientale - L.R. 18 maggio 1999, n.9 Titolo III — Procedura di VIA relativa al progetto denominato “Intervento di riqualificazione integrata idraulico-ambientale del canale Cavata Orientale - Azioni "A.2 – Progettazione esecutiva degli interventi" e "B.5 - Intervento di Riqualificazione della Cavata Orientale” - Codice Progetto: 033/16/00 – CUP: G31E14000580002”

L'Autorità competente Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale avvisa che, ai sensi del Titolo III della Legge Regionale 18 maggio 1999, n. 9, nonché del D.P.R. 327 dell'8 giugno 2001, della L.R. 37/2002 sono stati depositati, per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati, gli elaborati progettuali per l'effettuazione della procedura di VIA, relativa al progetto di seguito indicato.

  • Denominazione del progetto: “Intervento di riqualificazione integrata idraulico ambientale del canale Cavata Orientale - Azioni "A.2 - Progettazione esecutiva degli interventi" e "B.5 - Intervento di Riqualificazione della Cavata Orientale” – Codice Progetto: 033/16/00 – CUP: G31E14000580002”
  • Proponente: Consorzio di bonifica dell’Emilia Centrale
  • Localizzato nella Provincia di: Modena
  • Localizzato nel Comune di: Carpi 

Il progetto appartiene alla seguente categoria di cui agli Allegati A e B alla L.R. 9/1999: B1.12: “Opere di regolazione del corso dei fiumi e dei torrenti, canalizzazioni e interventi di bonifica ed altri simili destinati ad incidere sul regime delle acque, compresi quelli di estrazione di materiali litoidi dal demanio fluviale e lacuale”.

Il progetto ed è assoggettato alla procedura di VIA, ai sensi del Titolo III della L.R. 9/1999, in quanto “progetto di nuova realizzazione elencati negli Allegati B.1, B.2 e B.3 che ricade, anche parzialmente, all'interno delle seguenti aree individuate all'art. 4, comma 1, lett. b: 7) zone a forte densità demografica”.

Descrizione sintetica del progetto:

Riqualificazione idraulico-ambientale del canale Cavata Orientale mediante la realizzazione di:

- cassa di espansione a cielo aperto, con finalità idrauliche e naturalistiche di superficie alla base di 24.000 mq, 31.000 mq di area compresa la fascia di manutenzione, 32.500 mc di volume totale immagazzinabile, da localizzarsi nell’area a Sud di Via Lama ed a Nord del Canale V in Comune di Carpi

- riqualificazione del canale Cavata Orientale per una lunghezza di circa 700 m, mediante risagomatura, arginatura e creazione di una banchina allagabile con finalità naturalistiche - forestazione del canale per una lunghezza di circa 700 m con specie arbustive autoctone

- forestazione parziale della cassa di espansione e creazione di una zona umida interna. 

Il SIA e il relativo progetto definitivo, prescritti per l'effettuazione della procedura di VIA, sono

depositati per 60 giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel BURERT.

Gli elaborati del SIA sono inoltre disponibili nel Portale web Ambiente della Regione Emilia

-

Romagna ( https://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/viavas).

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati depositati presso le seguenti sedi:

- Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale - Viale della Fiera 8, 40127 Bologna

  • Comune di Carpi – Ufficio Espropri – Secondo piano – Via Peruzzi n.2, 41012 Carpi (MO)
  • Consorzio di bonifica dell’Emilia Centrale - Ufficio Espropri – Corso Garibaldi, 42, 42121

Reggio Emilia (RE)

Entro lo stesso termine di 60 giorni chiunque, ai sensi dell'art. 15, comma 1 della L.R. 9/1999, può presentare osservazioni all'Autorità competente Regione Emilia-Romagna al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: vipsa@postacert.regione.emilia-romagna.it.

Ai sensi della L.R. 9/1999, e secondo quanto richiesto dal proponente, l'eventuale conclusione positiva della presente procedura di VIA comprende e sostituisce le seguenti autorizzazioni e atti di assenso:

  • Verifica preventiva dell’interesse archeologico per la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna
  • Parere di competenza PTCP Provincia di Modena, art. 9 delle NTA
  • Parere di coerenza con la pianificazione di bacino - Autorità di Distretto Padano
  • Parere di competenza – conformità urbanistica PRG Comune di Carpi
  • Piano di utilizzo delle terre e rocce da scavo, D.M. 161/2012 

SI AVVISA INOLTRE CHE: 

La conclusione positiva della presente procedura di VIA comporterà l’approvazione del Progetto definitivo, con dichiarazione di pubblica utilità dell'opera. Al fine della procedura espropriativa il progetto depositato è accompagnato da un apposito allegato indicante le aree da espropriare e i nominativi di coloro che risultano proprietari secondo le risultanze dei registri catastali (“Piano Particellare di Esproprio”).

Copia nel progetto è depositato presso l’ufficio espropri del Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale nonché presso l’ufficio espropri del Comune di Carpi. I proprietari e gli altri eventuali interessati hanno facoltà di prenderne visione, entro 20 giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso. Il Comune di Carpi il giorno 26/07/2016 con Delibera n.84 ha avviato la procedura di variante urbanistica del PRG vigente, apponendo il vincolo preordinato all’esproprio in relazione al progetto inerente la presente procedura di VIA. Il giorno 9 febbraio 2017 il Comune di Carpi, con delibera del Consiglio comunale n. 19, ha approvato la suddetta variante al PRG.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it