E-R | BUR

n.316 del 16.09.2020 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Delibera di Giunta regionale n. 600/2020 - Delibera di Giunta regionale n. 712/2020 - Trasferimento agli Enti locali di risorse finanziarie per sostenere la pratica motoria e sportiva e contrastare l'aumento della sedentarietà determinato dall'emergenza COVID-19

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visto il Decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 (Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42) e successive modificazioni e integrazioni;

Viste:

- la L.R. 31/05/2017, n. 8 “Norme per la promozione e lo sviluppo delle attività motorie e sportive” e, in particolare, l’articolo 5, comma 3, il quale dispone che “Per interventi urgenti o iniziative specifiche legate a eventi sportivi di particolare rilievo, sopraggiunti successivamente all'adozione del Piano triennale dello sport, la Giunta regionale, sentita la commissione assembleare competente, può provvedere, nell'ambito delle proprie funzioni, a concedere specifici contributi”;

- la propria deliberazione n. 600/2020 avente ad oggetto: “L.R. n. 8/2017, Art. 5, Comma 3 – Interventi urgenti nel settore sportivo – Criteri per il trasferimento alla Città Metropolitana di Bologna, alle Unioni di Comuni e ai Comuni delle risorse finanziarie per sostenere la pratica motoria e sportiva e contrastare l’aumento della sedentarietà determinato dall’Emergenza COVID-19”;

- la propria deliberazione n. 712/2020 avente ad oggetto “Emergenza COVID-19 – Modifiche e integrazioni alla DGR n. 600/2020 – Voucher Sport – Ulteriore intervento a sostegno delle famiglie numerose con quattro o più figli”;

Dato atto che:

- con la richiamata propria deliberazione n. 600/2020 la Regione ha approvato i criteri per trasferire agli Enti locali interessati un budget complessivo pari a € 3.000.000,00 per l'erogazione di voucher finalizzati a sostenere economicamente le famiglie che intendono far proseguire ai propri figli l'attività sportiva;

- con la richiamata propria deliberazione n. 712/2020 la Regione ha rilevato la necessità di prevedere un ulteriore intervento a sostegno delle famiglie numerose con quattro o più figli che, in questa critica fase di emergenza e anche all’atto della ripartenza di corsi, attività e campionati sportivi, possono trovarsi nelle condizioni di non poter iscrivere i figli a tali attività, e ha individuato una ulteriore disponibilità finanziaria pari a euro 300.000,00, stanziati sul Capitolo 78744 del proprio bilancio, annualità 2020;

- la disponibilità finanziaria complessiva, per l’attuazione di quanto stabilito dall’Allegato 1) della propria deliberazione n. 600/2020 e dall’Allegato 1) della propria deliberazione n. 712/2020, risulta pari a euro 3.300.000,00 allocati sul Capitolo 78744;

Rilevato che l’Allegato 1) alla propria deliberazione n. 600/2020, così come modificato e integrato dall’Allegato 1) della propria deliberazione n. 712/2020 tra l’altro ha previsto, al Punto 6.2, che gli enti locali interessati debbano trasmettere alla Regione Emilia-Romagna la dichiarazione di interesse al trasferimento delle risorse finanziarie regionali e alla gestione delle procedure per l’erogazione dei voucher ai beneficiari, entro il 30 giugno 2020;

Rilevato inoltre che l’emergenza COVID-19 ha provocato inevitabili disagi organizzativi che hanno rallentato, in taluni Comuni, il completamento della procedura relativa alla manifestazione di interesse di cui al richiamato Punto 6.2;

Ritenuto quindi opportuno, al fine di raccogliere il maggior numero di manifestazioni di interesse, di ritenere ammissibili anche quelle pervenute alla Regione ed acquisite agli atti della Presidenza di Giunta oltre il sopracitato termine del 30 giugno 2020, per altro scadenza non perentoria;

Acquisite agli atti della Presidenza di Giunta le manifestazioni di interesse delle Unioni di Comuni (con relativo elenco dei Comuni aderenti e in nome e per conto dei quali gestiranno le procedure per l’assegnazione dei voucher) e dei Comuni (che in modo autonomo gestiranno le procedure per l’assegnazione dei voucher) riportati nell’Allegato 1) parte integrante e sostanziale del presente atto;

Preso atto che, come risultante dalla documentazione acquisita agli della Presidenza di Giunta, non hanno aderito alla manifestazione di interesse i seguenti comuni: Caorso (PC), Ferriere (PC), San Pietro in Cerro (PC), Vernasca (PC), Terenzo (PR), Premilcuore (FC);

Verificata la sussistenza delle condizioni per approvare la concessione e l’impegno finanziario previsto dal richiamato punto 6.2 dell’Allegato 1) della propria deliberazione n. 600/2020 così come modificato e integrato dall’Allegato 1) della propria deliberazione n. 712/2020, avendo a riferimento l’elenco degli Enti interessati e beneficiari del trasferimento delle risorse finanziarie regionali, di un ammontare complessivo pari a euro 3.289.200,00, di cui al richiamato Allegato 1 del presente atto;

