E-R | BUR

n.347 del 09.12.2021 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

L.R. n. 14/2014 e s.m.i., Concessione proroga di 12 mesi per il perfezionamento del piano occupazionale del programma di investimento - art. 4.2 dell'accordo approvato con determinazione dirigenziale n. 12342/2017

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Vista la Legge Regionale del 18 luglio 2014, n. 14 “Promozione degli investimenti in Emilia-Romagna”, ed in particolare, l’art. 6 della parte II “Accordi per l’insediamento e lo sviluppo delle imprese” e successive modifiche;

Viste inoltre le seguenti proprie deliberazioni:

- n. 31/2016 “Legge regionale 14/2014. Approvazione bando per la promozione di progetti di investimento in attuazione dell’art. 6”;

- n. 1587/2016, “Legge regionale 14/2014: esito della valutazione dei programmi di investimento - prima fase del bando approvato con propria deliberazione n. 31/2016 per la promozione di progetti di investimento in attuazione dell'art.6.”, con la quale sono state ammesse alla seconda fase, secondo quanto disposto dal succitato bando, 16 proposte sulle 17 presentate e, contestualmente, in attuazione della “seconda fase” del bando, i soggetti proponenti sono stati invitati a trasmettere entro 60 giorni i progetti dettagliati su cui richiedere il finanziamento e da inserire negli Accordi di insediamento e sviluppo da siglare con la Regione;

- n. 334/2017 “Legge regionale n. 14/2014. Approvazione progetti presentati a valere su art.6 "Accordi regionali di insediamento e sviluppo" (DGR. 31/2016) e schema di Accordo tra Regione e beneficiari”

- n. 899/2017 “L.R. n. 14/2014 - adeguamenti allo schema di accordo di insediamento di cui alla DGR 334/2017 e delle modalità gestionali finalizzate all'attuazione”;

Richiamate le seguenti determinazioni dirigenziali:

- n. 12342 del 27/7/2017 avente ad oggetto “L.R. n.14/2014, art. 6 - Approvazione accordo regionale di insediamento e sviluppo delle imprese tra la Regione Emilia-Romagna e Teko Telecom S.r.l. (D.G.R. 1586/2016, 334/2017, 899/2017)”;

- n. 20056 del 12/12/2017 “L.R. n. 14/2014, art. 6 - concessione contributo a favore di Teko Telecom srl per insediamento e sviluppo delle imprese”;

Preso atto che l’Accordo regionale di insediamento e sviluppo delle imprese tra la Regione Emilia-Romagna e Teko Telecom S.r.l. (di seguito Accordo), il cui schema è stato approvato con la menzionata determinazione n. 12342 del 27/07/2017, sottoscritto digitalmente in data 17 luglio 2017 e acquisito con repertorio RPI/2017/230, stabilisce che:

- il programma di investimento, allegato all’Accordo medesimo, debba terminare entro 36 mesi dalla data della prima concessione del contributo (art. 3.1.c);

- l’obiettivo occupazionale si intende raggiunto se, all’esito della verifica che verrà espletata a conclusione dell’anno a regime, verranno rispettati i livelli occupazionali dichiarati all’art. 2 dell’Accordo calcolati secondo le modalità esplicitate all’art. 20 comma 3 del Bando e che l’impresa potrà chiedere una proroga alla durata del Programma di massimo 12 mesi per perfezionare il piano occupazionale (art. 4);

Preso inoltre atto che con propria deliberazione n. 1179 del 14/9/2020:

- il termine per la conclusione del programma di investimento è stato prorogato di 12 mesi, conseguentemente il termine ultimo per la conclusione dell’investimento oggetto dell’Accordo, è fissato alla data del 11/12/2021;

- si conferma la decorrenza dei 12 mesi dell’anno a regime per il perfezionamento del piano occupazionale di cui all’art. 2 dell’Accordo, a partire dalla data di conclusione dell’investimento oggetto dell’Accordo;

Premesso che:

- l’investimento oggetto consiste nella realizzazione di una nuova architettura completa per la distribuzione di segnali RF in zone ad alta densità di utenti ed accesso al sistema IMT-2020;

- tale investimento rende necessaria l’individuazione e l’ingaggio di risorse altamente specializzate;

Preso atto che:

- con comunicazione Prot. n. 996029 del 27/10/2021, Teko Telecom srl inoltrava richiesta di proroga di ulteriori 12 mesi per il perfezionamento del piano occupazionale, fino all’11 dicembre 2023;

- la medesima comunicazione, oltre a descrivere lo stato di avanzamento del progetto CUP E88I17000140009 e del piano occupazionale oggetto dell’Accordo, evidenzia le criticità emerse che hanno determinato ritardi nella realizzazione del progetto, in particolare:

