E-R | BUR

n.73 del 22.03.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Titolo III – Procedura di VIA relativa al progetto per la realizzazione di un impianto di gestione rifiuti speciali non pericolosi in Comune di Finale Emilia (MO), Via Napoli n.12 – Proponente: ECOGERI Srl

In data 23/1/2017 la Ditta ECOGERI s.r.l., in risposta alla richiesta della Conferenza di Servizi ha presentato la documentazione integrativa al progetto indicato in oggetto.

Ritenendo tale documentazione sostanziale e rilevante per il pubblico, A.R.P.A.E. - S.A.C. di Modena, per conto dell'Autorità competente Regione Emilia-Romagna avvisa che, ai sensi dell'art.15-bis della Legge Regionale 18 maggio 1999, n. 9, sono depositati per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati, gli elaborati (comprensivi della documentazione integrativa di cui sopra) che costituiscono il progetto definitivo, lo Studio di Impatto Ambientale, la documentazione di AIA, la documentazione relativa alla domanda di concessione di acque pubbliche e la proposta di variante urbanistica relativi al progetto:

  • Denominazione: nuovo impianto di gestione rifiuti speciali non pericolosi in Via Napoli n.12;
  • Proponente: Ecogeri srl, con sede legale in Comune di Roma, Via Rocca Cencia n.273;
  • Localizzato in Comune di Finale Emilia, in Provincia di Modena.

L’istruttoria della procedura in oggetto sarà effettuata dalla ARPAE, SAC di Modena, in applicazione della L.R. n.13 del 2015.

Il progetto appartiene alla seguente categoria di cui agli Allegati A e B alla L.R. 9/1999: B.2. 57) “Impianti di smaltimento e recupero di rifiuti non pericolosi, con capacità complessiva superiore a 10 t/giorno, mediante operazioni di cui all'allegato C, lettere da R1 a R9, della parte quarta del decreto legislativo n. 152 del 2006 [...]”.

L'intervento riguarda la demolizione dell’edificio esistente danneggiato dal sisma del 2012 e la ricostruzione di un impianto di gestione di rifiuti speciali non pericolosi costituiti in prevalenza da rifiuti di imballaggi in plastica provenienti dal circuito di raccolta differenziata del Consorzio COREPLA, da altre attività di gestione rifiuti, da attività produttive e da raccolta differenziata.

Con le integrazioni presentate il giorno 23/1/2017, il proponente ha presentato:

  1. una nuova proposta di variante allo strumento urbanistico comunale;
  2. una nuova richiesta di rilascio di concessione ordinaria per la derivazione di acqua pubblica sotterranea mediante due pozzi esistenti individuati catastalmente al foglio 107, mappale n.147 del NCT del comune di Finale Emilia, via Napoli n. 12, su terreno di proprietà di altra Ditta consenziente alla derivazione stessa come da assenso agli atti. L’utenza idrica da attivare è prevista per uso irrigazione aree verdi aziendali con portata totale massima richiesta pari a 2,8 l/s, volume di prelievo richiesto pari a 1830 mc/anno. I due pozzi esistenti costituivano, congiuntamente ad un terzo pozzo, ubicato sul foglio 107 mappale 38 del NCT del comune di Finale Emilia, le opere di presa della concessione rilasciata ad uso industriale, con atto ricognitorio preferenziale, determinazione n. 5623/2006, titolo concessorio che è venuto naturalmente a scadere.

Il SIA e il relativo progetto definitivo, prescritti per l’effettuazione della procedura di VIA, sono depositati per 60 giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel BURERT.

Tali elaborati sono inoltre disponibili nel Portale web Ambiente della Regione Emilia-Romagna ( https://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/viavas).

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati depositati presso le seguenti sedi:

  • Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale - Viale della Fiera n. 8, Bologna;
  • Provincia di Modena, Viale Martiri della Libertà n. 34, Modena;
  • Comune di Finale Emilia, Via Monte Grappa n. 6, Finale Emilia.

Entro lo stesso termine di 60 giorni chiunque, ai sensi dell’art. 15, comma 1 della L.R. 9/1999, può presentare osservazioni all’Autorità competente Regione Emilia-Romagna al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: vipsa@postacert.regione.emilia-romagna.it.

Le eventuali osservazioni devono essere presentate anche alla struttura autorizzazioni e concessioni di Modena dell’A.R.P.A.E. al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: aoomo@cert.arpa.emr.it

Ai sensi della L.R. 9/1999, e secondo quanto richiesto dal proponente, l’eventuale conclusione positiva della presente procedura di VIA comprende e sostituisce le seguenti autorizzazioni e atti di assenso:

  • Permesso di costruire (L.R.15/2013);
  • Autorizzazione alla rimozione dell'amianto;
  • Autorizzazione all'utilizzo delle terre e rocce da scavo;
  • Parere preliminare in materia di prevenzione incendi;
  • Variante allo strumento urbanistico comunale (L.R. n. 9/99);
  • Autorizzazione integrata ambientale (L.R. n.21/04);
  • Concessione di derivazione di acqua pubblica sotterranea (RR. n. 41/01)

Il presente avviso ha valore di pubblicizzazione per tutte le autorizzazioni e atti di assenso comunque denominati che richiedano la pubblicazione nel Bollettino Ufficiale Regionale (BURERT) ai sensi della normativa vigente quali:

  • Variante allo strumento urbanistico comunale (L.R. n. 9/99);
  • Autorizzazione integrata ambientale (L.R. n. 21/04);
  • Concessione di derivazione di acqua pubblica sotterranea (R.R. n. 41/01)

La VIA positiva si estende alle finalità di conservazione proprie dei vicini siti SIC-ZPS, con effettuazione di pre-valutazione di incidenza e, se necessario, valutazione di incidenza (DGR n.1191/07 e art.10 del D.Lgs.152/06).

Ai sensi dell’art. 18 della LR 9/99, nell’ambito della procedura di VIA, ARPAE, SAC di Modena, indice e convoca una Conferenza di Servizi per l’acquisizione degli atti necessari alla realizzazione del progetto che si svolge secondo le modalità stabilite dalle disposizioni della L. 241/90.

Avvisa Inoltre che il progetto ricade tra le opere di interesse pubblico e ai sensi dell’articolo 17, comma 3 della L.R. 18 maggio 1999, n. 9, la Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.) positiva per le opere in argomento, potrà costituire variante allo strumento urbanistico dei Comune di Finale Emilia. A tal fine la documentazione depositata comprende gli elaborati relativi alla variante urbanistica.

Si avvisa infine che la presente pubblicazione integra la pubblicazione e gli effetti dell’avviso pubblicato per la medesima procedura nel BURERT n. 234 del 27/7/2016.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it