Dato atto che nel richiamato Allegato 1) del presente atto si individuano i soggetti beneficiari (Unioni di Comuni e Comuni) e il relativo impegno di spesa, evidenziando inoltre i Comuni che fanno capo ad una specifica Unione di Comuni beneficiaria;

Dato atto che l’ammontare della sopracitata disponibilità finanziaria, pari a euro 3.289.200,00, è allocata sul Capitolo 78744 “Trasferimenti ad Enti delle amministrazioni locali per interventi urgenti nel settore sportivo (Art. 5, comma 3, LR 31 maggio 2017, n.8)” del bilancio finanziario gestionale di previsione 2020-2022 della Regione Emilia-Romagna, anno di previsione 2020;

Viste le seguenti leggi regionali:

- 15 novembre 2001, n. 40, per quanto applicabile;

- 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche e integrazioni;

- 10 dicembre 2019, n. 29, n. 30 e n. 31;

Richiamata la propria deliberazione n. 2386/2019 “Approvazione del documento tecnico di accompagnamento e del bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2020-2022”;

Ritenuto pertanto:

- di approvare, ai sensi di quanto stabilito dall’Allegato 1) della propria deliberazione n. 600/2020, così come modificato e integrato dall’Allegato 1) della propria deliberazione n. 712/2020, il trasferimento alle Unioni di Comuni e ai Comuni delle risorse finanziarie, per un onere complessivo di euro 3.289.200,00, così come dettagliato nell’allegato 1 del presente atto, per sostenere la pratica motoria e sportiva e contrastare l’aumento della sedentarietà determinato dall’emergenza COVID-19;

- che si possa procedere all’assunzione dell’impegno di spesa in quanto ricorrono tutti gli elementi di cui al D.lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii., in relazione alla tipologia di spesa prevista;

- di imputare la somma di euro 3.289.200,00 sul Capitolo 78744 “Trasferimenti ad Enti delle amministrazioni locali per interventi urgenti nel settore sportivo (Art. 5, comma 3, LR 31 maggio 2017, n.8)” del bilancio finanziario gestionale 2020-2022 della Regione Emilia-Romagna, anno di previsione 2020;

Preso atto che la procedura dei conseguenti pagamenti che saranno disposti in attuazione del presente atto è compatibile con le prescrizioni previste dall’art. 56, comma 6 del citato D.lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii.;

Viste:

- la Legge 16 gennaio 2003, n. 3 recante “Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione” ed in particolare l’art. 11;

- la Legge 13 agosto 2010, n. 136 avente ad oggetto “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia” e successive modifiche;

- la determinazione dell’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture del 7 luglio 2011, n. 4 recante “Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell’art. 3 della legge 1° agosto 2010, n. 136”;

Considerato che, per la fattispecie qui in esame non sussiste in capo alla Regione l’obbligo di cui al citato art. 11 della Legge n. 3/2003 in quanto il Codice Unico di Progetto – non richiesto per i trasferimenti di risorse tra Regioni ed altri soggetti pubblici – dovrà eventualmente essere acquisito, ove necessario da parte degli enti sopracitati in sede di concessione ai soggetti beneficiari delle somme qui assegnate;

Richiamati:

- il D.lgs. n. 159/2011 e ss.mm.ii, in particolare l’art. 83, c. 3;

- il D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione n. 83 del 21/1/2020, avente ad oggetto “Approvazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza 2020-2022” ed in particolare l’allegato D “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.Lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2020-2022”;

Viste le proprie deliberazioni:

- n. 2416/2008, avente ad oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e ss.mm.ii.;

- n. 468/2017 e n. 1059/2018;

- n. 733 del 25 giugno 2020 concernente “Piano dei fabbisogni di personale per il triennio 2019/2021. Proroga degli incarichi dei Direttori Generali e dei Direttori di Agenzia e Istituto in scadenza il 30/6/2020 per consentire una valutazione d'impatto sull'organizzazione regionale del programma di mandato alla luce degli effetti dell'emergenza COVID-19. Approvazione”;

Viste:

- le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 e 21 dicembre 2017 PG/2017/0779385 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni, predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

- la determinazione dirigenziale n. 2373 del 21/2/2018 “Conferimento dell'incarico dirigenziale di responsabile del Servizio "Turismo, Commercio e Sport”;

- la determinazione dirigenziale n. 9793 del 25/6/2018 “Rinnovo incarichi dirigenziali in scadenza al 30/6/2018” con la quale si è proceduto, tra l’altro, al rinnovo dell’incarico dirigenziale Professional “Destinazioni turistiche, promocommercializzazione, sviluppo e promozione dello Sport, al dott. Venerio Brenaggi dal 1/7/2018 al 31/10/2020;

