E-R | BUR

n.119 del 23.04.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

D.G.R. 2318/2005 - Integrazione elenco regionale degli impianti di selezione automatica, riciclaggio e compostaggio con impianto di produzione CDR Comune di Rovigo, loc. Sarzano, Via Calatafimi n. 26, gestito da ECOAMBIENTE S.R.L.

IL RESPONSABILE

Richiamate:

- la Legge 28 dicembre 1995 n. 549, recante “Misure di razionalizzazione della finanza pubblica”, ed in particolare l'art.3, commi da 24 a 40, che ha istituito il tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi;

- la Legge regionale 19 agosto 1996, n. 31 recante “Disciplina del tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi” ed in particolare l’articolo 13, commi 6 bis e 6 ter;

- la Legge regionale 26 novembre 2001 n. 43, recante “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella regione Emilia-Romagna” e successive modifiche;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 2318 del 29 dicembre 2005 recante “L.R. 31/96 - Disciplina del tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi - prime disposizioni”;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 509 del 10 aprile 2006 recante “DGR 2318/05 - Specificazioni in merito ai criteri di calcolo della percentuale di recupero per gli impianti che producono compost di qualità e combustibile derivato da rifiuti”;

Vista la deliberazione della Giunta regionale 29 dicembre 2008, n. 2416 avente per oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modifiche;

Premesso che, ai sensi del punto 6. della sopra richiamata deliberazione n. 2318/2005, la ditta Ecoambiente S.R.L. in data 7 novembre 2013 ha presentato istanza (Prot. PG.2013.0275672 del 7 novembre 2013) di riduzione del tributo speciale, per “l’impianto di selezione secco umido per la produzione di Biostabilizzato (D14/D8) e per la produzione di CDR (R12)”, ubicato nel Comune di Rovigo - Loc. Sarzano, Via Calatafimi n. 26, dalla stessa gestito;

Dato atto che con nota regionale del 10 dicembre 2013 (Prot. PG.2013.0306677) si è proceduto a richiedere alla ditta Ecoambiente S.R.L., dando un termine di 60 giorni, di integrare l’istanza presentata in data 7 novembre 2013 con:

- una richiesta di inserimento dell’impianto di produzione di “CDR” nell’elenco regionale degli impianti di selezione automatica, riciclaggio e compostaggio conforme al modello allegato alla medesima nota;

- documentazione tecnica ed amministrativa attestante il rispetto delle condizioni riportate ai punti 2, 5.2, 5.3 e 5.4 della medesima nota;

- i dati gestionali dell’impianto in esame relativi al II e III trimestre 2013, da riportare secondo lo schema allegato alla medesima nota.

Preso atto che:

- il legale rappresentante del Consorzio RSU di Rovigo, in qualità di soggetto autorizzato all’esercizio dell’impianto di selezione e igienizzazione RSU/RSA con produzione di CDR e Biostabilizzato sito nel Comune di Rovigo - Loc. Sarzano, via Calatafimi n. 26, ha inviato in data 02 gennaio 2014 (Prot. PG.2014.0000390 e Prot. PG.2014.0000391):

