E-R | BUR

n. 101 del 04.08.2010 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedura di VIA relativa alla cava d'argilla Polo 44 - Zonizzazione "La Casella" - Variante in adeguamento alle previsioni del PAE 2004

Si avvisa che, ai sensi del titolo della Legge regionale 18 maggio 1999, n. 9, come modificata dalla Legge regionale 16 novembre 2000, n. 35,e ai sensi della parte seconda del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, come modificata dal decreto legislativo 16 gennaio 2008, n. 4.

Sono stati depositati presso l’Autorità competente Comune di Sarmato, provincia di Piacenza, per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati, gli elaborati, prescritti per l’effettuazione della procedura di via, relativi al:

progetto: Polo estrattivo 44 - zonizzazione La Casella - variante in adeguamento alle previsioni del PAE 2004

localizzato nella porzione nord-occidentale del territorio comunale di Sarmato

presentato da: Ccpl Inerti S.P.A.

Il progetto appartiene alla categoria: A.3.2 dell’allegato A.3 della L.R. 9/99 e s.m.i. (“cave, attività minerarie a cielo aperto e torbiere con più di 500.000 m³/anno di materiale estratto o con un’area interessata superiore a 20 Ha”) in quanto l’area complessiva eccede le soglie dimensionali stabilite; tali soglie dimensionali coincidono con quelle stabilite dall’Allegato III, lettera s) del D.Lgs. 4/2008.

Il progetto interessa il territorio del comune di Sarmato e della provincia di Piacenza.

Il progetto prevede: l’adeguamento del Piano di coltivazione della cava “La CasellaA”, già autorizzato, alle previsioni del vigente PAE 2004 del Comune di Sarmato, che incrementa i volumi estraibili di 400.000 m³ di sabbie silicee e di 100.000 m³ di argille limose.

Rimangono inalterate la profondità massima di escavazione, pari a 20 m da p.c., e le pendenze delle scarpate, che non possono superare i 20°.

La sistemazione finale è rivolta alla creazione di una zona umida con profondità diversificata, con destinazione finale naturalistico-ricreativa.

L’Autorità competente è il Comune di Sarmato.

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati, prescritti per l’effettuazione della procedura di VIA, presso la sede dell’Autorità competente sita in V.le Resistenza 2 – 29010 Sarmato (PC) e presso la sede della provincia di piacenza sita in via Garibaldi, 50 - 29100 Piacenza e presso la sede della Regione Emilia-Romagna – Servizio Valutazione impatto e Sostenibilità ambientale sita in Via dei Mille n. 21 – 40121 Bologna.

Lo studio di impatto ambientale e il relativo progetto definitivo, prescritti per l’effettuazione della procedura di via, sono depositati per 60 giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Entro lo stesso termine di 60 giorni chiunque, ai sensi dell’art. 24, comma 4, del d.lgs.152/06 come modificato dal d.lgs. 4/2008 può presentare osservazioni all’ Autorità competente: Comune di Sarmato al seguente indirizzo: V.le Resistenza 2 – 29010 Sarmato (PC).

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it