E-R | BUR

n.321 del 29.11.2017 (Parte Seconda)

XHTML preview

L.R. 8/17 - Approvazione graduatoria e concessione di contributi ai sensi dell'avviso di cui all'Allegato A) della DGR 895/17

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 

Vista la Legge Regionale 31/5/2017, n. 8 "Norme per la promozione e lo sviluppo delle attività motorie e sportive" e, in particolare, le seguenti disposizioni:

- l’art. 1, comma 4, lett. f) che, fra le finalità perseguite dalla Regione per incentivare le attività sportive, promuove la realizzazione di grandi eventi sportivi, nonché di eventi di rilievo regionale o locale, idonei a creare occasioni di sviluppo per il territorio con importanti ricadute culturali, turistiche ed economiche;

- l’art. 5 il quale dispone che, per le finalità indicate al comma 1 della legge stessa, la Regione può erogare contributi mediante Avviso pubblico nel quale devono essere indicati i soggetti ammissibili, gli interventi e le iniziative finanziabili, i criteri per l'attribuzione, le modalità di rendicontazione delle spese sostenute e i principi per l’attivazione dei relativi controlli;

- l’art. 18, comma 1, lett. a) che, prevede che, in fase di prima applicazione della legge, la Giunta regionale definisca le modalità per la concessione dei contributi per l’anno 2017, nelle more dell’adozione del “Piano triennale regionale per la promozione e lo sviluppo delle attività motorie e sportive”; 

Richiamata la propria deliberazione n. 895 del 21/6/2017, pubblicata nel BURERT n. 177 del 26/6/2017, parzialmente modificata con successiva delibera n. 977 del 3/7/2017, con la quale sono stati approvati tre Avvisi pubblici finalizzati alla concessione di contributi per eventi e progetti sportivi nonché per la promozione dell'associazionismo sportivo di livello regionale; 

Visto l’Allegato A) alla citata deliberazione 895/2017, “L.R. 8/2017 - Avviso per la concessione di contributi per eventi sportivi realizzati sul territorio regionale - anno 2017”, di seguito citato semplicemente come “Avviso”, con il quale sono stati definiti gli obiettivi, le azioni prioritarie, i soggetti ammissibili e le risorse finanziarie, nonché i criteri e le modalità per la valutazione delle domande e che nell’allegato A conteneva le seguenti disposizioni;

- il p.to 4 e il p.to 5 con il quale sono state indicate le iniziative ammissibili e le azioni prioritarie distinguendo, fra gli eventi sportivi, quelli considerati “Grandi Eventi”, gli “Eventi a rilevanza sovraregionale” e gli “Eventi a rilevanza regionale” e, al successivo p.to 14, sono stati stabiliti differenti criteri per la valutazione dei progetti in ragione della loro qualificazione;

- il p.to 6 con il quale è stata definita la dotazione finanziaria indicativa disponibile, pari ad € 1.150.000,00, da destinarsi, per la quota di € 800.000,00, al finanziamento dei “Grandi Eventi” e degli “Eventi a rilevanza sovraregionale” e, per la quota di € 350.000,00, agli “Eventi a rilevanza regionale”;

- il p.to 14 con il quale è stata definita la procedura di valutazione per la selezione dei progetti alla quale doveva attendere un apposito Nucleo Tecnico di Valutazione (NTV), nominato con determinazione del Direttore Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell'Impresa e composto da 1 membro appartenente alla Direzione Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell'Impresa, con funzioni di Coordinatore del Nucleo, 1 membro esterno appartenente ad una società in House della Regione Emilia-Romagna e 1 membro appartenente al Servizio regionale competente in materia di Sport;

- il p.to 15 che ha disposto che, esaurita l’attività istruttoria di merito, il NTV avrebbe formulato due distinte graduatorie relative agli eventi ritenuti da ammettere a contributo, suddivise per tipologie di intervento e, in particolare, una graduatoria per i Grandi Eventi ed Eventi a rilevanza sovraregionale e una graduatoria per gli Eventi a rilevanza regionale, evidenziando al loro interno gli eventi ammessi e finanziabili e quelli non finanziabili a causa dell’esaurimento delle risorse disponibili o perché il contributo assegnabile fosse inferiore a quello minimo concedibile di euro 2.000,00, e avrebbe altresì formulato l’elenco dei progetti non ammissibili evidenziando i motivi della loro esclusione;

