E-R | BUR

n.29 del 14.02.2012 (Parte Seconda)

XHTML preview

Ricognizione degli esiti delle procedure di selezione espletate dalle Amministrazioni provinciali in attuazione di quanto previsto dalla DGR 151/2011, per l'A.S. 2012-2013 - Elenco dei soggetti selezionati e della relativa offerta formativa

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

- la Legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3 “Modifiche al Titolo V della Parte Seconda della Costituzione”;

- la Legge regionale 30 giugno 2003, n. 12 “Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro” e s.m., ed in particolare gli artt. 44 e 45;

- la Legge regionale 30 giugno 2011, n.5 “Disciplina del sistema regionale dell’istruzione e formazione professionale”;

- il decreto legislativo 226/2005 e in particolare il Capo III recante “I percorsi di istruzione e formazione professionale”;

- la Legge 27 dicembre 2006, n. 296 (Legge Finanziaria 2007) ed in particolare l’art. 1, commi 622, 624, 632;

- il decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7 “Misure urgenti per la tutela dei consumatori, la promozione della concorrenza, lo sviluppo di attività economiche e la nascita di nuove imprese, la valorizzazione dell’istru-zione tecnico-professionale e la rottamazione di autoveicoli”, convertito, con modificazioni dalla legge 2 aprile 2007, n. 40, ed in particolare l’art. 13;

Visti altresì:

- i DPR 87, 88 e 89 del 15 marzo 2010 sul riordino degli Istituti Professionali e Tecnici e sulla revisione dell’assetto ordina mentale, organizzativo e didattico dei Licei;

- il Decreto 15 giugno 2010, adottato dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, di concerto con il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, che recepisce l’Accordo sancito in sede di Conferenza Stato-Regioni e Province Autonome il 29 aprile 2010;

Visto l’Accordo di Conferenza Unificata del 16/12/2010 che approva le Linee Guida per gli organici raccordi fra i percorsi dell’Istruzione professionale e i percorsi dell’IeFP, di cui all’art. 13 della L.40/2007;

Viste le deliberazioni della Giunta regionale:

- n.177/2003 “Direttive regionali in ordine alle tipologie di azione ed alle regole per l’accreditamento degli organismi di formazione professionale”;

- n.266/2005 “Integrazioni alle delibere di giunta n.177/2003 e n.2154/2003 in merito alla procedura di accreditamento”;

- n.897/2008 “Integrazione alle Deliberazioni n.177/2003 e n.266/2005 in merito alle regole per l’accreditamento degli organismi di F.P., in attuazione dell’art.2 del D.M. 29/11/2007 ‘Percorsi sperimentali di istruzione e F.P. ai sensi dell’art.1, comma 624, della Legge 27/12/2006, n.296’”;

- n.1373/2010 “Modifica della DGR 177/2003 “Direttive in ordine alle tipologie d’azione e alle regole per l’accreditamento degli organismi di FP”;

- n.2046/2010 “Conferma dei criteri per l’accreditamento nell’obbligo d’istruzione a partire dall’anno scolastico 2011-2012 per il sistema d’Istruzione e Formazione Professionale - Apertura dei termini per la presentazione delle domande”;

- n.936/2004 “Orientamenti, metodologia e struttura per la definizione del sistema regionale delle qualifiche” e ss.mm.;

- n. 1372/2010 “Adeguamento ed integrazione degli standard professionali del repertorio regionale delle qualifiche”;

- nn.1888/2010, 1077/2011 e 1682/2011 con le quali si approvano integrazioni e modificazioni delle qualifiche che fanno parte del Repertorio regionale delle qualifiche;

- n.1695/2010 “Approvazione del documento di correlazione del Sistema Regionale delle Qualifiche (SRQ) al Quadro Europeo delle Qualifiche (EQF)”;

