E-R | BUR

n.173 del 26.06.2013 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Selezione pubblica per il conferimento di n. 1 incarico libero-professionale riservato a laureati in Medicina e Chirurgia con specializzazione in Neuropsichiatria Infantile per lo svolgimento di attività nell’ambito del Progetto “Disturbi specifici dell’apprendimento” e del progetto “Disturbi del Comportamento Alimentare”

In esecuzione di atto del Direttore del Servizio Gestione Giuridica del Personale ed in attuazione del Regolamento che disciplina le modalità di conferimento degli incarichi ex art. 7, comma 6, del D.Lgs. 30/3/2001, n. 165 e s.i.m di cui alla delibera Direttore generale n. 139 del 26/6/2009, si procederà al conferimento di n. 1 incarico libero-professionale riservato a laureati in Medicina e Chirurgia con specializzazione in Neuropsichiatria infantile, per lo svolgimento di attività nell’ambito del Progetto “Disturbi specifici dell’apprendimento” e del progetto “Disturbi del comportamento alimentare”.

Requisiti richiesti (da possedere tutti contemporaneamente alla data di presentazione della domanda) 

  • Laurea in Medicina e Chirurgia;
  • iscrizione all’Ordine dei Medici;
  • specializzazione in Neuropsichiatria infantile;
  • documentata esperienza e competenza specifica nella valutazione:
    • dei DSA nell’ ambito di strutture neuropsichiatriche di Aziende USL o di Strutture private accreditate;
    • dei DCA nell’ ambito di strutture neuropsichiatriche ovvero in servizi e centri DCA di Aziende USL e/o Strutture private accreditate.

Durata, sede, compenso

L’ incarico, di natura temporanea ed altamente qualificata, avrà durata pari a 18 (diciotto) mesi. Tale durata sarà ridotta a mesi 5 (cinque) in caso di mancato ottenimento di ulteriore finanziamento dedicato alla prosecuzione del progetto di cui in oggetto.

Il professionista svolgerà le attività assegnate presso le SOS NPIA dell’ambito territoriale Distrettuale del Dipartimento Salute Mentale e Dipendenze Patologiche, avendo come sede prevalente la SOS NPIA di Reggio Emilia, e presso il centro DCA di Reggio Emilia.

L’ incarico comporterà un impegno, riferito al periodo finanziato, pari a complessive 540 ore equamente divise su entrambi i progetti. A fronte di tale impegno è previsto un compenso loro omnicomprensivo pari ad € 14.580,00 (IVA ed oneri inclusi se ed in quanto dovuti, ivi compreso il premio per copertura assicurativa infortuni a carico del professionista nella misura di € 0,06/ora, che sarà detratto alla fonte), da liquidarsi a seguito di positiva verifica dell’attività progettuale svolta. 

Oggetto dell’incarico

L’incarico sarà finalizzato allo svolgimento, presso le SOS NPIA dell’ambito territoriale distrettuale del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche delle seguenti attività legate alla realizzazione del progetto “Disturbi specifici dell’apprendimento”: 

  • valutazione neuropsicologica delle funzioni cognitive e dell’apprendimento;
  • diagnosi di DSA ed eventuale progetto riabilitativo relativamente ai criteri previsti dalla Consensus Conference (2007), dal PARCC ( 2011) e dal documento tecnico del Gruppo Regionale DSA (2008);
  • segnalazione scolastica al fine di permettere la formulazione del PDP, come previsto dalla legge 170/2010, da parte degli insegnanti. 

L’incarico sarà altresì finalizzato allo svolgimento,presso la SOS NPIA ed il centro DCA di Reggio Emilia, delle seguenti attività legate alla realizzazione del progetto “Disturbi del comportamento alimentare”: 

  • Valutazioni diagnostiche;
  • Progetti terapeutici;
  • Collaborazione con le altre professionalità dell’equipe per il monitoraggio dei progetti stessi;
  • Consulenze a genitori e insegnanti;
  • Collegamento con i luoghi di ricovero.