- il medesimo p.to 15 che ha altresì stabilito che all’approvazione delle predette graduatorie e alla concessione dei contributi riconosciuti per i progetti ammessi e finanziabili, nonché all’approvazione degli eventuali elenchi dei progetti istruiti con esito negativo, comprensivi delle motivazioni di esclusione, avrebbe proceduto con propria deliberazione la Giunta regionale; 

Vista la determinazione dirigenziale del Direttore Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell'Impresa, n. 14684 del 19/9/2017, con la quale è stato costituito il suddetto Nucleo Tecnico di Valutazione; 

Rilevato che:

- alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande, fissato al 31/7/2017, sono pervenute n. 233 domande di contributo, di cui n. 150 relative alla categoria “Grandi Eventi” ed “Eventi a rilevanza sovraregionale e n. 83 relative alla categoria “Eventi a rilevanza regionale”;

- il Servizio Turismo, Commercio e Sport, competente per materia, ha proceduto ad una preliminare istruttoria formale, finalizzata alla verifica dei requisiti indispensabili all'ammissibilità delle domande e alla regolarità tecnica della documentazione presentata, conservata agli atti del Servizio, a seguito della quale n. 210 sono risultate ammissibili e n. 23 non ammissibili e, pertanto, escluse, dalla successiva valutazione di merito; 

Preso atto che il Nucleo Tecnico di valutazione costituito con la sopra citata determina n.14684/2017: 

- si è formalmente insediato in data 6/10/2017 e ha proceduto, in sedute successive, alla valutazione tecnica delle n.210 domande dichiarate formalmente ammissibili;

- ha rilevato che le dotazioni finanziarie rese disponibili al p.to 6) dell’Avviso di cui all’Allegato A) della citata propria delibera 895/2017, in particolare quelle previste per finanziare le domande pervenute per la realizzazione dei Grandi Eventi e degli Eventi a rilevanza sovraregionale, risultavano ampiamente insufficienti per garantire un contributo regionale alle domande presentate e giudicate ammissibili;

- ha preso atto, sulla scorta della documentazione agli atti del Servizio Turismo, Commercio e Sport e prodotta dal NTV costituito per la valutazione dei progetti relativi all’Avviso di cui all’Allegato C) della citata propria delibera 895/2017, di un aumento di € 72.625,00 della dotazione finanziaria disponibile per finanziare i Grandi Eventi e gli Eventi a rilevanza sovraregionale;

- ha accertato che il sopracitato aumento di € 72.625,00, derivante dal parziale inutilizzo della dotazione finanziaria prevista dall’Avviso di cui al più volte citato Allegato C), permette di disporre di una dotazione pari a € 872.625,00 per finanziare la realizzazione dei Grandi Eventi e degli Eventi a rilevanza sovraregionale;

- per le ragioni suddette ed al fine di perseguire l’obiettivo di garantire il sostegno al numero più alto possibile di soggetti che promuovono eventi sportivi idonei a creare occasioni di sviluppo per il territorio con importanti ricadute sociali, culturali, turistiche ed economiche, ha ritenuto opportuno proporre all’approvazione della Giunta regionale le seguenti percentuali per il calcolo del contributo modificando il punto 13 della propria delibera n. 895/17 come segue: 

Grandi Eventi ed Eventi a rilevanza sovraregionale:

- progetti con valutazione da 100 a 80: contributo pari al 90%;

- progetti con valutazione da 79 a 40: contributo pari al 40%;

Eventi a rilevanza regionale:

- progetti con valutazione da 100 a 80: contributo pari al 80%;

- progetti con valutazione da 79 a 40: contributo pari al 45%;

- progetti con valutazione da 39 a 20: contributo pari al 31,5%; 

- sulla base di tali criteri e in considerazione di quanto detto precedentemente, risulta così possibile finanziare n. 66 domande relativamente ai “Grandi Eventi ed Eventi a rilevanza sovraregionale” e n. 58 domande relativamente agli “Eventi di rilevanza regionale” nel rispetto del limite di spesa concedibile di un minimo di € 2.000,00 e un massimo di € 50.000,00 e per un importo non superiore al disavanzo finanziario come da indicazioni previste al punto n.7 dell’Avviso A) della delibera 895/2017;

