E-R | BUR

n.21 del 01.02.2012 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Autorizzazione allo svincolo dell’indennità di € 14.232,65 a favore di Pocaterra Guglielmo per la servitù coattiva delle aree per la relizzazione dell’elettrodotto Ferrara Focomorto-Este e contestuale accettazione della indennità defintiva di asservimento

L’art. 6 L.R. n. 37 del 19/12/2002 conferisce ai Comuni le funzioni amministrative relative ai procedimenti di espropriazione per la realizzazione delle opere pubbliche regionali e con con atto dirigenziale n. 29723 del 31/7/2000 è stata fissata l’indennità provvisoria di servitù a favore della TERNA SPA, GRUPPO ENEL delle aree interessate alla costruzione della linea elettrica a 132 KV Ferrara-Focomorto-Este. 

A seguito al rifiuto di tali indennità da parte di alcune delle ditte interessate la società Terna, ha proceduto con quietanza n. 20 del 28/2/2002 al deposito delle stesse presso la Cassa Depositi e Prestiti di Ferrara, per un importo di Euro 1.995,59 e la Commissione Provinciale per gli Espropri ha determinato l’indennità definitiva di esproprio, maggiorandola rispetto a quelle stabilite dall’Amministrazione comunale. 

La Società TERNA SPA, GRUPPO ENEL ha effettuato il deposito integrativo alla Cassa Depositi e Prestiti con quietanza n. 1141909 del 20/7/2010 per un importo di Euro 12.237,06 e con nota del 19/4/2010, PG 36013, il signor Pocaterra Guglielmo, ha richiesto il rilascio del nulla-osta allo svincolo delle indennità depositate alla Cassa Depositi e Prestiti per la servitù coattiva delle aree per la relizzazione dell’elettrodotto Ferrara Focomorto-Este e contestuale accettazione della indennità defintiva di asservimento. 

Sono stati depositati, presso il Servizio Ammnistrativo OO.PP ed Espropri, i certificati dei registri immobiliari da cui risulta che non vi sono trascrizioni o iscrizioni di diritti o di azioni di terzi, e che non risultano opposizioni di terzi, ovvero procedimenti ostativi alla richiesta di svincolo, come da attestazione della Terna SPA PG 109279 del 6/12/2010 e da nota del Servizio Affari Legali del Comune di Ferrara del 9/2/2011. 

Le indennità depositate alla Cassa Depositi e Prestiti, spettanti alla ditta richiedente risultano essere:

1) Quietanza n. 20 del 28/2/2002 di Euro 1.995,59 (quota 1/1).

 2) Quietanza nn. Nazionale 1141909 - Provinciale 150210 del 20/7/2010 di Euro 12.237,06; (quota 1/1). 

Si autorizza lo svincolo dell’indennità di Euro 1.995,59 depositata alla Cassa DD.PP. con quietanza della Tesoreria Provinciale dello Stato n. 20 del 28/2/2002, dell’indennità di Euro 12.237,06 depositata con quietanza nn. Nazionale 1141909 - Provinciale 150210 del 20/7/2010 a Pocaterra Guglielmo, per la servitù coattiva delle aree per la relizzazione dell’elettrodotto Ferrara Focomorto-Este e contestuale accettazione della indennità defintiva di asservimento. 

Si dà atto che le indennità in questione non sono soggette a ritenuta fiscale del 20%, a titolo di imposta, di cui all’art. 35 del T.U. n. 327/2001, modificato dal D.L. 302/02, in quanto aree ricompresse all’interno delle zone omogenee di tipo “E”. 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it