- la determinazione dirigenziale n. 10460 del 3/7/2018 avente ad oggetto “Delega di potere provvedimentale al titolare della posizione dirigenziale Professional "Destinazioni turistiche e promo-commercializzazione, sviluppo e promozione dello sport" e messa a disposizione di unità di personale;

- la determinazione dirigenziale n. 10502 del 3/7/2018 “Delega di funzioni in materia di gestione del personale al titolare della posizione dirigenziale Professional sp000235 "Destinazioni turistiche e promo-commercializzazione, sviluppo e promozione dello sport";

- il proprio Decreto n. 21 del 28/2/2020, con il quale sono stati nominati i componenti della Giunta Regionale e definite le rispettive attribuzioni sulla base delle quali competono al Presidente le “Politiche di promozione delle attività sportive e di sviluppo dell’impiantistica sportiva e dei grandi eventi”;

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri e del visto di regolarità contabile allegati;

Su proposta del Presidente della Giunta regionale

A voti unanimi e palesi

delibera

Per le motivazioni indicate in premessa e che qui si intendono integralmente riportate:

1. di approvare, ai sensi di quanto stabilito dall’Allegato 1) della propria deliberazione n. 600/2020, così come modificato e integrato dall’Allegato 1) della propria deliberazione n. 712/2020, il trasferimento alle Unioni di Comuni e ai Comuni delle risorse finanziarie, per un onere complessivo di euro 3.289.200,00, così come dettagliato nell’allegato 1 del presente atto, per sostenere la pratica motoria e sportiva e contrastare l’aumento della sedentarietà determinato dall’emergenza COVID-19;

2. di concedere agli enti pubblici di cui all’Allegato 1) del presente atto che ne forma parte integrante e sostanziale e procedere all’assunzione degli impegni di spesa delle risorse finanziarie oggetto di trasferimento e di cui al precedente punto 1, in quanto ricorrono tutti gli elementi di cui al D.lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii., in relazione alla tipologia di spesa prevista;

3. di stabilire che i termini relativi di realizzazione e/o rendicontazione delle attività previste per l’annualità in corso potranno essere prorogati per un periodo non superiore a tre mesi con atto del dirigente regionale competente in materia di sport, previa motivata richiesta, dando atto che l’eventuale proroga comporterà la rivisitazione delle scritture contabili ai fini della corretta registrazione dell’impegno di spesa assunto con la presente delibera, in linea con i principi e i postulati previsti dal D.lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii.;

4. di imputare la somma di euro 3.289.200,00 al n. di impegno 7556 sul Capitolo 78744 “Trasferimenti ad Enti delle amministrazioni locali per interventi urgenti nel settore sportivo (Art. 5, comma 3, LR 31 maggio 2017, n.8)” del bilancio finanziario gestionale 2020-2022 della Regione Emilia-Romagna, anno di previsione 2020;

5. che in attuazione del D.lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii., le stringhe concernenti la codificazione della transazione elementare, valida per tutti i beneficiari, come definita dal citato Decreto, sono di seguito espressamente indicate:

Ente Unione di Comuni - Capitolo 78744 - Missione 06 - Progr. 01 - Codice economico U.1.04.01.02.005 - COFOG 08.1 - Transazione Ue 8 - SIOPE 1040102005 - C.I. Spesa 3 - Gestione ordinaria 3

Ente Comune - Capitolo 78744 - Missione 06 - Progr. 01 - Codice economico U.1.04.01.02.003 - COFOG 08.1 - Transazione Ue 8 - SIOPE 1040102003 - C.I. Spesa 3 - Gestione ordinaria 3

Ente Circondario di Imola - Capitolo 78744 - Missione 06 - Progr. 01 - Codice economico U.1.04.01.02.999 - COFOG 08.1 - Transazione Ue 8 - SIOPE 1040102999 - C.I. Spesa 3 - Gestione ordinaria 3

6. che alla liquidazione della spesa e alla richiesta di emissione dei titoli di pagamento, provvederà, con propri atti formali, il Dirigente regionale competente per materia ai sensi della normativa contabile vigente, nonché della propria deliberazione n. 2416/2008 e successive modificazioni, ove applicabile, e secondo le modalità stabilite dall’Allegato 1) della propria deliberazione n. 600/2020;

7. che ai soggetti beneficiari delle concessioni finanziarie di cui ai punti precedenti compete l’adempimento degli eventuali obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla legge 13 agosto 2010, n. 136 e ss.mm.ii.;

8. di provvedere agli adempimenti previsti dall’art. 56, 7° comma, del D.lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii.;

9. di provvedere inoltre agli obblighi di pubblicazione previsti nell’art. 26 comma 2, del D.lgs. n. 33/2013 e ss.mm.ii., e alle ulteriori pubblicazioni previste dal Piano triennale di prevenzione della corruzione ai sensi dell’art. 7 bis, comma 3, del D.lgs. n. 33/2013 e ss.mm.ii.;

10. di pubblicare integralmente il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it