Titoli e prova d’esame 

L’incarico verrà conferito da apposita Commissione, previa valutazione dei titoli presentati, a seguito di colloquio sulle materie oggetto dell’incarico stesso. 

Le domande in possesso dei requisiti richiesti verranno inviate alla Commissione preposta; tale invio costituisce verificazione relativa all’ammissione delle domande stesse. 

Tutti i candidati che avranno presentato domanda in tempo utile e che saranno in possesso dei requisiti previsti dal presente avviso dovranno presentarsi venerdì 19/7/2013 alle ore 9.30 presso la sede della Direzione del Dipartimento Salute Mentale e Dipendenze Patologiche, Pad. Valsalva, Reggio Emilia, Via Amendola n. 2 per sostenere la prova d’esame.

Tale comunicazione costituisce a tutti gli effetti convocazione alla prova d’esame. Tutti i candidati sono pertanto tenuti a presentarsi muniti di idoneo documento di riconoscimento. 

La Commissione esaminatrice sarà composta da rappresentanti dell’Azienda USL, nominati con atto del Responsabile del Servizio Gestione Giuridica del Personale contestualmente all’approvazione del presente avviso. 

La Commissione esaminatrice alla conclusione della procedura selettiva provvederà a formulare la graduatoria finale. 

Termine di presentazione delle domande 

Le domande, redatte in carta libera e firmate in calce (senza necessità di alcuna autentica ai sensi dell’art. 39 del DPR 445/00), corredate da fotocopia non autenticata di documento di identità, dovranno pervenire, pena l’esclusione, al Servizio Gestione Giuridica del Personale dell’Azienda USL di Reggio Emilia, entro ilquindicesimo giorno non festivo successivo alla pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna, al seguente indirizzo:

- Ufficio Concorsi - Azienda USL - Via Amendola n. 2 - 42122 Reggio Emilia. 

Il termine per la presentazione della domanda e della documentazione è perentorio; l’eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetti. Non saranno accolte le domande pervenute oltre tale termine anche se recanti timbro postale di spedizione antecedente.

Le domande potranno essere inviate, in un unico file formato pdf e nel rispetto dei termini di cui sopra, anche utilizzando una casella di posta elettronica certificata, all’indirizzo PEC dell’Ufficio Concorsi dell’Azienda USL di Reggio Emilia concorsi@pec.ausl.re.it.

Si precisa che la validità di tale invio, così come stabilito dalla normativa vigente, è subordinata all’utilizzo da parte del candidato di casella di posta elettronica certificata a sua volta.

Non sarà, pertanto, ritenuto valido l’invio da casella di posta elettronica semplice/ordinaria anche se indirizzata alla PEC aziendale. 

Alla domanda di partecipazione alla selezione i candidati dovranno allegare tutte le autocertificazioni /dichiarazioni sostitutive relative ai titoli che ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formazione della graduatoria, ivi compreso un curriculum formativo e professionale redatto su carta libera, datato, firmato e debitamente documentato. Le pubblicazioni dovranno essere edite a stampa.

Ai sensi dell’art. 15 comma 1 L. 183/2011, ai fini della partecipazione a pubbliche selezioni i certificati rilasciati dalla Pubblica Amministrazione e gli atti di notorietà non possono essere accettati e pertanto gli stessi devono essere sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli artt. 46 e 47 DPR 445/2000.

