E-R | BUR

n.281 del 04.11.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Decisione in merito alla procedura di valutazione d'impatto ambientale relativa al progetto di realizzazione ed esercizio di impianto di produzione di energia elettrica alimentato a fonti rinnovabili di tipo idroelettrico, denominato “Derivazione idroelettrica sul F. Taro, in comune di Bedonia, loc. Piane di Carniglia”, attivato da Sorgenia Hydro Srl

L’Autorità competente Provincia di Parma comunica la decisione relativa alla procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) del progetto di realizzazione ed esercizio di impianto di produzione di energia elettrica alimentato a fonti rinnovabili di tipo idroelettrico, denominato “Derivazione idroelettrica sul F. Taro, in Comune di Bedonia, Loc. Piane di Carniglia”, attivata da Sorgenia Hydro Srl.

A sensi della L.R. 9/99 e smi e del DLgs 152/06 e smi, l’Autorità competente Provincia di Parma con Decreto presidenziale n. 251/2015 del 13/10/2015 ha assunto la seguente decisione:

  • la Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) positiva, ai sensi dell’art. 16 della L.R. 18 maggio 1999, n. 9 e smi sul progetto di realizzazione ed esercizio di impianto di produzione di energia elettrica alimentato a fonti rinnovabili di tipo idroelettrico, denominato “Derivazione idroelettrica sul F. Taro, in Comune di Bedonia, Loc. Piane di Carniglia”, attivato da Sorgenia Hydro srl, poiché l’intervento, secondo gli esiti dell’apposita Conferenza di Servizi conclusasi il giorno 5 agosto 2015, è nel complesso ambientalmente compatibile;
  • di ritenere, quindi, possibile realizzare il progetto di impianto di produzione di energia elettrica alimentato a fonti rinnovabili di tipo idroelettrico, denominato “Derivazione idroelettrica sul F. Taro, in Comune di Bedonia, Loc. Piane di Carniglia”, attivato da Sorgenia Hydro srl, a condizione siano rispettate le prescrizioni ai punti 1.C, 2.C, 3.C e Conclusioni del Rapporto di Impatto Ambientale che costituisce l’Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente decreto;
  • di dare atto che la Determinazione n. 12349 del 29/9/2015 del Servizio Tecnico dei Bacini degli affluenti del Po -Direzione Generale Ambiente e Difesa del Suolo e della Costa relativa alla concessione di derivazione ed all’occupazione delle aree demaniali occupate dall’opera di presa e, temporaneamente, dal cantiere costituisce l’Allegato 2, parte integrante e sostanziale del presente decreto;
  • di dare atto che al fine dell’efficacia degli atti, la Società proponente è tenuta a perfezionare le istanze delle singole autorizzazioni/concessioni accorpate nella presente procedura, provvedendo nel caso al pagamento degli oneri, a qualsiasi titolo dovuti, previsti dai diversi dispositivi di legge;
  • di dare atto che il presente decreto di VIA e gli atti accorpati diventeranno efficaci dalla data di emanazione dell’Autorizzazione Unica alla costruzione e all’esercizio di impianto alimentato da fonti rinnovabili ai sensi dell’art. 12 del DLgs 29 dicembre 2003, n. 387 e della L.R. 23 dicembre 2004, n. 26 che sarà rilasciata dalla Provincia di Parma successivamente all’emanazione del presente atto;
  • di trasmettere, ai sensi dell’art. 16, comma 3, della L.R. 18 maggio 1999, n. 9 e smi, copia del seguente decreto alla Società Sorgenia Hydro Srl;
  • di trasmettere, ai sensi dell’art. 16, comma 3, della L.R. 18 maggio 1999, n. 9 e smi, per opportuna conoscenza e per gli adempimenti di rispettiva competenza copia del seguente decreto a: Regione Emilia-Romagna Servizio Tutela e Risanamento Risorsa Acqua, Servizio Tecnico di Bacino Affluenti del Po, Autorità di Bacino del Po, Comune di Bedonia, Ente di Gestione per la Biodiversità dell’Emilia Occidentale, ARPA, AUSL, Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio, Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia-Romagna, ATERSIR (Agenzia Territoriale dell'Emilia-Romagna per i Servizi Idrici e Rifiuti), Comitato Misto Paritetico, Ministero della Difesa Comando in Capo del Dipartimento Militare Marittimo dell’Alto Tirreno, Ministero della Difesa Comando 1° Reg Aerea, Uff. coordinamento tecnico logistico, Ministero della Difesa Esercito - Comando RFC Regionale Emilia-Romagna, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - USTIF, Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per l’Energia Direzione Generale per le Risorse Minerarie ed Energetiche Sezione U.N.M.I.G. di Bologna, Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento Ispettorato territoriale Emilia-Romagna, ENEL Distribuzione SpA e Agenzia delle Dogane;
  • di fissare, ai sensi dell’art. 17, comma 10), della L.R. 18 maggio 1999, n. 9 e smi, l’efficacia temporale della presente Valutazione d’Impatto Ambientale in anni cinque, salvo eventuali copia informatica per consultazione proroghe ai sensi di legge;
  • di pubblicare per estratto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna (BURERT), ai sensi dell’art. 16, comma 4, della L.R. 18 maggio 1999, n. 9 e smi, il presente decreto;
  • di pubblicare integralmente il presente decreto sul sito web della Provincia di Parma;
  • di rendere inoltre noto che:
  1. sono fatti salvi i diritti di terzi;
  2. contro il presente provvedimento può essere presentato ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 giorni nonché ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni; entrambi i termini decorrenti dalla ricezione del presente provvedimento;
  3. la Ditta ha diritto di accesso e di informazione come previsto dalla Legge n. 241/1990 e smi;
  4. l’Autorità emanante è la Provincia di Parma;
  5. l’Ufficio presso il quale è possibile prendere visione degli atti è il Servizio Ambiente della Provincia di Parma - Piazza della Pace n. 1 - 43121 Parma ed il Responsabile di questo procedimento è la Dott.ssa Beatrice Anelli.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it