- in data 31/10/2017, il NTV ha rassegnato i verbali istruttori, conservati agli atti del Servizio, formulando due distinte graduatorie, evidenziando al loro interno gli eventi ammessi e finanziabili e quelli non finanziabili, e un elenco degli eventi non ammissibili, indicando i motivi della loro esclusione, come previsto al p.to 15 dell’Avviso A), che si allegano alla presente quali parti integranti e sostanziali - Allegato 1) e Allegato 2); 

Considerato quindi che:

- la spesa complessiva per i due interventi ammonta ad € 1.222.625,00 di cui € 872.625,00 per finanziare la realizzazione dei Grandi Eventi e degli Eventi a rilevanza sovraregionale ed € 350.000,00 per finanziare la realizzazione degli eventi a rilevanza regionale; 

Visto il D.Lgsl. 23/06/2011, n. 118 “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della Legge 5/05/2009, n. 42” e successive modifiche ed integrazioni;

Ritenuto che:

- ricorrono gli elementi di cui al D.Lgsl. n. 118/2011 e ss.mm.ii. e relativi principi e postulati e che, in relazione alla tipologia di spesa prevista e alle modalità gestionali delle procedure medesime, trattandosi di contributi soggetti a rendicontazione, in relazione anche all’esigibilità della spesa che è prevista espressamente nell’anno 2017 (scadenza dell’obbligazione), gli impegni di spesa possano essere assunti con il presente atto a favore dei soggetti beneficiari di cui agli allegati 1 e 2, parti integranti del presente provvedimento per l’importo complessivo di € 1.222,625,00 sui capitoli relativi alla L.R. 8/2017 del Bilancio finanziario gestionale 2017-2019, anno di previsione 2017;

- alle liquidazioni e alle richieste di emissione dei titoli di pagamento provvederà il Dirigente regionale competente con successivi atti formali, ai sensi della normativa contabile vigente e delle proprie deliberazioni n. 2416/2008 e succ.mod. e 468/2017, in unica soluzione secondo le modalità previste al p.to 16 dell’Allegato A) alla propria delibera 895/17 che qui si intende integralmente richiamato;

- il Dirigente regionale competente per materia, provvederà inoltre con propri atti formali, alla eventuale rideterminazione, riduzione o revoca dei contributi assegnati, nei casi contemplati al p.to 16 dell’Allegato A) alla deliberazione 895/2017;

- la procedura del conseguente pagamento che sarà disposto in attuazione del presente atto è compatibile con le prescrizioni previste dall'art. 56, comma 6, del citato D.Lgsl. 118/2011 e ss.mm.ii.; 

Accertato che, sulla base delle verifiche effettuate dal Servizio competente: 

- le spese per i contributi in oggetto non rientrano nel divieto di cui all’art. 6, comma 9, del D.L. 31/5/2010, n. 78, convertito in Legge 30/07/2010, n. 122, in quanto sono finalizzate al sostegno di attività istituzionalmente di competenza della Regione e svolte da soggetti terzi e non si configurano, pertanto, quali spese di sponsorizzazione;

- le spese per i contributi in oggetto sono altresì escluse dal campo di applicazione dell’art. 4, comma 6, del D.L. n. 95/2012, convertito con modificazioni nella Legge 135/2012, in quanto i beneficiari non forniscono servizi alla Regione Emilia-Romagna;

- che nessuno dei contributi concessi rientra nel campo di applicazione della regolamentazione UE in materia di aiuti stato;

- le iniziative oggetto del finanziamento di cui al presente atto non rientrano nell’ambito di quanto previsto dall’art. 11 della Legge 16/1/2003, n. 3 “Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione”;

Ritenuto, per quanto esposto, di poter procedere con il presente atto, in applicazione di quanto disposto nella propria Delibera 895/2017:

- ad approvare le graduatorie dei soggetti ammessi a contributo, suddivise per tipologia di intervento, e l’elenco delle domande non ammesse con le relative motivazione, allegate al presente atto - Allegato 1) e Allegato 2) quali parti integranti e sostanziali;

