E-R | BUR

n.100 del 20.06.2012 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Erogazione straordinaria di cassa a favore delle Aziende sanitarie regionali

Visto il decreto legge del 15 maggio 2012, n. 59, di modifica delle Legge 225/1992, recante “Disposizioni urgenti per il riordino della protezione civile”;

Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri del 30 maggio 2012 che dispone lo stato di emergenza nel territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara e Reggio Emilia in conseguenza dei ripetuti eventi sismici di forte intensità verificatisi nel mese di maggio 2012;

Considerata la situazione di grave difficoltà in cui versano le imprese dell’Emilia-Romagna colpite dai recenti eventi sismici;

Considerato che:

  • tra le misure di sostegno che vengono poste in essere dalla Regione assume particolare rilevanza il supporto finanziario nei confronti delle imprese impegnate ad affrontare l’emergenza del dopo terremoto e con ciò assicurando le condizioni per il mantenimento dell’attività imprenditoriale e dell’occupazione garantita da tali attività produttive;
  • la Regione negli ultimi anni ha disposto in più momenti, a favore delle Aziende sanitarie regionali, rimesse straordinarie di cassa, al fine di porre le Aziende stesse nelle condizioni di contenere i tempi di pagamento delle forniture di beni e servizi e prestazioni riferite all’ambito socio-sanitario e ridurre l’esposizione debitoria nei confronti delle imprese operanti in tale settore;
  • la Regione intende intervenire al fine di ridurre ulteriormente i tempi di pagamento dei fornitori di beni e servizi delle Aziende sanitarie;

Richiamate le proprie deliberazioni di seguito indicate:

  • n. 536 del 18 aprile 2011, recante "Provvedimenti in ordine alla spesa sanitaria regionale per l’anno 2010 e per la predisposizione dei bilanci d’esercizio delle Aziende sanitarie", nonché n. 440 del 16 aprile 2012, recante “Provvedimenti in ordine alla spesa sanitaria regionale per l’anno 2011 e per la predisposizione dei bilanci d’esercizio delle Aziende sanitarie”, che ridefiniscono, tra l’altro, le risorse complessivamente a disposizione del Servizio Sanitario regionale, rispettivamente per gli esercizi 2010 e 2011, derivanti dai riparti nazionali del finanziamento del SSN ed altre risorse vincolate, dalle disponibilità a carico del bilancio regionale autorizzate con le L.R. finanziarie ivi indicate, nonché dal pay-back delle aziende farmaceutiche;
  • n. 295 del 14 marzo 2012, con la quale questa Giunta è intervenuta a sostegno del fabbisogno di liquidità delle Aziende sanitarie regionali trasferendo per cassa complessivi 200 milioni di Euro, a valere sulle risorse assegnate nell’ambito del finanziamento del SSR anni 2010 e 2011;

Preso atto delle residue posizioni creditorie delle Aziende sanitarie e dell’Istituto Ortopedico Rizzoli relative agli esercizi 2010 e 2011 per effetto dell’erogazione di cassa straordinaria suindicata, e relative coperture finanziarie a carico dei corrispondenti capitoli di bilancio, come da prospetti contabili agli atti del Servizio Programmazione economico-finanziaria;

Preso atto altresì della situazione dei tempi medi di pagamento di fornitori di beni e servizi da parte delle Aziende sanitarie, rilevati mensilmente attraverso gli strumenti regionali;

Ritenuto di provvedere ad assegnare per cassa alle Aziende sanitarie regionali 150 milioni di Euro, articolando l’intervento regionale oggetto del presente provvedimento secondo i criteri di seguito indicati:

  • un primo riparto è effettuato in relazione ai crediti residui che le Aziende sanitarie hanno nei confronti della Regione con riferimento agli esercizi sopra indicati,
  • ulteriori risorse vengono ripartite in relazione alla necessità di assicurare la liquidità per le finalità più sopra esposte, anticipando, in taluni casi, risorse a carico dell’esercizio 2012, tenuto conto del quadro finanziario complessivo e degli obiettivi programmati per il 2012 con la propria deliberazione n. 653 del 21 maggio 2012 “Linee di programmazione e finanziamento delle Aziende del Servizio Sanitario regionale per l’anno 2012”;

