E-R | BUR

n.12 del 18.01.2012 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Affidamento incarico di lavoro autonomo di consulenza da rendere in forma di co.co.co. all'ing. Tommaso Simeoni per un supporto tecnico specialistico finalizzato allo start up del progetto RAILHUC, approvato nel Programma Central Europe (art. 12 L.R. 43/2001)

 IL DIRETTORE

(omissis)

determina: 

A) di conferire all’ing. Tommaso Simeoni, ai sensi dell’art. 12 L.R. 43/01 e delle delibere della Giunta regionale 309/11, 1444/11 e 607/09, sulla base di quanto espressamente indicato in premessa, l’incarico di lavoro autonomo di consulenza da rendersi in forma di collaborazione coordinata e continuativa per un supporto tecnico specialistico finalizzato allo start up del progetto RAILHUC, approvato nell’ambito del Programma Central Europe, con particolare riferimento alle politiche regionali ed europee negli hub ferroviari, all’integrazione tra le reti di trasporto europee, regionali e locali ed al risparmio energetico, come dettagliato nell’allegato schema di contratto parte integrante e sostanziale del presente provvedimento; 

B) di approvare il contratto secondo lo schema allegato e di stabilire che l’incarico in oggetto decorra dalla data di sottoscrizione e termini entro il 30 giugno 2012; 

C) di dare atto che si provvederà alla sottoscrizione del contratto, ai sensi della deliberazione della Giunta regionale 2416/08 e ss.mm., dopo la pubblicazione sul sito istituzionale della RER e la comunicazione di avvio del rapporto di co.co.co., come precisato al successivo punto Q); 

D) di stabilire per lo svolgimento dell’incarico in oggetto all’Ing. Tommaso Simeoni un compenso di Euro 16.250,00 non assoggettabili ad IVA, al lordo delle ritenute fiscali, previdenziali e assicurative di legge, nonché il rimborso per spese vive di missione per un massimo di Euro 1.500,00, previa autorizzazione scritta del Direttore Generale, per complessivi Euro 17.750,00, gravanti sulle spese di attuazione del progetto RAILHUC; 

E) di impegnare la somma di Euro 16.250,00 registrata come segue: 

- per il 75% quanto a Euro 12.187,50 sull’impegno n. 4544 del capitolo 41352 “Spese per collaborazioni, studi e consulenze per l’attuazione del Progetto Railhuc (Railway hub cities and ten-t network) nell’ambito del programma comunitario Central Europe (Regolamenti (CE) 1080/2006 e 1083/2006; DEC.C(2007)5817; contratto del 22 novembre 2011) - Quota U.E.” di cui all’UPB 1.4.3.2.15238, del bilancio per l’esercizio finanziario 2011 che è dotato della necessaria disponibilità; 

- per il 25% quanto a Euro 4.062,50 sull’impegno n. 4545 del capitolo 41354 “Spese per collaborazioni, studi e consulenze per l’attuazione del Progetto Railhuc (Railway hub cities and ten-t network)nell’ambito del programma comunitario Central Europe (L. 16 aprile 1987, n. 183; contratto del 22 novembre 2011) - Quota statale” di cui all’UPB 1.4.3.2.15239, del bilancio per l’esercizio finanziario 2011 che è dotato della necessaria disponibilità; 

F) di impegnare la somma di Euro 1.500,00 registrata come segue: 

- per il 75% quanto a Euro 1.125,00 sull’impegno n. 4546 del capitolo 41352 “Spese per collaborazioni, studi e consulenze per l’attuazione del Progetto Railhuc (Railway hub cities and ten-t network) nell’ambito del programma comunitario Central Europe (Regolamenti (CE) 1080/2006 e 1083/2006; DEC.C(2007)5817; contratto del 22 novembre 2011) - Quota U.E.” di cui all’UPB 1.4.3.2.15238, del bilancio per l’esercizio finanziario 2011 che è dotato della necessaria disponibilità; 

- per il 25% quanto a Euro 375,00 sull’impegno n. 4547 del capitolo 41354 “Spese per collaborazioni, studi e consulenze per l’attuazione del Progetto Railhuc (Railway hub cities and ten-t network)nell’ambito del programma comunitario Central Europe (L. 16 aprile 1987, n. 183; contratto del 22 novembre 2011) - Quota statale” di cui all’UPB 1.4.3.2.15239, del bilancio per l’esercizio finanziario 2011 che è dotato della necessaria disponibilità; 