- ad assegnare e concedere i contributi a favore dei soggetti indicati nell’Allegato 1) e nell’Allegato 2), per gli importi a fianco indicati, per complessivi € 1.222.625,00;

- ad assumere i relativi impegni di spesa sui capitoli relativi alla L.R. 8/2017 del Bilancio finanziario gestionale 2017-2019, anno di previsione 2017; 

Viste:

- il D.Lgs. 6/9/2011 n. 159 e ss.mm. e in particolare l’art. 83;

- la L.R. 15/11/2001, n. 40, “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna” per quanto applicabile;

- la L.R. 26/11/2001, n. 43, recante "Testo Unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e ss.mm.ii.;

- la L.R. 23/12/2016, n. 25 “Disposizioni collegate alla legge regionale di stabilità per il 2017”;

- la L.R. 29/12/2016, n. 26 “Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2017-2019 (legge di stabilità regionale 2017);

- la L.R. 23/12/2016, n.27 "Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2017-2019”;

- la L.R. 1/8/2017, n. 18 "Disposizioni collegate alla legge di assestamento e prima variazione generale al bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2017-2019”;

- la L.R. 1/8/2017, n. 19 "Assestamento e prima variazione generale al bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2017-2019”;

- le proprie deliberazioni n. 2338 del 21/12/2016 e n. 1179 del 2/8/2017 aventi per oggetto, rispettivamente l’approvazione e l’aggiornamento del documento tecnico di accompagnamento e del bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2017-2019” e succ.mod.;

- la determinazione n. 17885 del 9/11/2017 avente ad oggetto “Variazione di bilancio ai sensi dell'art. 51, comma 4, D.Lgs. 118/2011 - Variazione compensativa fra capitoli di spesa del medesimo macroaggregato”;

- la Legge 13/8/2010, n. 136, avente ad oggetto “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia” e ss.mm.ii;

- la determinazione dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture del 7 luglio 2011, n. 4 recante “Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell’art. 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136”;

- il D.Lgs. 14/3/2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii, ed in particolare l’art. 26, comma 2;

- la propria deliberazione n. 89 del 30/1/2017 “Approvazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione 2017-
2019”;

- la propria deliberazione n. 486 del 10/4/2017 “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.lgsl. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2017-2019;

- la propria delibera n. 121 del 6/2/2017 “Nomina del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza”;

- la circolare del Servizio Affari Legislativi e Aiuti di Stato e del Servizio Affari Legislativi e Coordinamento Commissioni Assembleari, PG/2017/0475007 del 27/6/2017, avente ad oggetto “Ampliamento della Trasparenza. Indicazioni operative per la pubblicazione delle determinazioni dirigenziali, di cui al corrispondente obiettivo strategico contenuto nel par. 14.2 della Sezione Trasparenza del Piano Triennale per la prevenzione della corruzione 2017–2019 (D.G.R. n. 89 del 30/1/2017) e per l’Assemblea Legislativa al par. 2.2 della Sezione Trasparenza del Piano Triennale per la prevenzione della corruzione 2017-2019 (DUP n. 6 del 25/12017)”;

- la propria deliberazione n. 2416/2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007” e ss.mm.ii., per quanto applicabile;

- la propria deliberazione n. 468 del 10/4/2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”; 

Richiamate le seguenti proprie deliberazioni:

- n. 56/2016 "Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale dell'art. 43 della L.R. 43/2001";

- n. 270/2016 “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 622/2016 "Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015";

- n. 1107/2016 “Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta regionale a seguito dell’implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con Delibera n. 2189/2015;

- n. 1681/2016 “Indirizzi per la prosecuzione della riorganizzazione della macchina amministrativa regionale avviata con delibera n. 2189/2015”;

- n. 702/2016 avente ad oggetto “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell’ambito delle Direzioni Generali – Agenzie – Istituto, e nomina dei Responsabili della prevenzione, della corruzione, della trasparenza e accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali, e dell’anagrafe per la stazione appaltante”;