- n.1776/2010 “Approvazione della correlazione tra le qualifiche professionali conseguibili nel sistema regionale di istruzione e formazione professionale e le figure nazionali di cui all’accordo in conferenza stato-regioni del 29/04/2010, recepito con decreto interministeriale del 15 giugno 2010”;

- n.1287/2011 “Modifiche e integrazioni alla D.G.R. n. 1776/2010 “Approvazione della correlazione tra le qualifiche professionali conseguibili nel sistema di istruzione e formazione professionale e le figure nazionali di cui all’accordo in Conferenza Stato Regioni del 29/04/2010, recepito con decreto interministeriale del 15 giugno 2010”;

- n.105/2010 “Revisione alle disposizioni in merito alla programmazione, gestione e controllo delle attività formative e delle politiche attive del lavoro, di cui alla deliberazione della Giunta regionale 11/2/2008 n. 140 e aggiornamento degli standard formativi di cui alla deliberazione della Giunta regionale 14/2/2005, n. 265”;

- n.1428/2010 “Integrazione alle Disposizioni contenute nelle DGR n. 105/2010 e n. 615/2000 e ss.mm.ii. per la realizzazione delle attività finanziate a costi standard”;

- n. 95 del 30 gennaio 2012 “Aggiornamento elenco degli organismi accreditati di cui alla D.G.R. n.1439/2011, e dell’elenco degli organismi accreditati per l’obbligo d’istruzione ai sensi della D.G.R. n. 2046/2010”;

Vista la propria deliberazione n. 151 del 7/2/2011 “Ricognizione degli esiti delle procedure di selezione espletate dalle amministrazioni provinciali in attuazione di quanto previsto dalla Dgr 2049/2010 - Elenco dei soggetti selezionati e della relativa offerta formativa di istruzione e formazione professionale“;

Dato atto altresì che con la sopracitata deliberazione n.151/2011 si prendeva atto che le Amministrazioni Provinciali avevano deliberato che l’offerta, e la relativa quantificazione dei percorsi realizzati dagli enti di formazione professionale per gli anni 2012/2013, 2013/2014, avrebbe potuto essere oggetto di modificazioni e integrazioni tenuto conto delle iscrizioni al sistema di IeFP nonché di eventuali differenti esigenze del mercato del lavoro;

Vista inoltre la deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 55 del 12 ottobre 2011, che, in attuazione dei citati articoli della L.R. 12/2003, approva gli indirizzi regionali per la programmazione territoriale dell’offerta di istruzione e di istruzione e formazione professionale ed organizzazione della rete scolastica per gli aa.ss. 2012/13, 2013/14 e 2014/15 (Proposta della Giunta regionale in data 19 settembre 2011, n. 1330);

Vista altresì che con la propria deliberazione n.107 del 6 febbraio 2012 “Ricognizione degli esiti del processo di programmazione territoriale in materia di organizzazione della rete scolastica e di programmazione unitaria dell’offerta formativa di istruzione e di istruzione e formazione professionale per l’A.S. 2012-2013.”;

Dato atto che si è provveduto alla ricognizione degli atti assunti dalle amministrazioni provinciali e si approva con il presente provvedimento, al fine di rendere disponibile il quadro unitario dell’offerta triennale di IeFP:

- Allegato 1) elenco degli Enti di Formazione Professionale che realizzeranno per l’A.S. 2012/2013 l’offerta provinciale di IeFP;

- Allegato 2) elenco delle qualifiche con riferimento agli enti di formazione professionale con l’indicazione del numero massimo di percorsi attivabili e finanziabili per nell’anno 2012/2013;

- Allegato 3) elenco degli Istituti Professionali, che realizzeranno per l’a.s. 2012/2013 l’offerta provinciale di IeFP;

- Allegato 4) l’elenco delle qualifiche acquisibili nel sistema di IeFP con il riferimento agli istituti professionali;

Visti inoltre:

– l’Accordo tra Ufficio Scolastico regionale dell’Emilia-Romagna e Regione del 25/1/2012 in attuazione delle Linee guida per gli organici raccordi tra i percorsi quinquennali IP e i percorsi di IeFP, ai sensi dell’Intesa in Conferenza Unificata del 16 dicembre 2010;

– la lettera a firma congiunta tra Ufficio Scolastico regionale dell’Emilia-Romagna e Regione del 25/1/2012 avente ad oggetto: “Iscrizioni ai percorsi triennali di istruzione e formazione per il conseguimento di qualifiche professionali per l’A.S. 2012/2013”;

– la determinazione del Direttore generale “Cultura, formazione e lavoro” n. 715 del 25/1/2012 “Sistema regionale IeFP. Approvazione dei criteri per l’accoglimento delle domande A.S. 2012/2013 al sistema di IeFP presso gli Enti di formazione professionale accreditati”;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n.1057/2006 “Prima fase di riordino delle strutture organizzative della Giunta Regionale. Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali”;

- n.1663/2006 “Modifiche all’assetto delle Direzioni Generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente.”;

- n.2416/2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007” e ss.mm;

- n.2060/2010 “Rinnovo incarichi a Direttori Generali della Giunta regionale in scadenza al 31/12/2010”;

- n.1377/2010 “Revisione dell’assetto organizzativo di alcune Direzioni Generali”, così come rettificata dalla deliberazione n.1950/2010;

- n.1642/2011 “Riorganizzazione funzionale di un servizio della Direzione generale Cultura, Formazione e Lavoro e modifica all’autorizzazione sul numero di posizioni dirigenziali professional istituibili presso l’agenzia sanitaria e sociale regionale”;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore competente per materia;

A voti unanimi e palesi

delibera

1) di prendere atto degli esiti delle atti delle Amministrazioni Provinciali e pertanto della complessiva offerta di Istruzione e Formazione Professionale nel territorio dell’Emilia-Romagna per l’A.S. 2012/2013;

2) di approvare, al fine di rendere disponibile il quadro unitario dell’offerta triennale di IeFP, i seguenti allegati parti integranti della presente deliberazione:

- allegato 1) elenco degli Enti di Formazione Professionale che realizzeranno nell’anno 2012/2013 l’offerta provinciale di IeFP;

- Allegato 2) elenco delle qualifiche con riferimento agli Enti di Formazione professionale con l’indicazione del numero massimo di percorsi attivabili e finanziabili per nell’anno 2012/2013;

- Allegato 3) elenco degli Istituti Professionali, che realizzeranno, a partire dall’A.S. 2012/2013 l’offerta provinciale di IeFP;

- Allegato 4) l’elenco delle qualifiche acquisibili nel sistema di IeFP con il riferimento agli Istituti Professionali;

3) di dare atto che:

- gli organici raccordi tra i percorsi quinquennali degli istituti professionali e i percorsi triennali di istruzione e formazione professionale, nell’ambito delle norme nazionali e regionali in materia e del sistema regionale dell’IeFP regolato dalla legge regionale n.5/2011 sono disciplinati dall’Accordo tra Ufficio Scolastico regionale dell’Emilia-Romagna e Regione del 25/1/2012;

- l’iscrizione ai percorsi di IeFP dovrà essere effettuata come previsto dalla sopra citata lettera a firma congiunta tra Ufficio Scolastico regionale dell’Emilia-Romagna e Regione del 25/1/2012 avente ad oggetto: “Iscrizioni ai percorsi triennali di istruzione e formazione per il conseguimento di qualifiche professionali per l’A.S. 2012/2013”;

- gli Enti di formazione professionale accreditati provvederanno all’accoglimento delle domande A.S. 2012/2013 in applicazione dei criteri di cui alla determinazione del Direttore generale cultura, formazione e lavoro n. 715 del 25/1/2012;

4) di pubblicare il presente atto nel bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna e sui siti www.emiliaromagnasapere.it e www.scuolaer.it.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it