G) di dare atto che gli impegni di spesa potranno essere ridefiniti, per le parti non ancora prestate, in seguito alle eventuali ricadute finanziarie conseguenti all’applicazione della c.d. “clausola di disimpegno automatico” da parte delle Autorità U.E. richiamata all’art. 93 e seguenti del Reg. (CE) n. 1083/2006 e s.m.; 

H) di dare atto che gli oneri a carico della Regione Emilia-Romagna, relativi ai contributi previdenziale INPS - Gestione Separata graveranno sul capitolo n. 5078 “Versamento all’INPS delle somme dovute per i lavoratori parasubordinati e per i percipienti di reddito di lavoro autonomo occasionale (art. 2, comma 26, Legge 8 agosto 1995, n. 335 e art. 44, D.L. 30 settembre 2003 n. 269 convertito in L. 24 novembre 2003, n. 326). Spese obbligatorie” di cui all’UPB 1.2.1.1.120 del bilancio per l’esercizio finanziario di riferimento, e saranno compresi nel versamento mensile a favore dell’INPS; 

I) di dare atto che gli oneri a carico della Regione Emilia-Romagna, relativi al pagamento del premio assicurativo presso l’I.N.A.I.L., in base all’art. 5 del DLgs 23/2/2000 n. 38 graveranno sul Cap. 5075 “Versamento all’INAIL delle somme dovute per i lavoratori parasubordinati (art. 5, D.Lgs 23 febbraio 2000, n. 38) - Spese Obbligatorie” U.P.B. 1.2.1.1.120 del bilancio per l’esercizio finanziario di riferimento; 

J) di dare atto altresì che, alle scadenze previste, gli oneri a carico della Regione derivanti dall’applicazione dell’art. 2 co. 26 della Legge 335/95 per quanto concerne l’INPS, e dell’art. 5 del DLgs 23 febbraio 2000, n. 38 per quanto riguarda l’INAIL verranno compresi nei rispettivi periodici versamenti; 

K) di dare atto della congruità del compenso stabilito per lo svolgimento delle attività oggetto del presente provvedimento; 

L) di dare atto che alla liquidazione del compenso pattuito per le attività dedotte nell’incarico conferito con il presente provvedimento, si provvederà con propri atti formali con emissione di cedolini stipendi, ai sensi dell’art. 51 della L.R. 40/01 e della deliberazione della Giunta regionale 2416/08 e ss.mm., dietro presentazione dell’idonea documentazione e con i tempi e le modalità previsti dal contratto agli artt.5 e 6; 

M) di dare atto che, come precisato nelle citate deliberazioni 309/11 e 1444/11, l’onere finanziario derivante dal presente provvedimento risulta contenuto nell’ambito del tetto di spesa definito con la deliberazione n. 197/2011 con riferimento alle prestazioni di incarichi professionali ex art. 12 L.R. 43/01 e ss.mm.; 

N) di dare atto che la conclusione attualmente prevista per il progetto RAILHUC è il 30 settembre 2014; 

O) di dare atto che l’ing. Tommaso Simeoni dovrà fare riferimento per l’espletamento dell’attività al Responsa­bile del Servizio Affari Generali, giuridici e program­mazione finanziaria di questa Direzione Generale, Dott. Francesco Saverio Di Ciommo quale referente interno dell’Amministrazione regionale; 

P) di stabilire che, al fine di adeguare i contenuti delle prestazioni previste a eventuali esigenze che dovessero emergere, eventuali modifiche al contratto che non comportino variazioni in aumento dei compensi e dell’impegno lavorativo complessivamente stabiliti potranno essere apportate con proprio atto formale, previo accordo tra le parti; 

Q) di dare atto, infine, che ai sensi della “Direttiva in materia di rapporti di lavoro autonomo nella Regione Emilia-Romagna”, di cui all’allegato A della citata deliberazione 607/09, si provvederà ad espletare tutti gli adempimenti previsti dagli artt. 12, 15, 16 e 17, nel rispetto delle normative e delle procedure ivi indicate ed in particolare: 

  • alla trasmissione di copia del presente provvedimento alla Commissione Assembleare Bilancio, Affari Generali ed Istituzionali; 
  • alla trasmissione della comunicazione di avvio del rapporto di lavoro autonomo in forma di co.co.co. al Centro per l’Impiego competente; 
  • alla trasmissione alla Sezione Regionale di controllo della Corte dei Conti e all’Anagrafe delle prestazioni del Dipartimento della Funzione Pubblica;
  • alla pubblicazione del presente provvedimento sul sito web istituzionale completo delle indicazioni di cui all’art. 3, commi 18 e 54, della L. 244/07 ai fini dell’efficacia giuridica del contratto nonché alla pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della R.E.R.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it