- n. 975/2017 “Aggiornamenti organizzativi nell’ambito della Direzione generale economia della Conoscenza, del lavoro e dell’Impresa e della Direzione generale Risorse Europa, Innovazioni e istituzioni”;

- n. 477/2017 “Approvazioni incarichi dirigenziali conferiti nell’ambito della Direzioni Generali Cura della Persona, salute e welfare; Risorse, Europa, Innovazione e Istituzioni e autorizzazione al conferimento dell’interim per un ulteriore periodo sul Servizio Territoriale Agricoltura, Caccia e Pesca di Ravenna”;

Richiamate le seguenti determinazioni dirigenziali:

- n. 12603 del 1/8/2017 “Modifica denominazione e declaratoria di una posizione dirigenziale professional. Modifica della struttura di assegnazione di una posizione organizzativa e di alcuni collaboratori”;

- n. 13372 del 22/8/2017 “Delega di funzioni al dott. Venerio Brenaggi, dirigente professional "destinazioni turistiche e promo-commercializzazione, sviluppo e promozione dello sport" e messa a disposizione di unità di personale;

- n. 13573/2017 del 28/8/2017 “Delega di funzioni in materia di gestione del personale al dott. Venerio Brenaggi, dirigente professional SP000235 "Destinazioni turistiche e promo-commercializzazione, sviluppo e promozione dello sport"; 

Richiamato altresì il Decreto del Presidente della Regione Emilia-Romagna n. 220 del 29/12/2014, successivamente modificato ed integrato con il Decreto n. 4/2015, con il quale sono stati nominati i componenti della Giunta Regionale e definite le rispettive attribuzioni sulla base delle quali competono al Presidente le “politiche correlate con quelle turistiche e culturali in materia di promozione delle attività sportive con particolare riferimento allo sport non professionistico ed al tempo libero”; 

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta del Presidente della Giunta regionale; 

A voti unanimi e palesi 

delibera

Per le motivazioni indicate in premessa e che qui si intendono integralmente riportate: 

1) di prendere atto delle risultanze dell’istruttoria formale e di merito e di approvare le graduatorie dei progetti da ammettere a contributo, suddivise per tipologia di intervento evidenziando quelli finanziabili e quelli non finanziabili per esaurimento delle risorse disponibili o perché il contributo assegnabile risulterebbe inferiore a quello minimo concedibile, nonché l’elenco delle domande di richiesta di contributo non ammissibili con le relative motivazioni, così come riportate nell’Allegato 1) e Allegato 2) al presente provvedimento quali parti integranti e sostanziali;

2) di assegnare e concedere i contributi indicati nelle graduatorie di cui all’Allegato 1) e all’Allegato 2) a favore dei soggetti destinatari nelle quote individuate per ciascuno di essi;

3) di impegnare la somma complessiva di 1.222.625,00 come di seguito indicato: 

- quanto a € 1.013.093,00 registrata al numero 5930 di impegno sul capitolo 78716 “CONTRIBUTI A ISTITUZIONI SOCIALI PRIVATE, FEDERAZIONI SPORTIVE RICONOSCIUTE DAL CONI ED ASSOCIAZIONI ISCRITTE NEL REGISTRO REGIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE E LE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLE ATTIVITA' MOTORIE E SPORTIVE(ART. 2, COMMA 4, LETT A) L.R. 25 FEBBRAIO 2000, N.13 ABROGATA, ART. 5, COMMA 2, LETT. C), D) E E) L.R. 31 MAGGIO 2017, N.8)” del bilancio finanziario gestionale 2017/2019, anno di previsione 2017 che presenta la necessaria disponibilità approvato con deliberazione 2338/2016 e ss.mm.ii.;

- quanto a € 115.952,00 registrata al numero 5931 di impegno sul capitolo 78718 “CONTRIBUTI A ENTI DELLE AMMINISTRAZIONI LOCALI PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLE ATTIVITA' MOTORIE E SPORTIVE (ART. 2, COMMA 4, LETT. A) L.R. 25 FEBBRAIO 2000, N.13 ABROGATA, ART. 5, COMMA 2 LETT. A) L.R. 31 MAGGIO 2017, N. 8)” del bilancio finanziario gestionale 2017/2019, anno di previsione 2017 che presenta la necessaria disponibilità approvato con deliberazione 2338/2016 e ss.mm.ii.;