Il candidato dovrà pertanto presentare in carta semplice e senza autentica della firma, unitamente a fotocopia semplice di un proprio documento di identità personale in corso di validità:

a) “dichiarazione sostitutiva di certificazione”: nei casi tassativamente indicati dall’art. 46 DPR 445/2000 (ad esempio: stato di famiglia, iscrizione all’albo professionale, possesso del titolo di studio, di specializzazione, di abilitazione) oppure

b) “dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà”: per tutti gli stati, fatti e qualità personali non compresi nell’elenco di cui al citato art. 46 DPR 445/2000 ( ad esempio: borse di studio, attività di servizio, incarichi libero professionali, attività di docenza, frequenza di corsi di formazione, di aggiornamento, partecipazione a convegni e seminari, conformità all’originale di pubblicazioni, ecc.). la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà richiede una delle seguenti forme:

  • deve essere sottoscritta personalmente dall’interessato dinnanzi al funzionario competente a ricevere la documentazione,

oppure

  • deve essere spedita per posta unitamente a fotocopia semplice di documento di identità personale del sottoscrittore.

In ogni caso la dichiarazione resa dal candidato, in quanto sostitutiva a tutti gli effetti della certificazione, deve contenere tutti gli elementi necessari alla valutazione del titolo che il candidato intende produrre. L’omissione anche di un solo elemento comporta la non valutazione del titolo autocertificato/autodichiarato.

In particolare, con riferimento al servizio prestato, la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà allegata alla domanda, resa con le modalità sopraindicate, deve contenere pena la non valutazione del servizio:

  • l’esatta denominazione e tipologia dell’Ente presso il quale il sevizio è stato prestato;
  • la qualifica;
  • la tipologia del rapporto di lavoro (dipendente, collaborazione coordinata e continuativa, incarico libero professionale, borsa di studio);
  • la tipologia dell’orario (tempo pieno, tempo definito, part-time con relativa percentuale rispetto al tempo pieno);
  • le date (giorno/mese/anno) di inizio e conclusione del servizio prestato nonché le eventuali interruzioni (aspettativa senza assegni, sospensione cautelare);
  • quant’altro necessario per valutare il servizio stesso. 

Nel caso di autocertificazione di periodi di attività svolta in qualità di borsista, di libero professionista, co.co.co. ecc. occorre indicare con precisione tutti gli elementi indispensabili alla valutazione (Ente che ha conferito l’incarico, descrizione dell’attività, regime orario, periodo e sede di svolgimento della stessa). 

L’Amministrazione effettuerà idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive ricevute. In caso di accertate difformità tra quanto dichiarato e quanto accertato dall’Amministrazione:

  • l’Amministrazione procederà comunque alla segnalazione all’Autorità giudiziaria per le sanzioni penali previste ai sensi dell’art. 76 DPR 445/2000;
  • in caso di sopravvenuta assunzione l’Amministrazione provvederà ad applicare l’art. 55 quater D.Lgs. 165/2001;
  • l’interessato decadrà comunque, ai sensi dell’art. 75 DPR 445/2000, da tutti i benefici conseguiti sulla base della dichiarazione non veritiera. 

La mancata sottoscrizione della domanda o la omessa indicazione dei requisiti richiesti determinano l’esclusione dalla selezione. 

Tutti i dati personali di cui l’Amministrazione sia venuta in possesso in occasione dell’espletamento dei procedimenti concorsuali verranno trattati nel rispetto del D.Lgs. 196/03.

Al fine di adempiere agli obblighi di legge di cui al D.Lgs. 33/2013, il curriculum allegato dal candidato alla domanda di partecipazione alla procedura selettiva verrà pubblicato sul sito web dell’Azienda in caso di affidamento dell’ incarico. 

Si richiamano le disposizioni in materia di inconferibilità e di incompatibilità di cui agli artt. 4 e 9 D.Lgs. 39/2013. 

L'Azienda si riserva la facoltà di prorogare, sospendere, revocare, rettificare o annullare il presente avviso. 

Per informazioni, gli interessati potranno rivolgersi al Servizio Gestione Giuridica del Personale - Via Amendola n. 2 - Reggio Emilia - tel. n. 0522/335171 - 335110 -335479 dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 16.30, oppure collegarsi all’indirizzo telematico dell’Azienda: www.ausl.re.it - link Bandi gare concorsi.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it