Ritenuto, pertanto, di trasferire alle Aziende sanitarie e all’Istituto Ortopedico Rizzoli la somma di Euro 150.000.000,00 come rappresentato nella Tabella di cui all’Allegato 1, parte integrante del presente atto;

Dato atto che la copertura finanziaria dell’intervento disposto con il presente provvedimento è assicurata dalle risorse disponibili nei seguenti capitoli del Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2012:

  • quanto a Euro 60.581.000,00 sul Capitolo 51737 “Fondo Sanitario Nazionale di parte corrente – Assegnazioni alle Aziende ed Enti del Servizio Sanitario regionale per fondi ex art. 1, commi 34 e 34 bis della Legge 23 dicembre 1996, n. 662 e ex art. 72, comma 6 della Legge 23 dicembre 1998, n. 448 – Mezzi statali” afferente all’U.P.B. 1.5.1.2.18110;
  • quanto a Euro 19.704.691,76 sul Capitolo 52530 “Trasferimenti ad Aziende ed Enti del SSR a copertura della maggior spesa farmaceutica in conseguenza del pay-back delle aziende farmaceutiche (art. 1, comma 796, lett. g), L. 27 dicembre 2006, n. 296 e art. 9, L. 28 febbraio 2008, n. 31, art. 34, L. 27 febbraio 2009, n. 14 e L. 26 febbraio 2010, n. 25” afferente all’U.P.B. 1.5.1.2.18347;
  • quanto a Euro 12.477.630,24 sul Capitolo 51708 “Assegnazioni a favore delle Aziende sanitarie regionali, a garanzia dell'equilibrio economico-finanziario e a finanziamento delle prestazioni regionali aggiuntive rispetto ai livelli essenziali di assistenza (extra-LEA)”, afferente all’U.P.B. 1.5.1.2.18100;
  • quanto a Euro 57.236.678,00 sul Capitolo 51638 “Assegnazioni a favore delle Aziende sanitarie regionali ed Enti del Servizio Sanitario regionale a finanziamento dei Livelli di assistenza superiori ai LEA ovvero a garanzia dell’equilibrio economico-finanziario” afferente all’U.P.B. 1.5.1.2.18020;

Visti:

  • la L.R. 15/11/2001, n. 40;
  • la L.R. n. 43/2001 e successive modificazioni;
  • le LL.RR. 22/12/2011, n. 21 e n. 22, rispettivamente, Legge finanziaria regionale e Legge di approvazione del Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2012 e del Bilancio pluriennale 2012-2014;
  • l’art. 11 della Legge 16 gennaio 2003, n. 3 recante “Disposizioni ordinamentali in materia di Pubblica Amministrazione”;
  • la Legge 13 agosto 2010, n. 136 avente ad oggetto “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia” e successive modifiche;
  • la determinazione dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture del 7 luglio 2011, n. 4 recante “Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell’art. 3 della Legge 13 agosto 2010, n. 136”;
  • il DLgs n. 118 del 23/6/2011 “Disposizioni urgenti in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli Enti locali e loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della Legge 5 maggio 2009, n. 42”;

Ritenuto che ricorrano tutte le condizioni previste dall’art. 47, comma 2 della citata L.R. n. 40/01 e che, pertanto, gli impegni di spesa a valere sui competenti capitoli di spesa così come indicato nella allegata Tabella, per complessivi 150.000.000,00 Euro, possano essere assunti con il presente atto;