- quanto a € 13.580,00 registrata al numero 5932 di impegno sul capitolo 78723 “CONTRIBUTI ALLE AMMINISTRAZIONI CENTRALI PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLE ATTIVITA' MOTORIE E SPORTIVE (ART. 5 COMMA 2 LETT. B) L.R. 31 MAGGIO 2017, N. 8)” del bilancio finanziario gestionale 2017/2019, anno di previsione 2017 che presenta la necessaria disponibilità approvato con deliberazione 2338/2016 e ss.mm.ii.;

- quanto a € 80.000,00 registrata al numero 5933 di impegno sul capitolo 78729 “CONTRIBUTI A SOGGETTI PRIVATI COSTITUITI IN FORMA DI IMPRESA PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLE ATTIVITA' MOTORIE E SPORTIVE (ART. 2, COMMA 4, LETT.A), L.R. 25 FEBBRAIO 2000, N. 13 ABROGATA; ART. 5 COMMA 2, LETTERA E), L.R. 31 MAGGIO 2017, N.8)” del bilancio finanziario gestionale 2017/2019, anno di previsione 2017 che presenta la necessaria disponibilità approvato con deliberazione 2338/2016 e ss.mm.ii.;

4) di dare atto che in attuazione del D.Lgsl. n. 118/2011 e ss.mm.ii, le stringhe concernenti la codificazione della transazione elementare, come definita dal citato decreto, indicata in relazione ai soggetti beneficiari e ai capitoli di spesa sono di seguito espressamente indicate:

- Capitolo 78716 - Missione 06 - Programma 01 - Codice economico U.1.04.04.01.001 - COFOG 08.1 - Transazioni UE 8 - SIOPE 1040401001 - C.I. spesa 3 - Gestione ordinaria 3

- Capitolo 78718 - Missione 06 - Programma 01 - Codice economico U.1.04.01.02.003 - COFOG 08.1 - Transazioni UE 8 - SIOPE 1040102003 - C.I. spesa 3 - Gestione ordinaria 3

- Capitolo 78723 - Missione 06 - Programma 01 - Codice economico U.1.04.01.01.999 - COFOG 08.1 - Transazioni UE 8 - SIOPE 1040101999 - C.I. spesa 3 - Gestione ordinaria 3

- Capitolo 78729 - Missione 06 - Programma 01 - Codice economico U.1.04.03.99.999 - COFOG 08.1 - Transazioni UE 8 - SIOPE 1040399999 - C.I. spesa 3 - Gestione ordinaria 3

 5) di disporre che, alle liquidazioni e alle richieste di emissione dei titoli di pagamento provvederà il Dirigente regionale competente per materia con propri atti formali, ai sensi del D.Lgsl. 118/2011 e delle proprie deliberazioni n. 2416/2008 e ss.mm.ii., per quanto applicabile, e n. 468/2017, a seguito della presentazione da parte dei soggetti beneficiari di apposita richiesta, da effettuarsi in coerenza con le procedure e le modalità indicate dal p.to 16 dell’Allegato A) alla deliberazione 895/2017 che qui si intende integralmente richiamata, e utilizzando i modelli di rendicontazione messi a disposizione nel sito tematico dello Sport al seguente indirizzo:

http://www.regione.emilia-romagna.it/temi/sport/sviluppo-del-sistema-sportivo/Manifestazioni;

6) di dare atto che il Dirigente regionale competente per materia, con propri atti formali, provvederà alla eventuale rideterminazione, riduzione o revoca dei contributi assegnati, nei casi contemplati al p.to 16 dell’Allegato A) alla deliberazione 895/2017;

7) di stabilire, inoltre, che il Servizio regionale competente provvederà all'effettuazione delle necessarie verifiche sulla corrispondenza e congruità delle attività svolte dai beneficiari con quelle contenute nei progetti presentati con la domanda di contributo;

8) di dare atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazione, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

9) di dare atto, infine, che si provvederà agli adempimenti previsti dall’art. 56, comma 7, del citato D.Lgsl. 118/2011;

10) di pubblicare integralmente il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico (BURERT).

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it