  • una richiesta di inserimento della linea di produzione di CDR dell’impianto soprarichiamato, dichiarando e precisando, fra l’altro, quanto segue:
    • la ditta Ecoambiente srl, come si evince anche dai dispositivi autorizzativi è la società gestrice dell’impianto di selezione secco umido per la produzione di Biostabilizzato (D14/D8) e per la produzione di CDR (R12) di Sarzano”;
    • il Consorzio RSU di Rovigo è attualmente il soggetto autorizzato per le linee di produzione D14 e D8, con decreto AIA della Regione Veneto n. 92, ai sensi dell’art. 28 del DLgs 22/97 già DLgs 152/06 e s.m.i., tuttora in corso di validità, rilasciato in data del 29/11/2011 (vedi allegato 3) dall’Amministrazione Regionale Veneto, mentre per la produzione di CDR (Combustibile Da Rifiuti) sempre il Consorzio RSU di Rovigo è altresì autorizzato (linea R12) con Autorizzazione Provinciale n. 38919, tuttora in corso di validità, rilasciata in data del 5/09/2006 dall’Amministrazione Provinciale di Rovigo, così come modificata con Autorizzazione n. 45282 del 2007 e come recepito da Determina n. 555 del 16/2/2012, ai sensi dell’art. 28 del DLgs 22/97 già DLgs 152/06 e s.m.i. (vedi allegato 4), a svolgere l’attività di recupero per produzione di CDR (R12)”;
    • L’Autorizzazione Regionale di cui sopra è oggi in fase di volturazione a favore della società Ecoambiente S.R.L. di Rovigo come richiesto dalla Regione Veneto con nota n. 409167 del 27/9/2013 e dal Consorzio RSU di Rovigo con nota prot. 598 del 9/10/2013 e come da atti della società Ecoambiente S.R.L. con prot. n. 9661 del 24/10/2013 (si allegano copie – Allegati A1 A2 A3)”;
    • L’Autorizzazione Provinciale di cui sopra è oggi in fase di volturazione a favore della società ECOAMBIENTE S.R.L. di Rovigo come richiesto dalla Regione Veneto con nota n. 409167 del 27/9/2013, dalla Provincia di Rovigo con nota 45832 del 10/10/2013, dal Consorzio RSU di Rovigo con nota prot. 639 del 29/10/2013 e come da atti della società Ecoambiente S.R.L. con prot. n. 10061 del 6/11/2013 (si allegano copie - Allegati B1 B2 B3)”;
  • la dichiarazione sostitutiva dell’atto notorio di cui all’Allegato 1 della DGR n. 2318/2005 sottoscritta dal legale rappresentante del medesimo Consorzio in data 24 dicembre 2013;
  • la documentazione tecnica ed amministrativa, nonché i dati gestionali dell’impianto in esame richiesti con nota regionale del 10 dicembre 2013 (Prot. PG.2013.0306677);

- la Provincia di Rovigo, con determinazione n. 3577 del 23/12/2013 del Dirigente dell’Area Ambiente - Rifiuti, ha volturato a favore della ditta Ecoambiente S.R.L., limitatamente alla linea di produzione del CDR, l’atto provinciale prot. n. 38919 del 05/09/2006 di autorizzazione all’esercizio dell’impianto di selezione ed igienizzazione RSU/RSA ubicato nel Comune di Rovigo - Loc. Sarzano, Via Calatafimi n. 26;

Valutato che:

- la linea di produzione del CDR presente nell’impianto di Rovigo - Loc. Sarzano, Via Calatafimi n. 26 risulta iscrivibile nell’elenco degli impianti di cui al punto 7. della deliberazione della Giunta regionale n. 2318/2005 rispettivamento come “impianto di produzione di CDR;

- l’applicazione del tributo speciale in misura ridotta:

  • decorre, ai sensi dei punti 8. e 9. della sopracitata DGR n. 2318/2005, dal 07 novembre 2013;
  • è applicabile solo agli scarti e sovvalli prodotti nella linea di trattamento della frazione secca degli RSU/RSA finalizzata alla produzione del CDR;

Ritenuto di poter procedere all’iscrizione dell’impianto sopra richiamato nell’elenco regionale di cui al punto 7. della DGR n. 2318/2005;

Richiamate le deliberazioni della giunta regionale n. 1057 del 24 luglio 2006, n. 1663 del 27 novembre 2006 e n. 1957 del 16 dicembre 2013;

Vista la determinazione del Direttore Generale “Ambiente e Difesa del Suolo e della Costa” n. 16951 del 19 dicembre 2013 relativa alla “Parziale riorganizzazione interna di strutture della direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa e conferimento dell'incarico di responsabile del Servizio Rifiuti e bonifica siti, servizi pubblici ambientali e sistemi informativi”;

Attestata la regolarità amministrativa;

determina:

1) di integrare l’elenco - di cui alla determinazione n. 17737 del 13 dicembre 2006 del Responsabile del Servizio Rifiuti e Bonifica Siti e successive modifiche e integrazioni - degli impianti di selezione automatica, riciclaggio e compostaggio, costituito ai sensi del punto 7. della deliberazione di Giunta regionale n. 2318 del 29 dicembre 2005, che possono usufruire del pagamento del tributo in misura ridotta, con il seguente impianto:

Impianto di produzione di CDR (linea trattamento frazione secca dei RSU/RSA per la produzione di CDR): Rovigo - Loc. Sarzano, Via Calatafimi n. 26;

Gestore: Ecoambiente S.R.L.;

Decorrenza iscrizione: 07 novembre 2013;

2) di specificare che il tributo speciale in misura ridotta è applicabile solo agli scarti e sovvalli prodotti nella linea di trattamento della frazione secca degli RSU/RSA finalizzata alla produzione del CDR;

3) di notificare il presente provvedimento alla ditta ECOAMBIENTE S.R.L.;

4) di pubblicare integralmente il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it