Dato atto che, ai sensi dell’art. 51 della L.R. n. 40/2001, nonché della propria deliberazione n. 2416/2008 e ss.mm., alla liquidazione della somma complessiva di 150.000.000,00 Euro, provvederà il Dirigente regionale competente con successivi atti formali, anche in più soluzioni sulla base delle valutazioni operate congiuntamente con le strutture regionali preposte;

Richiamate le proprie deliberazioni:

  • n. 1057/2006, n. 1663/2006, n. 1377/2010, n. 1222/2011, n. 1511/2011;
  • n. 725 del 4 giugno 2012 “Contratto di lavoro ai sensi dell’art. 43, L.R. 43/2001 e affidamento dell’incarico di Direttore generale Sanità e Politiche sociali”;
  • n. 2416 del 29 dicembre 2008 concernente “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e ss.mm.;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell'Assessore alle Politiche per la salute;

A voti unanimi e palesi

delibera:

1) di trasferire, sulla base di quanto esposto in premessa e qui integralmente richiamato, la somma complessiva di Euro 150.000.000,00 a favore delle Aziende sanitarie regionali e dell’Istituto Ortopedico Rizzoli secondo gli importi rappresentati nella Tabella di cui all’Allegato 1, parte integrante del presente atto;

2) di stabilire che le Aziende sanitarie e lo I.O.R. dovranno dare priorità assoluta al pagamento delle fatture delle ditte fornitrici di beni e servizi colpite dal terremoto;

3) di rinviare a successive indicazioni della Direzione generale Sanità e Politiche Sociali sulle modalità operative di attuazione del presente provvedimento;

4) di impegnare la somma complessiva di Euro 150.000.000,00 come di seguito specificato e meglio rappresentato nell’allegata Tabella:

- quanto a Euro 60.581.000,00 registrata al n. 1886 di impegno sul Capitolo 51737 “Fondo Sanitario Nazionale di parte corrente - Assegnazioni alle Aziende ed Enti del Servizio Sanitario regionale per fondi ex art. 1, commi 34 e 34 bis della Legge 23 dicembre 1996, n.662 e ex art. 72, comma 6 della Legge 23 dicembre 1998, n.448 - Mezzi statali” afferente all’U.P.B. 1.5.1.2.18110;

- quanto a Euro 19.704.691,76 registrata al n. 1887 di impegno sul Capitolo 52530 “Trasferimenti ad Aziende ed Enti del SSR a copertura della maggior spesa farmaceutica in conseguenza del pay-back delle aziende farmaceutiche (art. 1, comma 796, lett. g), L. 27 dicembre 2006, n. 296 e art.9, L. 28 febbraio 2008, n. 31, art. 34, L. 27 febbraio 2009, n. 14 e L. 26 febbraio 2010, n.25” afferente all’U.P.B. 1.5.1.2.18347;

- quanto a Euro 12.477.630,24 registrata al n. 1888 di impegno sul Capitolo 51708 “Assegnazioni a favore delle Aziende sanitarie regionali, a garanzia dell'equilibrio economico-finanziario e a finanziamento delle prestazioni regionali aggiuntive rispetto ai livelli essenziali di assistenza (extra-LEA)”, afferente all’U.P.B. 1.5.1.2.18100;

- quanto a Euro 57.236.678,00 registrata al n. 1889 di impegno sul Capitolo 51638 “Assegnazioni a favore delle Aziende sanitarie regionali ed Enti del Servizio Sanitario regionale a finanziamento dei Livelli di assistenza superiori ai LEA ovvero a garanzia dell’equilibrio economico-finanziario” afferente all’U.P.B. 1.5.1.2.18020,

del Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2012 che presentano la necessaria disponibilità;

5) di dare atto che, ai sensi dell’art. 51 della L.R. n. 40/2001, nonché della propria deliberazione n. 2416/2008 e ss.mm., alla liquidazione della somma complessiva di 150.000.000,00 Euro, provvederà il Dirigente regionale competente, con successivi atti formali anche in più soluzioni sulla base delle valutazioni operate congiuntamente con le strutture regionali preposte;

6) di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it