- la difficoltà di reperimento delle risorse umane specializzate necessarie allo sviluppo del progetto nonostante le molteplici iniziative di ingaggio messe in campo, cui è stata data visibilità nazionale ed internazionale;

- che tale difficoltà è stata segnalata da Teko Telecom S.r.l. alla Regione nell’ambito dei report periodici inviati;

- che la situazione di emergenza legata alla pandemia da virus SARS-Cov- ha complicato il perseguimento degli obbiettivi legati all’incremento occupazionale;

- che Teko Telecom S.r.l. ha trasmesso notizie di stampa, che attestano alcune delle campagne informative su testate giornalistiche nazionali e l’organizzazione di specifici eventi per dare maggiore evidenza alle proprie iniziative;

- che Teko Telecom S.r.l. dichiara di aver già raggiunto un incremento occupazionale pari n. 113 ULA alla data della comunicazione.

Ritenuto, pertanto:

- di confermare, relativamente all’investimento oggetto dell’Accordo quanto disposto con propria deliberazione n. 1179 del 14/9/2020, individuando la data del 11/12/2021, quale termine ultimo per la conclusione del programma di investimento;

- di confermare altresì che, ai sensi di quanto previsto dall’art. 2 dell’Accordo, dalla data di conclusione dell’investimento decorre l’anno a regime;

- di concedere, ai sensi dell’art. 4.2 dell’Accordo, proroga dell’anno a regime di 12 mesi per il perfezionamento del piano occupazionale;

Richiamati:

- il D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione n. 111 del 28 gennaio 2021 recante “Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza. Anni 2021-2023” ed in particolare l’allegato D) “Direttiva di indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.Lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione 2021-2023”;

Visti infine:

- la L.R. n. 40/2001, per quanto compatibile e non in contrasto con i principi ed i postulati del D.lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii.;

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43, recante "Testo unico in materia di Organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e ss.mm.ii., ed in particolare l'art. 37, comma 4;

Viste infine le proprie deliberazioni:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 avente ad oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e ss.mm.ii.;

- n. 468/2017 “Il sistema dei controlli interni nella regione Emilia-Romagna”;

- n. 2013/2020 avente ad oggetto “Indirizzi organizzativi per il consolidamento della capacità amministrativa dell’Ente per il conseguimento degli obiettivi del programma di mandato per far fronte alla programmazione comunitaria 2021/2027 e primo adeguamento delle strutture regionali conseguenti alla soppressione dell’Ibacn”;

- n. 2018/2020 avente ad oggetto “Affidamento degli incarichi di direttore Generale della Giunta regionale ai sensi dell’art. 43 della 43/2001 e ss.mm.ii.;

- n. 771/2021 “Rafforzamento delle capacità amministrative dell'ente. Secondo adeguamento degli assetti organizzativi e linee di indirizzo 2021”;

Viste, altresì, le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposto in attuazione della deliberazione della Giunta regionale n. 468/2017;

Richiamate le seguenti determinazioni dirigenziali:

- n. 2018/2020 recante “Affidamento degli incarichi di Direttore generale della Giunta regionale, ai sensi dell’art. 43 della L.R. 43/2001 e ss.mm.ii.”;

- n. 1031 del 22/1/2021 ad oggetto “Individuazione dei responsabili di procedimento del Servizio attrattività e internazionalizzazione”;

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell'Assessore allo Sviluppo economico e green economy, lavoro e formazione, Vincenzo Colla;

A voti unanimi e palesi

delibera

Per le motivazioni riportate in premessa e che qui si intendono integralmente richiamate:

  1. di confermare, relativamente all’investimento oggetto dell’Accordo tra Teko Telecom srl e Regione Emilia-Romagna, sottoscritto digitalmente in data 17 luglio 2017 (RPI/2017/263), quanto disposto con propria deliberazione n. 1179 del 14/9/2020, individuando la data del 11/12/2021, quale termine ultimo per la conclusione del programma di investimento;
  2. di confermare altresì che, ai sensi di quanto previsto dall’art. 2 dell’Accordo, dalla data di conclusione dell’investimento decorre l’anno a regime;
  3. di concedere, ai sensi dell’art. 4.2 dell’Accordo, proroga di 12 mesi dell’anno a regime per il perfezionamento del piano occupazionale;
  4. di pubblicare la presente deliberazione comprensiva degli allegati nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico e sul sito http://fesr.regione.emilia-romagna.it/;
  5. di trasmettere la presente deliberazione a Teko Telecom S.r.l.;
  6. disporre infine che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa inclusa la pubblicazione ulteriore prevista dal piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza, ai sensi dell’art. 7 bis, comma 3, del D.Lgs. n. 33 del 2013 e ss.mm.ii.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it